Il Pd vuole "ridisegnare" l'Italia: ecco le Regioni che spariranno

Spunta un disegno di legge per accorpare le Regioni: ecco come cambia la mappa del Belpaese

Come cambierebbero le regioni italiane con il ddl Morassaut - Ranucci

Adesso il Pd vuole ridisegnare l'Italia. Gomma alla mano, puntano a sbarazzarsi di otto Regioni e tenerne appena dodici. Niente più Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria: al loro posto ci sarà la Regione Alpina. Via anche Marche, Abruzzo e Molise: nella nuova mappa saranno sostituite dalla Regione Adriatica. Un maxi accorpamento che cambierebbe il volto del Belpaese senza tener conto delle tradizioni e della storia delle città che confluirebbero in un'altra Regione.

La proposta di legge, presentata a Montecitorio dai parlamentari piddì Roberto Morassut e Raffaele Ranucci, rientra in un dibattito aperto dal presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino che, come ha fatto notare il Messaggero nei giorni scorsi, avrebbe anzi chiesto al premier Matteo Renzi un incontro urgente per "discutere di prospettive e ruolo delle Regioni". Anche in questo caso la "scusa" sarebbe la spending review. Ad oggi vengono spesi 1.160 milioni di euro per mantenere i consigli regionali, l'aggregazione potrebbe far risparmiare allo Stato almeno 400 milioni di euro. Senza, però, tener conto dei problemi logistici che ne deriverebbero. In primis, col personale. Il ministero della Pubblica amministrazione non ha ancora risolto il problema dei 20mila dipendenti pubblici che, dopo la chiusura delle Province, deve ricollocare, che si ritroverebbe con altro personale in esubero.

Nella muova mappa d'Italia ridisegnata dai due deputati piddini, la sola amministrazione del Nord Italia a non essere toccata sarebbe la Lombardia. Oltre alla Regione Alpina, che unirebbe Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria, nascerebbe infatti il Triveneto dall'unione di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige. Nel centro Italia, invece l'Emilia Romagna ingloberebbe dalle Marche la provincia di Pesaro mentre Toscana, Umbria e provincia di Viterbo si unirebbero per formare l'a Regione Appenninica. Come già detto, Marche, Abruzzo e Molise darebbero vita alla Regione Adriatica. Il Lazio poi scomparirebbe diventando un unico grande Distretto di Roma Capitale e lasciando le province meridionali alla Regione Tirrenica che includerebbe anche la Campania. Nel Sud Italia, poi, la Puglia guadagnerebbe dalla Basilicata trasformandosi così nella Regione Levante. Immutate, infine, Sicilia e Sardegna.

"Le circoscrizioni regionali furono definite in un’altra era, quando la società era ancora molto agricola e non esisteva il mercato unico europeo - commenta il governatore del Lazio Nicola Zingaretti - i confini regionali non corrispondono più ad ambiti ottimali per il buon governo: quasi 70 anni dopo che sono stati disegnati e dopo 40 anni di funzionamento, si può pensare a rivedere lo stato di cose". In una intervista a Repubblica Zingaretti conferma che Chiamparino ne ha già parlato al governo. "L'accorpamento - fa notare Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera - potrebbe portare benefici importanti alla spesa pubblica e ai cittadini massacrati di tasse". I risparmi stimati in circa 400 milioni di euro all’anno potrebbero essere ulteriormente migliorati con una serie di accorgimenti. La materia ha ricadute importanti sul piano costituzionale dal momento cheaccorpare significa cancellare le "specialità" regionali previste in Costituzione. "I risparmi dovrebbero andare solo parzialmente a beneficio delle casse dello Stato - conclude la Gelmini - mentre maggiore deve essere lo sgravio di tributi pagati dai cittadini".

Commenti

vince50_19

Lun, 22/12/2014 - 09:40

Perché non fare una regione tosco emiliana? Su ragazzi, meno seghe al cervello, niente furbate!

nerinaneri

Lun, 22/12/2014 - 09:47

...cambiare tutto x non cambiare NIENTE...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 22/12/2014 - 09:50

Togliamo la piccola ma vorace regione di roma capitale e risolveremo i problemi italiani.

curiosity1

Lun, 22/12/2014 - 10:05

Che proposta ridicola...a fronte di alcune regioni che vengono accorpate (che ci può stare), ce ne sono altre il cui territorio viene diviso e spartito in 2/3 nuove regioni...ma vi immaginate il caos che comporterebbe una simil proposta?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 22/12/2014 - 10:08

