Pre-fascisti e classi subalterne L'intellighenzia che rosica

La sinistra chic confusa conia etichette sprezzanti per spiegare la sconfitta. La colpa? Degli elettori incolti

Si arrovellano pensosi, si scambiano sorrisini d'amara intesa nel salotto tv unicolor di Zoro, compulsano le viscere di un saggio di Pasolini sorseggiando un cabernet biologico di D'Alema, ripassano le battute di un film di Nanni Moretti. Ma niente. Le risposte non arrivano, l'ispirazione manca. Perché la sinistra non vince più? Perché l'eterno fantasma del fascismo più non frena i bassi istinti della plebe? Eppure il metodo l'ha inventato l'antico homo democristianus («Dio ti guarda, Stalin no»).

La disperazione dell'intellighenza è palpabile, il disorientamento tracima dagli attici vista centro storico. Qualche coraggiosa avanguardia tira fuori la propria verve creativa. Il colpo da maestro è di Paolo Flores d'Arcais: nessuno crede più alla minaccia fascista dopo il decimo zerovirgola elettorale di Casapound? Allarghiamo la platea. Su Micromega, il professore lancia una nuova categoria della politologia progressista. «Ha vinto il pre-fascismo», tuona d'Arcais. «Il pre-fascismo - insiste - non è il fascismo, ovviamente, e potrebbe non diventarlo. Ma ne contiene già tutti gli ingredienti costitutivi». Siamo a Philip Dick, alla «pre crimine» di Minority report. Forse non sei ancora fascista ma puoi essere accusato, e fermato, prima che lo diventi. E se per caso sta succedendo a tua insaputa, puoi sempre usare il «fascistometro», l'«esame del sangue» in forma di gioco di società, inventato da Michela Murgia, che per giorni ha appassionato il popolo Dem. Che colpo di genio il pre-fascismo. Pare già di vedere le signore dei girotondi urlarlo nelle piazze: «Pre-fascisti carogne, tornate nelle pre-fogne».

L'ultimo uppercut, il colpo di crocifisso alla tempia, è stato troppo. Va bene l'Emilia rossa, ma pure la ridotta di Capalbio in mano ai barbari? Le avanguardie vacillano, mancano le parole. Dire qualcosa di sinistra diventa sempre più difficile. Qualcuno sbotta. E chi se non l'ormai inacidito Gad Lerner? Su Twitter consegna una perla analitica imperitura: «L'Italia leghista è un rivolgimento profondo, sociale e culturale prima ancora che politico, come testimonia il voto nelle regioni rosse», pondera e poi spara il capolavoro: «Già in passato le classi subalterne si illusero di trovar tutela nella trincea della nazionalità. Non finì bene». Il brodo di cultura è sempre lo stesso, l'allarme pre-fascista è implicito, ma a Lerner scappa anche un'etichetta così boriosa e sprezzante da sembrare una gag di lercio. Le «classi subalterne» sono la versione killer del «proletariato», per anni santificato a patto che stesse a distanza di rispetto dall'Ultima spiaggia. E, infine, apertamente ghettizzato, tacciato di un'inferiorità che non è solo economica.

L'esternazione di Lerner non dovrebbe sorprendere. Mette semplicemente a nudo un pensiero che da anni guida (verso il baratro elettorale) la sinistra: le masse incolte vanno guidate dall'avanguardia illuminata. Alle prime batoste un residuo di pudore conduceva ad analisi del tipo: «Non ci siamo fatti capire», «Non abbiamo saputo parlare il linguaggio delle masse». Ora che i kappaò sono diventati la regola, si esce allo scoperto: le masse non ci seguono perché sono rozze, prive di cultura. In pratica, non capiscono una mazza. Soprattutto non capiscono noi, che sappiamo e li avevamo avvertiti. Ci casca anche il cauto Gianni Cuperlo che, su La7, sottolinea la coincidenza tra il 33% di abbandono scolastico e la vittoria della Lega in Sardegna. Ma ha almeno il buon gusto di rettificare.

Nessuno è sfiorato dal sospetto che le masse capiscano benissimo, anche senza leggere Adorno. Basta guardarsi il portafogli, dopo anni di sinistra. Sanno che il doping populista di Salvini e M5s vale quello di falce e martello e Avanti popolo. Ma ci provano. Se va male, avanti un altro. Ma se la sinistra continua a ragionare come Lerner, il suo turno prossimo è ancora lontano.

