Parlamento Ue, Ceccardi indossa t-shirt anti terrorismo e contro la Turchia in Europa

La parlamentare della Lega, Susanna Ceccardi, dall'aula di Strasburgo lancia una maglietta per condannare il terrorismo e dire no alla Turchia in Europa

"Chi continua a volere la Turchia in Europa è complice del terrorismo, è complice di una guerra che nel nome di Allah vuole spazzare via la nostra civiltà occidentale". Non ha usato mezzi termini Susanna Ceccardi, europarlamentare della Lega, intervenuta nella seduta plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo indossando una t-shirt con una vignetta eloquente.

"Erdogan - ha aggiunto Ceccardi- ricatta l'Europa con i terroristi detenuti nelle galere curdi minacciando di spalancare le frontiere. Lo fa dopo aver incassato i nostri sei miliardi di euro per gli accordi bilaterali in materia di immigrazione. Tutto questo è vergognoso ed inaccettabile. Davanti a tutto ciò, mentre gli Stati Uniti e la Russia agiscono in politica estera da protagonisti a livello internazionale, l'Europa è beffata, silente e immobile. Succube dei suoi stessi aguzzini che affilano beffardi le loro scimitarre. Questo avviene anche a causa della più totale incapacità dell’alto rappresentante per gli affari esteri europeo Federica Mogherini, per la quale, come cittadina italiana, mi scuso. Chiusa nel palazzo, lontana dalla realtà, più volte sollecitata anche con una nota formale da me inviata nei giorni scorsi, Mogherini è rimasta chiusa in un vergognoso silenzio, che offende le nostre coscienze".

Ceccardi ha lanciato anche una campagna di sensibilizzazione tra i militanti e sostenitori del proprio partito con una maglietta, pubblicizzata in anteprima alla manifestazione della Lega in piazza San Giovanni lo scorso 19 ottobre. Nella vignetta riprodotta sulla t-shirt si vede l’Europa, con le sembianze di Susanna Ceccardi, che dà una robusta pedata ad un uomo un terrorista islamico. "Cento anni fa - spiega l’europarlamentare toscana - veniva massacrato il popolo armeno, oggi è la volta del popolo curdo. Ad Istanbul ancora bramano un impero e poco importa se per questo dovrà scorrere sangue di innocenti, come quello di Hevrin Khalaf

Ceccardi punta poi il dito contro la sinistra: "Si accorge forse adesso di una situazione intollerabile. Ma dove era quando noi, anni fa, puntavamo già il dito sulla Turchia? Mentre allora, come oggi, noi difendevamo i confini della nostra terra la sinistra era impegnata a darci dei populisti, dei razzisti, dei reazionari". E puntualizza: "Adesso non bastano più solo le sanzioni, per quanto dure possano essere: è necessario che l’Europa ritrovi la propria dignità ed il proprio orgoglio e dica una volta per tutte che la Turchia ed il suo regime non saranno mai parte dell’Europa, perché l’Europa dei popoli liberi che abbiamo faticosamente costruito non permetterà mai più di abbassare lo sguardo e chiudere gli occhi davanti a chi non rispetta i nostri valori e la nostra libertà".

Commenti

maxmado

Mer, 23/10/2019 - 16:08

Più o meno quello che decenni fa diceva già la grande Oriana Fallaci, una che se fosse nata in un paese normale avrebbe già piazze e vie intestate in ogni città del suo paese. Invece in Italia abbiamo ancora vie intestate dittatori sovietici, pessimi politici comunisti, che triste destino che avremo se non apriremo gli occhi una volta per tutte.

lappola

Mer, 23/10/2019 - 16:09

Vai Susanna !!! OK OK Ok Ok

baronemanfredri...

Mer, 23/10/2019 - 17:04

NIENTE DI PIU' GIUSTO BRAVA SEI UNA VERA ITALIANA ED EUROPEA

VittorioMar

Mer, 23/10/2019 - 17:05

..la nuova EROICA "ORIANA" ..continua sei sulla STRADA GIUSTA...!!

ilbelga

Mer, 23/10/2019 - 17:19

BELLA E BRAVA. VAI CHE SEI FORTE...

caren

Mer, 23/10/2019 - 18:21

Brava Ceccardi. Unico appunto, il nostro essere diventati popolo apatico.

giancristi

Mer, 23/10/2019 - 19:48

Il buffone Erdogan sogna ancora di entrare nella UE? Ci sono ancora dei traditori pronti a spalancargli le porte? Prodi era favorevole, ma ora è un vecchio balordo senza importanza! La Turchia è uno stato canaglia che arma e favorisce i terroristi nel caos siriano!

Ritratto di mvangon

mvangon

Mer, 23/10/2019 - 20:21

come ordinare la maglietta?

lisanna

Mer, 23/10/2019 - 20:22

Se non ricordo male, decenni e decenni fa la geografia diceva che la TURCHIA ERA ASIA MINORE, NON EUROPA. E meno male che ci siamo salvati per adesso dalla Macedonia e Bosnia, due paesi poveri e musulmani , ai quali avremmo dato altri centinaia di milioni di euro, nostri.Altra zavorra per l'Europa, ma quale Europa?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 23/10/2019 - 20:33

Altro che Carola Rackete,questi si che è una vera eroina patriota:vai che ti seguiamo!

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 23/10/2019 - 21:28

Geograficamente (ma anche etnicamente, linguisticamente, culturalmente e anche dal punto di vista religioso) la Turchia è sempre stata asiatica e non europea, quindi mi chiedo per quale motivo dovrebbe mai entrare a far parte dell'Unione Europea. E poi purtroppo non viene chiesto attraverso un referendum a tutti gli europei se desiderano che uno Stato (terrorista e supporter dell'ISIS) come la Turchia entri a far parte dell'UE: ma si sa che l'UE è una delle organizzazioni politiche più antidemocratiche che esistono. E poi sono sicuro che il governo del mio Paese, la Svizzera, cambierebbe radicalmente i rapporti con l'UE se la Turchia dovesse malcapitatamente entrare a far parte dell'Unione Europea. Non mi andrebbe che il mio paese diventi come la Germania un covo di turchi. Anche se questa sarebbe diventerebbe finalmente l'occasione per porre fine all'immigrazione dei tedeschi in Svizzera, che purtroppo la stanno rovinando.

magnum357

Mer, 23/10/2019 - 21:35

La Turchia non ha proprio nulla da spartire con l'Europa, ci provarono i Romani ma sappiamo che cosa accadde nel 1453 !!