Dal partito della Nazione al partito delle poltrone

Il premier ha imbarcato tutti: ex vendoliani, centristi ed ex Forza Italia. Premiati coi posti

Dal partito della Nazione al partito della poltrona: tutti piazzati, per il bene della patria. Ex forzisti, ex centristi, montiani convertiti, vendoliani redenti, grillini rinsaviti, verdiniani per il rinnovamento, socialisti, sudisti e autonomisti trentini, trasnfughi di Forza Italia, cattolici per il renzismo, trombati in attesa di nuova carica, meglio se in una fondazione bancaria, più prestigiosa di una volgare municipalizzata. C'è posto per tutti, la Nazione è grande. «Il Partito della Nazione non è un minestrone indistinto ma un partito di sinistra con una visione riformista del Paese che si può allargare anche ai più moderati» spiegò Renzi, per ribattere al sospetto che spalancasse le porte a tutti quelli pronti a saltare sul carro, senza fare troppi gli schizzinosi sul curriculum politico dei nuovi arrivati.Non un minestrone, ma una pietanza ben più appetitosa visto che nel giro di pochi mesi le adesioni sono arrivate in massa, tanto da scatenare - raccontano i malevoli - una competizione interna su chi è più renziano tra i neorenziani (in lizza alfaniani, ex montiani e verdiniani). In questo campo Ncd può vantare però la primogenitura, già alleati di governo del Pd di Letta, ora saldamente uniti nel progetto unico renziano. L'ultimo step è stato il patto di ferro per le amministrative, con il Ncd quasi ovunque in coalizione col Pd di Renzi, e in prospettiva inglobati direttamente nelle liste Pd-Partito della Nazione. E infatti col rimpasto il partito di Alfano fa il pieno di altre poltrone, anche di peso. Quella, promessa da tempo da Renzi a Ncd, di ministro degli Affari regionali (vacante da un anno) a cui va Enrico Costa, coordinatore piemontese di Ncd (manca solo la nomina formale del Quirinale). Poltrona che nel progetto renziano dovrebbe trasformarsi in un vero ministero del Mezzogiorno, cui verrebbe affidato il coordinamento dei fondi strutturali Ue. Una enorme mole di soldi, cioè, per il Mezzogiorno, bacino elettorale di Ncd. Poi Ncd incassa tre nuovi sottosegretari, Federica Chiavaroli (Giustizia), Dorina Bianchi (Rapporti col Parlamento), e Antonio Gentile (Sviluppo Economico). E una quarta nomina, Simona Vicari, che passa come sottosegretario dallo Sviluppo Economico alle Infrastrutture.Ma c'è da ricompensare Scelta civica, pochi ma fedeli al partito della nazione. Il segretario di quel che resta dei montiani, Enrico Zanetti, già sottosegretario all'Economia, viene promosso viceministro, mentre un altro Sc, Antimo Cesaro, diventa sottosegretario. Per la quota sinistra Pd l'ex vendoliano Gennaro Migliore si gode una nuova poltrona come pure l'ex bersaniano Enzo Amendola. Posti di sottogoverno anche per il micropartito «Democrazia Solidale» (ex Popolari per l'Italia), con Mario Giro. Lo spazio non era infinito. «Ci sono 7-8 sottosegretari. Il massimo è 65, noi siamo a 56. Ma non è che arriviamo a 65, anche un po' meno» aveva avvertito il premier.Meno male che ci sono altre poltrone. Tre vicepresidenze delle Commissioni parlamentari, andate a tre senatori di Ala, il gruppo di Verdini. E poi le fondazioni azioniste delle grandi banche. A Torino grandi movimenti per Crt (Unicredit) e Compagnia di San Paolo (Intesa). I rumors sotto la Mole danno in corsa i neo-fassiniani Ghigo (ex governatore di Fi) e Vietti, ex Udc. Il partito della sistemazione.

