Primo non rubare

L'avvocato che ha ucciso il ladro rischia di andare in galera. Ma il cattivo non è lui

Non invertiamo l'ordine dei problemi. La minaccia per la società sono i ladri, non quelli che sparano ai ladri, che semmai sono una minaccia solo per i ladri stessi. Non importa cosa spinge un uomo a sparare contro chi vìola la sua casa. Che sia per paura, panico, rabbia o imperizia, il punto centrale deve restare uno solo: primo, non si ruba. Sul secondo punto, che in assenza del primo neppure esisterebbe, cioè sulle conseguenze anche tragiche di un furto, se ne può parlare, ma nessuna discussione può portare a confondere i giudizi su chi, in vicende di questo tipo, è il bravo e chi il cattivo.

Per cui anche sul caso di Latina non ho dubbi: dalla parte giusta sta l'avvocato Francesco Palumbo, 47 anni, da quella sbagliata Domenico Bardi, 41 anni, un pluripregiudicato sorpreso dal Palumbo a svaligiare con due complici la casa di suo padre. Ha sparato, l'avvocato, e ha colpito a morte il Bardi. Ora è accusato di omicidio perché secondo i pm non avrebbe agito in stato di necessità.

Non ho idea di come i magistrati possano valutare lo «stato di necessità» che percepisce un uomo che si trova in casa sua di fronte a tre delinquenti. Però so due cose. La prima è che la Costituzione all'articolo 42 «riconosce e garantisce il diritto alla proprietà privata», principio che purtroppo lo Stato troppo spesso disattende. La seconda è che il pluripregiudicato Bardi non doveva essere lì a svaligiare l'ennesima casa, ma nelle patrie galere. Ogni anno ci sono 260mila furti e rapine in abitazioni private, cioè 700 al giorno, 30 ogni ora, ma solo seimila balordi vengono individuati e fermati. E qui viene il bello: neppure uno su cento di loro passa in cella almeno un anno (la pena minima prevista) e la media di permanenza in carcere è elaborazione dati Istat 46 ore e 48 minuti. Di fatto, una generale impunità.

Erano questo Stato e questa giustizia in grado di difendere l'avvocato Palumbo dall'attacco a un suo diritto costituzionale? Numeri alla mano, direi proprio di no. Ha fatto bene l'avvocato a difendersi da solo? Direi di sì. Ha ecceduto? Può essere, ma semmai parliamo di un eccesso di legittima difesa per colmare l'eccesso di abbandono dei cittadini e l'eccesso di comprensione per i criminali. Siamo il Paese degli eccessi, e questo non è bello, ma giusto sarebbe punirli tutti o nessuno. Sarebbe una beffa per tutti noi vedere l'avvocato in galera e seimila ladri in libertà, pronti a colpire ovunque.

Commenti

Carlopi

Mar, 17/10/2017 - 16:32

Sottoscriviamo in pieno.

agosvac

Mar, 17/10/2017 - 16:36

Il problema è che in Italia c'è chi protegge i delinquenti invece di proteggere i cittadini!!!

Libertà75

Mar, 17/10/2017 - 16:39

Purtroppo c'è molta gente che pensa che il problema non sia il furto, ma chi si difende eccessivamente dalla rapina... Mi auguro che tutti i pensatori di sinistra ricevano debite visite... anche se voglio raccontarvi di una signora che sorprese i ladri, chiamò la polizia e il giorno dopo scrisse sul giornale che i poliziotti furono cattivi perché arrestano i poveri ladri applicando la forza fisica (piegarono qualche braccio per mettere le manette)

roseg

Mar, 17/10/2017 - 16:42

EVVIVA L'itaglia.

roseg

Mar, 17/10/2017 - 16:49

Il vero soldato non combatte perchè odia quello che ha di fronte a lui, ma perchè ama quello che è alle sue spalle.

manfredog

Mar, 17/10/2017 - 16:50

..non solo i comandamenti..lo dice anche il motto: 'Vivi e lascia vivere e poi..lasciati ammazzare'..!! mg.

Pitocco

Mar, 17/10/2017 - 16:50

I giudici che giudicano malamente i poveri cittadini che si difendono, hanno una opinione delle attività dei criminali poco approfondita. Ogni criminale che si rispetti sa che all'occasione potrebbe trovarsi davanti una persona impaurita e/o una persona che si vuol difendere. Sa quindi, in onore della sua professione criminale, che il rischio vita è presente e che se accadesse l'evento farebbe parte del suo bagaglio di esperienza, e quando gli va bene sa anche che può spillare molti denari all'incauto difensore dei suoi diritti. Il giudice invece ragiona spesso con il lato b del proprio corpo, o al massimo per qualche teoria giudaico-marxista. Invece, come ogni lavoro, il giudice dovrebbe rendersi conto che il rischio vita, come per la polizia, è uno degli elementi che fanno parte del lavoro del criminale e quindi lo si deve accettare per quel che è.