Commenti

GeoGio

Mer, 29/05/2019 - 10:35

Divertente analisi di Giuseppe Marino. La sinistra vive di rancore sociale.(lo scriveva Montanelli parlando di Russeau). L'unico momento importante l'ha avuto quando gli interessi dei "subalterni" coincisero con quello loro di combattere il padrone. Oltre quel periodo sono solo una categoria di parassiti che cercano il modo di sopravvivere. Lavorare non li sfiora, hanno studiato e si sentono superiori sia ai capitalisti che ai subalterni. Adesso cercano altri subalterni immigrati da abbindolare, ma l'abolizione dei confini gli porta via i consensi dei vecchi subalterni. Un rebus logorroico, e piu' pensano e sputano veleno, e piu' puzzano di cancrena. Sene vedranno delle belle.

ilpassatore

Mer, 29/05/2019 - 10:39

Ha sputato sulla massa subalterna che a tutt'oggi gli fa dato un 22%. Quindi cara massa sub, ricordatevi di costui.

Aegnor

Mer, 29/05/2019 - 10:40

Mi sa che la murgia oltre a rosicare, s'abbuffa pure

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 29/05/2019 - 10:46

Analisi e teoremi infiniti per scoprire che? Che gli Italiani, dei barconi, ne hanno le balle strapiene?

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Mer, 29/05/2019 - 10:48

Mia zia Gina(94 anni) ha fatto solo la terza elementare , ma posso garantire che è molto più acculturata e intelligente di questa marmaglia di radical chic e sicuramente meno , ma molto meno, "subalterna" di tutti loro messi assieme.

Ritratto di AQUILAVOLSE

AQUILAVOLSE

Mer, 29/05/2019 - 10:50

Le "classi subalterne" sono il 95 % di chi va a votare, non li possiamo eliminare. Per votare servirebbe una patente. Un esame di cultura generale e uno di politica economica, magari di livello base, ma che almeno chi entra in una cabina conosca i fondamentali. Le inchieste hanno confermato che molti elettori della Lega credono che il parlamento europeo abbia sede a Berlino, che Le Pen sia un giovane di destra e che la rivoluzione francese sia avvenuta ai primi del '900. Forse questa gente il voto non lo dovrebbe esprimere perché alla fine danneggia tutti gli altri.

VittorioMar

Mer, 29/05/2019 - 11:02

....da SUDICIO ..SUDISTA..IGNORANTE preferisco essere anche "ROZZO" ma con SCARPE GROSSE e CERVELLO FINO ....non all'ammasso a 1 cent.al chilo!!

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Mer, 29/05/2019 - 11:05

disprezzano il popolo italiano per essere "incolto". Invece un tempo il vero popolino con la quinta elementare che votava i comunisti era bravo. Comunque, ammesso e non concesso che le nostre lauree e titoli di studio siano tutti farlocchi, l' Italia è questa, fatta anche di gente laureata che non capisce una ceppa. Continuando ad offendere questa fetta di popolazione cosa pensano di ottenere? voti? io dovrei votare uno che mi dice che sono zotico quando un Salvini mi dice che sono onesto e bravo fino a prova contraria? questi dovrebbero investire non in attici e rolex, ma in psicanalisi, ma di quella seria e duratura che scavi nel profondo della loro mente malata.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 29/05/2019 - 11:05

#AQUILAVOLSE- 10:50 Discorso,il tuo, da sincero democratico. Proporremo che l'abilitazione al voto sia data soltanto a chi potrà esibire un numero sufficiente di presenze serali in sezione.

vince50

Mer, 29/05/2019 - 11:08

Ovvio e scontato,per manifestare e paventare intelligentia bisogna necessariamente essere dalla parte di chi se ne ritiene il detentore a prescindere.Essere superiori insomma ai quali inchinarsi.La loro presunta cultura(dicasi supponenza e arroganza),ha creato danni inenarrabili.

Maver

Mer, 29/05/2019 - 11:08

Credo che la colpa principale della Sinistra progressista sia l'aver precluso il dialogo. La Sinistra pretende di insegnare ma non ha mai inteso porsi seriamente in ascolto. E poiché il confronto è il sale della Democrazia la Sinistra, ritenendosi garante dell'unica forma possibile di espressione di una civiltà democratica ( e non ammettendo per questo alternative o critiche al suo verbo), ha una sua personale responsabilità nell'attuale crisi, che è anche una crisi democratica (benché non le vada attribuita una totale responsabilità in tutto questo ).

