Il premier tradisce gli accordi e apre ai piccoli sull'Italicum

La maggioranza è nei guai. E Renzi scrive ai senatori: modifiche sulla legge elettorale in cambio del nuovo Senato. Il voto finale il 2 settembre

Ieri Matteo Renzi ha preso carta e penna e ha messo nero su bianco l'offerta che da tempo circolava nei boatos di Palazzo: manteniamo la compattezza e sbrighiamoci a sbloccare la riforma del Senato, è il messaggio inviato ai senatori di maggioranza, e poi si potrà passare alla legge elettorale. Su cui sono pronto ad «affrontare i nodi ancora aperti: preferenze, soglie, genere», concedendo alcune delle modifiche agognate dai piccoli partiti e sollecitate anche da settori del Pd. A patto, spiega, di tenere fermi «i punti fondamentali: chiarezza del vincitore, premio di maggioranza proporzionato, principio dell'alternanza». In cambio, secondo le indiscrezioni trapelate in serata, il governo sarebbe pronto a recepire poche e mirate modifiche per arrivare alla pausa estiva l'8 agosto solo con le dichiarazioni e puntare al voto il 2 settembre.

La lettera serve da una parte a spronare i suoi, stremati da un tour de force di cui non si vede ancora l'uscita, dall'altra a mettere alle strette anche la minoranza anti-riforma, infilandola sempre più nel ruolo dei «gufi» che fanno ostruzionismo contro il cambiamento, chiamandoli con sarcasmo «i presunti difensori delle istituzioni». E spiegando che «vedere il Senato costretto a perder tempo senza poter discutere in modo civile ma attraverso emendamenti burla è triste».

L'apertura sull'Italicum viene applaudita dalla minoranza Pd (il primo è Stefano Fassina) e dall'Ncd, ma suscita irritazioni dentro Forza Italia. E qualcuno insinua il dubbio che il fine ultimo di Renzi resti quello di andare al più presto al voto, con una legge elettorale modificata per blindare la maggioranza (con tanti saluti al patto del Nazareno), per affrontare con un Parlamento più «renziano» la resa dei conti sull'economia e anche l'elezione del prossimo capo dello Stato.

Sulla riforma del Senato, comunque, opposizioni si sentono effettivamente in difficoltà: «Li vediamo anche noi i sondaggi e sappiamo che Renzi è bravo a mandare i suoi messaggi e a farci passare per i paladini del Palazzo che fanno le barricate per la poltrona contro il cambiamento», sospira uno dei «resistenti». Tanto che in serata, dopo l'ennesimo agitato summit a Palazzo Madama tra «dissidenti» Pd (Chiti, Tocci, Corsini, Mineo), Sel, grillini, leghisti e dissidenti di Forza Italia (Minzolini), Vannino Chiti si fa promotore di una mediazione con Palazzo Chigi offrendo un ramoscello d'ulivo: noi ritiriamo il grosso degli emendamenti se tu ritiri la tagliola, fai qualche apertura (su immunità e referendum) e rimandi a inizio settembre il voto finale sul disegno di legge. La proposta, spiegano a Palazzo Chigi, è vista di buon occhio dal governo: «Vogliamo portare a casa le riforme, se chiedono una settimana in più nessun problema». Anche se Renzi resta scettico: «Voglio vedere se Sel e grillini sono disposti a fare il passo indietro: la proposta ha senso solo se loro ritirano gli emendamenti o continuano a bloccare tutto». Ma il premier, che legge i sondaggi, si mostra assai sicuro: «Si sono messi in un cul de sac da soli, gli ostruzionisti: hanno tutta l'Italia contro. Siamo disponibili a dargli una mano per uscirne, ma mollino gli emendamenti».

Intanto, il premier ha ben altre gatte da pelare: un faccia a faccia con il ministro Padoan sul dl Sblocca Italia; un incontro con D'Alema sulla partita ancora in alto mare delle nomine Ue; una conference call con Obama, Merkel, Cameron e Hollande sui molteplici fronti di guerra che si stanno aprendo tutt'intorno all'Europa. A sera, da Palazzo Chigi parte l'ultimo tweet : «I gufi, le riforme, i conti non mi preoccupano, la Libia sì. Ma sembra impossibile parlare seriamente di politica estera. Piccinerie».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 29/07/2014 - 08:17

è quello che sospettavo io, qualche giorno fa! renzi che fa il cascamorto con entrambi gli schieramenti, pone un limite temporale ma senza chiusure, anzi, elastico.... uno cosi, come si fa a fidarsi? anzi, pur essendo un nuovo comunista, non si può proprio fidare. è contaminato da ideologie comuniste. al rogo!