Annunci
Commenti

timba

Ven, 29/01/2016 - 08:45

Ma come può esserci ancora uno anche solo uno sprovveduto che creda al poliglotta. Messo lì da poteri forti che lo stanno utilizzando come un burattino e presto lo scaricheranno, oltre a fare l'esatto contrario di tutto quello che ha sempre predicato, si è reso protagonista della più vasta compravendita di parlamentari della storia accettando qualsiasi compromesso pur di rimanere in sella. Alla faccia del rottamatore e del nuovo modo di vedere la politica. Ho provato a cercare in proposito un appunto di quelli che all'epoca gridarono allo scandalo per un (dicasi un) parlamentare che (ben un anno prima) aveva cambiato di casacca. Tutti spariti. Tutti muti. Tutti in ferie. Ipocriti della peggior specie...

giolio

Ven, 29/01/2016 - 08:47

Bisogna anche dire che Berlusconi si era circondato (e scelti da lui) di cacciatori di poltrone e non di gente che volevano fare gli interessi comuni per la nazione italiana

timba

Ven, 29/01/2016 - 08:51

Aggiungo. Naturalmente in questo caso nessun giudice riscontra neanche il benché minimo sospetto di "corruzione" e/o compravendita o scambio di favori. Qui tutto è regolare soprattutto a livello MORALE ED ETICO. Qui non ci sono "venduti" e "corruttori". Qui sono tutti Responsabili, Equi e Solidali, Patrioti. E, va da sé, esenti da ogni tipo di critica e/o provvedimento disciplinare. D'altronde loro sono sempre stati "moralmente superiori" e loro queste cose non le fanno... E, torno a dire, frotte di gente che applaude gaudente...E' proprio vero: una risata vi seppellirà.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 29/01/2016 - 09:02

FATTI FURBO FIGLIO MIO - Diceva una vecchio detto. Sai caro mio di chi é la colpa di tutto questo? Sono quelli stupidi assenteisti della cosiddetta Maggioranza silenziosa. Quelli che criticano ma non vanno a votare, quelli che se ne stra fregano di tutto e di tutti. Quelli che per il loro modo di pensare rispecchiano perfettamente l"animo italico.perfettamente

Gius1

Ven, 29/01/2016 - 09:04

Scusa Bracalini , ma hai sbagliato denominazione. Non si chiama partito delloa nazione ma PPLP (partito per le poltrone) oppure PDT (partito dei traditori)

Duka

Ven, 29/01/2016 - 09:27

Il Verdini va bene con il bullo sono della stessa pasta. Due imbroglioni uguali-

vince50_19

Ven, 29/01/2016 - 09:47

wannabee & massone si intendono..

FabioFaenza

Ven, 29/01/2016 - 09:51

Se l'avesse fatto Berlusconi sarebbero già partite 100.000 indagini da parte di tutte le procure dell'universo. Lo fa il puro Renzi e nessuno si indigna "è giusto che le riforme vengano condivise da un'ampia maggioranza". Ipocriti schifosi i sinistri. Venduti schifosi i finti destri.

xgerico

Ven, 29/01/2016 - 09:51

Ma le poltrone promesse a Verdini di cui scriveva "il Giornale" che fine hanno fatto?

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Ven, 29/01/2016 - 09:58

Il partito della sistemazione.... Questi dovrebbero pensare al bene degli italiani? e'il solito vergognoso viscido schifo.

kayak65

Ven, 29/01/2016 - 09:59

alfano, verdini ,casini la compravendita di poltrone autorizzata dal pd e da magistratura democratica. presto vedremo anche un decreto legge per renderla attuabile.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 29/01/2016 - 10:06

Nel minestrone più verdure metti e più buono risulta. In politica invece più poltronisti imbarchi e più la puzza aumenta, puzza di cacca! Partito della nazione?? nossignori, letamaio della nazione!

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 29/01/2016 - 10:37

Dovrebbero aprire le carceri e dei GOLEOTTI, farli tutti senatori a vita, se non altro saranno tutti tra loro!!!

kayak65

Ven, 29/01/2016 - 10:56

spero che verdini sia un Trojan del pd e che lo stermini presto. del resto come con il compare alfano non ha portato bene nemmeno a Berlusconi. il tempo (breve) dara' ragione

Rossana Rossi

Ven, 29/01/2016 - 10:57

Inverecondo mercato delle vacche e i soliti cre.tini rossi non vengano a ragliare che lo ha fatto anche Berlusconi perchè non è vero, per un processo di corruzione imbastito ad hoc sulla compravendita di un senatore furono fatte saltare delle teste dopo i ragli dei soliti sinis.tronzi che invece adesso di fronte a questo balletto vergognoso di esseri traditori e di poltrone regalate non battono ciglio perchè le porcherie di sinistra non le vede nessuno e la pseudo-magistratura non ha nulla da obiettare.......questa è l'italietta pd.......e lo schifo continua......

unosolo

Ven, 29/01/2016 - 11:00

nella intera Europa abbiamo perso personalità e fiducia prima per la truffa e il soccorso ai Papà e poi per la transumanza politica che tradisce per una sedia piena di letame.