Iniziativa encomiabile, di cui parlo da mesi (risale ad uno studio effettuato dalla Fondazione Agnelli), nel disinteresse generale, perché o si dice di sopprimere tutte le Regioni, o di ridurle a sole 3 o 4, obiettivi ambedue irrealizzabili. Questa operazione è invece fattibile, certo ci sarebbero enormi difficoltà e resistenze, da parte delle strutture politico-burocratiche. L'operazione diventa fattibile specie se si approvano nel frattempo i decreti delegati del jobs act, la riforma della p.a., e la parificazione del diritto del lavoro fra pubblico e privato, in modo che il personale pubblico in soprannumero possa essere preso in carico dal nuovo sistema di ricollocamento.

fer 44

Lun, 22/12/2014 - 10:18

Eliminiamo le regioni e facciamo prima! MA NON COME PER LE PROVINCE, CHE SONO SOLO ELIMINATE A PAROLE, MA CON COSTI ( SPRECHI & RUBERIE VARIE ) INVARIATI ( SE NON AUMENTATI PER DISAGIATA SEDE) !!!!

linoalo1

Lun, 22/12/2014 - 10:23

Mi sembra proprio una Gran Cagata!Non so chi sia stato il Genio che l'ha pensata!Bisgnerebbe conferirgli il Nobel dell'Imbecil lità!Se proprio si vogliono eliminare alcune Regoni,l'unica seria soluzione che non creerebbe distinzioni e gelosie,è quella di creare una Unica Regione:ossia,la Regione Italia!Non è facile,ma fattibile e risolverebbe un mucchio di poblemi!Lino

pitomaz

Lun, 22/12/2014 - 10:29

Sparizione di 3 regioni autonome, e con loro sparizione di tutti i benefici fiscali di cui attualmente ingiustamente usufruiscono... slurp slurp. Ci voleva Renzi per avere questa idea!

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Lun, 22/12/2014 - 10:29

I signori del PD non stanno ridisegnando un bel niente ma più semplicemente hanno stampato la cartina d'Italia del 1815. Devono solo riunire da Roma in giù con il colore verde così rifanno il Regno delle Due Sicilie. Dobbiamo quindi dedurre che presto tornerà il Re? Potrebbe essere una buona idea per la spending review, almeno dovremo mantenere solo i componenti della casa reale.

Ritratto di mausuria

mausuria

Lun, 22/12/2014 - 10:37

fanno solo ridere il problema e l'eccessiva spesa non questo ddl fà solo aumentare le spese e far ritornare l'italia prima dell'unità circa 150 anni fà

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 22/12/2014 - 10:40

Blocco delle assunzioni nel settore pubblico,ricollocazione entro 50 km dall uogo di lavoro precedetente e licenziamento dei dirigenti in esubero,questo porterebbe risparmi.Una domanda: ma se tutto questo accadesse,senza intaccare lo stipendio di dirigenti ministeriali,barbieri e commessi del Senato e della Camera dei deputati che guadagnano più del presidente Pannolone Napolitano,tutto questo sarebbe giusto? Perchè,una volta tanto,non partire dal basso ma dall'alto?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 22/12/2014 - 10:42

vince50_19 sono 2 regioni sicuramente rosse,cosa importante in sede di spartizione.

unosolo

Lun, 22/12/2014 - 10:59

e intanto hanno autorizzato le regioni a prendere altri mutui , non bastasse i danni e i buffi che già ci sono , essi vogliono aumentarli , cosi potranno alzare ancora le tasse.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Lun, 22/12/2014 - 11:01

Sempre meglio del pasticcio che propose la lega ...........vi ricordate ? Avevano accorpato Campania e Calabria senza accorgersi che in mezzo c'era la Basilicata!

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Lun, 22/12/2014 - 11:04

@linoalo1- hai dato la giusta definizione a questa proposta oscena: UNA GRAN CAGATA! e il Nobel dell'imbecillità a quelli che appoggiano una simile proposta (formulata per rendersi visibili).