JACK-PULITORE

Mar, 17/10/2017 - 16:53

Ok, se primo è non rubare, allora dovrebbe valere per tutte le tipologie di furto e quindi anche per i professionisti dell'evasione fiscale, della truffa, della corruzione etc etc.. Dovrei sentirmi libero di sparare a colui che delinque in tal senso? Per quale motivo in Italia si fa distinzione tra un evasore fiscale (che ruba nelle tasche di tutti gli italiani ed in particolare in quelle dei suoi diretti concorrenti) ed il ladro che ti entra in casa?? Purtroppo al popolo italiano fa molto più scalpore e risulta più semplice ed immediato il secondo reato... Quando riusciremo a comprendere che RUBARE è rubare, in qualunque modo questo venga fatto, potremo anche scrivere "primo non rubare", altrimenti ci saranno sempre ladri di serie A e di serie B....

ciliegio

Mar, 17/10/2017 - 16:53

5° Non uccidere 6° Non commettere atti impuri (intanto un tu sai nemmeno icche vo' dire) 7° Non rubare

handy13

Mar, 17/10/2017 - 16:55

...ma perchè i politici NON riscrivono la legge.?...e NON si appropriano il dovere e l'onere di punire i magistrati che NON la applicano,? lasciando invece che siano altri magistrati a giudicare i magistrati.!!!

il sorpasso

Mar, 17/10/2017 - 16:56

Chi difende la proprietà va in galera chi ruba no! Quando cambierà questa legge del piffero?

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 17/10/2017 - 16:57

Nella mia vita preferirei incontrare un ladro che un assassino. E tu Sallusti?

Massimo Bernieri

Mar, 17/10/2017 - 17:04

Però non si possono sparare molti colpi quando uno sta scappando.Avesse sparato solo un colpo magari verso il basso,potrebbe essere omicidio colposo ma molti colpi,avrebbero potuto colpire qualcun altro.E' un avvocato dovrebbe sapere le regole.Con questo non sono dalla parte di chi delinque che deve mettere in conto la vita come "incidente di lavoro" come un elettricista che potrebbe restare fulminato o un tassista con un auto carro che gli passa sopra.

Ritratto di Grifona

Grifona

Mar, 17/10/2017 - 17:04

Direttore Sallusti, per quel che può servire, sono totalmente d'accordo con lei e SONO INCAZZATO NERO.

umbertoleoni

Mar, 17/10/2017 - 17:10

nessuna novità : questo è e resta il paese di pulcinella. Il parse un cui le peggiori brutture e la continua violazione nelle norme della convivenza civile, vengono violate PER LEGGE. Il paese dove esiste il reato tragicomico di "eccesso di legittima difesa", dove un onesto e tranquillo cittadino se sammazza un fior fiore di delinquente che vuole commettere un delitto IN CASA SUA, viene incriminato per omicidio perché ha sparato a 2 poveri delinquenti indifesi! C'è da scompisciarsi dalle risate! Evviva questa fulgida democrazia!!!

kallen1

Mar, 17/10/2017 - 17:16

Al suo posto io farei causa alla Stato perchè non ha trattenuto nelle patrie galere il Bardi che così non sarebbe entrato nella casa per rubare e l'avvocato non avrebbe sparato, e quindi ucciso, il Bardi. Da noi ci si preoccupa molto dei "diritti" dei delinquenti e poco o nulla di quelli delle loro vittime. Andiamo bene......

exsinistra50

Mar, 17/10/2017 - 17:36

Sottoscrivo totalmente.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 17/10/2017 - 17:38

Il problema è la "mentalità progressista" che ormai ha permeato tutti i livelli Istituzionali(primo di tutto quello Giudiziario)...Ecco perchè insisto che "qualcuno" dovrebbe cominciare a proporre che "tutte le cariche istituzionali" di un certo livello/potere discrezionale,dovrebbero essere ELETTIVE(quindi agganciate al "senso comune maggioritario")....per la mentalità "progressista" il LADRO è sostanzialmente un "poverino",un "emarginato",da non giudicare "per quello che fa"(male,violentando,uccidendo,etc.etc.), ma per quello che "avrebbe potuto fare/essere",se non fosse diventato un "poverino",un "emarginato",che non trova di meglio(a sua scusante),di agire come agisce....Questo SISTEMA è BACATO!!! Quando si smetterà di giudicare le persone NON per quello che fanno/dicono,ma per quello che "avrebbero pututo fare/dire",e pertanto penalizzare più chi si difende,di chi aggredisce????

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Mar, 17/10/2017 - 17:48

Direttore sono d'accordo con Lei.

t.francesco

Mar, 17/10/2017 - 17:57

POCO FA HO SUGGERITO DI DOTARE I LADRI DI SEGNALI LUMINOSI PER INDIVIDUARNE LA PERICOLOSITA' (MAGARI METTENDO UNA PALLA LUMINOSA AL POSTO DI UN OCCHIO).ALTRIMENTI COME SI PUO' DISTINGUERE UN LADRO DA UN ASSASSINO??? PREVEDERNE A PRIORI LE INTENZIONI???? I GIUDICI FORSE LO SANNO???? NON CREDO IL PROBLEMA NON E' PORGERE L'ALTRA GUANCIA, MA NON PRENDERE IL PRIMO SCHIAFFO. C'E' UN VECCHIO PROVERBIO CHE DICE "CHI MENA PRIMA MENA DUE VOLTE" E PERDERE QUESTA OCCASIONE POTREBBE ESSERE FATALE.

Ritratto di diemme62

diemme62

Mar, 17/10/2017 - 18:01

per handy13: si sa che cane non mangia cane ...

STEOXXX

Mar, 17/10/2017 - 18:03

Ha fatto benissimo a sparare e deve essere orgoglioso di aver ammazzato un delinquente, come lo sarei io !!!

