Poliziotti senza internet Il Viminale blocca i pc e i terroristi ringraziano

Mentre le forze dell'ordine europee indagano anche sul web in Italia una norma assurda vieta l'accesso ai social network

T utto il mondo - dai giornalisti, ai servizi segreti, ai semplici curiosi, ai simpatizzanti - si informa su quanto accade nel mondo dell'integralismo islamico frugando su internet e in particolare nei social network, a partire da Facebook. Ma quelli che dovrebbero farlo per primi e per mestiere, cioè i poliziotti, si imbattono in un ostacolo quasi surreale: il messaggio «attenzione accesso negato». E a impedire l'accesso sono i computer del ministero degli Interni. Che nell'epoca del cyberterrore impediscono agli investigatori di utilizzare il più fondamentale e banale degli strumenti di conoscenza di quel che accade.A denunciare il blocco dei computer è ieri un comunicato del Silp di Trieste, il sindacato dei poliziotti legato alla Cgil. È una denuncia che arriva all'indomani delle polemiche sui buchi nella sicurezza nazionale, alle quali ieri il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, risponde con durezza, sostenendo che «ci sono i professionisti dell'ansia, cioè quelli che non dicono solo state attenti, che è giusto, ma vogliono mettere ansia come se il nostro Paese non fosse in grado di affrontare un grande evento o garantire la sicurezza».Ma nelle stesse ore in cui Alfano cerca di tranquillizzare l'opinione pubblica, dalla questura del capoluogo giuliano parte il comunicato sindacale che dice esattamente il contrario: «Ancora oggi se dagli uffici di polizia si cerca di individuare un sospetto, o l'autore di un crimine (non necessariamente grave) eventualmente presente sui social network cercando di accedere al suo profilo, oppure si cerca di acquisire un filmato dal quale rilevare elementi utili alle indagini, oppure si cerca di salvare una vita, eccolo lì, comparire l'intimidatorio messaggio: Attenzione, accesso negato».Come se la polizia fosse un ufficio qualunque, insomma, i vertici aziendali - ovvero il Viminale - avrebbero piazzato una serie di blocchi informatici per ostacolare l'accesso a internet dei dipendenti, probabilmente per impedire che perdano troppo tempo a farsi i fatti propri sul web invece di lavorare. Peccato che si tratti di dipendenti particolari, e che per loro navigare sui social sia uno strumento di lavoro spesso più efficace che un pedinamento o di qualche ora di appostamento. Possibile che davvero al ministero non se ne rendano conto? L'affermazione del sindacato è talmente clamorosa da rendere legittimo dubitare della sua fondatezza. Ma basta fare qualche verifica per avere la conferma: sì, le cose stanno esattamente in questo modo. E non solo a Trieste ma in tutte le questure d'Italia. E non solo nei commissariati, ma anche (con l'eccezione della polizia postale) negli uffici più esposti, Digos compresa. Per essere esatti, stanno anche peggio di quanto spiega la Cgil: a essere inaccessibili ai poliziotti non sono solo Facebook e gli altri social, ma praticamente tutta internet. Con l'eccezione di un ristretto numero di siti, espressamente autorizzati dal Viminale (come per esempio Google Maps) i computer in uso ai poliziotti non possono navigare sul web. Gli unici pc abilitati sono quelli dei funzionari: i quali, però, come è noto non conducono le indagini in prima persona. Gli investigatori devono arrangiarsi: «In caso di accertamenti urgenti - scrive la Cgil - i colleghi sono costretti ad utilizzare i loro strumenti personali per poter compiere il loro dovere». Usano, cioè, il proprio smartphone o il computer di casa: come se dovessero fare i pedinamenti con la propria auto, con in più i rischi inevitabili di una connessione non protetta. Mentre il ministro annuncia che «il futuro è il riconoscimento facciale attraverso sistemi tecnologici», i suoi poliziotti non hanno internet.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 24/11/2015 - 08:33

toh... di nuovo alfano! se mettiamo la nostra sicurezza nelle mani di un incapace manipolato mentalmente dal PD e da renzi.... aiuto! stiamo nei guai!!! tutti, poliziotti compresi!!

