Il Pd sparisce dai manifesti: i suoi candidati si vergognano

Niente simbolo dem per le Comunali. È la stessa scelta che portò all'insuccesso la Moretti in Veneto

Roma - «Roma torna Roma. Giachetti sindaco». «Piero Fassino sindaco. Per amore di Torino». «Questa è la Bologna che mi piace. Merola sindaco». «Milano, ogni giorno ogni ora. Beppe Sala sindaco». «Cuore e coraggio. Valeria Valente sindaco».

Il Partito democratico nei suoi cartelloni elettorali 6x3 per le Amministrative vara la comunicazione «no logo». E il simbolo del partito sotto i faccioni dei candidati sparisce completamente dalle affissioni, senza neppure un piccolo memento sulla provenienza politica dei prescelti, senza una bussola per orientare i più disattenti. Ci sono i sorrisi aperti di Piero Fassino e Virginio Merola. Lo sguardo rivolto verso l'alto e la ripresa dal basso per enfatizzare la credibilità del soggetto, creando il cosiddetto «effetto monumento» per Roberto Giachetti. Il sorriso abbozzato e la camicia e cravatta per il manager Beppe Sala. E sempre in tema di abbigliamento le varie declinazioni visive del «candidato» non prevedono mai la giacca e la cravatta, evidentemente un codice ormai bandito nella propaganda visiva dell'era renziana (così come manca un grande classico degli ultimi anni: quello del politico con giacca sulla spalla, come nelle sfilate d'annata). Il candidato, insomma, deve essere sportivo e a portata di mano, vicino ai cittadini.

Le spiegazioni e le interpretazioni che fioriscono sul web si orientano verso la tesi più tagliente: i candidati si vergognano del Pd, o forse è il Pd stesso ad autocensurarsi. Sono soprattutto i simpatizzanti grillini ad armare i cannoni dialettici. Nel mirino finisce la scelta romana, dove è più che mai necessario liberarsi dal fardello e l'eredità politica di Mafia Capitale. Altri, invece, leggono la circostanza come la dimostrazione che i partiti tradizionali sono in via di estinzione, non più adeguati ai tempi, privi di appeal. E così chi si occupa di comunicazione politica si è già adeguato. Ci sono anche motivazioni «tecniche» che potrebbero suggerire questa scelta. Solitamente quando la situazione è ancora mobile e si conta di poter stringere alleanze con partiti minori e liste civiche si procede a una prima tornata di affissioni senza simboli di partito - come una sorta di galateo della speranza - per poi procedere alla seconda ondata quando il quadro è definito. È altrettanto vero, però, che siamo ormai entrati quasi nell'ultimo giro e mancano davvero pochi giorni alla chiusura delle liste e altri candidati - come ad esempio Guido Bertolaso - hanno provveduto a mettere il simbolo del partito sulle loro affissioni. La cancellazione del logo Pd aveva già fatto discutere nelle ultime Regionali quando Alessandra Moretti, candidata in Veneto, adottò la stessa tattica affidandosi a cartelloni con prevalenza di bianco e di blu. Una campagna elettorale senza bandiera che non venne premiata dal successo.

Se i cartelloni dei candidati «depidizzati» fanno discutere, polemiche di altro tipo a Bologna nascono per i manifesti della capolista Pd, Giulia Di Girolamo. Il motivo? I primi manifesti, infatti, ricordavano le «elezioni amministrative 5-6 giugno». Peccato che si voti solo domenica 5 giugno. Una gaffe di cui il Pd locale si è scusato postando, autoironicamente, un video con l'allenatore della Juve Massimiliano Allegri, infuriato con i suoi giocatori in occasione di Carpi-Juve.

Commenti
Ritratto di Situation

Situation

Mar, 26/04/2016 - 08:50

...ecco la politica itaGLiota: grafica dei simboli e battute nei salotti TV. Uno schifo così non si era MAI visto almeno a questi livelli; grafica di simbolo e "battute" (più o meno buone) sostituiscono la ragione e la buona politica (ma è poi mai esistita la buona politica?)

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Mar, 26/04/2016 - 08:55

Con che coraggio votereste sta faccia? (considerndola come simbolo)

elio2

Mar, 26/04/2016 - 09:23

Dopo aver cambiato nome una decina di volte, per imbrogliare le menti più deboli del loro elettorato, ora lo tolgono del tutto, ma come mai se anche i bambini dell'asilo sanno che uno di sinistra non può essere intelligente?

conviene

Mar, 26/04/2016 - 09:43

Siete a corto di argomenti vedo. Se vi siete dimenticati il PD ha fatto in tutte le città seriamente le primarie a differenza dei 5satelle e del cdx che le ha fatte in modo finto a Roma per poi non tenerne conto. Mi sembra che da Renzi a tutti gli altri siano correttamete impegnati a sostenere i candidati PD senza guerre minuto per minuto come nel cdx

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 26/04/2016 - 10:15

conviene, smettila di smaronare su un Giornale a te non confacente e tornatene tra i tuoi simili,anche su altre deplorevoli testate!