Mauritzss

Mer, 29/05/2019 - 11:10

Bella analisi, davvero, e mi sono fatto pure due risate . . . .

routier

Mer, 29/05/2019 - 11:12

E' la solita vecchia barzelletta che ormai non fa più ridere nessuno. Se voti per il mio partito, sei bello, colto e intelligente, se voti per i miei avversari (o meglio: nemici), allora sei un cafone incolto, brutto, xenofobo/fascista, e magari anche omofobo. (che non centra nulla ma sugli stupidi fa sempre effetto).

savonarola.it

Mer, 29/05/2019 - 11:20

I comunisti dimenticano un piccolo particolare; che la riforma della scuola l'hanno fatta loro. Il paese è indubbiamente composto da individui mediamente sottoculturati. Ma la colpa è delle riforme volute dalla sinistra. La scuola media unica, gli esami di maturità farsa dove il 99% è promosso, gli esami di gruppo all'università...Una sigaretta ed una laurea non si rifiuta a nessuno, si diceva ai miei tempi. Quanto a lerner (mi rifiuto di scriverlo maiuscolo) è talmente sgradevole già nell'aspetto, che non sono mai riuscito ad ascoltarlo.

savonarola.it

Mer, 29/05/2019 - 11:23

Pienamente d'accordo co AQUILAVOLSE. Chi vota decide anche il destino degli altri. Perchè io devo mettere il mio destino nelle mani di un ignorante e incapace?

gigetto50

Mer, 29/05/2019 - 11:34

…..ma allora….che dire della massa degli elettori PD/ex comunisti che erano e sono per la maggior parte, con tutto il rispetto, operai...

Giorgio Mandozzi

Mer, 29/05/2019 - 11:35

A questi signori vanno regalate camionate di maalox o gaviscon a seconda delle preferenze! Rancoristi e odiatori di classe da sempre vantano un'autoaccreditata ed ingiustificata "superiorità morale" che non trova alcun riscontro nella realtà ed anzi amplifica la voglia di superiorità di casta della sinistra. Davvero non se ne può più! Qualche volta guardatevi ad uno specchio non deformante!

Ritratto di Walhall

Walhall

Mer, 29/05/2019 - 11:38

L'immagine proposta in questo articolo evidenzia come certa intellighenzia affoghi nel colesterolo. Se non si sa amare e curare se stessi non si può amare nemmeno il popolo, quindi l'unica arma di difesa diventa l'offesa e il dileggio, coprendo gli intenti più dispotici. La sinistra dimostra una grande cultura in questo campo, simile alla. Corea del Nord.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 29/05/2019 - 11:40

Loro si che sono intelligenti, la loro base è formata da poveretti che litigano ancora con le aste ed i puntini e per capire qualche cosa devono frequentare ancor oggi le famose cellule dove apprendono cosa pensare. Ma che ridicoli e penosi. Maalox e tanta cremina per questi intelligenti.

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Mer, 29/05/2019 - 11:40

da bambino mettevo un sassolino a coprire l'entrata di un formicaio e aspettavo la reazione frenetica delle formiche che tentavano di rimuovere l'ostacolo che le ostacolava.Sentire Gad Lerner mi fa tornare bambino

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 29/05/2019 - 11:42

AQUILAVOLSE, un tempo i trinariciuti come te credevano nella dittatura del proletariato che (rozzo e ignorante) avrebbe dominato il mondo. Ora, siete diventati tutti maitre a penser e chi vota lega è un pre-fassista. Ora ti spiego una cosa che fai finta di non capire. Nella Capalbio al caviale ad altissima densità sinistra la Lega ha preso il 47.25 dei suffragi. I komunisti dismessa la polo rossa e indossata la camicia verde, sotto le cui maniche hanno nascosto i Rolex, praticando una politica anti immigratoria, (tant'è che contro tale "invasione" proposero anche un ricorso al TAR), hanno votato tutti Lega. Usa quindi, il cervello e non dire corbellerie..