marcomasiero

Mar, 24/11/2015 - 08:34

al-f-ano degno rappresentante dell' idiozia burocratico-istituzionale di questo Paese non si smentisce mai !!!

cgf

Mar, 24/11/2015 - 08:36

immagino la scena tra Half Ano e Mohamatteod, vogliamo scherzare? non si può controllare eventuali terroristi, meglio controllare i conti correnti degl'onesti cittadini ed il loro tenore di vita, tutti i pensionati presso ospizi abbiano da pagare IMU/TASI come seconda casa se ne hanno una di proprietà, questo è quello che dobbiamo controllare in Italia. Sicurezza? i cittadini hanno già dimostrato di cavarsela da soli, noi no, anzi aumentiamoci la scorta..

elgar

Mar, 24/11/2015 - 08:38

Intelligenza allo stato puro! Se proprio la polizia non può accedere ai computers proprio per poter controllare stiamo messi veramente bene! Complimenti ai dirigenti. Ed un sentito "grazie" al sig. Ministro!

mvangon

Mar, 24/11/2015 - 08:59

Alfano, grazie ancora una volta. Non finiremo mai di tenerti nei nostri pensieri.

linoalo1

Mar, 24/11/2015 - 09:04

L'Armata Brancaleone al Governo,ha colpito ancora!!!!

Ritratto di enzo33

enzo33

Mar, 24/11/2015 - 09:10

Lo scrissi e lo reitero: a fess mman e creature...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 24/11/2015 - 09:11

sappiamo già i politici italiani con chi stanno ...

Solist

Mar, 24/11/2015 - 09:11

io dico che con questo tipo di prevenzione( mi riferisco ai pattugliamenti militari) diminuiranno anche i ladruncoli e rapine varie! sul viminale non mi pronuncio

semprecontrario

Mar, 24/11/2015 - 09:17

questo è il ministro dell'interno? che schifo, d'altronde non per niente è il peggior ministro della storia, l'intelligwnza non si compra se uno non c'è l'ha non può farci nulla

elio2

Mar, 24/11/2015 - 09:20

Credere che i compagni vogliano veramente combattere il terrorismo e la delinquenza, mafiosa e non, è come credere al guerrafondaio americano quando dice, che l'isis, che lui stesso ha messo in piedi, bisogna distruggerlo. Ma mentre i suoi taglia gole uccidono, lui fa solo chiacchiere e buchi nel deserto con i suoi droni, insultando PUTIN, perché invece fa sul serio. I criminali si combattono con ogni arma possibile, non con le chiacchiere, per i soliti beoti come fanno i nostri abusivi governanti, che tolgono soldi alla sicurezza per mantenere centinaia di migliaia di clandestini, chiudendo centinaia di posti di polizia sul territorio, lasciando le forze dell'ordine ad arrangiarsi con auto vecchie e carburante limitato, armi di 60 anni fa, e una immancabile magistratura di regime, sempre pronta a farli scarcerare se per caso qualcuno lo beccano, e poi mentre continuano a infilargli i bastoni fra le ruote, hanno magari anche la faccia tosta di lamentarsi se i risultati sono scarsi.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 24/11/2015 - 09:20

Ormai siamo FAMOSI nel MONDO per camminare come i "gamberi". NESSUNO ci da più credibilità e rimarremo da SOLI. E' LA FINE!!

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 24/11/2015 - 09:38

Io non credo che la mafia lo volesse morto.E' stato uno spot pubblicitario del ministero fatto ad hoc.Uno che tradisce e quaqquaraqua, non vale l'attenzione.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 24/11/2015 - 09:43

Altrimenti non saremmo italiani!