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Lun, 22/12/2014 - 11:07

i due relatori evidentemente non hanno un cxxxo da fare durante le discussioni in Parlamento e passano il tempo a inventare simili cxxxxxe! come quelli che seguono le partite sull'ipad.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 22/12/2014 - 11:07

Ma perchè non fanno tre regioni e basta? Nord, Centro e Sud ed Isole. Fine

Libertà75

Lun, 22/12/2014 - 11:14

@liberopensiero, certo è che quando la Lega parla di riforme attualmente incostituzionali (aliquota fiscale unica) lei salta su. Se invece il suo amato PD propone cose che violano trattati internazionali (per definizione superiori alla nostra Carta) allora lei tace. Complimenti per la coerenza. Le rammento che Valle D'Aosta ed Alto Adige (a cui per estensione è stato sommato il Trentino) hanno statuti di autonomia a seguito di trattati internazionali. Spostarli in macroregioni è possibile solo a seguito di referendum locali (la maggioranza degli aventi diritto deve essere favorevole), quindi allo stato attuale non solo la proposta non è lodevole, ma non è lodevole neppure il suo commento.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 22/12/2014 - 11:14

Diminuire il numero delle Regioni non serve a nulla se non vengono eliminati i LADRI, ossia la stragrande maggioranza dell'attuale casta politica!

Ritratto di albauno

albauno

Lun, 22/12/2014 - 11:17

Non solo accorperei le regioni, ma le gfarei addirittura sparire. A che servono se non ad ingoiare soldi dei cittadini, con la loro arcipagata burocrazia e la loro arci arci arcio pagata classe politica? Sai quanti soldi si risparmierebbero? miliardi che potrebbero essere in mano ai cittadini e rimessi in circolo e alleviare la disoccupazione ed alzare il PIL!?

Alessio2012

Lun, 22/12/2014 - 11:29

Sarà un solo stato, niente più napoletani o lombardi... Del resto ci apprestiamo a diventare una società multirazziale e vuoi ancora dividere tra napoletani e lombardi? Tutti negri dobbiamo essere!

ORCHIDEABLU

Lun, 22/12/2014 - 11:34

ragazzi tranquilli per il quieto vivere accettiamo questi cambiamenti dato in realta' tutti hanno diritto a un pezzo di mare dove andare in estate,altrimenti ci ammaliamo per via dell'inquinamento atmosferico.secondo me vogliono semplicemente dare la possibilita' di arrivare alla meta' marittima entro brevi tragitti per tutti,e far sprecare meno carburante a tutti per inquinare meno.comunque ricordiamoci tutti noi italiani e stranieri che siamo noi elettori a decidere chi deve governare,sappiamo gia' che ci sono ladri in tutti i partiti nessuno escluso,come pero' anche politici onesti.(pochi in tutti i partiti)quindi niente e' perduto ma anzi gestiamoci noi da soli in base al grado di capacita'comunicative per andare avanti in modo pacifico.in questo modo nessun politico rivoluzionario o razzista potra metterci gli uni contro gli altri.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 22/12/2014 - 11:35

Figurarsi se l'ex Regno di Napoli non fregava qualcosa... Piuttosto che niente frega il nome Tirreni all'ex Granducato di Toscana, nelle cui terre abitavano i Tirreni. Napolitano docet.

moshe

Lun, 22/12/2014 - 11:40

Volete accorpare e poi mi fate la regione "roma-mafiosa-capitale" grande come un francobollo, buffoni! LO sapete come va divisa l'Italia? IN DUE, e la vostra "roma-mafiosa-capitale", chiamatela africa del nord!

buri

Lun, 22/12/2014 - 11:55

vorrei sapere come sono scelti i parlamentari del PD certamente non in base ad un elevata QI se con tutti i problemi da risolvere si ingegnano a crearne di nuovi

Iacobellig

Lun, 22/12/2014 - 12:02

Nessuno ricorda a questa gente che siede in parlamento che non sono stati legittimati dal voto popolare e che non possono affrontare problemi importanti per il paese?

spon

Lun, 22/12/2014 - 12:07

Ma ragazzi, possibile che davanti a una delle poche proposte intelligenti si debba fare e solo mugugni? Ma vi pare decente che vi siano regioni da 300.000 abitanti e regioni (con pari poteri) di 10.000.000 di abitanti (più della intera svizzera o della Grecia? Non parlatemi di tradizioni perchè tra la Val d'Aosta e il Piemonte c'è meno animosità che tra Pisa e livorno, pur nella stessa regione. Chi di voi difende i privilegi assurdi di regioni come la Val d'Aosta microregione che ci costa (trasferimenti/abitante) un patrimonio? A parte dei dettagli discutibili (Roma) ma cosa perdiamo se viene eliminato il Molise? Mi dite un vantaggio di tener vi