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Mer, 29/05/2019 - 11:45

AQUILAVOLSE, attenzione a mettere delle patenti perché carissimo "sapientino" forse lei sarebbe il primo a non votare!

gigetto50

Mer, 29/05/2019 - 11:46

...comunque non solo in questo paese….ricordo la notte (in Italia) dei risultati elezioni USA di due anni fa, il "grande" Alan Friedman che commentava per la RAI quindi in italiano, dire in diretta dopo aver dovuto constatare la vittoria di Trump…."il ceto medio americano é ignorante"....Stessa cosa detta da personaggio nostrano nei giorni scorsi…...Evidentemente la sinistra usa lo stesso linguaggio...universalmente...

Maver

Mer, 29/05/2019 - 11:46

L'Intellighenzia Progressista di Sinistra sta rivelando il suo vero volto classista. Originando da un'idea di giustizia sociale favorevole alle classi subalterne in realtà aveva in animo di sfruttare queste ultime per creare un nuovo modello sociale che, lungi dal considerare l'ipotesi di consegnare senza remore le chiavi del potere alla base, intendeva in realtà creare una nuova élite oligarchica. Ora che quest' ultima si è insediata nei vertici poco le importa continuare ad avere il consenso della base; "vada pure al diavolo", non fu mai vero amore, molto meglio oggigiorno stringere il patto con i campioni del diritto e della finanza. Vi sono acuti analisti che hanno ben evidenziato questo paradosso (Charles Robin: "La sinistra del capitale e dell'alta finanza")

aswini

Mer, 29/05/2019 - 11:48

CARISSIMO AQUILAVOLSE, e io che ero convinta che le pen fosse uno scittore belga, che la rivoluzione francese fosse avvenuta durante la guerra della colonie francesi contro la "madre patria" e poi il parlamento europeo non è a Berlino ? allora sarà ad Oslo, ci metterei la mano sul fuoco Comunque alla faccia dell'intelligenza sinistroide, ha superai 60 da un po' e guarda caso sono laureata, ho diritto al patentino per votare ? oh naturalmente i sinistri

Rixga

Mer, 29/05/2019 - 11:48

A chi paventa una patente per il voto: Se funziona come la patente di guida Ve la raccomando. Almeno il 90% dei guidatori commette regolarmente infrazioni, c'è non usa le frecce, chi non conosce le precedenze e i cartelli, chi non parcheggia tra le righe, chi usa il cellulare, chi beve, chi si droga, chi sorpassa i limiti di velocità etc... Tanto da fare chiedere ogni giorno quando ne vedi uno di questi...ma chi ti ha dato la patente? Eppure ormai guidano quasi tutti e gli scandali sulle patenti facili, sui rinnovi facili, su patenti per corrispondenza sono all'ordine del giorno. Nessuna patente quindi per votare, a parte che non è democratico (ma la sinistra non lo è mai), non risolve assolutamente nulla.

alex_53

Mer, 29/05/2019 - 11:48

Rosica Murgia! così dimagrisci.

idleproc

Mer, 29/05/2019 - 11:50

Memphis35. Il problema che hanno come intelligencija o élite autodichiarata è il QI basso, frutto di una rigorosa selezione a rovescio secolare oltre alla virtualizzazione della realtà quando la realtà mette in discussisione la loro condizione personale e dei loro referenti. Il QI basso implica che non capiscano quello che leggono, non si capiscono nemmeno tra loro, il che è ovvio, la realtà oggettiva quando la si nega per una virtuale elimina la verifica empirica. La selezione a rovescio ha operato e opera in tutti i luoghi ove anno messo mano. Il QI medio della popolaziona italiana è molto più elevato, anche di quelli che li votano per affezione a delle idee che stanno solo nelle chiacchiere e praticate all'opposto nella realtà. In sintesi sono buro-stalinisti riciclati nell'oggi.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 29/05/2019 - 11:50

Caro Savonarola nel pomeriggio mi recherò alla più vicina sezione del PD e chiederò ai presenti di spiegarmi cos'è la Maieutica e l'Apotema. In mancanza di precise risposte dirò loro, a tuo nome, che sono tutti pre-fassisti.

pastello

Mer, 29/05/2019 - 11:51

Monti e Prodi sono laureati

pastello

Mer, 29/05/2019 - 11:52

Bravo questo Marino. Un piacere leggerlo.

