Papa Francesco: "Xenofobia malattia come il morbillo"

Rispondendo alla domanda di un giornalista sull'aereo papale di ritorno dal viaggio in Africa, Papa Francesco ha detto che "la xenofobia è una malattia, come il morbillo". E ha aggiunto: "Chi alza i muri rimarrà solo"

Nazionalismi, populismi e paura del diverso sono da sempre tra i principali nemici di Papa Francesco. Il Pontefice, di ritorno dalla sua 31esima visita apostolica in Mozambico, Madagascar e Mauritius, rispondendo alla domanda di un giornalista durante la conferenza stampa sull'aereo papale, ha tuonato contro la xenofobia. "È una malattia, come il morbillo", ha detto Bergoglio, definendola "un problema non solo dell'Africa. Una malattia - ha spiegato il Papa - che entra in un Paese, in un continente... E mettiamo muri... E i muri lasciano soli coloro che li fabbricano. Sì (i muri) lasciano fuori tanta gente ma coloro che rimangono dentro i muri rimarranno soli, e alla fine della storia sconfitti per delle invasioni potenti".

Poi, nella sua predica a favore dell'immigrazione, Francesco ha aggiunto che "le xenofobie, tante volte, cavalcano sui cosiddetti populismi politici". Un chiaro richiamo a quelle forze politiche che, in Europa, in varie forme, si schierano contro l'ideologia dell'accoglienza a tutti i costi. Partiti i cui "discorsi assomigliano a quelli di Hitler nel 1934", la preoccupazione del Pontefice, che ha parlato di un "ritornello in Europa" che tuttavia è presente "anche in Africa", dove il problema culturale da risolvere è il tribalismo. "Serve un lavoro di educazione, di avvicinamento fra le diverse tribù per fare una nazione", l'appello di Bergoglio, che nel suo intervento di fronte alla stampa, ha ricordato come sia stato proprio il tribalismo a portare al genocidio in Ruanda.

Poche ore dopo essere tornato in Italia, mercoledì mattina il Pontefice ha partecipato in piazza San Pietro all'udienza generale, dedicata alla visita apostolica in Africa. "In Mozambico ho incoraggiato le autorità del Paese, esortandole a lavorare insieme per il bene comune. E ho incoraggiato i giovani, che si sono radunati dalle diverse appartenenze religiose, perché costruiscano il Paese, superando la rassegnazione e l'ansietà, diffondendo l'amicizia sociale e facendo tesoro delle tradizioni degli anziani", ha detto Francesco, prima di ringraziare la Madonna che "mi accompagna in ogni mio viaggio".

Commenti

ziobeppe1951

Mer, 11/09/2019 - 11:14

Però in vaticano i muri reggono bene a quanto pare....ho letto da qualche parte che questo personaggio teme lo SCISMA nella chiesa cattolica...spero che ciò accada...ma lui ha detto che prega la Madonna.....

Ritratto di adl

adl

Mer, 11/09/2019 - 11:34

Si riferisce a zio Donald, a meno che il Capitano non stia progettando un muro sul Mediterraneo.

baronemanfredri...

Mer, 11/09/2019 - 11:35

ZIOBEPPE1951 LA STORIA E' MAESTRA DI VITA E TI POSSO ASSICURARE CHE QUESTI GIORNI CHE STIAMO VIVENDO, E ALTRI GIORNI DEL PASSATO AD ES. RUSSIA GUERRE SONO STATE GIA' PREVENTIVAMENTE DICHIARATE E PUNTUALMENTE VERIFICATE. COME NON POSSIAMO DIMENTICARE CHE QUESTO E' L'ANTI CRISTO I FATTI PARLANO ANCHE LE SUE PAROLE DEL COMPAGNO BERGOGLIO CONFERMANO. DIMENTICAVO LA RUSSIA '17

jaguar

Mer, 11/09/2019 - 11:37

E la pedofilia nella chiesa a che malattia la paragoniamo?

perseveranza

Mer, 11/09/2019 - 11:42

Insopportabile. Ora sarà contento, il PD é tornato al governo (contro il volere degli italiani che lo hanno piu' volte bocciato) ora riprenderà l'invasione africana (e non solo), l'Italia sprofonderà ancora nel degrado piu' totale e butteremo miliardi nell'accoglienza di chi ci farà solo danno.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 11/09/2019 - 11:43

grazie anche ad uscite di persone Ignoranti vestite di BIANCO !!!!!!!!!!!!

Willer09

Mer, 11/09/2019 - 11:50

quante chiacchiere sul nulla....

