Orlando cede già ai giudici: "Possibili modifiche sulle ferie"

Serrata delle toghe contro la proposta di ridorre le ferie da 45 a 30 giorni. Il Guardasigilli disposto a trattare

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando tentenna e sembra già abbozzare un passo indietro. "Ho dato anche una disponibilità a riconoscere una specificità che riguarda la magistratura e da questo confronto potrà venire fuori qualcosa che si può anche tradurre in un emendamento". A scaldare gli animi è l'ipotesi di una riduzione delle ferie dei magistrati, norma contenuta nel decreto legge sullo smaltimento dell'arretrato civile. E, a margine di un dibattito che si è tenuto alla Festa dell'Unità di Firenze, il Guardasigilli ha aperto a modifiche della riforma della giustizia.

Nei giorni scorsi, in occasione di un confronto con l'Associazione nazionale magistrati (Anm), Orlando ha spiegato che il governo chiede alle toghe di compredere che è necessario che "compiano tutti un sacrificio in questo momento". Nel testo del decreto legge, ora al vaglio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, le ferie dei magistrati vengono ridotte da 45 a 30 giorni. Non solo: il pacchetto prevede anche il dimezzamento dei termini di sospensione feriale durante i quali tribunali e procure lavorano a regime ridotto, assicurando le urgenze e sospendendo l'attività ordinaria: il periodo passa dall'attuale 1 agosto-15 settembre al 3-31 agosto. Attraverso una disposizione transitoria, le misure scattano già a partire dal 2015.

"L'arretrato civile si riduce con tanti interventi contemporaneamente - aveva detto Orlando nei giorni scorsi - ma anche il taglio delle ferie può contribuire: in un momento in cui si chiede un salto a tutta la pubblica amministrazione, la magistratura, che ha una sua peculiarità, credo possa dare una disponibilità, ripristinando il confronto". E proprio ieri il Guardasigilli aveva tuttavia fatto presente che il cuore della riforma "non è la questione relativa alle ferie dei magistrati, che non risolverà da sola il problema della Giustizia. E' una richiesta che però non deve essere presa come una sorta di aggressione o lesa maestà. Rifiuto l'idea per cui questo singolo provvedimento sia quello risolutivo. E' una discussione che va affrontata in modo più laico".

Nel sito del governo "Passo dopo passo" è spiegato che potranno arrivare al massimo a trenta giorni le ferie dei giudici, oggi pari a 45 giorni. Un'infografica dal titolo "Meno Ferie ai magistrati: giustizia più veloce" spiega che i tribunali saranno chiusi dal 6 al 31 agosto, anziché dal primo agosto al 15 settembre. In grande evidenza il numero delle cause pendenti (5,2 milioni) e il tempo medio per una sentenza civile di primo grado (945 giorni). A giustificazione dell'intervento taglia-ferie, sul sito voluto da Matteo Renzi si evidenziano i tempi più rapidi della giustizia civile in due Paesi europei: in Francia per arrivare a una sentenza di primo grado occorrono mediamente 350 giorni; in Germania basta ancora meno, 300 giorni, meno di un terzo del tempo impiegato invece in Italia.

Commenti
Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 13/09/2014 - 21:40

Meglio non fare confusione: una cosa le ferie (45 giorni), un'altra la sospensione dei termini processuali durante il periodo feriale (in atto 1 agosto - 15 settembre).

Massimo Bocci

Sab, 13/09/2014 - 22:15

Due mesi in più,PER QUEL CHE PRODUCANO!!!!, in fondo cosa volete che sia,poi c'è una verità, inconfutabile meno stazionano in tribunale e più gli Italiani si sentiranno GARANTITI!!!

pinosan

Sab, 13/09/2014 - 22:28

Abbiamo al governo dei "cagasotto"tengono più al posteriore su una sedia che alla faccia.

gyxo

Sab, 13/09/2014 - 22:46

Orlando perche'quando parli dei giudici non ti metti prima in mutande?Se ti metti in mutande prima non possono dirti di calarti i pantaloni(braghe) perchè i pantaloni te li sei già calati.Questi individui sono stati autorizzati a fare il cazzo che vogliono fregandosi altamente della giustizia giusta e portano avanti la loro giustizia di comodo che difende i loro interessi.Il capo di questa inetta magistratura è il Golpista NAPOLITANO che non muove un dito per mettere in riga questa compagine indecente,inefficiente,egoista,affarista,menefreghista,disfattista.Per loro ci sono solo Diritti Acquisiti che non si possono toccare mentre per noi popolo bue i diritti acqusiti vanno mandati al macero e tutti se ne fregano.Renzi Orlando e compagnia è tempo che vi imponiate a questi demoni della "giustizia"altrimenti non ci siamo proprio e ci sarà una debacle politica irreversibile.Bonjour tristesse.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 13/09/2014 - 22:54

Anche il governo Renzi comincia a cedere al braccio di ferro, pressioni, intimidazioni e ricatti da parte di certi magistrati politicizzati che vogliono conservare il loro onnipotente potere, privilegi e totale controllo politico.

roberto.morici

Dom, 14/09/2014 - 07:55

Mi sembra giusto. Niente riduzione di ferie e guai solo accennare a stipendi troppo alti. Sembra che il tasso di resistenza alla tentazione di farsi ccrrompere sia direttamente proporzionata al mantenimento di certi diritti acquisiti. Fra una trentina d'anni il Caro Compagno Presidente Supremo esternerà la Sua indispensabile opinione...