KappaGi

Mar, 17/10/2017 - 18:05

Caro Direttore dal 1963 (anno del primo governo di centrosinistra) in Italia l'apertura non e' stata verso un partito socialdemocratico ma verso i socialcomunisti. Il marxismo e' incompatibile col liberalismo, infatti il primo considera la proprieta' privata un furto ed il secondo un bene sacro ed inviolabile. Dopo oltre 50 anni di cattocomunismo, compromesso storico ecc. ecc. emerge con tragica evidenza lo scontro fra chi si domanda se e' giusto uccidere una persona che tenta di rubare in quella proprieta' privata che considera frutto di un furto e chi la considera bene sacro ed inviolabile. Sarebbe tutto semplice se si volesse fare chiarezza fra due filosofie inconciliabili che hanno diviso il mondo e continuano e dividerlo, checche' se ne dica.

challant

Mar, 17/10/2017 - 18:07

Tutto giusto e condivisibile. Un solo appunto: "solo seimila balordi vengono individuati e fermati". I ladri professionisti commettono piu' del 90% dei furti, e prima o poi vengono arrestati. Tutti. Quei "seimila balordi" sono la grandissima maggioranza dei ladri professionisti, che se stessero chiusi in carcere come dovrebbero e come prescrive la legge non potrebbero piu' rubare, per cui il numero di furti si ridurrebbe a meno del 10% delle cifre attuali. Tutto molto semplice.

grog

Mar, 17/10/2017 - 18:09

Promuoverei l'avvocato a ministro della difesa (legittima) con annessa immunità.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 17/10/2017 - 18:15

---caro sallusti---da ateo le faccio una lezione di catechismo---titolo--i 10 comandamenti----i primi 3 riguardano il rispetto verso Dio--gli altri 7 sono per il rispetto verso l'altrui persona-diciamo che questi ultimi sono stati dettati in ordine di importanza--non uccidere è il quinto --non rubare è il settimo--lei in pratica sostiene che per tutelare il settimo possiamo tranquillamente non rispettare il quinto--teoria da troglodita -me lo lasci dire--le nostre regole di diritto -guarda caso--sembrano una diretta derivazione delle tavole bibliche--e se la vita di un essere umano(chiunque esso sia) viene tutelata un pò più della "roba"-non lo trovo così scandaloso-detto ciò--impugno il ferro e mi reco immantinente nella villa di un noto evasore fiscale conclamato-ladro dell'intera comunità---per farmi giustizia da solo---swag

asalvadore@gmail.com

Mar, 17/10/2017 - 18:17

La percezione della pericolositá di un tipo di azione porta la societá a formare delle norme che vanno dalle costumanze alle leggi. In quwsto caso non possiamo considerare il rubare alla stregua di dar un buon giorno e non lo abbiam mai fatto solo che nei tempi sono cambiate le severitá delle leggi che volevano scoraggiare questo tipo di comportamento. É venuta adesso l'ora di aumentare le pene e di dare ai cittadini la capacitá di reagire di fronte ad un delitto che é sempre pié violento. Un ladro deve sapere che affronterá una poissibile reazione legalmente violenta da parte della vittima ed anche conseguenze penali molto gravi, includendo l'espulsione dal paese. Questo sí che é un problema urgente per la sicurezza dei cittadini, questo sí é un DOVERE DELLO STATO. A confronto la distrazione del Jus Soli {e una partita a calcetto tra politici.

Ritratto di Vinicious

Vinicious

Mar, 17/10/2017 - 18:26

Direttore, non va in galera chi è cattivo, ma chi viola la legge. E uccidere qualcuno che sta rubando, significa violare la legge. E' molto pericoloso sostenere che un cittadino qualunque abbia di volta in volta la libertà di scegliere quali leggi bisogna rispettare e quali no.

tuttoilmondo

Mar, 17/10/2017 - 18:28

Dice la legge: l'azione di difesa dev'essere proporzionata all'azione di offesa. Vale a dire: "Ti posso ammazzare solo se mi ammazzi". Oppure:"Ti posso sparare solo se mi spari": Ma non devi colpirmi, altrimenti mi ammazzi. E allora posso ammazzarti anch'io. Se ti colpisco alla schiena vado in prigione. I delinquenti lo sanno e si mettono sempre di schiena. Posso sparare solo di notte. I delinquenti lo sanno e rubano di giorno. La legittima difesa è diventata un rebus di quelli tosti, di quelli che fanno passare la voglia di difendersi. Che sia questo lo scopo dei soliti buonisti che odiano gli italiani?

liberoromano

Mar, 17/10/2017 - 18:30

Insomma, se ti becco a casa mia a rubare, ti sparo, ti ammazzo, e diciamo la verità, mi dà anche una discreta soddisfazione. Se hai scelto di rubare devi anche accettarne le conseguenze. Poi, caso mai, saranno i parenti del ladro morto a vendicarsi, ma la legge farebbe bene a non rompermi tanto i cosiddetti.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 17/10/2017 - 18:36

Ha sparato a dei ladri? HA FATTO BENE, assolutamente BENE.

mariolino50

Mar, 17/10/2017 - 18:38

JACK-PULITORE Cè una non piccola differenza, il ladro che ti entra in casa ruba le tue cose, magari non di grande valore venale, ma dal punto di vista affettivo enorme, senza possibilità di risarcimento, inoltre spesso ti malmenano o anche uccidono. Gli evasori fiscali "rubano" a uno stato che più ladrone non esiste, io non lo posso fare, ma capisco chi lo fa, e poi non ti sparano o picchiano o stuprano, se ti sembra una differenza da poco. IO ho le armi in casa, ma le tengo chiuse e la cartucce da un'altra parte, perchè conosco bene l'assurda legge italiana, ma forse è il momento di rimediare a questo errore, perchè il detto dice, meglio un brutto processo che un bel funerale.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 17/10/2017 - 18:41