Giorgio Colomba

Mer, 11/09/2019 - 11:53

La xenofilìa, invece, è come una metastasi.

Italy4ever

Mer, 11/09/2019 - 11:54

Mai pensato che gli Italiani questo "fantomatico" muro lo vogliono? Meglio soli che male accompagnati. O forse dovrei dire "invasi"!

Ritratto di bismark22

bismark22

Mer, 11/09/2019 - 12:08

A Catechismo ci insegnavano che il Papa infuso dallo Spirito Santo ci trasmette la Parola di Dio rara e preziosa. Dobbiamo pensare che Dio voglia rilasciare interviste, seppur a Repubblica, gli Eletti quasi un dialogo fra pari? O non sarà che lo Sirito Santo riesce a star dietro ad un Papa alla volta e sta stabilmente a casa Ratzinger? E questo che sembra “non avere campo” è costretto ad improvvisare? ( “ Molti nemici americani, molto onore” sarà ascrivibile allo Spirito Santo?)

guardiano

Mer, 11/09/2019 - 12:09

Zio Beppe non ti preoccupare, lo scisma per la chiesa guidata dall'ipocrita comincia il 29/10/2019.

Holmert

Mer, 11/09/2019 - 12:16

Difatti lui è ben "isolato" dalle mura leonine del Vaticano, dove nessun intruso lo disturba.E non solo le mura, ma anche gendarmi e guardie svizzere che ne proteggono i pochi varchi. Contano i fatti e non le chiacchiere caro papa. Pensi piuttosto ai guai della chiesa(lettera piccola, quella degli uomini che la amministrano)e cerchi di rolvere il suo debito, quello del Vaticano,con i suoi 76 milioni.

Korgek

Mer, 11/09/2019 - 12:16

Il Papa forse non sa che i paesi dalla quale provengono coloro per i quali veniamo tacciati di xenofobia, sono altamente xenofobi. Come sempre bisogna dare un'accezione ai termini. Xenofobia è anche una forma di difesa. Se non esistesse la xenofobia, probabilmente non esisterebbero i popoli, le culture e le tradizioni, sarebbe tutto un miscuglio caotico e incontrollato. Santità, ogni tanto dovrebbe parlare di rispetto per i popoli (quali? Tutti!), rispetto per le culture (quali? Tutte!).

beep

Mer, 11/09/2019 - 12:21

e tu finto papa non sei uno che divide gli animi invece di unirli

Lugar

Mer, 11/09/2019 - 12:24

Ma personalmente vedo tanta paura per la povertà che avanza. I muri vengono eretti perchè i poveri continuano a essere più poveri e si rischia, anzi è certo che faranno diventare poveri anche noi, quindi il futuro sarà di alcune nazioni che si saranno blindate e armate mentre il resto soffrirà fame guerre e malattie. Purtroppo anche con tante fatiche il papa non è riuscito anzi rischia uno o più scismi a far convivere i ricchi con i poveri

Calmapiatta

Mer, 11/09/2019 - 12:27

Il clero e il Vaticano sono sempre stati uno dei cancri di questo paese....e lo è ancora!

pierk

Mer, 11/09/2019 - 12:27

EBBENE SI, SONO XENOFOBO...NON SOPPORTO GLI STRANIERI DEL VATICANO...

LUCATRAMIL

Mer, 11/09/2019 - 12:30

A me è simpatico, ma qualcuno gli dica che non è un problema di xenofobia, ma di quantità e di costi di gestione che l'Italia non può sopportare da sola e non è giusto che lo faccia così. Percosa, poi, ospitarli in mezzi lager? Complimenti!

SPADINO

Mer, 11/09/2019 - 12:32

SPEROCHE LO SCISMA AVVENGA AL PIU' PRESTO MA NON SOLO PROMOSSO DAI PRELATI AMERICANI, ANCHE DA TUTTI GLI ALTRI. SARA' UN PO' DIFFICILE PERCHE' SONO TUTTI LI A FARE FINTA DI AMARE GLI IMMIGRATI PER FARE CARRIERE ECCLESIASTICHE, MA A CASA LORO NON PORTANO NESSUNO, ANZI SFRATTANO I POVERACCI CHE FANNO FATICA A PAGARE L'AFFITTO DELLE LORO CASE.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 11/09/2019 - 12:33