Gianca59

Dom, 14/09/2014 - 08:20

Ma con ministri senza palle che su una sciocchezza come i giorni di ferie fanno retromarcia sull' onda di chissà quale spinta da parte della lobby della magistratura, mi vuole dire Renzi quali grandi riforme porterà a casa ?

NON RASSEGNATO

Dom, 14/09/2014 - 08:24

MI sembra giusto. Stressati dal troppo lavoro è bene abbiano un lungo periodo di recupero. Chi lavora in fabbrica ha il fisico e recupera prima.

rossini

Dom, 14/09/2014 - 08:38

UNA CALATA DI BRAGHE EPOCALE! Una figura di m ... così si può spiegare soltanto con una pistola puntata alla tempia. A questo punto si tratta di sapere di quali "carte" dispongono i Magistrati per "indurre" un Ministro della Giustizia a dichiarare di essere pronto a rimangiarsi quello che aveva sottoscritto il giorno prima in un Decreto Legge.

Duka

Dom, 14/09/2014 - 08:47

Non penserete che l'Orlando, non più furioso, rinunci al malloppo mensile per far piacere agli italiani. Non lo fa nemmeno per difendere le proprie convinzioni se è in gioco il malloppo. ECCHEDIAMINE siamo uomini o caporali.

gustavodatri@vi...

Dom, 14/09/2014 - 08:48

Il pesce puzza dalla testa dei magistrati

GENIUZZO

Dom, 14/09/2014 - 08:53

ORLANDO CEDE AI GIUDICI SULLE RIFORME DELLA GIUSTIZIA;IL MINISTRO DELLA SANITA' CEDE ALLE REGIONI E A CIAPPARINO SUI TAGLI E GLI SPRECHI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE E ASP;IL COMMISSARIO DELLA SPENDING NON SA CHE PESCI PRENDERE E NON VEDE IL MOMENTO DI ABBANDONARE L'INCARICO.CARO RENZI, IN UNA SQUADRA DI CALCIO(RIPORTANTO IL TUO ESEMPIO) QUANDO I GIOCATORI NON SI PASSANO LA PALLA E QUINDI PERDONO LE PARTITE, VUOL DIRE CHE L'ALLENATORE NON E' ASCOLTATO DAI CALCIATORI PERCHE' NON HA CARISMA E QUINDI LA PRESIDENZA(NEL CASO IN ISPECIE NAPOLITANO) DEVE TRARNE LE CONSEGUENZE E SOSTITUIRE L'ALLENATORE PONENDO COSI' FINE ALLE INCONCLUDENTI E NOIOSE RETORICHE FATTE DI ANNUNCI(ORMAI HANNO STUFATO) CHE NON HANNO PORTATO A NESSUN BENEFICIO CONCRETO PER LA GENTE. ZIG

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 14/09/2014 - 08:57

E questo sarebbe il ministro della giustizia! si è già cagato addosso e con un assurdo "obbedisco" già ci fa capire quali siano le riforme possibili in questo settore dove di giustizia non ce ne è per nessuno, tranne che per la casta dei giudici stessi che possono interpretarla a loro esclusivo piacimento

rossini

Dom, 14/09/2014 - 09:02

A questo punto è lecito concludere che, quando Renzi ha detto: "ANM! Brrr, che paura!", era TERRIBILMENTE SERIO.

blackbird

Dom, 14/09/2014 - 09:12

@ Soccorsi: come ha ragione! Le ferie sono solo una cartina di tornasole sulla capacità/fattibilità della magistratura di forzare la mano del governo sull'intera riforma. Dopo qualche avvertimento con inchieste vicine a Renzi, dall'articolo parrebbe che il ministro competente abbia capito l'antifona. Vedremo come procederà. Se sarà una "riforma per non riformare" anche alcune inchieste si sgonfieranno e faanno la fine di quella su Penati, altrimenti... Berlusconi, Mastella, Consolo, Castelli, insegnano.

aaantonio5555

Dom, 14/09/2014 - 09:13

Non si deve confondere le ferie con il periodo feriale. Le ferie si discutano nel contratto di lavoro (della giustizia ). Il periodo feriale si deve discutere con tutti .Ci sono gli avvocati i periti e tutto quello che gira intorno alla giustizia. Non prendere in giro i cittadini Ministro .Secondo te gli avvocati non ti faranno lo sciopero a oltranza ???