Nel caso specifico non sono d'accordo perché non c'era nessuna sorpresa, era suonato l'allarme ed il padre aveva chiesto al figlio di andare a vedere, lui ci va con un arma. Quindi la possibilità di usarla l'aveva contemplata, cosa diversa se in casa tua nel cuore della notte o del giorno ti ritrovi degli sconosciuti .Sono favorevole alla legittima difesa ma in questo caso il soggetto era pure avvocato e quindi sapeva benissimo come avrebbe dovuto comportarsi, per la legge italiana non basta mettersi una mano in tasca per essere ammazzato a pistolettate. Il caso danneggia chi si batte per cambiare l'attuale legge in senso più ampio dei casi attualmente considerati come legittimi.

mariolino50

Mar, 17/10/2017 - 18:43

challant questa che seimila sarebbero la maggioranza dei ladri italiani è la prima volta che la sento, pura fantasia, la maggior parte sono incensurati e nemmeno li cercano, del resto cercano poco anche gli autori di omicidio, quello dei maschi, delle femmine invece sì. Ricordo anche che abbiamo le più conosciute e potenti organizzazioni criminali del mondo, mafia non ha traduzione, come la pizza.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 17/10/2017 - 18:56

Potremmo mettere tutti i delinquenti in galera, MA QUESTI INFAMI RAPPRESENTANTI GOVERNATI, DELLA GIUSTIZIA E DEL CLERO, CI STANNO RIEMPENDO IL PAESE CON LA DELINQUENZA DEL RESTO DEL MONDO!!! PERCIÒ È LA POPOLAZIONE CHE DEVE PRENDERE IL SOPRAVVENTO, """COMINCIANDO UNA MARCIA SU ROMA E PRETENDENDO CHE TUTTI I COMUNISTI, I LORO ALLEATI E TUTTI COLORO CHE ABUSANO DI UNA PENSIONE NON GUADAGNATA, VENGANO INCARCERATI O MESSSI AI LAVORI FORZATI, NELLE SALINE O NELLE MINIERE"""!!!

Ritratto di adl

adl

Mar, 17/10/2017 - 19:01

Direttore, a me pare che i tempi siano maturi per proporre la seguente modifica dell'art. 53 della Costituzione per adeguarlo ai tempi ed alla realtà. Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della propria capacità contributiva. "Nessuno si aspetti alcunchè in cambio di tale contribuzione men che meno in termini di sicurezza e tutela della propria vita e/o incolumità". Il sistema .......omissis Che ne pensa ?????

Ritratto di pulicit

pulicit

Mar, 17/10/2017 - 19:15

Fare i ladri ha le sue problematiche,puoi restare ammazzato.Regards

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 17/10/2017 - 19:18

Maximilien1791 18:41 scrive : "non c'era nessuna sorpresa, era suonato l'allarme ed il padre aveva chiesto al figlio di andare a vedere, lui ci va con un arma. Quindi la possibilità di usarla l'aveva contemplata" - - - Ergo, secondo lei, avrebbe dovuto andare a vedere e magari chiedere agli intrusi cosa volessero. Se quelli rispondono che vogliono rubare e se non caccia i soldi/gioielli gli spaccano la faccia o peggio, solo allora la potenziale vittima può dire ai malfattori di aspettare un attimo che va a prendersi l'arma. Ecco, magari spieghi il suo punto di vista alle decine di persone anche coppie anziane che sono state ridotte a dei rottami viventi e anche non più viventi – Quanto alla sua teoria "non basta mettersi una mano in tasca per essere ammazzato a pistolettate"; bravo, aspettiamo di vedere cosa il malvivente tira fuori dalla tasca poi andiamo a fornirci di oggetto equipollente e, beninteso, di pari proporzioni.

flip

Mar, 17/10/2017 - 19:20

elkid. guarda che tutto ciò che è attinente alla chiesa o al culto , comndamenti. regole,norme,precetti, ecc. ecc. sono fatte dagli uomini e dai preti in particolare e di qualunque religione. non prevengono dall' Alto.....

maria angela gobbi

Mar, 17/10/2017 - 19:27

Non c è niente da fare,siamo in queste mani e non si sa come uscirne.Anche certe persone ( di sinistra ça va sans dire) provano pietà più per il ladro che per il derubato.Dispiace se ha famiglia,ma un lavoro ,magari umile ma onesto,o l'assistenza della Caritas,poteva averlo. Mah

edo1969

Mar, 17/10/2017 - 19:27

Sparare ad un essere umano non è sbagliato, è sbagliatissimo. Così come farsi giustizia da soli in genere. Ma state certi che con la mala-giustizia che abbiamo, di episodi come questi ne succederanno sempre di più. Se si assiste quotidianamente a fatti di cronaca in cui è più tutelato il furfante che la vittima, queste sono le conseguenze.