ORCHIDEABLU

Lun, 22/12/2014 - 12:09

voglio aggiungere al mio commento di prima che cmq viaggeremo sempre e liberamente dal sud verso nord per controllare il grado di stupidita' dei leghisti ahahahahahahahahh.invece verso l'estero per divertirsi meglio e piu' di prima.gli alcoolizzati potranno accontentarsi di entrare nelle osterie leghiste perche' tanto sono suonati allo stesso modo ahahahahahahahahahahahah buon natale a tutti italiani e stranieri,stiamo tutti uniti e vicini per canzonare salvini e salvinisti ahahahahahahahahah

ORCHIDEABLU

Lun, 22/12/2014 - 12:20

a proposito ragazzi che commentate,provate a dimenticare la storia e apritevi al futurismo come antidoto per svecchiare le memorie studiate e programmate dai vecchi professori altrimenti non si va' avanti ed e' quello che vorrebbe la lega perche' non vuole ammettere di aver sbagliato modo di comunicazione.far politica vuol dire aggruppamento di pensiero filosofico,elevazione mentale e spirituale per far avanzare l'umanita' a livelli superiori e non da retrogradi leghisti razzisti.il livello generale dell'intelligenza umana si misura in base alla capacita' di promuovere la pace tra i popoli,tra i cittadini in armonia comunicativa e soprattutto modo e frasi da diplomatico.

ted

Lun, 22/12/2014 - 12:29

Seh ma questi stanno a giocare con le figurine tanto per creare un polverone. Le REGIONI come sono concepite oggi vanno ABOLITEEEEEEEEEEE!!!! Devono solo essere degli ufficETTI dell'organo centrale per organizzare: la sanità ,le scuole ed il trasport pubblico a livello locale !PUNTO E BASTA !!! Niente + politici , elezioni e MAZZETTE al seguito . CHIAROOOOO!!!!

Duka

Lun, 22/12/2014 - 12:30

Il PC le sole cose che sa disegnare molto bene sono le truffe ai danni della povera gente.

Ritratto di kanamara

kanamara

Lun, 22/12/2014 - 13:03

L'idea + interessante, ma c'è 1 errore iniziale: era meglio eliminare i Comuni e farli assorbire dalle Province: pensavano che se ci si confronterà all'Estero, sarà meglio presentarci con 1 Comune-Italiano, di fronte, ad esempio, al Comune di Pechino che equivale all'area del Lazio?: io avrei eliminato i Comuni=multe,tasse comunali, mafie politiche ecc... ed avrei mantenuto solo le Province in tutto il territorio, così si sarebbero evitate le tensioni tra capoluoghi-vicecapoluoghi ecc...(causa dell'inchiesta-Roma)!

Gianca59

Lun, 22/12/2014 - 13:19

Era l' ora ! E non lo dovrebbe volere solo il PD ! E 12 sono ancora troppe !

titina

Lun, 22/12/2014 - 13:19

accorpare le regioni non è un'idea sbagliata. Il fatto è che non lo fanno, come le province che sono rimaste lì.

Bellator

Lun, 22/12/2014 - 13:22

Bisognerebbe ridisegnare il cervello di questi cretini, le regioni da accorpare, erano rappresentate prima dell'UNITA' Italia, come si può accorpare una regione con un' altre se queste hanno diversità ,non compatibili tra loro, storia,usi e costumi, dialetti, tradizioni.Si ridisegni e si migliori l'assetto politico dell'Italia, come era prima dell'UNITA', ad esempio l'ex Regno di Sardegna, ex Granducato di Toscana, ex Lombardo Veneto, ex Stato Pontificio, scorporando Roma , con amm.ne autonoma rispetto alle altre Provincie, ex Regno Borbonico e si creano i Cantoni, come è suddivisa la Svizzera. Prima di dire idiozie ,questi due sinistri,che non sanno un c..zo della storia d'Italia !!,cominciassero a studiarla!!.Nel 1814,il Frusinate Luigi Angeloni, quando Napoleone abdicò alla Corona Imperiale,fu il primo politico/Intellettuale d'Italia, a pensare di un'Italia Federativa,tra i vari Stati che la componevano.

luigi.muzzi

Lun, 22/12/2014 - 13:37

Sento queste storie di cancellazioni ed accirpamenti da tanto di quel tempo che non ci credo più !

cgf

Lun, 22/12/2014 - 13:49

penso solo al Trentino-AltoAdige, facile che chiederanno l'annessione all'Austria.....