Ritratto di gavbarr

gavbarr

Dom, 14/09/2014 - 09:22

Ma cosa si credevano. Quando il B. si permise solo un accenno., dagli all'untore. E adesso? Mentecatti!

vince50_19

Dom, 14/09/2014 - 09:31

Fa caldo, tanto caldo.. Vero Orlando?

roliboni258

Dom, 14/09/2014 - 09:32

la paura fa 90 cagasotto

Iacobellig

Dom, 14/09/2014 - 09:34

Nessuna concessione a questi giudici che pur prendendo stipendi da favola la gran parte di loro non sa lavorare: vedasi le sentenze riformate dopo che hanno creati seri danni alle persone colpite sia in ambito civile ,che peggio ancora perchè riguarda la libertà della persona in quello penale. I giudici in quanto dipendenti dello Stato devono avere le stesse regole di tutti gli altri dipendenti e bisogna togliere loro l 'arma di farli sentire degli onnipotenti per non creare discriminazione fra cittadini, quando non lo sono affatto!

nonnoaldo

Dom, 14/09/2014 - 09:41

Tranquilli, la riforma della giustizia si farà, o meglio si farà una riforma ridicola, inutile, che non toccherà minimamente prebende e privilegi della casta. Renzi ci dirà che è una riforma epocale e ringrazierà l'ANM per la fattiva collaborazione. Gli avvisi di garanzia ed iprocessi contro esponenti della sinistra torneranno alla normalità, ovvero o non nasceranno neppure o finiranno in prescrizione (Penati docet, MPS idem). In caso contrario Renzi ed il suo entourage saranno assoggettati al codice Berlusconi, con gli esiti noti.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 14/09/2014 - 09:45

Lavorano come bestie. Volete togliergli le ferie? Negrieri......ore e ore ad aprire indagini contro Berlusconi, a condannare chi fa saluti romani, dai un po' di rispetto......

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 14/09/2014 - 09:50

...Ricordo con orrore la "famosa" sentenza emessa nella pausa estiva da quel giudice tanto chiacchierato; Se fosse stato in ferie in quei giorni, avrebbe evitato che i Magistrati, quelli seri ed onesti, subissero quell'obbrobrio.

Ritratto di ilmax

ilmax

Dom, 14/09/2014 - 10:00

le ferie per i magistrati non iniziano dal 1 Agosto ma dall'ultimo giorno di udienze e cioè dal 21 Luglio fino al 15 Settembre

MEFEL68

Dom, 14/09/2014 - 10:01

Se il Governo cede su questo punto, le cose sono due: o questo è un Governo senza palle o (cosa più probabile) nessuno vuole veramente le riforme. Tanto è vero che di tutte quelle che erano necessarie, improcrastinabili, indispensabili, dopo 3 (tre) anni dalla caduta di Berlusconi, non ne è stata approvata NESSUNA. Proclami tanti, fatti niente.

tonipier

Dom, 14/09/2014 - 10:09

" HANNO FATTO SACCHEGGIARE L'ITALIA" La divisione della magistratura in correnti più o meno politicizzate e contrapposte tra di loro nella fregola del carrierismo, la evidenza della inutilità del Consiglio Superiore della Magistratura, costituito secondo i criteri della lotttizzazione partitocratica, la mancanza di interventi diretti a ricondurre nell'alveo della legalità coloro i quali da guardiani o custodi della legge diventano sovente sovvertitori od assassini della legge, accentuano la sfiducia dei cittadini nella giustizia, diffondono nella gente di buon senso la paura di avventurarsi in viscitudini giudiziali e rendono sempre più frequente il risorso alla pseudo giustizia trasversale.

Ritratto di Markos

Markos

Dom, 14/09/2014 - 10:16

I magi-sinistri hanno pronte una valanga di intercettazioni sulle malefatte degli ultimi decenni degli adepti del partito del sol dell'avvenire pci-pds-ds-pd .....