edo1969

Mar, 17/10/2017 - 19:31

elkid la quantità di banalità che riesci a snocciolare in un post ha dell'incredibile, sei da guinness dei primati

tuttoilmondo

Mar, 17/10/2017 - 19:31

Un ladro è sempre armato: Bastone, coltello, pistola. E' credibile che un ladro su sei sia armato di pistola? Io dico di sì. Ma non è sicuro. Allora chi fronteggia il ladro si trova nella situazione di chi si trova davanti ad un revolver con una sola cartuccia nel tamburo. C'è una possibilità su sei che parta il colpo mortale. Però può pure non partire. Alzi la mano chi potendo impedirlo sparando, decide di tentare la fortuna, decide di lasciar premere il grilletto al ladro sperando che non parta il colpo. Si chiama roulette russa. Perché, porco mondo, una persona che non vuole giocare alla roulette russa, deve passare guai giudiziari?

claudio63

Mar, 17/10/2017 - 19:32

A sinistra si fa spesso e volentieri confusione: il problema NON e' sparare ad un ladro, ma al fatto che uno delinque in casa tua, ti minaccia perche SA CHE RIMANE IMPUNITO. Il ladro conclamato che ruba come evasore fiscale non entra in casa vostra, Koglionazzi radical- chic, ma nel momento che lo fara', verra' freddato sul posto, ed a quel punto la legge verra' " interpretata" adeguatamente. siete una massa di ipocriti falsi e mentite sapendo di mentire.

Ritratto di lucaju

lucaju

Mar, 17/10/2017 - 19:35

...nella proposta di legge si fa riferimento ad una eventuale aggressione, sia essa pericolosa o meno, ma la vera aggressione non è sentirsi violato in casa propria?...ecco l'equivoco, AD ARTE, creato dai pidioti...

maria angela gobbi

Mar, 17/10/2017 - 19:36

Tutti quelli che obiettano,distinguono,fanno paragoni con ladri NON "maneschi",dovrebbero trovarsi soli indifesi di notte e lì scrivere un trattatello sulla difesa lecita.

m.nanni

Mar, 17/10/2017 - 19:37

i magistrati certamente dovevano verificare i fatti ma risparmiare all'avvocato un ulteriore supplizio di vedersi indagato con pesantissime accuse per essersi difeso in casa sua da un pericolo incombente da parte di pregiudicati in grado di sopraffarlo. lui evidentemente non s'è lasciato sopraffare.

soldellavvenire

Mar, 17/10/2017 - 19:47

primo non uccidere: secondo, non rubare, mosé ti manda a dire ma chi credi d’essere?

caste1

Mar, 17/10/2017 - 19:49

quando leggo certi commenti, faccio una cosa sola: prego con tutto il mio cuore Dio o il DIAVOLO affinché a questi santi uomini possa capitare di incontrare di notte, nella propria casa, mentre dormono lui e la consorte, un assassino, uno stupratore nella camera della propria figlioletta, un ladro pluripregiudicato. Dopo vorrei leggere i commenti della sua famiglia.

Cheyenne

Mar, 17/10/2017 - 19:54

PIENAMENTE D'ACCORDO IL FAR WEST LO FANNO I DELINQUENTI NON CHI SI DIFENDE DA ESSI

scorpione2

Mar, 17/10/2017 - 19:55

avvoca', stavolta lo prendi in cxxo, questo e' omicidio volontario, non centra ne furto e ne rapina, il caro avvocato e' andato a casa del padre con l'intendo di uccidere, era armato con due caricatori con 13 cartecce x caricatore, indacare su qualche processo che il padre o lui avevano in corso e magari andati male per i tre a dire dell' avvocato ladri.

grog

Mar, 17/10/2017 - 20:00

Se sparasse a Elpirl andrebbe promosso sul campo a Presidente del Consiglio. Uno che elimina i problemi (ladri e idioti) senza tanti giri di parole è una vera risorsa.

GPTalamo

Mar, 17/10/2017 - 20:04

No: primo e' avere Dio, non rubare e' un comandamento successivo. Se si vive senza Dio, e' perfettamente ok rubare, perche' l'uomo e' homini lupus. La legge degli uomini non dice non rubare, dice che se rubi vieni punito (sempre se sei preso).

ziobeppe1951

Mar, 17/10/2017 - 20:15

ANGELO LIBERO?... da quando?

moichiodi

Mar, 17/10/2017 - 20:25

Primo non rubare. Altrimenti ti sparo io.

Una-mattina-mi-...

Mar, 17/10/2017 - 20:30

A FORZA DI DEPENALIZZARE I VIGENTI DITTATORI SONO STATI COSTRETTI A PENALIZZARE LE VITTIME...

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 17/10/2017 - 21:06

Si attaccano al fatto che avrebbe sparato alla schiena. SONORA PUTTANATA!Gli ha sparato dal basso in alto mentre era su una scala, la stessa scala con cui si era introdotto, non invitato, in casa dei genitori dell'avvocato. Quindi non da dietro, ma dal basso in alto. Ma naturalmente i marxisti non riconoscono il diritto di proprietà!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 17/10/2017 - 21:09

Caro Sallusti, provi a spiegare questi ovvi concetti al suo amico e collega Paolo Liguori che, non più tardi di oggi alle 13,46 ha dichiarato pubblicamente che secondo lui si tratta di "omicidio volontario". Meno male che Nicola Porro si è dichiarato in netto disaccordo con lui. Ma qual'è la posizione ufficiale di forza italia su questa vicenda? mi piacerebbe sentire una parola da parte del Cav.... anche se la cosa non riguarda lui in prima persona, ragion per cui non ha alcuna importanza.