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Mar, 24/11/2015 - 09:47

Vorrei semplicemente sapere a quale fazione islamista è affiliato alfano. A questo punto non c'è altra spiegazione!!! Se non è favoreggiamento questo.... ditemi cosa è!!!! e noi ce la prendiamo con gli imam!!! questo è 1000 volte peggio!!!

Ritratto di Zago

Zago

Mar, 24/11/2015 - 09:47

Il nuovo metodo per individuare i terroristi, zittendo i pc. La balzana idea di Alfano e Renzi. Ringraziamo il cielo che ci è andata bene fin'ora, ma se dovesse succedere qualcosa (facciamo le corna) questo governo deve andare a casa. Troopo sicuri dell'incolumità, troppo sicuri della nostra sicurezza,mentre questi balordi terroristi sono asseragliati anche nei bidoni della spazzatura pur di colpire.

km_fbi

Mar, 24/11/2015 - 10:09

Investigare senza averne i mezzi adeguati perché i responsabili politici dei servizi investigativi li mantengono bloccati per gli investigatori stessi, senza che si riesca a capire la "ratio" che è all'origine di tale provvedimento, è tipico di una "sindrome burosaurocratica" che deve avere colpito gli uomini del Viminale da quando c'è Alfano: è semplicemente l'esasperazione del masochismo, come sfidare un Tyson con le mani legate dietro la schiena

xgerico

Mar, 24/11/2015 - 10:12

Fazzo L'accesso negato viene messo ai PC degli impiegati "non preposti" a quel tipo di controlli. Ma lei non ci arriva!?

moichiodi

Mar, 24/11/2015 - 10:13

Che stupidata. Del giornale. Roba da asilo infantile. E come si abbocca! Cosa c'entrano le indagini? Ma come al solito il giornale sa che c'è chi abbocca. Addosso ad Alfano

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 24/11/2015 - 10:14

SAREBBE MEGLIO CHE QUESTO INCAPACE ANDASSE AL SUO PAESE LA SICILIA A PASCOLARE LE PECORE QUELLO E' IL SUO MESTIERE

antipifferaio

Mar, 24/11/2015 - 10:14

Credo che la strategia di alf-ano e del ballista contro il terrorismo sia questa: ARRENDERCI TUTTI!! Di fatto hanno già issato bandiera bianca sulle questure altrimeni non si spega tutto questo, oltre al fatto che ancora ne sbarcano e vengono accolti.....

mister43

Mar, 24/11/2015 - 10:20

C'é anche un lato positivo : i poliziotti non hanno cosí occasione di leggere le sxxxxxxxe che Renzi e la sua banda di scalzacani twittano senza tregua né vergogna. Tutta roba che nuoce al cervello e fa girare le palle, talvolta provocando pure sguaiati commenti, disdicevoli da parte di difensori dello stato.

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 24/11/2015 - 10:24

Cosa si può dire ormai di questo ministro? Si è detto tutto o quasi ma la situazione è grave e desolante. L'ultimo provvedimento lo ha reso noto un sindacalista della polizia che ha dichiarato in una trasmissione TV che sono stati "chiusi" 70 uffici della polizia ferroviaria.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 24/11/2015 - 10:29

Il che dà l'idea di chi sia il ministro degli interni! Quacquaraquà saltimbanco e buono a nulla, salvo che a salvare e gestire la sua poltrona! Ma gli italiani se ne ricorderanno caro alfbusdalcu, e se un poi un giorno ci saranno pure le preferenze ti conviene fin da ora riservarti una panchina ai giardinetti, potrai cosi giocare a carte con l'altro traditore saltimbanco che ti ha preceduto, al secolo fini da montecarlo!

moshe

Mar, 24/11/2015 - 10:34

Alfano ..... io conosco solo un certo half-ano!

buri

Mar, 24/11/2015 - 10:35

che abbiamo fatto di male per meritarci Alfanom speriamo solo che come ogni castigo la sua presenza abbia un termine e che ne saremo liberayi

Marzio00

Mar, 24/11/2015 - 10:35

State sereni!

