Parte il tam tam dal Csm: papà Boschi presto indagato

Dopo l'audizione del pm aretino Rossi a Palazzo de' Marescialli si dà per scontata l'inchiesta sull'ex vicepresidente. Sospetti sul ruolo della commissione consiliare informale

Roma - Sentite le dichiarazioni del procuratore di Arezzo, Roberto Rossi, e lette le tre relazioni degli ispettori di Bankitalia su Banca Etruria, al Csm si dà per scontato che presto ci sarà l'iscrizione nel registro degli indagati di Pierluigi Boschi. Semmai, la domanda è: se si fosse trattato di un qualsiasi cittadino e non del padre del ministro delle Riforme Maria Elena, sarebbe arrivata già qualche mese fa?La posizione del vicepresidente dell'istituto di credito toscano è centrale per stabilire l'eventuale incompatibilità del titolare delle inchieste aretine con l'incarico di consulenza giuridica alla presidenza del Consiglio, terminato a fine dicembre. Se infatti Boschi ha davvero una posizione rilevante nelle indagini di Arezzo, sarebbe più concreta la mancanza di Rossi che, al momento dell'ultima proroga del suo incarico, non ha segnalato il potenziale conflitto d'interessi.

Dopo l'audizione del procuratore il 28 dicembre c'era una gran fretta di archiviare, con i consiglieri di Unicost schierati in difesa di Rossi che è della corrente, quelli di Mi d'accordo e il presidente centrista della prima commissione, Renato Balduzzi, già pronto a dichiarare che non vedeva alcuna incompatibilità. Poi il relatore di Area Piergiorgio Morosini ha chiesto di acquisire le relazioni di Bankitalia e ci si è aggiornati all'11 gennaio. Quando, invece di concludere come annunciato, c'è stato uno strano rinvio a data da destinarsi. Per avere il tempo, è la spiegazione, di leggere tutte le carte, compresi i prospetti tecnici. Oggi la commissione di riunisce, ma sembra che del caso Rossi non si parlerà. «Io ero pronto a discutere e votare lunedì - dice il laico di Fi Pierantonio Zanettin -, abbiamo avuto 10 giorni per studiare le relazioni, che ci sono arrivate i primi dell'anno».

L'impressione è che non si tratti di un «rinvio tecnico», ma che la decisione debba ancora essere presa e che i dubbi si facciano strada. L'unanimità per l'archiviazione è esclusa (Zanettin ha già detto che voterà contro e altri potrebbero unirsi) e in plenum il voto potrebbe ribaltare la situazione favorevole a Rossi.Il punto centrale appare la presenza di Boschi nella «Commissione consiliare informale» formata da presidente, due vicepresidenti e pochi consiglieri che, per gli ispettori di Bankitalia, prendeva le decisioni più importanti senza informare il Cda e senza una verbalizzazione.Su questo punto Rossi, nell'audizione, è caduto in contraddizione. Alle domande esplicite di Zanettin e Morosini ha risposto che Boschi non c'era, ma che l'organismo-ombra era nella precedente gestione non guidata da Lorenzo Rosi, ma da Giuseppe Fornasari, indagato ad Arezzo prima del suo successore. Nell'ultima relazione di Palazzo Koch, invece, si parla chiaramente di questa specie di direttorio in relazione del consiglio d'amministrazione insediatosi a maggio 2014, proprio quando Rosi divenne presidente e Boschi il suo vice.

Perché Rossi l'ha negato? Se c'era un problema di segreto istruttorio poteva semplicemente non rispondere, come ha fatto in altri casi, e comunque le parti centrali delle relazioni di Bankitalia sono state ampiamente pubblicate dai giornali e sono di dominio pubblico da tempo. Il procuratore, invece, ha fatto un'utile confusione riferendosi evidentemente a una diversa commissione pre-consiliare che esisteva, sempre per gli ispettori, nella gestione Fornasari. E questo potrebbe causargli problemi.

Commenti
Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Gio, 14/01/2016 - 08:37

No problem, finirà tutto in una bolla di sapone come sempre, accade in Italia.

montenotte

Gio, 14/01/2016 - 09:14

Non se ne farà niente e tutto verrà archiviato. Papà Boschi non è mica di centro destra. Al contrario sarebbero partiti subito gli avvisi di garanzia. Non si può mica offendere la ministra. Dimenticavo, per loro(PD) il conflitto di interessi non esiste anche quando evidente.