Holmert

Ven, 29/01/2016 - 11:06

Io non faccio più caso a quello che succede nei partiti ed in parlamento. Ormai mi sono convinto che tutti quelli che ne fanno,salvo rare eccezioni, parte, sono una masnada di maneggioni e faccendieri, che anelano solo alla poltrona, senza più alcun pudore e senso dello stato. Un esercito di fxrxbxtti, capitanati da un ragazzino preso in prestito dal presidente comunista Napolitano, a sua volta ispirato dal potentato tedesco(o fate così o vi facciamo saltare baracca e burattini). Non riesco a capacitarmi,intanto, come mai l'Italia,spinta dalla volontà spocchiosa e dall'alterigia di qualcuno, con i suoi disastrati fondamentali economici,si sia spinta a far parte dell'UE,senza pensare che ci avrebbe rimesso penne e tutto il resto. Chissà cosa gli passava per la testa? Che la Germania avrebbe spinto la carretta al posto nostro? Nessuno ha pensato che avrebbe potuto schiavizzarci?

giovauriem

Ven, 29/01/2016 - 11:10

esimio bracalin mi fa la cortesia di citarmi un partito che non è delle poltrone ? io in cambio le citerò i partiti dei divani , delle sedie e degli sgabelli .

al40

Ven, 29/01/2016 - 12:03

Ma Verdini fino a poco tempo fa non era una sorta di satana per la sinistra? La politica,purtroppo,è una cosa sporca per definizione.....sono pochissimi gli esempi di fulgida onestà che perseguono puri ideali pronti a dimettersi se in disaccordo con il partito per motivi di principio.Complice la costituzione assistiamo invece a inverecondi giri di valzer il cui unico obbiettivo è quello di rimanere a galla indovinando le previsioni sui futuri sviluppi del quadro politico. Del resto un intero partito,il PCI,ha negli anni fatto incredibili capriole pur di conservare il suo elettorato e,quindi,il suo potere politico.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 29/01/2016 - 12:54

Siamo alle solite. Non ti sta bene la linea politica del partito con il quale hai corso? Te ne esci e lasci tutto, anche il posto. Così non dice la Costituzione e così non fanno i voltagabbana, che cambiando bandiera non perdono niente, anzi fanno carriera e d occupano posizioni immeritate, in segno di riconoscenza. Riuscirà la destra a mettere nel programma di governo anche una moralizzazione nel settore? Sekhmet.

Ritratto di SAXO

SAXO

Ven, 29/01/2016 - 13:11

Massoni di regime non si nasce,ma si diventa.

Libero1

Ven, 29/01/2016 - 14:23

Che fosse un uomo inaffidabile lo ho sempre pensato.Ma che arrivasse al punto di tradire chi lo ha votato e sputare nel piatto dove ha mangiato per poi fare da stampella al governo komunista PiDiota solo un uomo di ....lo puo' fare senza. Quando vedo lui e il pelato provo tanto disgusto da farmi venire il voltastomaco.

unosolo

Ven, 29/01/2016 - 14:40

Verdini ha preso state buoni è il classico trasformista , lui non riceve avvisi e tutto sarà prescritto per decorrenza , ecco la sua paga , il resto arriverà dopo le elezioni e altro dopo il referendum , date tempo al tempo per ora ha preso quel che voleva e che la dx non poteva assicurare non controlla la giustizia quella spetta solo a sx, i fatti dicono questo.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 29/01/2016 - 14:46

I convertiti sulla "via di Renzi" sono gli emblemi del tradimento dei loro elettori.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Ven, 29/01/2016 - 14:57

Questo teatrino mi ricorda moltissiomo questo fatto esattamente per lo stesso motivo fiducia al governo. http://www.ilgiornale.it/news/cav-vara-rimpastino-non-finisce-qua.html

unosolo

Ven, 29/01/2016 - 16:37

certo il rimpasto ma spostarsi con 40 senatori per non essere perseguito dalla giustizia ? è tutto regolare da quel lato ci si salva e di esempi a iosa, combinazioni ? tra prescrizioni e altri balzelli restano anche in cariche importanti , questo è oggi il governo composto da interessi privati e non per il bene Nazionale. ladri ? no ,sono cleptomani.