Si, caro papa Francesco, bene, d'accordo i luoghi comuni e gli slogans, ci può stare che noi popoli occidentali "oppulenti" dobbiamo aiutare i popoli rimasti [economicamente] indietro, eticamente il concetto è umanamente condivisibile; però se per farlo (accogliere e mantenere in ITALIA a far nulla o quasi "non si sa bene fino a quando" centinaia di migliaia di clandestini) dobbiamo rinunciare ad aiutare 5 milioni di ITALIANI precipitati da molti anni sotto la soglia di POVERTÀ ASSOLUTA (come certificato da ISTAT), Lei santo padre concorderà che questa è una contraddizione ENORME.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Mer, 11/09/2019 - 12:33

Anche lui scomparirà: il fatto che dica tutte queste bestialità e faccia quel che faccia, è immagine del Vaticano che ha fatto il suo tempo, ormai. Verrà una religione civica a difesa della propria nazione e dei propri confini, riapparirà quello che il cristianesimo ha distrutto, come le idee che circolavano nella biblioteca di Alessandria con le varie Ipazie massacrate dai preti, le idee di Giuliano Imperatore (assassinato dai cristiani) , di Gallieno (ucciso su istigazione cristiana) e di Augusto, di Plotino e di Porfirio e di Giamblico. Cioè ispirate a un pensiero che era di salvezza e non di fanatismo colpevole delle distruzioni civili e culturali, e forse nuovi culti virili. Rivoluzione vuole dire ri-torno. Le nostre vere radici sono queste, non il cristianesimo importato dall'oriente. Questo papa è davvero uno che seppellisce una vecchia religione ormai finita.

Ritratto di Walhall

Walhall

Mer, 11/09/2019 - 12:34

Il morbillo è curabile, la stupidità quasi mai, questo mi sembra palmare. I muri si alzano, si abbassano o crollano, ma da sempre accade quando un esercito assediante vince sugli assediati, ricostruendone uno più resistente. Anche le mura del Vaticano faranno la fine di quelle di Gerico o Bisanzio, e chi vi si insiederà, cancellerà la storica sedentarietà di chi comodamente vi permaneva dentro, facendo morale ma senza dare seguito all'esempio, e guardando l'orizzonte delle proprie nuove tenute, dirà fiero: questo ora è mio.

BoycottPolitica...

Mer, 11/09/2019 - 12:34

La chiesa, attaccata frontalmente da secoli, non è mai capitolata. Ma ora, attaccata internamente dal peggior nemico abbia mai avuto, si sta sgretolando come un castello di sabbia. Poi basterà un colpo di vento...

Trinky

Mer, 11/09/2019 - 12:43

Questo pagliaccio fa finta di non ricordare che nel Vaticano entra solo chi dice lui: a cosa servirebbero altrimenti i pinguini colorati se non a buttar fuori gli indesiderati? E le mura leonine quando aspetta ad abbatterle?

Marcolux

Mer, 11/09/2019 - 12:45

L'unico malato è lui! DI COMUNISMO E ATEISMO!

Ezeckiel

Mer, 11/09/2019 - 12:46

Un muro al confine fra Arabia ed Egitto avrebbe preservato l'Egitto dalla dominazione islamica,i cristiani rischiano di sparire da tutto il Sud e lui parla di muri da abbattere,

Slataper

Mer, 11/09/2019 - 12:55

Se il Papa laico avesse anche solo un centesimo della cultura e della preparazione del suo predecessore, saprebbe che di muri è costellata la storia delle più grandi civiltà. Un formidabile muro metaforico fu la flotta cristiana che sconfisse gli ottomani a Lepanto: quel muro, insieme a tanti altri, protesse la nostra civiltà e consente oggi al Papa laico di poter vaneggiare sulle sue eresie "amazzoniche"

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mer, 11/09/2019 - 13:04

E ancora co' sta' politica. Pensa alla salvezza delle anime: annuncia il Vangelo! E poi, meglio non pensare al documento "instrumentum laboris", per il sinodo in programma in sud America, perché con tutto il sincretismo contenuto, mi vengono i brividi.

leopard73

Mer, 11/09/2019 - 13:06

E l'ipocrisia cos'è!! E l'avarizia cos'è sono malattie dei LAZZARONI!!!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 11/09/2019 - 13:06

"Chi alza i muri rimarrà solo" - Si potrebbe rispondere "Meglio soli che male accompagnati" ma è troppo riduttuvo, semplicistico egregio Bergoglio. Rispondo con le parole del Papa Emerito "Prima del diritto a emigrare, va riaffermato il diritto a non emigrare". L'attuale Papa sta facendo di tutto per distruggere anche in questa materia quanto creato non solo da Benedetto XVI, anche da Giovanni Paolo II°. Lo scisma anche per questo motivo potrebbe nascere nella chiesa cattolica. Bergoglio, essere ricordati per un evento del genere così divisivo, non è sicuramente positivo.