AleGro66

Mar, 24/11/2015 - 11:23

Dato che, facendo una stima in eccesso, a fare il proprio dovere tra i poliziotti sarà non più del 10 %, concedergli anche la connessione internet veloce a spese mie per condividere le foto delle vacanze su fb o twitter, mi sembra davvero eccessivo. Ci sono uffici che hanno questa necessità ? Benissimo, sia dia l'accesso a questi, ma, sinceramente il tizio che fa il piantone alla sbarra direi che può tranquillamente farne a meno. Altrimenti si può fare come per tutti i lavoratori del globo, ovvero, vai su fb per i fatti tuoi ? Da domani sei licenziato. Diritti e doveri uguali per tutti.

Ritratto di pigielle

pigielle

Mar, 24/11/2015 - 11:35

@xgerico ...piccolo comunistoide da strapazzo...almeno leggiti bene quanto scritto nell'articolo ...

ilbarzo

Mar, 24/11/2015 - 11:40

Questo governo di comunisti di mxxxa (Alfano in testa al gruppo) che tutto fa tranne che garantire la sicurezza della nazione.Viva le poltrone ,viva i ricchi stipendi, viva il potere.Questi sudici sporchi politici hanno tutto questo.

vianprimerano

Mar, 24/11/2015 - 11:44

A volte mi viene da pensare che l'Italia, specialmente attraverso i suoi esponenti politici, sia diventato il Paese piu' deficiente del pianeta. Gia all'epoca del ministro Pisanu, noi eravamo l'unico Paese al mondo dove per utilizzare il web anche in un internet cafe' era necessario presentare la carta d'identita' o il passaporto che veniva accuratamente registrato dal titolare. Mentre in qualsiasi Apple store sparso per il mondo era possibile navigare gratis su internet, in Italia era impossibile anche navigare. E che dire degli hot spot? Che schifo, mi vien veramente da vomitare e meno male che non ci abito piu' in quel Paese arrettrato e pieno di ritardati, idioti e cxxxxxi.

ilbarzo

Mar, 24/11/2015 - 11:45

Alfano non si è ancora ripreso dal caldo che gli ha dato alla testa durante il mese di agosto.

ilbarzo

Mar, 24/11/2015 - 11:49

Alfano, il cattocomunista che alle prossime elezioni andrà ai giardinetti a far compagnia al kompagno Fini,a meno che non trasloghi nel PD,sempre che sia gradito.Pare però che nel pd i voltagabbano non siano graditi.

elgar

Mar, 24/11/2015 - 11:59

Si dà il caso che i computers vengano assegnati al personale addetto e non ad altri previa creazione di apposito account e passward. La quale deve rimanere segreta e cambiata ogni sei mesi. E chi ne fa un uso improrio è individuabile dalla cronologia dei siti visitati. Anche se uno la cancellasse sul proprio PC ciò non sarebbe possibile a livello centrale. Quindi chi non possiede la passward non può entrare. E se entra colui che non è autorizzato a farlo ne risponderebbe comunque l'assegnatario del computer. Perchè vorrebbe dire che ha comunicato tale passward. E' tanto semplice. Ma non per questo la polizia non deve poter operare. Altrimenti i sindacati non avrebbero protestato. E poi i superiori e i vari capiufficio e/o capi sezione debbono controllare l'operato degli inferiori. Anche per prevenire e se il caso punire eventuali "furti d'uso" (tipo il sito porno o facebook o chat personali). Sennò che ci stanno a fare?

xgerico

Mar, 24/11/2015 - 12:03

@pigielle- Tu invece leggiti bene il titolo fuorviante, come fanno tanti di F.I. che replicano solo il "titolo"!