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 29/05/2019 - 11:53

@ AQUILAVOLSE, savonarola.it .....faber est suae quisque fortunae !! E voi 2 sembrate il massimo degli sfigati !!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 29/05/2019 - 11:56

AQUILAVOLSE, mai entrato in una qualsiasi osteria della bassa emiliana dove si pontifica ancora alla peppona? Da li capisci il Q.I. intellettivo del famoso zoccolo duro comunista. Gli ottimati, per intenderci.

Giorgio5819

Mer, 29/05/2019 - 12:11

Lo struggente eloquio di questa provola é una perla di auto-celebrazione.

il_corsaro_nero

Mer, 29/05/2019 - 12:13

@AQUILAVOLSE: a te servirebbe un TSO e pure urgente!

mich123

Mer, 29/05/2019 - 12:15

C'é qualcosa di peggio che perdere un'elezione. É alzarsi una mattina e scoprirsi inutile.

kayak65

Mer, 29/05/2019 - 12:22

e chi dovrebbe dare questa famosa patente per votare? I geni di sinistra che costantemente perdono consensi perche' non si fanno capire o non sanno cosa dire? quindi sono gli "intelligentoni" che sono ignoranti .non sanno spiegarsi e farsi comprendere. ergo la patente non va data proprio a loro. non si diceva la stessa cosa 5 anni fa quando vinse renzi...che strano

michele lascaro

Mer, 29/05/2019 - 12:26

Sarebbe il caso di affermare: No Flores...ma opere di bene!...

jaguar

Mer, 29/05/2019 - 12:26

Saremo incolti, ma sappiamo benissimo chi non votare.

mzee3

Mer, 29/05/2019 - 12:27

Che gli italiani siano ignoranti è altrettanto certificato dalle ultime e elezioni europee. Da cosa si deduce tutto questo? Dal fatto che le periferie(zone notoriamente destinate a cittadini di bassa cultura) hanno votato a dx, mentre nelle città e nei centri urbani il voto è andato a sx. Ripeto il 30/35% dei cittadini italiani(laureati compresi) sono degli ignoranti strutturali. Tutta gente che si può manipolare facilmente sia su questioni politiche ma soprattutto sociali e non parliamo di questioni economiche.

Aegnor

Mer, 29/05/2019 - 12:29

@AQUILAVOLSE - pensa che lo zoccolo duro del Partito Dementi votano perché secondo loro è un partito di sinistra e fa gli interessi dei poveri

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 29/05/2019 - 12:30

Ti do una dritta cara Murgia, in noi dentro l'anima e dentro il nostro corpo di tutti i colori e appartenenza politica c'è un po' di fascismo ed un po' di comunismo, chi più e chi meno. Lo domostra il fatto che anche tu usi modi fascisti. Lo so vorresti tapparci la bocca e la nostra libertà. Questo vuol dire fascismo, anche se non credo che i fascisti arrivino a tanto. Non è una prerogativa dei fascisti per quello che pensi tu, vedasi i centri sociali di sx.

Giorgio Rubiu

Mer, 29/05/2019 - 12:36

"La classe subalterna" sono quelli che,nella Rivoluzione d'Ottobre che vide la caduta dello Zar ed il sorgere del Bolscevismo,Lenin (si, proprio lui!) bollò,inventandosi l'allocuzione come "utili idioti". Gente che non ragionava in proprio ma costituiva la massa violenta che rese possibile il sorgere del "Sol dell'Avvenir".Lerner e Cuperlo, prima di definire classe subalterna quelli che hanno votato per la Lega,provino ad analizzare se lo zoccolo duro della sinistra è formato dagli "intellettuali di sinistra" o dalla massa fanaticamente attaccata all'ideale comunista incurante del fatto che si è volatilizzato,la dove c'era,in una settantina di anni durante i quali è stato imposto con slogan e, spesso, con brutali purghe!

gigetto50

Mer, 29/05/2019 - 12:42

…..no...non secondo loro….non possono pensare….devono solo eseguire ordine dei commissari politici….