vince50_19

Gio, 14/01/2016 - 09:48

A parte che essere indagati (Boschi padre) non equivale a condanna (anche se fino a poco tempo fa, proprio certa sinistra ha battuto questa "pista" per le proprie convenienze politiche..), credo che se Rossi si fosse messo da parte spontaneamente, senza ricevere il supporto (scontato) del Csm che pare agire con veemenza quando certi magistrati lo criticano - lesa "maestà"? - sarebbe stato un segno ancor più probante di voler andare in fondo a questa faccenda che si sta rivelando sempre più spinosa. Far passare tutto in cavalleria dilatando certi tempi, non placherà la rabbia di chi è stato turlupinato, semmai avverrà il contrario. Certe situazioni come queste vanno risolte rapidamente e senza guardare in faccia a nessuno. Speriamo sia sul serio così.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 14/01/2016 - 10:05

Lo faranno "santo". La nuova trinità: Renzi con i Boschi ai lati.

umberto nordio

Gio, 14/01/2016 - 10:08

Dei magistrati che vogliono fare carriera, o quanto meno non essere emarginati,non si metteranno mai in rotta di collisione con le correnti di maggioranza nel CSM. E sappiamo tutti di che tendenza politica sono. Tutto va ben madama la marchesa......

silvano45

Gio, 14/01/2016 - 10:19

Non imbrogliamo tanto i politicizzati magistrati vero problema democratico del paese salveranno come già fatto i politici e gli amici di sinistra se sei un violento ma di sinistra se sei un manager un burocrate un politico o un magistrato hai di fatto immunità o la prescrizione

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 14/01/2016 - 10:23

Certo, Annamaria, che l'iscrizione nel registro degli indagati sarebbe arrivata qualche mese fa, se si fosse trattato di un qualunque altro cittadino, magari di destra! Anzi, se di destra, era già in galera. Io spero tanto che la cosa vada avanti regolarmente e che si arrivi presto al rimborso del capitale rapinato.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 14/01/2016 - 10:25

Sarà, ma in Italia con un governo che ha approvato una legge per salvare i RESPONSABILI DI TRUFFE BANCARIE e una magistratura a senso UNICO, bisognsa attendere ASSAI ASSAI per vedere il trionfo della Giustizia.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Gio, 14/01/2016 - 10:29

Costei non si dimetterà, non per ragioni di opportunità, ma perchè convinta di essere necessaria al Paese, proprio perchè si crede già una "mamma" delle riforme costituzionali. Così, oltre ad avere avuto i "padri", potremmo a buon diritto aggiungere anche una "mamma" della Costituzione!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 14/01/2016 - 10:39

Lui poteva non sapere di essere un "ladro di futuro " di tanti pensionati che si sono fidati di funzionari di banca tanto disonesti quanto infami.

tormalinaner

Gio, 14/01/2016 - 10:41

Che bello fare il papà di un ministro di Renzi, cortesie della magistratura e impunità. Vedrete che alla fine sarà scagionato con tante scuse, così Renzi dovrà rendere il favore ai magistrati.

unosolo

Gio, 14/01/2016 - 10:57

dal 2013 che la ETRURIA aveva ricevuto il richiamo , se ben ricordo , ad oggi ancora nulla di fatto per trovare i ladri o chi ha distrutto un impero senza pagare danno. Tam TAM le manette e velocizzare sono scappati col malloppo e ancora gli si lascia tempo di cambiare le carte ? le sirene no i tam tam ,., le legge deve essere per tutti uguale non secondo chi capita sotto e i parenti importanti che hanno.,.,

19gig50

Gio, 14/01/2016 - 11:06

Pinocchietto e la bazzona sapranno trovare una scappatoia sicuramente.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 14/01/2016 - 11:06

oh ma guarda caso che coincidenze!! ma mattarella prima cosa ha fatto? nulla! ora ordina di procedere alle indagini? puzza troppo di bruciato... :-) il CSM è troppo parziale! è a favore di chi? (non certamente della destra, questo è sicurissimo!!)

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 14/01/2016 - 11:29

Perché lo vogliono indagare? Non è giusto !, è un sinistroide, Non e mica BERLUSCONI !!!che un avviso di garanzia non si negava mai.Sono sicuro che si dichiarerà sereno e fiducioso nella magistratura.Mai visti tanti sereni e fiduciosi nella magistratura come in questi ultimi anni.

roliboni258

Gio, 14/01/2016 - 12:09

Papa' Boschi e' fortunato che non e' di destra,la passera' liscia,sono gli"intoccabili" Berlusconi sarebbe gia' in galera,questa e' l'Italia

pasqino

Gio, 14/01/2016 - 12:22

Oh beh la figlia ha già detto che se il padre dovesse essere indagato la responsabilità è personale e lei non si dimetterebbe... giusto... passati i tempi in cui se c'era un terremoto in Cina la colpa era di Berlusconi...

