Poletti: "L'appalto a Buzzi? Nessun affidamento diretto"

Il Ministero del Lavoro: "La società è stata autorizzata dal tribunale di Roma"

Un appalto da tre milioni di euro affidato alla cooperativa 29 giugno, guidata da Salvatore Buzzi, per lavori di pulizia all'interno del Ministero del Lavoro inguaia ancora Giuliano Poletti. Che ora replica: le gare di affidamento "esulano dall'attività di indirizzo politico in capo al ministro".

Insomma, l'appalto c'è stato, ma anche stavolta Poletti non ne sapeva nulla. Anzi, le indiscrezioni di stampa "in modo falso e strumentale, parlano di affidamento diretto alla cooperativa". La "29 giugno" sarebbe investa stata autorizzata dal Tribunale di Roma a proseguire i lavori di pulizia nelle sedi del ministero del Lavoro. In realtà l'appalto era stato un consorzio che aveva affidato i lavori alla cooperativa Antares. Quando si scopre che quest'ultima non è in regola con i contributi dei lavoratori, l'appalto passa nelle mani della "29 giugno". Allora Poletti era già ministro, ma lo scandalo Mafia Capitale non era ancora scoppiato. A dicembre il consorzio di gestione che aveva vinto inizialmente la gara aveva proposto di revocare la coop di Buzzi, ma il tribunale di Roma ha autorizzato la "29 Giugno" a continuare i lavori attraverso gli amministratori giudiziari". 

Intanto le polemiche divampano e il Movimento 5 Stelle non perde occasione per prendersela con il governo. "#PolettiDimettiti subito!", scrive il deputato grillino Massimo Baroni sul blog di Beppe Grillo, "Non sono solo foto, quelle in cui il braccio imprenditoriale della mafia capitale, Salvatore Buzzi, viene ritratto insieme al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. C’è un appalto. Poletti andava a cena con Buzzi e tutto il cucuzzaro, presenziava alla presentazione del faraonico bilancio della sua cooperativa. Poletti era presidente della Legacoop, ma non si è accorto di nulla. Ora è il ministro del Lavoro e non si è accorto dell’appalto dato con l’avallo del suo ministero alla cooperativa di Buzzi. Poletti, forse, non si è accorto neanche di essere un ministro. Poletti deve dimettersi, per restituire un minimo di dignità all’istituzione che rappresenta".

Commenti
Ritratto di nonmollare

nonmollare

Sab, 20/12/2014 - 16:13

e si!!! solo Silvio non puo' non sapere!!!! Pero' questi qui hanno ragione. E' la magistratura che deve essere distrutta.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 20/12/2014 - 16:26

Ma siamo nella i compagni si salvano sempre, SONO COME LE 3 SCIMMIETTE:NON VEDO.NON SENTO.NON SO.MA SE TOCCA A BERLUSCONI CI VEDONO,CI SENTONO E SANNO

Ritratto di nonmollare

nonmollare

Sab, 20/12/2014 - 16:28

chi si aspettava qualcosa di diverso???

tormalinaner

Sab, 20/12/2014 - 16:41

La sinistra conosce tutti i trucchi per legalizzare il malaffare anche con l'aiuto della magistratura. Il patto tra PD e magistratura, funziona a tutto campo e si coprono a vicenda. Povera Italia.

pastello

Sab, 20/12/2014 - 16:46

Mi sa che 'sto poletti non me la conta mica giusta.

pastello

Sab, 20/12/2014 - 16:51

Non solo Berlusconi, anche Craxi non poteva non sapere, e pur non avendo mai toccato neanche un ghello é finito in una fossa sotto la sabbia.Quando le sinistre vogliono la pena di morte esiste. Quando comandano loro sempre meglio toccarsi le palle.

husqvy510

Sab, 20/12/2014 - 17:08

Questo e'un paese da lasciare. C'e' un vero regime comunista stile corea del nord. Quando ci sarete rimasti solo voi comunistronzi, vi scannerete tra voi. Fate pieta'

ilbarzo

Sab, 20/12/2014 - 17:27

Il ministro der lavoro Poletti,colui che non conosce il Buzzi,ma guarda caso,si vedono molto spesso fotografati insieme e per di piu' a consumare cene allo stesso tavolo,quello delle pappatoie cui sono abituati a fare,naturalmente a spese dei cittadini. Nonostante cio',Matteuccio si irrita se vengono fatte certe affermazioni,a suo dire illazioni, sul conto del suo Ministro.Non è per caso che anche Renzuccio abbia qualche scheletro nell'armadio?

ilbarzo

Sab, 20/12/2014 - 17:33

Bella faccia cicciottella direbbe lo sceriffo Rosco Coltrei della Contea di Hazzard,riferendosi al ministro Poletti.

blackbird

Sab, 20/12/2014 - 17:38

Una foto ci può state, non è bella cosa, ma ci può atre. Una sera a cena con gli amici di Matteo pure, visto che era la cena dell'ECA: i presenti avevano avuto o erano in attesa di ricevere (almeno così speravano). Ma al terzo anello si è in presenza di una catena: è opportuno (non necessario, ma opportuno sì) che un Ministro si dimetta, se non altro per tutelare il proprio biuon nome e la propria onorabilità e non ritrovarsi sui giornali accostato, un giorno sì e l'altro pure, a personaggi ambigui.