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 29/05/2019 - 12:56

aquilaschiantò Mer, 29/05/2019 - 10:50,ehm,le inchieste,probabilmente, sono state fatte nei cessi sociali che,presumo, tu conosca moolto bene!!Alutammo

Dordolio

Mer, 29/05/2019 - 12:57

Aegnor ha ragione, caro AQUILAVOLSE. Se a sinistra ci fosse conoscenza delle cose, il voto al PD crollerebbe di brutto. Sono convinti che sia il partito dei poveri e dei derelitti, di quelle che una volta erano chiamate le "classi umili". E invece è il partito dei ricchi. Dei benestanti veri. Di quelli col portafoglio a destra e che esibiscono invece un nobile cuore a sinistra. La sinistra fa sempre il gioco del Grande Capitale. Anche quando sembra non saperlo... (Lo diceva Spengler....)

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Mer, 29/05/2019 - 12:58

Giuseppe Marino, grande. Articolo spassoso, che illumina, colpisce come tanti colpi di fioretto portati a segno.

CidCampeador

Mer, 29/05/2019 - 13:01

bisogna ringraziare franceschiello che ha distrutto la chiesa trasformandola in un partito politico di sinistra e con le sue porcherie ha tradito i fedeli

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 29/05/2019 - 13:05

Ho notato che in questi giorni post eloettorali l'accusa di fascisti lanciata ogni due minuti da mattina a sera a rappresentanti della lega e volgarmente pure dalla ai suoi votanti dallo feccia radical chic benevolmente accolta dalla RAI e dalla 7 che vomitavano insulti su insulti. Come per magia i fascisti sono spariti, quei fantasmi sembrano spariti, solo in qualche cervello malato alberga ancora. Dimostrazione che sputtanare non paga, se ne facciano una raggione quei conduttori di parte

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Mer, 29/05/2019 - 13:12

@savonarola - 11:20 - Guarda la stessa domanda me la sono posta anch'io, già anni addietro. Quando nel 1984 il PCI ha raggiunto il 33,33% oppure quando di recente Renzi ha superato il 40% dei voti. E mi sono dato una risposta: questa è la democrazia, anche se ci condurrà al dissesto. L'ammontare del debito raggiunto da allora mi ha dato ragione, e ora questo debito coarta le nostre libertà.

steacanessa

Mer, 29/05/2019 - 13:23

Ma perché la sinistra continua a dichiararsi progressista? Non lo è mai stata e tantomeno lo è adesso. Come l’islam Tende ad eliminare la dignità degli esseri umani riducendoli allo stato di irresponsabili individui da gestire a cura dei commissari politici/imam.

Una-mattina-mi-...

Mer, 29/05/2019 - 13:32

ORMAI A TUTTI E' CHIARO CHE IL PROBLEMA NON SONO I PRE-FASCISTI (PRESUNTI) E LE "CLASSI SUBALETERNE", MA I POST-COMUNISTI E LE ELITE INFAMI

Ritratto di lurabo

lurabo

Mer, 29/05/2019 - 13:47

bhe allora diciamo che loro e chi vota per loro li aveva giustamente classificati tempo fa Berlusconi!

Divoll

Mer, 29/05/2019 - 13:48

Invece di cercare di capire cosa c'e' che non va con il loro partito e con i loro programmi (ius soli, piu' europa, piu' immigrati, piu' diritti LBGTQWYZ), se la prendono con gli elettori e li disprezzano pure. In questo modo diminuiranno ulteriormente.

Palumbo

Mer, 29/05/2019 - 13:57

lasciateli cuocere nel loro brodo.

Triatec

Mer, 29/05/2019 - 14:01

Non capiscono una beata mazza, ma sono definiti intellettuali. Questo è il loro problema, si credono persone superiori e hanno l'orrore a mischiarsi con il subalterno popolino, per definizione ignorante.

leopard73

Mer, 29/05/2019 - 14:19

Un branco di SOMARI buoni a nulla non hanno la capacità di capire una MAZZA!!!! E vorrebbero comandare il PAESE!

Antibuonisti

Mer, 29/05/2019 - 14:22

la sinistra non se la fila più' nessuno (sano di mente ) per questo cercano immigrati di bassa levatura da abbindolare.

Cittadino58

Mer, 29/05/2019 - 14:24

La diagnosi di Giuseppe Marino è perfetta. PD scendi dal piedistallo e rifletti (ammesso che ne abbiate la capacità).