francesco de gaetano

Mar, 29/07/2014 - 08:51

I politicanti italiani con in testa il l'inquilino del Quirinale hanno avuto l'abilità di mandare a governare il Paese un "BISCHERO".Non vi affannate a trovare soluzioni magiche per salvare l'Italia.Ormai siamo alla frutta e non ci resta che piangere.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 29/07/2014 - 09:00

Caro Cavaliere hai visto? Davvero ti eri illuso che il giovane bischero toscano del PD fosse diverso dal solito ciarpame politico cattocomunista? Oppure eri convinto che il Fonsi de noantri fosse il meno peggio sulla piazza? Lo avresti dovuto capire subito che il bulletto fiorentino, al di la delle simpatiche apparenze, fosse un altro saltafossi pronto a repentine conversioni di 180 gradi pur di rimanere a galla. La scelta di Renzi di accantonare la conclusione della già avviata riforma della Legge Elettorale era più che un campanello di allarme. E' da lì che sono iniziati i contorcimenti, le piroette e le parziali retromarce del funambolo primo ministro sotto la spinta ricattatoria sempre più massiccia della componente ultracomunista di quell'intruglio chiamato PD. A mio avviso ti resta una sola cosa da fare: mandalo affanculo in diretta televisiva prima che sia lui a farti fare la figura del coglione! Se le elezioni non sono un problema per questo novello venditore di pentole non credo lo possano essere per uno come te. Staremo a vedere che fine farebbe quel 40,8 % ed anche quell'altro striminzito, 4 virgola qualche centesimo di punto del traditore Alfini. Una mossa che ti potrebbe offrire la possibilità di prendere TRE piccioni con una sola fava: Sotterrare Renzi, distruggere Alfini e tornare a Palazzo Chigi. Oppure ti sei scordato che “Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia. „. Erasmo da Rotterdam.

buri

Mar, 29/07/2014 - 09:00

fidatevi gente e prenderete un'altra fregatura, l'imbonitore sta uscendo allo scoperto, è pronto a rinnegare i patti sottoscritti

fiducioso

Mar, 29/07/2014 - 09:23

Nulla di nuovo. Tutto come dal solito copione comunista.

ilbarzo

Mar, 29/07/2014 - 09:26

Renzi in atteggiamento assorto,dando l'impressione che egli capisca qualcosa.Povero cocco,sei messo proprio male,forse la cosa migliore che ti riesce e' quella di imitare Fonzie.

disalvod

Mar, 29/07/2014 - 09:26

QUESTO E' QUELLO CHE RIMANE DELL'ITALIA,QUESTI SONO I POLITICI E, DI CONSEGUENZA, QUESTO E' IL POPOLO.LA POLITICA OFFUSCA L'OGGETTIVITA' DELLA RAGIONE CON LE SUE CONSEGUENZE.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 29/07/2014 - 09:35

Molto bene! Così Berlusconi forse imparerà cosa vuol dire fidarsi dei catto-comunisti. Certo sche, e non lo ha ancora capito a 78 anni, dubito che ci riuscirà nei prossimi mesi. Intanto dei voti ne ha lasciati per strada a milionate, con le sue aperture, forzate o meno che siano, prima a monti, poi a napolitano, a letta e a renzi. Quando capirà che o si sta al governo, o si sta all'opposizione, forse riuscirà a recuperarne qualche manciata.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 29/07/2014 - 09:38

quando si dice ingannare, truffare, ordire, mentire.... tipici metodi della sinistra! non a caso, vincono facile con questi sistemi! e poi dicono che sono democratici, rispettano la costituzione blablablabla... :-) loro !!! noi "bananas" che invece rispettiamo le leggi, finiamo sputtanati, messi in galera, denunciati, insultati... complimenti! bei sistemi i vostri PSICOSINISTRONZI!!!

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mar, 29/07/2014 - 09:42

Il bello è che stiamo parlando di riforme prodotte dal cdx nel 2005 e fatte bocciare dal PD .... ora dopo nove anni le ha riproposte lo stesso PD e sembra che vogliano bocciarsele da soli ... sono dei "formidabili" politici questi democratici, nessuno al mondo sarebbe in grado di fare una riforma annunciarla in ogni dove con orgoglio e poi bocciarsela da soli, altro che 40.8 questi meritano il primo premio in cialtroneria sono la rovina del paese.

elgar

Mar, 29/07/2014 - 10:02

Se lui (Renzi) viene meno ai patti a Berlusconi non gli resta altro che prenderne atto e mandarlo a quel paese. Così la figura dell'inaffidabile e dello sleale la fa Renzi. E Berlusconi potrà sempre dire che lui fino all'ultimo ha rispettato i patti.Salvando la faccia.

nicolaso

Mar, 29/07/2014 - 10:18

l'Italia non ha futuro con questi individui travestiti da sembianze umani che prendono il nome di politici.

fabio tincati

Mar, 29/07/2014 - 10:19

il peggio di tutto questo lerciume è una frase scappata a Renzi la sua preoccupazione è la Libia! Se scoppia del tutto la guerra, noi rimaniamo senza gas! E tra 4 mesi è natale! Questi sono occupati a fottersi l'un l'altro, ma se va avanti così si blocca tutto!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 29/07/2014 - 10:21

" salvando la faccia " ? ... Occorre salvare il Paese, brutti pidocchi che lo ammorbate con la vostra esistenza.