CARLINOB

Lun, 22/12/2014 - 13:54

E un gran bel progetto , molto interessante : ricordarsi di accorpare la Sicilia alla Tunisia dopo aver mandato Salvini a farsi le sabbiature la giù : non sono razziasta perchè amo il Sud ma è il costo di questa Regione che non può più essere supportato . Alora può anche diventare uno staterello indipendente . hanno il petrolio quindi può diventare un Emirato !!Comunque continuerei ad andarci in vacanza !

maurizio50

Lun, 22/12/2014 - 13:59

Tanto per cambiare, due bravi compagni sinistrati che propongono una vera idiozia giusto per motivare il fatto che percepiscono per 5 anni Euro 15,000 al mese a carico dei contribuentilCome sempre chiacchiere, senza un contenuto concreto!!!!!!!

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Lun, 22/12/2014 - 14:02

Stronzate

Luis53

Lun, 22/12/2014 - 14:04

parole parole parole INUTILI

giovanni PERINCIOLO

Lun, 22/12/2014 - 14:37

Sempre troppe dodici regioni. Se si vuole veramente fare qualcosa di utile dovrebbero esistere non più di quatro maxi-regioni : nord, centro, sud e isole! E sopratutto andrebbbero eliminate tutte le partecipate, controllate e mangiasoldi assortite utili solo come poltronifici per politici trombati e loro manutegoli!

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 22/12/2014 - 14:37

Le regioni sono state un progetto comunista per papparsi l' italia pezzo a pezzo.Ora non riuscendo a conquistarne alcune, stanno elaborando altri modi di prendersi tutta la penisola .

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 22/12/2014 - 14:39

@gianniverde-Qui a Roma di vorace ci sono solo i comunisti che guarda caso mangiano di brutto anche nel tuo nord.

Libertà75

Lun, 22/12/2014 - 14:40

@spon, anche a lei devo far rilevare che la Costituzione è super partes ed in alcuni punti è persino intoccabile. Come l'autonomia concessa all'Alto Adige e alla Valle d'Aosta (a seguito di trattati internazionali). Cosa ci guadagnamo è un argomento che esula da qualsiasi trattazione, prima si parla del diritto. Per come è fatta l'Italia quella cartina è impossibile... ha più senso fare 5 regioni di macro indirizzo, con sotto 50 province da ampissimi poteri

Joe

Lun, 22/12/2014 - 14:45

Lo ripeto si vuol cambiare tutto per non cambiare nulla e la dimostrazione sono le province; guardate le occupazioni delle sedi provinciali da parte dei dipendenti pubblici mentre il sindacato non aspettava altro per alimentare la rabbia dei cittadini "sorpresi" dal mangia mangia da parte degli irreprensibili e moralmente al di sopra di ogni sospetto piddini. Poverini hanno perso la loro VERGINITA'!

glasnost

Lun, 22/12/2014 - 14:51

Se non fosse che i sinistri non fanno mai nulla che non consenta loro di rubare di più, direttamente o attraverso le coop, l'accorpamento in sé mi sembra da farsi. Magari con gruppi diversi (es. Nord, centro e sud) ma sicuramente da farsi.

untergas

Lun, 22/12/2014 - 15:03

proposta inutile, parto di menti limitate e ignoranti dei problemi legati a una soluzione di questo tipo. Probabilmente non immaginano quanti tralicci inizierebbero a saltare per aria all'indomani di una tale sciagurata decisione.

vince50_19

Lun, 22/12/2014 - 15:04

Libertà75 - Le regioni a statuto speciale sono tali con legge costituzionale: per cambiare quella norma mi sa che ci vorrà parecchio tempo, non certo con una legge come questa che stanno proponendo. Al limite possono accorparle ma non possono cambiare sic et simpliciter le leggi che le regolano all'oggi.

Libertà75

Lun, 22/12/2014 - 15:08

@kanamara, lei purtroppo è intelligente, quindi le sue proposte non sono accettabili! Pensi che bel Paese sarebbe con 5 Regioni e 50-200 province e zero comuni... ma purtroppo ci sono troppi sederi che chiedono poltrone...

DIAPASON

Lun, 22/12/2014 - 15:38

I presunti 400 milioni di risparmi come li spartite ? Credete forse che ridisegnare i confini regionali vi dia maggior crebilita'? pensate forse che ulteriori promesse diano maggior consenso?andate a lavorare Ridicoli buffoni, sostenuti da un POPOLO BUE.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 22/12/2014 - 16:14

Marforio d'accordo non l'ho mai messo in dubbio,ma roma....................