ClioBer

Mer, 29/05/2019 - 14:25

Dall’alto della (pretesa) loro intellighenzia e cultura, possono coniare tutti i peggiori epiteti che vogliono. Noi, con la nostra ignoranza, ringraziamo Saviano, Murgia, La 7 in blocco e tanti altri che, con la loro smisurata empatia ed onestà, hanno portato acqua dalla parte giusta. Purtroppo - dico per loro - dai risultati si evince che l’acqua è arrivata al mulino dove proprio non volevano arrivasse. Comunque, possono consolarsi, poiché condividono il “fallimento” con tanti media e mainstream, compreso FQ – in cui si possono leggere a iosa post di questo tenore, da parte dei loro lettori - dove, sarà pure una mia impressione, ma non escludo che, sottotraccia, siano arrivati certi tentacoli, il che spiegherebbe – potenza del vile denaro - la giravolta della propaganda grillina dell’ultimo periodo, a conferma che, a parte gli “eletti” e i loro sostenitori, tutti dotati da superiori virtù, il resto è (sana) ignoranza.

nopolcorrect

Mer, 29/05/2019 - 14:35

Un branco di mezze calzette auto-nominatesi intellettuali, in realtà ignoti a chiunque fuori d'Italia, che non sanno nemmeno che veri grandi intellettuali di Destra noti internazionalmente erano Gabriele D'Annunzio, Benedetto Croce, Giovanni Gentile, Luigi Pirandello e Guglielmo Marconi, gli ultimi due Premi Nobel.

bobots1

Mer, 29/05/2019 - 14:37

Articolo intelligente, divertente e veritiero.

nopolcorrect

Mer, 29/05/2019 - 14:43

Queste trascurabili mezze calzette intellettuali sono semplicemente state giustamente valutate e considerate come tali dalla maggioranza del Popolo Italiano. I nostri e le nostre si erano illusi di essere grandi e invece sono solo piccoli e piccole, il loro bluff non ha funzionato, è stato scoperto.

baronemanfredri...

Mer, 29/05/2019 - 15:07

MEGLIO UN SUB ALTERNO CON Q.I. DI 140 DIPLOMATO IN RAGIONERIA CHE ESSERE LAUREATO E CONSIDERATO PSEUDO INTELLETTUALE COL 6 POLITICO. BECCATI QUESTA

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 29/05/2019 - 16:12

avranno anche vinto i pre-fascisti, ma sicuramente hanno perso i pre-cotti visto che sono finiti tutti sulla tavola della chiattona sarda! ah ah ah! convinta che l' intelligenza si misura sovrapponendo le tessere del pd. di d'arcais neanche a parlarne, è un vecchio becero stalinista senza arte ne parte, ha sempre vissuto di sovvenzioni! gli altri sono il nulla rosso mestierante!

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Mer, 29/05/2019 - 16:13

Sull'argomento mi sovviene questa barzelletta: Un tizio entra in un bar supertecnologico per bere qualcosa. Il barista è un robot e gli chiede qual'è il suo quoziente d'intelligenza: "150" risponde il cliente. Allora il robot gli serve un whisky di malto di 16 anni, e inizia a parlargli di filosofia, storia, di problemi di meccanica quantistica, nanotecnologie ecc...L'uomo incuriosito decide di testare ancora il robot. Ritorna il giorno dopo e alla domanda sul quoziente d'intelligenza risponde:"90". Allora il robot gli serve una birra, e inizia a parlargli di calcio, di donne, dei suoi piatti preferiti ecc...Sempre più intrigato, il tizio ritorna ancora il giorno dopo. Il robot gli richiede il suo quoziente d'intelligenza e il tizio risponde:"20". Allora il robot gli serve un bicchiere di Tavernello e poi gli chiede:"Allora, si vota PD anche stavolta, eh?"

gigetto50

Mer, 29/05/2019 - 16:24

...quasi tutti ex sessantottini che pontificano, hanno goduto di voti sociali all'universita'...

roseg

Mer, 29/05/2019 - 16:42

mzee3 Eccoti di nuovo, il grande sociologo e statista ci hai nuovamente illuminati ahahahahahahahah.

