Lo Porto, Gentiloni riferisce in un'aula vuota: è il venerdì della casta

Le comunicazioni del ministro degli Esteri sulla morte del cooperante italiano fanno eco tra i banchi vuoti dei parlamentari

Prima un minuto di silenzio. Poi l'informativa urgente del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. E infine gli attacchi del Movimento 5 Stelle e Forza Italia. Il "teatro" è un'aula deserta. Le comunicazioni del ministro sulla morte del cooperante italiano Giovanni Lo Porto, fanno eco tra i banchi vuoti della Camera dei Deputati. Una quarantina i coraggiosi del venerdì. Del resto, domani è festa nazionale e la tentazione di fare un giorno in più nella villetta al mare o in montagna, era davvero irresistibile.

Eppure, ieri, sfilava la sagra dell'indignazione. Un coro intonato e strillone chiedeva a Gentiloni di riferire al più presto. Sì, però non così presto. Mica si può andare a lavorare il venerdì pre-festivo, eh.

"L'Italia troverà il modo di onorare la memoria di Giovanni, lavoreremo per acquisire il massimo delle informazioni possibili sul tragico errore riconosciuto ieri dal presidente Obama", ha riferito il ministro. E sulle polemiche relative alla tardiva comunicazione della morte di Lo Porto da parte del governo americano, Gentiloni ha dichiarato che iI governo italiano "ha preso atto dell'impegno alla massima trasparenza assunto ieri dagli Stati Uniti".

Il presidente Obama ha informato il presidente Renzi nella tarda serata del 22 aprile che Giovanni Lo Porto aveva perso la vita a seguito di un bombardamento in un'area a confine tra Afghanistan e Pakistan. "Appena finalizzate le necessarie verifiche, che si sarebbero protratte per tre mesi a causa della particolarissima natura del contesto dell'operazione antiterrorismo, è stata data la notizia". " L'ultima evidenza secondo cui risultava in vita risaliva allo scorso autunno. Colpe ed errori ammessi dal presidente Obama, non incrinano la determinazione che il governo italiano intende perseguire nella lotta contro il terrorismo, che è una minaccia seria", ha poi aggiunto Gentiloni.

Ma pare che poco importi delle parole del ministro: bisogna rilassarsi, è venerdì!

Commenti

moshe

Ven, 24/04/2015 - 13:48

Lo Porto, Gentiloni riferisce in un'aula vuota ... ... ... è venerdì! i farabutti sono già tutti al mare!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 24/04/2015 - 15:01

stanno tutti in tv

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 24/04/2015 - 17:36

Ma cosa pretendete? Loro hanno un sacco di cose da fare! Devono gestire il paese, che costa tanti soldi e che non sta neppure tanto bene. E poi non tutti hanno vini da vendere, quindi si devono industriare per migliorare la loro situazione economica. Un po' di comprensione, prego.

gigetto50

Ven, 24/04/2015 - 19:48

....ma forse ed almeno in questo caso, do ragione agli assenti: in aula per sentire cosa? Le solite cose ovvie da un ministro cattocomunista...hanno fatto bene a starsene a casa o al mare....

roliboni258

Ven, 24/04/2015 - 19:51

bastardi farabutti sono gia' in ferie