Salvatore1950

Mar, 29/07/2014 - 10:24

dunque riepiloghiamo : cosa e' cambiato in Italia neglu ultimi 5-6 mesi, da quando cioe' siamo governati da questo genietto iperattivo - tutti annunci, niente fatti- che tutto il mondo ci invidia e che la stampa nostrana osanna???? vi sentite forse piu' sucuri???....e' aumentata l'occupazione???.....pagate meno tasse??...cconsumate di piu'???...gli sbarchi di migranti e fecciume vario, portatori di miseria e malattie, si sono forse germati??...il PIL e' tornato a crescere??..il debito pubblico e' per caso diminuito??...i nostri due maro' sono forse tornati a casa???...avete notizie di investimenti stranieri in Italia o piuttosto di svendite di marchi italiani agli stranieri??...e le tanto sbandierate riforme, quelle con scadenza mensile chefine hanno fatto??...ha preso corpo quella elettorale??...e il famoso job act ha creato lavoro??...e la riforma della PA vi rende le cose piu'semplici??. e la riforma delfisco??e la riforma della giustizia dove si e' arenata??e intanto ieri se ne e' uscito con l'ultimo annuncio sulle unioni gay....insomma c'e' qualcuno che mi sa dire una cosa, dico una di positiva fatta in questi 5-6 mesi da questo buffoncello tutte chiacchiere? e per cortesia non mi nominate gli 80 euri perche' quella e' stata solo l'esca per far abboccare il " popolo dei cocomeri" che lo hanno portato al 40,8%. Voglio qualcosa di serio, di concreto, per favore.

Duka

Mar, 29/07/2014 - 10:31

E' un fanfarone venditore di pentolame TRADIRE i patti sta nel suo DNA-

Massimo

Mar, 29/07/2014 - 10:32

Mai fidarsi dei comunisti ...

Duka

Mar, 29/07/2014 - 10:33

Per uno che sale al potere con " stai sereno Enrico" tradire gli accordi è, per lui, meno di una sciocchezza-

MEFEL68

Mar, 29/07/2014 - 10:33

Una cosa è certa. Sono quasi TRE anni che Berlusconi non è più al governo, ma nessuna riforma (tasse a parte) è stata fatta. Questo nonostante che Renzi sia addirittura il leader del PD e che, in quanto tale, gode di un trattamento di privilegio da parte della stampa, della TV e delle varie forze politiche. Se non ci riesce lui, poteva riuscirci Berlusconi? Questa la risposta ai sinistrati che stigmatizzano le mancate promesse del Cav.

colapesce

Mar, 29/07/2014 - 10:34

al cavaliere conviene tenersi buono Renzi ............perche al peggio non c'è mai fine .......

demoral

Mar, 29/07/2014 - 10:35

stanno finendo anche i tempi supplementari e siamo sempre più in alto mare. L'unica cosa che ho capito è che non sanno cosa fare e continuano inesorabilmente a caxxeggiare. Dai, via Renzi e avanti il prossimo.

FRAGO

Mar, 29/07/2014 - 10:54

Italicum in cambio di riforme della Costituzione. Ma quel "BUFFONE", non comico, di Benigni, tace, con la RAI ci ha ammorbato, con beneplacito di Re Giorgio che lo applaudiva, "sulla costituzione più bella del mondo", quando era B. che la voleva cambiare ora tacciono . E' sempre così qualunque cosa si faccia se viene da dx è merda se la stessa cosa viene da sx è manna.

82masso

Mar, 29/07/2014 - 11:01

Speriamo che sia la volta buona e che finalmente sto mangia ribollita l'abbia capita, legge elettorale con preferenze e non più un parlamento di nominati, accordo con M5S (e si accantoni i personalismi una volta buona) e così facendo si accantona, una volta per tutte, B. dalla vita democratica del paese segnando la sua fine politica.

Gioa

Mar, 29/07/2014 - 12:27

VERAMENTE VERGOGNA!!. RE GIORGIO DOVE SEI FINITO...GURADA CHE HAI COMBINATO. ABBIAMO UN DOBBIO GIOCHISTA (RENZI)...LA DIGNITA' DOV'E' FINITA?. NELLE TASCE DI QUESTI KOMUNISTI E DEL PD.. ITALIANI SVEGLIATEVI...EQUITALIA ENTRA NEI CONTI CONRRENTI. QUESTO RENZI ALLA FRUTTA SI BARCAMENA...RE GIORGIO DATTI UNA MOSSA... BOMBAROLO DI POTASSIEVE (FI) HAI FALLITO...RITORNA A CASA... LE TASSE SONO ALLE STELLE...VOI SIETE INTOCCABILI E TOLLERATI I DIRIGENTI PUBBLICI CORROTTI E TOLLERATI....RENZI FATTI UN SONNO!!. FORZA ITALIA NUOVA PER DIRE BASTA AL DOPPIO GIOCO...