Ritratto di lettore57

lettore57

Sab, 20/12/2014 - 17:38

Azz ma se ha detto che non lo conosceva vuole dire che non lo conosce ecchecavolo...... basta con i fotomontaggi

kayak65

Sab, 20/12/2014 - 17:44

mafia democratica

Iacobellig

Sab, 20/12/2014 - 17:53

Il "...non poteva non sapere..." esiste solo per Berlusconi!

scipione

Sab, 20/12/2014 - 17:55

Avanti non scherziamo : Poletti NON poteva sapere che Buzzi fosse un criminale mafioso.Non si vuol mettere mica in forse la SUPERIORITA' MORALE degli stalinisti.

Beaufou

Sab, 20/12/2014 - 17:56

"Quando si scopre che quest'ultima non è in regola con i contributi dei lavoratori, l'appalto passa nelle mani della "29 giugno". Passa come? ci sarà pure stata una firma su qualche documento, no? Antares non era in regola coi contributi, pare. Invece la "29 giugno" era in regola con tutto, pare. Salvo il fatto che era in mano a un ex omicida graziato, e lucrava sulla pelle dei rom, che rendevano più della droga... Bella Italia.

scipione

Sab, 20/12/2014 - 18:13

pastello condivido il tuo post (16.51 ) ma insieme alle sinistre agisce una magistratura criminale.

ditto1

Sab, 20/12/2014 - 19:16

guardateli bene un assassino redento e un comunistello innocente che non sapeva e non poteva sapere: solo noi si sa che i compagni rubano

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 20/12/2014 - 19:47

ma la mafia t'ammafia? si! si! si! si! si! si! si! ma la mafia t'ammafia? si! si! si! si! si! si! si! ma esiste la mafia? si! si! si! si! si! si! si! ma esiste la mafia? si! si! si! si! si! si! si! e si chiama PD!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 21/12/2014 - 00:32

Alla sinistra non bastano neanche le foto per prendere atto della realtà. Se potessero arriverebbero a dire che è un fotomontaggio o che Poletti passava per caso proprio mentre quel tal Buzzi parlava al microfono. MA LA GENTE È CIECA E SORDA? LE PORCHERIE DEL PD SONO DIVENTATE IMPROVVISAMENTE INVISIBILI? SONO BASTATI 80 EURO PER FAR DIVENTARE COMPLICI DI QUESTI LOSCHI INDIVIDUI MIGLIAIA DI ITALIANI?

Duka

Dom, 21/12/2014 - 07:23

DIMETTITI se hai rispetto almeno di te stesso.!!!!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 21/12/2014 - 08:18

Ma questa specie di ministro perché ci prende anche per il fondo schiena. Maleducato

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 21/12/2014 - 08:25

basta e poi basta! renzi ha detto che Poletti non solo non sapeva ma neanche poteva sapere: nella storia del PD nessuno poteva sapere e chi sapeva o chi percepiva prebende non era del PD ma solo un infiltrato messo li apposta da Berlusconi per travolgere al momento buono, il PD stesso

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 21/12/2014 - 08:34

basta e ribasta! compagni, la parola ripasta va corretta e riletta: qui non si allude ad un piatto di pasta asciutta offerta come primo ad un pranzo della Caritas ma di un semplice ; tutti sappiamo bene che certe cose non si possono dire e che negare l' evidenza fa parte di quel gioco marxista leninista che infiamma le menti ed i fondo schiena di molti militanti: ma questo è un argomento che deve essere trattato a parte: Il generoso Poletti si è lasciato trasportare dall' entusiasmo e soprattutto si è lasciato impressionare da quel mondi di regalie che intervenivano a calmare i conti ed i duchi rossi del partito (duchi naturalmente o buchi non cambiano la situazione generale)pertanto oggi come chiedere le dimissioni di un uomo che abbagliato non poteva vedere??

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 21/12/2014 - 08:45

Contrordine compagni! la fotografie va interpretata in maniera diversa: non sono io alla corte di Buzzi ma è Buzzi alla mia corte!

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 21/12/2014 - 08:49

basta, basta e pasta! poletti non poteva sapere e non sapeva nulla di questo buzzi ma si sa bene che un piatto tira l' altro e che soprattutto se è all' arrabbiata, non si può rifiutare mai! Terribili le trame di quel Berlusconi che sapeva tutto e che riempiva di infiltrati le righe di questo nobile PD!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 21/12/2014 - 09:13

PSICOSINISTRONZI ma quante cose facevate di nascosto???? :-) e non volevate dirlo in giro... ma che bravi, delinquenti! :-) mafiosi! e complici dei mafiosi!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 21/12/2014 - 10:18

Non voglio difendere Alemanno, che se può si difenderà da solo. Ma credo di aver visto più fotografie di Buzzi con il ministro Poletti che con Alemanno.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 21/12/2014 - 10:19

Buzzi- Poletto, binomio perfetto. Almeno in fotografia.

Duka

Gio, 30/07/2015 - 14:32

Poletti uomo COOP piovuto dal cielo da un po' desaparecido per far decantare le acque nel miglior stile del COMUNISTA DOC-

Duka

Gio, 30/07/2015 - 14:35

Siamo governati da LADRI e MAFIOSI tuttavia nessuno, in alte sfere, muove un dito per fermare questa vergogna da mesi sulle pagine di tutta la stampa estera.