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 22/12/2014 - 16:15

Quando a intentare qualcosa di molto simile fu un certo Miglio fu subissato di IMPROPERI!!!LOL LOL Buenas noches Italia!!!

vince50_19

Lun, 22/12/2014 - 16:21

Libertà75 - Personalmente preferirei che rimanessero solo le città metropolitane e i comuni che, sotto i 15/20mila abitanti, fossero accorpati. Anche se la cosa può sembrare strana, i comuni sono quelli che meglio di tutti percepiscono l' "umano sentire" dei loro abitanti e a questo dovrebbero fare riferimento..

ghorio

Lun, 22/12/2014 - 16:35

E' un'ipotesi ma le regioni dovrebbero essere abolite tutte, comprese naturalmente le province. Nessuno piangerebbe: solo coloro i quali anelano alle poltrone.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Lun, 22/12/2014 - 16:36

L'hanno disegnata col culo la cartina! Guardate il molise...metà verrebbe accorpato a quella regione delinquente piena di pregiudicati chiamata Puglia!ma che vadano a spalare il fango quei due pidocchiosi! Puah!

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 22/12/2014 - 16:51

PACHCONKI sei PATETICO!!! La proposta di Miglio era di formare 3 MACROREGIONI,quindi quello che hai scritto sulla dimenticanza della Basilicata è solo frutto della TUA FANTASIA MALATA!!! FATTE CURÀ. Buenas tardes dal Leghista Monzese

Libertà75

Lun, 22/12/2014 - 17:05

@vince, basta cambiare sistema elettivo dei comuni: si fanno i consiglieri comunali in collegio maggioritario uninominale e questo una volta eletto deve per forza fare ricevimento in sede dislocata sul territorio. Oggi potremmo avere soluzioni diverse (anche 40 regioni con 2000 comuni). Il problema di questi del PD è che fanno riforme frammentate e disorganiche perché non hanno concezioni di diritto e di democrazia.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Lun, 22/12/2014 - 17:34

Finché le regioni erano delle aree di diverso colore sulla cartina dell'Italia, andava tutto bene. Ogni regione aveva come capitale la città più popolosa e le rivalità, se c'erano, erano solamente di campanile. Il guaio è cominciato quando alle regioni si è dato potere amministrativo e legislativo. Doppioni dello stato centrale, spese su spese, palazzi faraonici, complicazioni assurde per i cittadini e differenze di trattamento da regione a regione, come se non fossimo tutti ugualmente italiani. Credo alle autonomie, ma le regioni, così come sono e come sarebbero secondo il nuovo disegno, non sono né carne né pesce, sono un pastrocchio mangiasoldi. Aboliamole definitivamente ed è fatta. Quanto ai dipendenti regionali, dobiamo tenere in vita le regioni per non mandarli a fare altro di più produttivo? Sekhmet.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 22/12/2014 - 17:45

Mi sembra una spartizione territoriale fatta ad arte per garantire sempre la vittoria elettorale del PD.

Luigi Farinelli

Lun, 22/12/2014 - 17:58

Il passaggio dalle Provincie (che funzionavano bene nonostante tutto) alle Regioni, si è rivelato una fonte di sperperi e di confusione ammnistrativa. Evidentemente la lezione non è bastata.

DIAPASON

Lun, 22/12/2014 - 18:01

Quante soluzioni !!! tutte piu' o meno credibili intelligenti e dignitose, le architettura istituzionale possono essere molteplici e tutte funzionanti, me se poi l' amministrazione si consegna ad un politico italiano tutto diventa inefficiente e improduttivo.

Ritratto di giordano

giordano

Lun, 22/12/2014 - 18:01

propongo d'incollare la Repubblica Dominicana all' Emilia Romagna. a questo punto, nulla e' impossibile.

michele lascaro

Lun, 22/12/2014 - 18:02

Sarebbe meglio abolire tutte le regioni (mangiasoldi a nostre spese), e ricostituire i vecchi Stati italiani: Lombardo-Veneto, Regno dei Borbone, Stato Pontificio, Granducato di...Forse staremmo tutti meglio.

sergio_mig

Lun, 22/12/2014 - 18:11

È come la mettiamo con le regioni a statuto speciale, specialmente la Sicilia? Dovrebbero scomparire! Specialmente la trinacria piena di debiti, pozzo senza fondo, dovrebbe dimezzare i dipendenti pubblici, gli stipendi e vitalizi di questi politici regionali.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 22/12/2014 - 18:18

A me sembra che la mappa sia stata disegnata in funzione dell esigenze elettorali di un certo partito... indovinate quale!