CesareGiulio

Mar, 17/10/2017 - 21:10

un tizio per radio poco fa ha detto che avere dei ladri in casa é come essere in guerra... e credo corrisponda perfettamente. in casa propria una persona ha il diritto di difendersi come puo'!!! sarebbe ora di adeguare la legge ai tempi...

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 17/10/2017 - 21:13

Sembrerebbe che il comandamento"NON rubare"sia stato disatteso...

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 17/10/2017 - 21:27

Lo dica in primis al suo padrone che ladro accertato e condannato è. E ruba a tutti noi con la sua evasione

Ritratto di gian td5

gian td5

Mar, 17/10/2017 - 21:45

Seguendo le vecchie linee guida del PCI (la proprietà è un furto e quindi rubare ai ladri è lecita ridistribuzione delle ricchezze) l'attuale PD coccola i ladri, i derubati, anche se a volte sopravvivono, non votano a sinistra.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 17/10/2017 - 21:49

@ANGELO LIBERO 70 - Sei così furbo e poco intelligente che te litroverai davanti tutti e due, in una sola persona. Se ci lasci le penne che facciamo, ridiamo? Barlafus. Di sicuro te la fai addosso, come tutti i comunisti.

forbot

Mar, 17/10/2017 - 21:56

Bravo il Direttore Sallusti - Sottoscrivo tutto quello che ha detto !

uberalles

Mar, 17/10/2017 - 22:02

In uno stato amministrato da delinquenti, che disattendono il volere degli elettori, è normale che succeda questo. Con le bestialità fatte dal PD, chi mai potrebbe votarlo se non chi ha sospesi con la legge?

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 17/10/2017 - 22:06

--edo1969--contento che il mio trollaggio e le mie swaggate siano di tuo gradimento swag---me ne ricorderò nel mio testamento--I promise

uberalles

Mar, 17/10/2017 - 22:08

x il forbitissimo elkid: senta, io non la conosco personalmente e non me faccio un cruccio; sarei, tuttavia, lieto, di saperla rapinato e picchiato da qualche delinquente, meglio se esotico e con la pelle scura; poi gradirei rileggere il suo punto di vista, magari senza quei "traccianti" fra un periodo e l'altro, non mi pare che la grammatica italiana li preveda nell'uso epistolare, deferenti ossequi.

uberalles

Mar, 17/10/2017 - 22:13

Sempre per elkid: il farabutto morto, momentaneamente ladro, col tempo avrebbe potuto macchiarsi di delitti anche peggiori, è l'evoluzione della specie e, magari, uccidere degli innocenti. Allo stato attuale, questo pericolo è scongiurato. Poi, se siamo in guerra con la delinquenza, il morto ci scappa con facilità...Mi sbaglio? Applicando impunità a dritta e a manca, ci ritroviamo nell'impossibilità di uscire dopo il tramonto: era un mio diritto, ora scomparso. Ancora ossequi.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 17/10/2017 - 22:26

Se certi commenti morissero nell'indifferenza sicuramente sparirebbero e l'autore disturberebbe altrove.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Mar, 17/10/2017 - 23:04

Solo una cosa ha sbagliato: doveva fare una buca e fallo sparire.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 17/10/2017 - 23:12

----caste1 non pregare molto --non vorrei che dio lo facesse a te il dono--proprio come nel film di troisi---io da ateo non corro pericoli in questo senso---swag--edo1969--contento che il mio trolleggiare e swaggare qua e là mi faccia finire addirittura nei guinness---fantasia al potere--Maximilien1791-tentativo vano il tuo--flessibilità dei commentatori in questa gabbia di matti è pari allo zero---il fatto che ogni caso sia peculiare è arabo per loro--vorrebbero una legge che giudicasse sulla stessa stregua chi ammazza l'intruso che ti sorprende ai piedi del letto e chi invece ti sta svaligiando una casa vuota a chilometri di distanza--caso quest'ultimo che presuppone l'abbandonare una condizione di non pericolo per andarsi a mettere a bella posta in una situazione di pericolo potenziale con le variabili che ciò comporta --e soprattutto andando a togliere ruolo a gente preposta e pagata con le nostre tasse per fare ciò--

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 18/10/2017 - 00:30

---intanto i bossoli ritrovati dagli inquirenti sul selciato sono saliti a 12 -alla faccia del pistolero--ma che aveva tra le mani?-un caricatore bifilare oppure ha avuto pure il tempo di ricaricare?---swag

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 18/10/2017 - 01:03

---uberalles---se un intruso mi sorprende in casa dove vivo--ripeto casa --hai presente? cucina camera da letto bagno ecc. e ritengo di essere in imminente pericolo di vita -sia io che la mia donna o mio figlio-è ovvio come il sole che sparo--e se tu hai letto di come vanno solitamente a finire questi casi -lanciati all'inizio sui giornali a caratteri cubitali-per poi finire nei dimenticatoi della memoria quando arrivano ad esito--scoprirai che la legittimità degli sparatori alla fine viene riconosciuta--se però mi squilla il cellulare che mi avverte volumetricamente della presenza di estranei nella mia villa al mare--io chiamo i caramba e me ne frego---non parto armi in pugno e lancia in resta infilandomi in una situazione della quale non posso minimamente prevedere i risvolti--poi aivoglia a parlare di legittima difesa--ma de che? delle masserizie? dei mobili in pericolo di vita?--swag

orailgo38383838

Mer, 18/10/2017 - 07:05

vorrei sapere perchè in questo paese allo sbandonon facciamo una raccolta firme per far capire che siamo d'accordo con l'abolizione del reato di eccessodi legittima difesa?? Direttore, perchè oltre a scrivere queste belle cose condivisibili, il suo Giornale non organizza questa cosa?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 18/10/2017 - 07:50

