Ora la vacanza s'inventa con un selfie «taroccato»

Siti specializzati permettono di scattare foto di se stessi con lo sfondo che si desidera: dall'hotel di lusso ai club

L a vacanza è e resterà solo un miraggio? Meglio non farlo sapere agli amici. Anzi, pensano in molti, è proprio meglio inventarsela, una vacanza da sogno. Con tanto di selfie, taroccato ovviamente. Dall'albergo di lusso, al vip incontrato per caso, la propria faccia in primo piano e il resto sullo sfondo, che sia comunque ben visibile, è chiaro: sono oltre 2 milioni gli italiani che simulano le vacanze con gli autoscatti, secondo quanto rileva una web analysis, realizzata attraverso un monitoraggio dei più importanti social network, su un campione di 500 turisti fra i 20 e i 50 anni, in collaborazione con un pool di psicologi.

Che sia per far invidia agli amici o per evadere dalla solitudine delle città vuote oppure anche solo per vedere l'effetto che fa, qualunque sia il motivo è un dato di fatto che molti mentono senza pudore - e senza paura di essere scoperti - sull'albergo, sulla spiaggia, pure sulla trattoria dove sono andati a mangiare. E mettono in mostra sui diversi social network fotomontaggi perfetti. La tecnologia aiuta, anche senza essere esperti in materia: esistono siti appositi, come per esempio www.photowithme.com, che mette a disposizione una lunga serie di immagini di persone note da inserire nel proprio autoscatto o «Fake my location», programma per iPhone e iPad che consente di applicare la location preferita come sfondo scaricandola direttamente da Google Street View. Ma basta navigare un po' per scoprirne altri.

E visto che sognare davanti a un pc o a un telefonino, giocando con programmi ad hoc, non costa nulla, tanto vale scegliere come sfondo del proprio finto autoscatto un hotel a cinque stelle (trend che interessa il 26% degli intervistati e che si classifica al primo posto) o il vip più paparazzato del momento (19% delle preferenze). I 5 alberghi più gettonati per il proprio autoscatto sono tutte strutture da mille e una notte, che sia nord o sud poco importa, l'importante è che sia il più sontuoso possibile: ecco quindi l'hotel Byron di Forte dei Marmi, 5 stelle di lusso, in cui soggiornano stelle come Naomi Campbell e lo 007 Daniel Craig (21%); l'hotel Danieli di Venezia, fastosissima struttura a pochi passi da Piazza San Marco, situata nello storico Palazzo Dandolo (18,5%); l'hotel de Russie di Roma, un altro cinque stelle esclusivo così come il Romeo Hotel di Napoli, che si affaccia sul Golfo di Napoli (8%). Fra i personaggi noti, i selfie taroccati con Belen Rodriguez vanno per la maggiore, seguiti da quelli con il giornalista tv Massimo Giletti, Fabrizio Corona e Melissa Satta.

Ma non ci sono solo alberghi e vip. Nelle foto manipolate ecco spuntare ristoranti eccellenti (dall'Osteria Francescana di Modena, guidata dallo chef Massimo Bottura al Rossellinis di Ravello che può sfoggiare anche uno spettacolare panorama) e discoteche, solitamente frequentate dal jet set più in voga, come il Billionarie di Porto Cervo o la Capannina di Forte dei Marmi. E anche stabilimenti balneari: il più gettonato da chi fa selfie finti è il Papeete Beach, di Milano Marittima, uno dei bagni più famosi d'Italia e precursore delle feste in spiaggia, al secondo posto il Samsara Beach di Gallipoli, ideale per chi ha voglia di ballare tutto il giorno. Dalla Puglia alla Sardegna (il Bagno Sardigna di Stintino è al terzo posto nelle scelte degli utenti) e si arriva anche in Calabria (la Baia De Punta, sulla spiaggia di Cirò Marina).

Se la vacanza è e resta un miraggio, un selfie taroccato può salvare le apparenze. Ma forse non il buon umore. Per quello, di solito, una vacanza reale serve davvero. Anche non in un albergo a cinque stelle.