Ritratto di IRON

IRON

Gio, 14/01/2016 - 12:28

Ma no poveretto ! con i sacrifici che ha fatto, accompagnava la figlia a scuola a piedi nudi per non consumare le suole, mangiavano pane di lacrime e di sudore in abitazioni di fortuna, ma perche', perche' sempre sui piu' poveri e bisognosi ? perche' sugli ultimi ? Raccogliamo firme per l' archiviazione.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Gio, 14/01/2016 - 13:04

No problem , un giudice con i calzini rossi si troverà anche per papà Boschi

pit105

Gio, 14/01/2016 - 13:06

finira a tarallucci e vino

agosvac

Gio, 14/01/2016 - 13:10

Anche se boschi senior dovesse essere indagato, questo non cambierebbe niente. L'ha già detto Renzi, visto che anche suo padre non è in odor di santità!!! L'unica speranza di qualche cambiamento politico verrà dal referendum confermativo che si terrà a fine anno sulla riforma costituzionale. Voglio vedere con quale coraggio renzi andrà a dire agli italiani " votate sì perché questa riforma è essenziale" dopo che proprio il Pd aveva detto "votate no" alla riforma costituzionale fatta dal Governo Berlusconi che era la stessa di questa ma addirittura migliore nei particolari!!! Io credo che la riforma della Costituzione si debba fare, ma a "questa" riforma che neanche prende in considerazione la diminuzione dei parlamentari della Camera, voterò NO !!!

roberto.morici

Gio, 14/01/2016 - 14:02

@IRON. Non ci sarà bisogno della raccolta di nostre firme. Penso che il "caso" sia già in via di soluzione: archiviazione o, considerando che si tratta di gente autorizzata a "poter non sapere", si opterà per la normale prescrizione di routine pe indagati di certo colore.

Tuthankamon

Gio, 14/01/2016 - 14:09

Se risponde a verità, voglio vedere cosa inventano stavolta Renzi, Boschi e compagni.

Ernestinho

Gio, 14/01/2016 - 14:12

La boschi è ancora "orgogliosa" del suo paparino?

Libero1

Gio, 14/01/2016 - 14:13

Ma la PiDiota borghi non aveva detto che suo padre era una persona perbene.Il solito teatrino orchestrato per far vedere che in italia c'e' giustizia, ma solo per i fessi. Dopo il danno ci sara' anche la beffa per gli italiani frecati dal padre della PiDiota borghi.

Ernestinho

Gio, 14/01/2016 - 14:15

Se essere videpresidente significa godere soltanto dei vantaggi economici e politici e "non sapere niente" di quello che succede all'interno della Banca allora ... è tutto da rifare!

Ernestinho

Gio, 14/01/2016 - 14:34

Se essere vicepresidente di una banca significa soltanto godere dei vantaggi economici e politici e non sapere ed essere responsabili dei misfatti che accadono all'interno della stessa allora è tutto proprio comodo!

isaisa

Gio, 14/01/2016 - 14:45

Il pinocchio e la fatina sono tanto pieni di se' che non provano imbarazzo nè tanto meno vergogna. Sono due emeriti BUFFONCELLI supponenti. Ma mi fanno arrabbiare di più chi li voterà ( per ora non hanno passato le forche caudine del voto ) e chi ora li difende e sostiene.

settemillo

Gio, 14/01/2016 - 14:52

Coraggio ragazzi; NON MOLLATE, tanto la magistratura RRRROSSA è attentissima; appena BERLUSCONI FARA' UNO STARNUTO SARA' PROCESSATO PER DIRETTISSIMA. Poi vi lamentate che in questo MISERO paese NON FUNZIONA NIENTE. BANDA DI MISERABILI!

settemillo

Gio, 14/01/2016 - 15:01

state TRANQUILLI! Ora la magistratura ROSSA vaglierà la situazione e speditamente ARCHIVIERA' il tutto con buona pace di tutti gli italioti. Questa è la DEMOKRAZIA che ci meritiamo grazie a farabutti e cialtroni.Saluti a luigipiscio.

roseg

Gio, 14/01/2016 - 15:09

Come può essere colpevole: Mio padre figlio di contadini 5 km a piedi al giorno per studiare...ahahahah

Ernestinho

Gio, 14/01/2016 - 15:22

Ma hanno provato a vedere negli sgabuzzini della banca dove sono andati a finire tutti questi soldi? Finora non si è ancora saputo niente di dove siano spariti!

isaisa

Gio, 14/01/2016 - 16:54

TRA LADRI CI SI CAPISCE ... VERO PINOCCHIO E FATINA . SIETE A DIR POCO INDECENTI. NON HO ALCUNA INTENZIONE DI VERSARE PIU' CENTESIMO PER MANTENERE QUESTA CIURMAGLIA

Ritratto di aquila

aquila

Gio, 14/01/2016 - 18:39

la cancrena di questo Paese è la magistratura.. onnipotente, impunibile e spudoratamente schierata dalla parte politica di cui tiene saldamente gli attributi in pugno. con il laido benestare del CSM e dei vari capi che si sono alternati negli ultimi 30 anni al suo vertce di cui re Giorgio è stato senza dubbio il campione.