@ abj14, l'avvocato sparatore una volta verificato che non si trattasse di un falso allarme, poteva chiamare le FDO ed aspettare, poteva riprendere con il telefonino i ladri e la loro auto. Sapeva che in casa non c'era nessuno dei suoi cari quindi non c'era nessun rischio per le persone o la sua incolumità. Il caso che lei cita di vittime massacrate dai ladri non è raro ed è odioso ma non è certo questo che ha più similitudini con un tentativo di furto di un auto in strada ed il proprietario che esce di casa armato a difendere la sua proprietà.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 18/10/2017 - 08:08

Caro Direttore, il fatto che chi delinque non sconta la pena in galera come ci si sarebbe portati a credere a causa delle mille leggi e leggine che fungono ormai da patente per la semi impunità penso che siamo tutti d'accordo. Ma è una battaglia completamente diversa da quella sulla difesa legittima. Se vogliamo fare chiarezza si deve prendere coscienza che l'attuale ordinamento giuridico non ritiene che la difesa attiva della proprietà sia legittima. Una possibile soluzione per un diverso orientamento del diritto potrebbe essere una nuova legge che nel caso di violazione di domicilio con presenza di persone, quindi delle potenziali vittime di altri reati , scatti un nuovo inquadramento giuridico che ridefinisca la difesa delle persone e della proprietà.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 18/10/2017 - 08:14

@ elkid, grazie per aver letto il mio precedente commento. So che difficilmente quello che scrivo farà cambiare un opinione ma condividere la propria è un buon modo per mettere alla prova le proprie convinzioni e magari accettare anche il punto di vista degli altri. Alla lunga spero che la ragione prevalga. Do svidaniya

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 18/10/2017 - 08:20

Ogni Stato sovrano sulla faccia della Terra si fà ed applica le Leggi che ritiene più opportune; in alcuni paesi che gli occidentali giudicano "barbari" ai ladri riconosciuti colpevoli vengono tagliate le mani (pare che tale scelta funzioni egregiamente come deterrente); in altri paesi sparare ad un ladro -nel momento in cui viene colto a compiere il reato- è legittimato sia che a farlo siano Forze di Polizia che privato cittadino (che non viene poi perseguito dalla Legge locale); in Italia è in vigore una legge che premia il ladro [o qualunque malintenzionato intenda violare la PROPRIETÀ PRIVATA] e persegue chi ha tentato di difendere la propria CASA, LA PROPRIA PERSONA e LA PROPRIA FAMIGLIA, la definiscono civiltà e progresso, in realtà è una colossale presa in giro per coloro che ne sono vittime : le persone perbene = questo è delirio e follia insieme, di cui tutti dobbiamo ringraziare la solita nota corrente politica (sinistroide) italiana.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 18/10/2017 - 08:25

Il concetto di base a tutela della PROPRIETÀ PRIVATA deve essere CHIARO e imprescindibile : se lo spazio viene violato, prima ancora che la persona venga aggredita, LA DIFESA IN CASA PROPRIA È DA RITENERSI SEMPRE LEGITTIMA, anche se causi morte altrui (quella dei "non invitati") e con qualsiasi mezzo che ritieni opportuno utilizzare. BISOGNA LAVORARE SU QUESTO affinchè si arrivi finalmente ad un Ddl [naturalmente auspicando la vittoria del CentroDX alle prossime elezioni politiche] che AFFERMI e STABILISCA DEFINITIVAMENTE che LA DIFESA ALL'INTERNO DELLA PROPRIA PROPRIETÀ È semplicemente GIUSTA. SEMPRE.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 18/10/2017 - 08:56

Ieri in un programma Mediaset un giornalista ha sostenuto la tesi dell'omicidio volontario. OK. Suona un allarme, non vado a controllare? Ho una pistola autorizzata, non la porto? Trovo tre ladri in casa, che faccio? Mi attengo al dettato dei magistrati e li lascio fare? Mentre procedono faccio l'inventario? Chiedo se posso telefonare ai CC? Non sono armati? Io peso sessanta chili uno solo di loro novanta, non basta? Perché non fuggono? Strano... Perché sanno che sono e resteranno impuniti e nessuno li può toccare, solo i CC.? Ma non ci sono, non vengono, non mi hanno dato il permesso di chiamarli. C'è qualcosa che non torna.

Ritratto di manasse

manasse

Mer, 18/10/2017 - 09:22

finche la magistratura avrà come colore preminente il rosso non cambierà assolutamente nulla al toro ci sarà sempre chi difende la proprietà che la costituzione difende ma i rossi la considerano un furto

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 18/10/2017 - 09:26

"Non ho idea di come i magistrati possano valutare lo «stato di necessità» che percepisce un uomo che si trova in casa sua di fronte a tre delinquenti. " Ancora una volta Sallusti trasforma la realtà a modo suo. L'avvocato NON era a casa sua, si è recato a casa del padre (che sapeva essere vuota, quindi nessun pericolo per i suoi familiari) sapendo benissimo che vi avrebbe trovato dei ladri dato che glielo aveva segnalato l'allarme sul cellulare in più stanze, si è guardato bene dall'avvisare le forze dell'ordine (le quali ovviamente gli avrebbero detto di lasciar fare a loro) e piuttosto si è armato come se dovesse andare in guerra (tre caricatori). Ha svuotato un intero caricatore sparando ad altezza d'uomo (fori nei muri e nelle spalle del ladro che, peraltro, in base al racconto era su una scala quindi quello che meno poteva minacciarlo) altro che in aria.

