Pizzarotti contro Grillo: "Scaricato senza regole perché non sono yes man"

Si scatena la polemica tra Cinquestelle sulla pagina del sindaco di Parma Federico Pizzarotti che commenta il codice per gli eletti del M5S sottoposto al voto degli iscritti sul blog di Beppe Grillo

Si scatena la polemica tra Cinquestelle sulla pagina del sindaco di Parma Federico Pizzarotti che commenta il codice per gli eletti del M5S sottoposto al voto degli iscritti sul blog di Beppe Grillo. "Quando il Movimento 5 Stelle mi aveva sospeso illegittimamente - scrive il sindaco ex M5S - mancava un regolamento sulle sospensioni e uno sul codice di comportamento. Nelle controdeduzioni che mi erano state chieste lo feci notare: impossibile e illegittimo sospendermi se mancano i regolamenti per farlo. Da parte dei vertici silenzio assoluto, lo stesso da parte del direttorio, ora rottamato senza neppure una spiegazione. Oggi, a distanza di ben sei mesi, è arrivata la conferma di quanto ho sempre fatto notare. Il punto è semplice: chi fa notare le incongruenze e i gravi errori di una forza politica non è un traditore, né un infiltrato, ma una persona che con onestà intellettuale dice le cose esattamente come stanno, proponendo giuste soluzioni e senza aver paura delle conseguenze di tenere la testa alta. Chi tace, piega la testa e non sa formulare un benché minimo pensiero critico è solo uno yesman. E oggi continuo a vedere molti yesman, ma pochi politici con una loro coerenza e una loro autonomia".

Decine i commenti sul web alle parole del primo cittadino che ha abbandonato il Movimento dopo la rottura con Beppe Grillo in seguito alla mancata comunicazione di un avviso di garanzia per abuso d'ufficio, accusa da cui è risultato prosciolto. Pizzarotti risponde a un simpatizzante pentastellato: "Io non insulto, sono stati altri. Si vada a vedere il doppio peso nelle dichiarazioni su di me o su Raggi e Muraro. E non dovrei farlo notare? Io ho sempre detto cose poi avverate, ma darmi ragione evidentemente era difficile. Servono yesman come piacciono a lei. Su, lei girerebbe in maglietta a dicembre se il blog dicesse che c'è caldo. Su un po di obiettività non guasta". Il post è stato condiviso oltre 200 volte da utenti Facebook e ha ricevuto 1800 like in circa due ore e mezza dalla pubblicazione.

Commenti
Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Lun, 02/01/2017 - 18:05

Troppi yes men(!) Pizzarotti ha ragione: sono lì solo per far numero, ordinari agli ordini della ditta Grillo-Casaleggio & Co. per prendere lo stipendio.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 02/01/2017 - 18:54

Bravo Pizzarotti, concordo pienamente!

tRHC

Lun, 02/01/2017 - 21:02

esiste un partito o movimento dove non c'e' lo yes man??Pizzarotti di cosa parla???In tutti i partiti o movimenti ci sono delle regole,se poi lui li traduce in yes man,dopo che si e' accomodato nello scranno,son fatti suoi... si faccia un partito suo senza yes man!!!