Un idealista

Mar, 24/11/2015 - 12:04

Alfano se la sta facendo sotto e forse ha stretto un patto con i jihadisti, sperando... Poveraccio! Verrà che se la passerà molto male.

squalotigre

Mar, 24/11/2015 - 12:06

AleGro66 - lei parla per esperienza personale? Quando va al lavoro nei pochi giorni nei quali non si dà malato, passa il suo tempo a navigare su fb? Il tizio che fa il piantone alla sbarra ha il compito di non fare entrare negli uffici un terrorista, pardon un islamico che sbaglia, armato di ak 47 per fare la volontà di Allah misericordioso. I poliziotti nella loro maggioranza fanno il loro dovere rischiando la propria vita per permettere ai magistrati che lei sicuramente apprezza di scarcerare pericolosi delinquenti ed anche tagliagole in servizio permanente effettivo.

agosvac

Mar, 24/11/2015 - 12:12

Non credo che alfano possa prendere un'iniziativa devastante di questo genere se non abbia l'avallo di tutto il Governo Renzi. Pertanto il colpevole non è certamente alfano ma Renzi. Non che io nutri simpatie per alfano, di colpe sue ne ha già più che a sufficienza. Ma quel che è giusto è giusto! Alfano in questo caso non ha colpa alcuna, la colpa è solo ed esclusivamente del Governo di cui lui è ministro.

cgf

Mar, 24/11/2015 - 12:24

non era HalfAno a dice 48ore fa che gli italiani dovranno rinunciare ad un poco di privacy? per cosa? per favorire i terroristi? forse forse non sarà la Mafia a... A Milano ricordano ancora il conte Giuseppe Prina.

Joe Larius

Mar, 24/11/2015 - 12:27

Ma dai, agenti: ci sono i piccioni viaggiatori che non hanno niente di elettronico, sono difficilmente controllabili e vengono usati da tempi pressoché preistorici.

brownbigsteel1945

Mar, 24/11/2015 - 12:28

brownbigsteel2945 Xgigliese guarda che Angelino ha detto QUARRAQUAQUA e se lo dice lui che è siciliano possiamo credergli

elgar

Mar, 24/11/2015 - 12:33

Errata corrige volevo dire password

Ritratto di pigielle

pigielle

Mar, 24/11/2015 - 15:22

@xgerico...prova lampante di quello che ti ho detto...leggi solo i titoli, ovvero le PAROLE GRANDI, ....e poi ti fermi lì...l'Unità docet vobis..

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 24/11/2015 - 15:53

Ma chi si è preso la responsabilità di mettere quel tarlucco a fare il ministro degli interni?

xgerico

Mar, 24/11/2015 - 17:27

@pigielle- Dall'articolo di Fazzo:Come se la polizia fosse un ufficio qualunque, insomma, i vertici aziendali - ovvero il Viminale - avrebbero piazzato una serie di blocchi informatici per ostacolare l'accesso a internet dei dipendenti, probabilmente per impedire che perdano troppo tempo a farsi i fatti propri sul web invece di lavorare.........Come leggerai (spero) e quel "probabilmente" di Fazzo che mi da ragione, al mio precedente post.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 24/11/2015 - 17:29

Il Ministro della "Indifesa". Peggio di una malattia.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Mar, 24/11/2015 - 17:49

Che ci volete fare, il ministro avrà pensato che Internette è una squadra di calcio e che i poliziotti si potevano distrarre durante il servizio...

unosolo

Mer, 25/11/2015 - 13:39

dobbiamo capire chi manovra male il Paese , prima volevano e ancora vorrebbero far lavorare gratis i soldati , poi un regalo di 80 euro ma non si sa a chi invece di aumentargli la paga mensile che è ridicola per il rischio che corrono continuamente , stipendi dei ministri , dei parlamentari alle stelle per non fare altro che danni alla nazione e chi controlla e assiste la cittadinanza tutta uno stipendio da usare per comprare le divise e lavanderie dopo le manifestazioni o inseguimenti o interventi per risse o retate , insomma loro , i parlamentari pensano al solo io , figuriamoci i ministri e chi li usa.,.,