Tommaso_ve

Mer, 18/10/2017 - 09:46

Sallusti, si può aggiungere, davanti alla possibile imputazione di omicidio volontario che, come tutti gli esperti di armi concordano, la pistola detenuta è stata espressamente concepita per ferire. Sembra assurdo ma è così: la probabilità di ferire mortalmente una persona con un calibro simile è bassa.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 18/10/2017 - 09:56

@aorlansky60 - 08:25. Lei sostiene che la difesa all'interno della proprietà privata è sempre legittima quando viene semplicemente violato lo spazio, anche provocando la morte altrui. Interessante teoria. Quindi se un adolescente entra nel suo giardino per fare una bravata, per es., per rubare un frutto da un albero, lei, in base a tale nuova norma, gli sparerebbe un colpo in fronte per farlo secco. Giusto?? E magari gli sparerebbe anche senza il tentativo di furto, perché per lei è sufficiente solo entrare nella "sacra" proprietà privata, per far scattare l'uso delle armi e il diritto di sparare (e uccidere). Giusto?? Però questa non è "legittima difesa", è un'altra cosa che non appartiene alla nostra cultura giuridica (e cristiana). Se ne faccia una ragione.

Mesules

Mer, 18/10/2017 - 09:59

Concordo : ma in questo Stato ci sono ancora speranze di veder difesi gli articoli della Costituzione e le regole civili più elementari ? Mi pare che lo sbando sia completo...

Mannik

Mer, 18/10/2017 - 10:22

Sallusti, completamente fuori strada, sta cercando di giustificare e lastricare la strada verso una cultura della giustizia fai da te tipo far west. Ma il senso di responsabilità lo ha riposto nell'armadio o cosa?

Epietro

Mer, 18/10/2017 - 11:27

Ho letto nei commenti molte invocazioni ai politici. Ma che volete che facciano, poveretti, le leggi contro i ladri non le possono fare perchè si auto danneggiano o danneggiano i partiti. A furia di pensare a come cavarsela soffrono tutti di terribili mali di capa, per cui sono invalidati e niente possono fare.

Libertà75

Mer, 18/10/2017 - 11:40

Quanta caciara per niente, vogliamo come in GERMANIA la legittima difesa putativa presunta! Stop! Cosa che non vuol dire (come qualche strampalato pensa) che si possa invitare a casa un amico e sparargli per poi fingere fosse un ladro. E non vuol dire neanche che si può sparare ad un bambino che scavalca per riprendersi il pallone! Anche in Germania finisci dentro se uccidi un bambino che ti scavalca il recinto di casa, non è che sono trogloditi!

Zizzigo

Mer, 18/10/2017 - 12:28

Lo stato è colpevole e latitante. Non ha obbligato il ladro all'iscrizione alla Camera di Commercio e ad aprire la dovuta partita IVA. Lo persegua, l'A.E., per non avere pagato decenni di tasse. Inoltre, il malvivente professionista, non aveva in mostra il cartellino distintivo fosforescente notturno, obbligatorio, con foto e indicante generalità e professione. Sono un po' più nervoso dell'avvocato e, del ladro, avrei cancellato la fisionomia. Indecente che i parenti (del ladro) abbiano, oltretutto, così tanta faccia di bronzo.

maugm

Mer, 18/10/2017 - 12:56

---caro elkid---da credente faccio una osservazione relativa alla sua strampalata teoria sull'ordine di importanza dei comandamenti -- quarto comandamento: onora il padre e la madre ---quindi uccidere è meno grave che omettere di onorare un genitore?--- MAH ! -- Immagino che ora replicherà incolpando Mosè---marameo

giovanni951

Mer, 18/10/2017 - 13:19

l’avvocato merita una medaglia avendo contribuito a rendere le strade piú sicure.

Ritratto di gourmet

gourmet

Mer, 22/11/2017 - 10:26

Ormai sappiamo tutti che in Italia, la PROPRIETA' PRIVATA è un DELITTO...!!! Quindi i LADRI e RAPINATORI devono operare ed essere incentivati a sottrarre ad ogni costo quei beni a chiunque li possegga... Nel malaugurato caso in cui venissero colti sul fatto... ecco pronta l'arma della giustizia che doverosamente garantisce loro l'impunità... NON solo... ma nella peggiore delle ipotesi nella quale qualcuno, sia lui cittadino che SBIRRO..., OSA fermarli sparando o peggio colpirli... allora si scatena la furia della repressione giudiziaria arrivando a garantire ai ladri (che poverini, stavano facendo solo il loro "lavoro" e volevano solamente rubare...) risarcimenti milionari...!!! Arrivando a mettere in galera chi ha OSATO fermarli.. ECCO... QUESTA E' LA VERA GIUSTIZIA POPOLARE... interpretata dalla nostra classe politica e giudiziaria...!!! SICURAMENTE IO HO SBAGLIATO LAVORO...