MEFEL68

Dom, 14/09/2014 - 10:19

La presa di posizione dei magistrati è VERGOGNOSA. Autonomia non significa essere al di fuori dello Stato, e questo i magistrati, che la Costituzione la conoscono, lo sanno bene. Indipendenza non significa autoattribuirsi stipendio, ferie e privilegi. Autonomia significa che nessuno può entrare nel merito dell'attività di un giudice per condizionarla e ricattare il giudice stesso. Per il resto i magistrati sono cittadini come gli altri e dipendenti dell Stato come gli altri statali. Questo dice la Costituzione senza essere stravolta con interpretazioni "ad castam".

buri

Dom, 14/09/2014 - 10:24

le piaghe dell'Italia sono principalmente tre, magistratura, sindacati e burocrazia, poi ovviamente ci sono altre piaghette, ma se risolvessimo quelle tre principali, il resto si aggiusterebbe facilmente, purtriooi sembra che il parlamento non abbia la forza di agire in modo degfinitivo

elgar

Dom, 14/09/2014 - 10:24

Ma lasciategliele pure le ferie. Al limite come fanno negli ospedali e nelle caserme gliele scaglionassero in turni che garantiscano una continuità di presenza. Per esempio da giugno a settembre tre/quattro turnazioni. L'importante è che la giustizia venga riformata.Quello per me conta molto di più.

elio2

Dom, 14/09/2014 - 10:31

Non dimentichiamoci che un giudice se una mattina decide di starsene a letto, non deve chiedere il permesso a nessuno, ed è pure pagato lo stesso. Sono strapagati e non volete neppure abbiano il tempo di spendere i soldi? Certamente questo governo di imbelli, qualunque riforma mai decideranno di fare, se mai la faranno, sarà solo ridicola e inutile, dato che continueranno a chiedere il permesso ai diretti interessati, così noi continueremo ad avere una giustizia politico mafiosa che deciderà chi dovrà governare, cosa dovrà fare, e se non ubbidisce casualmente uscirà fuori un bel dossier personalizzato per sputtanarlo o denunciarlo, e hanno già dato due segnali molto chiari in questo senso, con gli avvisi di garanzia agli amici del Renzino in Emilia Romagna e all'amministratore dell'Eni che sempre casualmente è stato messo la, sempre dal Renzino, attenti a ciò che fate che un avviso di garanzia che mira più in alto è già pronto, manca solo il pizzino di conferma per palazzo Chigi.

serscafa

Dom, 14/09/2014 - 10:49

ci prendono solo per i fondelli! Ma quali riforme! Questi non hanno le palle per farle! Non illudiamoci, non ce la facciamo, non ne usciamo! Non voglio pensare alla fine che farà questo Paese!

Un Lettore

Dom, 14/09/2014 - 11:43

Ministro Orlando Hanno già cominciato a strizzarti le olive?

squalotigre

Dom, 14/09/2014 - 12:36

Ma mi volete spiegare il motivo per il quale la riforma della giustizia bisogna farla con il consenso dei magistrati? Quando hanno fatto le riforme che riguardano la sanità non hanno chiesto il consenso di noi medici, quando hanno aumentato le tasse in maniera assurda non hanno chiesto il permesso ai cittadini. Gli ospedali sono aperti 365 giorni l'anno, Natale e Pasqua compresi e nessuno di noi si sente per questo defraudato dei diritti. Il personale dei nosocomi ripone il tesserino nella macchinetta quando arriva e quando esce, perché i magistrati si sentono offesi se venissero obbligati a farlo? Nel mio ospedale, giustamente, pochi giorni fa sono arrivati i carabinieri, hanno piantonato gli ingressi e sono andati a controllare le presenze per vedere se ci fosse del personale che pur avendo timbrato non fosse presente. Probabilmente tale operazione è stata ordinata da un magistrato: se facesse un'operazione simile in tribunale sarebbe inutile perché i funzionari pubblici che hanno vinto il concorso nella casta non hanno l'obbligo della timbratura, ne andrebbe della loro autonomia, perbacco. E poi se non guadagnassero tre volte quanto guadagna un primario ospedaliero, potrebbero avere delle tentazioni corruttive, ariperbacco! E se pagassero per i propri errori civilmente e penalmente, come tutti, in quale modo potrebbero svolgere il proprio lavoro? Io che faccio il chirurgo non è che non posso svolgere il mio lavoro se non sono esentato dalle conseguenze del mio lavoro, ma i magistrati svolgono una funzione delicata, noi medici( ed anche gli altri professionisti ) invece no, non lo sa Renzi ed il suo ministro? La legge è uguale per tutti, c'è scritto nei tribunali. Ma tale scritta vale per tutti tranne che per chi nei tribunali esercita il servizio giustizia.

elgar

Dom, 14/09/2014 - 13:06

@ squalotigre. Commento ineccepibile. Sottoscrivo in pieno.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Dom, 14/09/2014 - 13:32

Se il governo Renzi di prona a 90° davanti alle minacce dei magistrati, quasi sicuramenteperderà una grossa percentuale di votanti.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 14/09/2014 - 23:43

Quando avremo dei politici con le palle che sappiano mettere al loro posto questi magistrati che stanno invadendo con arroganza la sovranità del nostro parlamento? CHI HA PAURA DEI MAGISTRATI? È ORA DI FINIRLA CON QUESTA INAMMISSIBILE VIOLAZIONE DELLE REGOLE ISTITUZIONALI. SOLO IL PARLAMENTO È E DEVE ESSERE SOVRANO.