Ritratto di Akula1955

Akula1955

Mer, 29/05/2019 - 16:46

@AQUILAVOLSE L'anno scorso accompagnavo in gita (lavoro presso un'agenzia turistica) un gruppo di turisti pidioti, arrivati in una piazzetta del paese che stavamo visitando, davanti alla statua di Garibaldi mi hanno chiesto chi era e che aveva fatto. Quindi carissimo pidiota anche tanti tuoi compagni di merenda dovrebbero fare un esamino prima di votare e forse, dopo aver studiato un pochino, non voterebbero per i sinistri.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 29/05/2019 - 16:50

Hanno parlato gli intelligentoni. Ma quelli che denigrano e sottovalutano gli altri per il loro pensiero, gli stessi comunisti non gli davano dei razzisti? Bene se lo dicano da soli a se stessi, manica di invasati ignoranti come capre.

tersicore

Mer, 29/05/2019 - 17:01

Rosicano anche nei talk show. Ieri, per quel poco che ho seguito "L'aria che tira", ho solo sentito sparlare di Salvini. Qui più che altro tira l'aria cattiva del PD...Per non parlare di TAGADA', dove mi ha colpito anche l'ignoranza della grammatica: su un cartellone esplicativo delle percentuali della Lega era scritto a caratteri cubitali: 40% DEGLI poveri e non DEI poveri! Un frutto della scuola dei sinistri, che aborre la meritocrazie e 'promuove' l'ignoranza?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 29/05/2019 - 17:12

mzee3, un giorno giovanni guareschi descrisse l'intelligenza dei comunisti: era un 15 agosto, due "compagni rossi" che abitavano un paesotto dell'emilia si avviarono all'edicola ad acquistare "l'unità" la prima cosa che lessero fu la data del giornale "15 dicembre" corsero a casa a indossare il cappotto!

sgarbistefano

Mer, 29/05/2019 - 17:16

La Murgia ha certamente un serio problema che la rende così acida e frustrata. Da molti, troppi, anni ormai, lei non pulisce dalle briciole il pavimento della sua camera da letto.

mzee3

Mer, 29/05/2019 - 17:24

giovinap ççç Guareschi era un grande e metteva in luce la povertà intellettuale ed ignoranza di una generazione, ma metteva anche la grande vivacità che avrebbe dovuto avere la chiesa data la sua grande influenza sulla popolazione. Oggi, è gravissimo che il 17% dei votanti (attenzione ho detto votanti e non aventi diritto) pur essendo un cospicuo numero di persone abbiano un così basso livello di cultura (politica, economica e sociale). Chi ha votato per le europee per felpini è solo (si fa per dire! ahimè)il 17%. Una minoranza rispetto agli aventi diritto. Ecco dove sta l'anomalia.

mzee3

Mer, 29/05/2019 - 17:27

roseg@@ ne sono felice! Come vedi ci vuole poco per far felice le persone. Basta capire qual è il suo limite. E' tutto qui la grande capacità di Felpini, colpire l'immaginazione dei deboli di cervello.

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Mer, 29/05/2019 - 17:41

.... I saputelli sinistrati sono alla canna del gas e cosa fanno? Offendono gli Italiani perchè non li votano più e preferisco la Destra... Bravi classica dimostrazione d'intelligenza, non c'è che dire: alle elezioni politiche prossime avranno tanti voti. Ah,ah,ah,ah,ah,ah!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 29/05/2019 - 17:41

mzee3, ci rifai con gli ignoranti? allora anche tu sei di quelli che indossarono il cappotto il 15 agosto per che lo diceva l'unità! oggi non conta nulla la "filosofia" la gente vota di pancia e a secondo dello stato economico in cui versa!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 29/05/2019 - 17:45

Aquila ecc ecc 10e50 e savonarola 11e20. Se cosi fosse e meno male che NON lo e, i vostri rappresentanti eletti fino alla fine degli anni 90 dalla cosidetta da voi CLASSE OPERAIA che avete sempre portato in palmo di mano ,non avrebbero dovuto essere eletti. Ad iniziare da Berlinguer in avanti!!!VI SIETE FREGATI CON LE VOSTRE STUPIDATE MENTALI!!!!!jajajajajaja.

Trinky

Mer, 29/05/2019 - 19:43

Hanno parlato quelli che rappresentano i nazisti rossi! Ma quersta palla di lardo deve sempre apparire?

Triatec

Gio, 30/05/2019 - 01:00

mzee3 @ "Chi ha votato per le europee per felpini è solo (si fa per dire! ahimè)il 17%". Bravo! usa lo stesso metodo di calcolo e fammi sapere la percentuale ottenuta dal PD e dal Movimento 5*. Ad maiora semper.