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Lun, 22/12/2014 - 18:29

che cosa c´entrano le Marche con gli Abruzzi? invece la Regione dovrebbe essere Abruzzi Molise Campania Lazio meridionale provincia di Foggia e parte di quella di Rieti perche´hanno tutti uno stesso passo culturale o mentale .un abruzzese ad Ancona si sente spaesato, all´estero come se stesse a Pyong Yang- mentre Sicilia a parte Calabria Puglia e Basilicata formano un altra regione e tutto il sud si puo´amministrare con tre regioni, quando in effetti ne basterebbe solo una

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 22/12/2014 - 18:42

un altro sistema mafioso? :-)

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Lun, 22/12/2014 - 19:05

...Condivido l'idea di "ridisegnare" l'Italia ma, non in 12 regioni, bensì in tre: Regione Nordica, Centrale e del Sud. Nessuna preoccupazione per la perdita di tradizioni, usi e costumi, (crocefisso, presepe, canti natalizi, maiale alle mense scolastiche) che stiamo già perdendo, ancora solo in parte, per accontentare gli immigrati mussulmani.

bruco52

Lun, 22/12/2014 - 19:16

Con questa proposta bislacca verrebbero abolite regione storiche per il nome e la continuità geografica...città da sempre accomunate, da una realtà secolare, verrebbero divise e avvicinate ad altre città storicamente diverse, per usi, costumi e dialetti....abolite i consigli regionali, pozzi senza fondo dei soldi pubblici, palestre dove i politici imparano a intrallazzare ed a rubare....ladri in erba, da far crescere e prolificar

Nonmimandanessuno

Lun, 22/12/2014 - 19:22

Perchè non accorpare anche i cervelli? Mettendone insieme qualcuno di chi potete immaginare, con quello di qualche altro politicante, magari se ne potrebbe ottenere mezzo di un cerebroleso.

unosolo

Lun, 22/12/2014 - 19:29

attenzione le province possono prendere altri mutui ma se verranno abolite i mutui passano alle regioni ," governo ladro" dove siete finiti !

Paolino Pierino

Lun, 22/12/2014 - 19:33

Altra solenne porcata comunista Le Regioni fonte di sprechi e ruberie sono da abolire tutte del tutto per sempre. Fino al 1970 senza regioni il debito pubblico italiano era pari a ZERO oggi ???? Ansatevene tutti sbadilare letame.

FRANZJOSEFF

Lun, 22/12/2014 - 19:36

MAGARI RITORNAVA IL REGNO DELLE DUE SICILIE. L'ULTIMA REGINA DEL REGNO DELLE DUE SICILIE ERA AUSTRIACA E QUANDO E' SCOPPIATA LA PRIMA GUERRA MONDIALE ERA AUTORIZZATA IN INCOGNITO AD ATTRAVERSARE LA LINEA DI FUOCO E ANDAVA A VISITARE I SOLDATI NAPOLETANI. PARLAVA INFLESSIONE TEDESCA IN NAPOLETANO I SOLDATI NON CAPIVANO CHI ERA QUELLA VECCHIA SIGNORA CHE ATTRAVERSAVA LE TRINCEE A FARE VISITA. QUESTO ERA IL REGNO DELL DUE SICILIE OLTRE AD ALTRI BENEFICI. IL REGNO DEL PIEMONTE ERA UNO SCHIFO RISPETTO AL REGNO DELLE DUE SICILIE. LEGGETE LA STORIA. CHIUNQUE FA FATTO ERRORI CHIUNQUE. ANCHE GARIBALDI SI E' PENTITO ALCUNI MESI DOPO LA CONQUISTA IMPERIALISTA DA PARTE DEI PIEMONTESI DI AVER FATTO CIO'. BASTA CONOSCERE LA STORIA.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 22/12/2014 - 19:47

e si che avrebbe senso essere campio e regionale di qualcosa. poi unirei anche i comuni, intere valli, monti, intorno ai laghi. lascerei indipendenti giusto quelli che disterebbero dal centro oltre trenta km, una sola nuova grande scuola, unificati i servizi e partecipate.

elio2

Lun, 22/12/2014 - 20:15

Caro compagno pitomaz, le regioni a statuto speciale sono 5 non 3, mentre i benefit a cui accenna se li pagano più o meno tutti i cittadini di quelle regioni, escluso solo la sicilia, chissà perché, che non da niente allo Stato ma prende soltanto.