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mar, 26/04/2016 - 10:31

@Situation . A Cialtronia, noto paese mediterraneo, non è mai esistita.

il sorpasso

Mar, 26/04/2016 - 11:29

Un gran bel viso ispira tanta fiducia ah ah ah. A mio modesto parere è più bello che intelligente ah ah ah

Royfree

Mar, 26/04/2016 - 11:40

Mi viene da ridere solo a guardarlo. Se poi lo sento parlare provo tanta pena. Il classico burocrate triste e inutile che da quando è nato campa facendo politica. Onesto, paga tutte le multe e le tasse. Non ha mai prodotto, nel vero senso della parola, un solo soldo bucato. Di certo, se tutti fossero come lui, l'Italia sarebbe più onesta ma rimasta agli inizi dell'800.

Gioa

Mar, 26/04/2016 - 11:48

Certo che votare una faccia come questa raffigurata: coraggiosi!!. Uno schifo di livelli così neanche al tempo di Mani Pulite. Ora il Pd è peggio oltre alle Mani sporcche hanno tutta la persona con l'aggravante che hanno il coraggio di chiedere Voti. Vergogna!!.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 26/04/2016 - 11:55

... si vergognano(?)ma non mollano! L'inganno è la loro prerogativa.

il corsaro nero

Mar, 26/04/2016 - 12:59

@conviene:"Se vi siete dimenticati il PD ha fatto in tutte le città seriamente le primarie" specialmente a Milano dove hanno votato anche i cinesi! Se il PD ha fatto primarie serie, Renzi è uno statista! Ti conviene tacere!

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 26/04/2016 - 14:25

Non ha nessun programma, non sa cosa fare, ma ha detto che decidera' giorno per giorno in base alle necessita' del momento. Inoltre ha detto che ha il merito di avere speso miliardi di lire in occasione del Giubileo Rutelliano senza essere mai stato indagato...Santo Iddio...ma questo e' uno che SA SPENDERE BENE!!..da tenerselo buono...

Gioa

Mar, 26/04/2016 - 14:42

SI VERGOGNANO MA ANCORA INSISTONO!!. MAGGIOR VERGOGNA!!

tonipier

Mar, 26/04/2016 - 15:30

" SOLO ORA SE NE ACCORGONO?" Una vita da nababbi all'opposizione a pappare in silenzio. Gli immortali principi costituenti il trinomio concettuale della democrazia, in Italia hanno subito il più radicale sovvertimento: la libertà è degenerata in licenza, la eguaglianza nella più vacua delle formule politiche, la fraternità nella patina di dissimulazione del più tremendo egocentrismo.

m.nanni

Mar, 26/04/2016 - 15:32

più che una competizione elettorale mi sembra una gara di poesia.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 26/04/2016 - 17:02

(3) Mai discutere con i comunisti e con i matti: si perde tempo, si sprecano energie e, a lungo andare, si rischia anche la salute.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 26/04/2016 - 17:15

Certo che gli incorruttibili sinistri komunisti forse non sono più tali??? C'è ancora qualche toga non di colore rosso.

un_infiltrato

Mar, 26/04/2016 - 19:19

Finalmente un Sindaco con le phisyque du rol!

Ritratto di Edro

Edro

Mar, 26/04/2016 - 19:31

Il partito dei ladri si vergogna del suo simbolo, ma la gente non è stupida, almeno lo spero? un detto dice: Sbagliare è umano perseverare è diabolico.

ziobeppe1951

Mar, 26/04/2016 - 19:45

I kkkompagni si vergognano persino di essere kkkomunisti

un_infiltrato

Mar, 26/04/2016 - 23:10

Qualcuno di buona volontà suggerisca al signor Giacchetti l'uso giornaliero del rasoio da barba.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 27/04/2016 - 00:09

Dopo aver cancellato la parola "comunisti" arrivando a sostenere che di comunisti non ce n'erano più, salvo poi continuare a fare le feste dell'Unità, ora cancellano anche la parola "democratico". ALLORA CI CHIEDIAMO: MA COSA CAVOLO È QUESTO SINISTRUME CHE CI GOVERNA ABUSIVAMENTE PER VOLERE DI UN COMUNISTA?

rossono

Mer, 27/04/2016 - 08:45

conviene tuo marito ha finito di riparate le 200 scuole? Come mai la buona scuola e fallita? I sinistri come te sanno solo sparare cxxxxxxxte...SI CONTENGA..

Ritratto di NoBalls...

NoBalls...

Mer, 27/04/2016 - 09:12

si vergognano, come LADRI