Gioa

Mar, 29/07/2014 - 12:29

RE GIORGIO HA MANDATO AL GOVERNO UN BISCHERO!!. COME DICHIARAVA IL GRANDE SOCRATE (VERA SCIENZA):..."OGNI SIMILE ATTIRA IL SUO SIMILE".... FORZA ITALIA NUOVA...BASTA CON I BISCHERI.

Gioa

Mar, 29/07/2014 - 15:25

E' VERO...LA POLITICA OFFUSCA L'OGGETTIVITA'..L'OBIETTIVITA', LA RAGIONE LOGICA DI ALTRUISMO. LA POLITICA DOVREBBE ESSERE PASSIONE...PASSIONE?...GIA' LA PASSIONE DI RIEMPIRSI LE TASCHE CON LA CONSAPEVOLEZZA CHE TANTO A PAGARE SIAMO NOI!!. EQUITALIA CONTROLLA I CONTO CORRENTI DEI LAVORATORI...EQUITALIA PERCHE' NON CONTROLLI I TUOI AMICI POLITICANTI....NON CONTROLLARE BERLUSCONI!!. LUI E' DA 20ANNI CHE LO CONTROLLARE. EQUITALIA PRENDI ESEMPIO DA TRAVAGLIO CHE HA CAMBIATO DIREZIONE VERSO CHI?: VERSO LA BOSCARELLA LA SANTA DA INCORONARE ANCHE QUESTA... FORZA ITALIA NUOVA PER DIGNITA', PASSIONE, VOLONTA', DECISIONE PER IL BENE DEL NOSTRO PAESE...L'ITALIA!!.

Vero_liberista

Mar, 29/07/2014 - 16:54

Fornisco alcuni dati illuminanti sull'efficienza dei "Governi Napolitano " (Monti - Letta - Renzi ), quindi dal 2012 ad oggi, dati tratti da un rapporto aggiornato al 18 giugno scorso, reperibile sul sito della Presidenza del Consiglio, sul monitoraggio di avanzamento degli iter legislativi delle norme (affinchè diventino operative). Il dato riguarda in particolare l'emanazione dei decreti attuativi delle leggi approvate dal Parlamento, senza i quali le norme non hanno alcun effetto: Bene, il governo Renzi deve emanare ancora 133 decreti sulle 24 normative che ha varato che li prevedono; ma sopratutto deve ancora varare 345 decreti sui 457 previsti da norme del governo Letta (2013), quindi a un anno di distanza ancora il 75% di norme da varare e leggi da rendere operative; e deve emanarne ancora 339 su 846 previste dal Governo Monti (2012), quindi a 2 anni di distanza ancora un 40% di norme da varare e leggi da rendere operative; se tanto mi da tanto quelle che sta vrando Renzi diverranno operative fra 3 anni, forse. E intanto imprese e famiglie, aspettano, pagano, a volte crepano... Questo è il governo che si vanta di essere speedy gonzales. Questo è il sistema che gli italiani hanno voluto bocciando le riforme volute da Berlusconi nel 2005. Questo è il governo che dovrebbe sostenere il Paese con i tempi imposti oggi dalla globalizzazione e dai tempi dell'innovazione...E la maggioranza degli italiani, guidati come pecore ammaestrate da giornali e tv, tutti dietro a Renzi e Grillo a belare la loro felicità per le Riforme di senato, province e legge elettorale o per gli 80 euro in busta e/o per le condanne di Berlusconi, per loro le priorità sono queste..e allora che si tengano questa Italia, se a loro piace così tanto...

Anonimo (non verificato)

ilbarzo

Mar, 29/07/2014 - 19:13

Vedendolo cosi di primo acchito,Renzi sembrerebbe una persona onesta,mentre o la vaga impressione che sia il piu' disonesto dei disonesti.Letta ne sa qualcosa anche se non si esprime.

ilbarzo

Mar, 29/07/2014 - 19:15

Berlusconi,manda questo signorino di merda a fare in culo.Quello e' il posto dove si trova piu'a suo agio.

ilbarzo

Mar, 29/07/2014 - 19:20

Mi chiedo come Napolitano abbia potuto avere fiducia in un mentecatto, fanatico,spocchioso e ambizioso come questo signorino da strapazzo.Evidentemente anche Re Giorgio in gioventu' era al suo stesso livello.