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 22/12/2014 - 20:23

Come, le regioni dopo 70 anni sono uno schema obsoleto e la Costituzione che ne legifera l'istituzione no ? I tempi sono cambiati solo per i territori ? Per le genti, per la mentalità, per la cultura, per l'attualità, no ? Ci vuole una vera Costituente che mandi al macero la vecchia Costituzione basata più che altro sulla reazione ad un periodo dittatoriale e se ne deve scrivere una nuova che appartenga al XXI secolo ed a quelli futuri ! E se invece le abolissimo ? O forse ha ragione nerinaneri ?

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Lun, 22/12/2014 - 20:37

io penso che se gli stipendi di questi mangiapane a tradimento arrivassero ad un tetto massimo di 3 mila euro mensili e tolti tutti i benefit verrebbero risparmiati molto più di 400 milioni di euro

matteo844

Lun, 22/12/2014 - 21:53

Importante e' staccarsi da Roma, ladrona e ora anche mafiosa,adatta solo per fare un week end libero dal lavoro e poi e poi...

moichiodi

Lun, 22/12/2014 - 21:57

magari, diminuissero le ragioni, voragine di spesa.

unz

Lun, 22/12/2014 - 23:42

aria fritta

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 23/12/2014 - 05:34

@gianniverde-Si a Roma si ruba ma per immeritata fama.Guarda caso poi chi ruba non e' mai nato in questa citta.Sono decenni che vedo ladroni di qualsiasi regione che vengono e mangiano.E tu sai come la penso io , cosa farei a questi papponi ladri.

fantomas

Mar, 23/12/2014 - 08:31

L'idea non è male,si ridurrebbero drasticamente le spese dei governatorati. Mi spiace solamente che la Sicilia che spende un mare di soldi non venga accorpata con nessuno.Per quanto riguarda le tradizioni di cui parla l'articolo non sono sicuramente legate alle regioni ma ai campanili.

Andrea_DT

Mar, 23/12/2014 - 10:06

Ma questi geni avranno anche previsto di abbattere le differenze tra le oramai ex province autonome di Bolzano diversa da quella di Trento, diversa dall'ex regione a statuto speciale Friuli V.G., diversa da quella della ex regione a statuto ordinario Veneto? Diventerà una macroregione a statuto speciale o ordinario? Manterranno i diversi ordinamenti territoriali? Imporranno questi cambiamenti o ci chiederanno di esprimerci?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 23/12/2014 - 10:30

Non c'è niente da fare, in Italia le cose serie non si possono fare. A fronte di una proposta molto seria che è stata formulata in origine dalla Fondazione Agnelli (http://www.fga.it/uploads/media/Pacini_-_Un_federalismo_dei_valori.pdf; sintesi: http://impresa-stato.mi.camcom.it/im_39/pacini.htm), ne sento di tutte: insulti, chi vuole comunque sopprimere tutte le Regioni (che ci sono in tutta Europa), chi condanna la proposta perché viene dal PD (le proposte fattibili possono venire solo da destra …), chi vuole esagerare e fare solo 3 regioni (una dimensione che non c'è nemmeno in Germania coi Lander), chi pensa già a mettere le bombe come untergas, ecc. L'Italia non è un Paese facile da governare, men che meno da riformare!

Sgrey96

Sab, 10/10/2015 - 21:33

Una proposta del genere denota un'ignoranza abissale, con accorpamenti e nomi casuali, senza rispetto per storie plurimillenarie fondanti per l'identità di questa Nazione! Concordo che la Val d'Aosta potrebbe passare al Piemonte (che la comprende dall’antica Roma e che perciò deve mantenere il nome latino), che Trentino, Veneto e Friuli potrebbero costituire il Triveneto (unito dai tempi dei Veneti indoeuropei e poi sotto la Serenissima) e che Marche e Abruzzo potrebbero unirsi, ma sotto il nome di Abruzzi, come si sono sempre chiamate; ma non si possono cancellare regioni con origini in alcuni casi preindoeuropee come Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Basilicata (che dovrebbe tornare a chiamarsi Lucania) Calabria e Puglia (preferibilmente coll’antico nome di “Puglie”, più adatto ad indicare la pluralità del territorio, specie se annette la sottoregione del Molise). Non si può cancellare la storia per risparmiare qualche milione: la cultura non ha prezzo!

rita mammetti

Sab, 20/02/2016 - 09:50

Come tagliare i posti letto e gli esami diagnostici senza eliminare gli sprechi, ridurre le pensioni e non toccare i privilegi, è il loro stile.