Proposta di legge dei grillini: "Abolire il canone Rai". Ma la Società è contraria

Il testo è stato presentato dalla deputata Maria Laura Paxia per equiparare la Rai alle televisioni private. L'amministratore delegato Fabrizio Salini ha detto che il servizio pubblico è già penalizzato

Abolire il canone Rai e sostituirlo con un gettito che consenta al servizio pubblico radiotelevisivo “di avere un bilancio e di lavorare bene”. É il senso della proposta di legge depositata alla Camera dalla deputata grillina Maria Laura Paxia, membro della commissione di Vigilanza Rai. Da Viale Mazzini è arrivata una risposta negativa perché si tratta di un’idea “impraticabile”, come sottolineato dal consigliere indipendente del consiglio di amministrazione, Riccardo Laganà.

Come riporta La Stampa, Paxia ha sottolineato che l’obiettivo della sua proposta di legge è quello “di equiparare la Rai alle televisioni private. Niente canone ma accesso libero alla pubblicità senza i limiti in vigore oggi. Ritengo giusto che l'Azienda pubblica - ha proseguito la deputata dei 5 Stelle - punti sulla qualità del servizio non potendo più finanziare i maxi stipendi con i soldi dei cittadini”. Paxia ha spiegato che in questo modo verrebbe modificato il finanziamento del servizio pubblico attraverso la sostituzione del canone con un gettito. Secondo la deputata, tale gettito verrebbe ricavato dall’imposta sui servizi digitali, da una tassa sui ricavi delle emittenti radiofoniche e televisive diverse dalla Rai e, in piccola parte, da un’imposta sui ricavi delle emittenti a pagamento, anche analogiche. E ha aggiunto che ogni anno sarebbe compito del ministero dello Sviluppo economico e di quello delle Finanze stabilire l’ammontare delle varie imposte.

La proposta di Paxia è stata bocciata da Laganà. Il consigliere ha spiegato che “inserendo il sostegno alla Rai nella fiscalità generale la si renderebbe dipendente dai governi di turno, asservita alle decisioni politiche e loro strumento di propaganda. Il canone certo - ha continuato - è garanzia di indipendenza economica dunque politica”. Laganà ha precisato inoltre che togliendo il tetto pubblicitario alla Rai, come voluto da Paxia, si andrebbe a rovinare tutto il mercato televisivo. E ha evidenziato che senza questo tetto si rischia di intaccare le risorse agli altri operatori del settore televisivo, radiofonico e della carta stampata, impoverendo il mercato delle piccole emittenti. Sulla stessa linea d’onda, l’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini, che ha parla di proposta “irricevibile” e ha evidenziato che il servizio pubblico è già penalizzato.

I 5 Stelle non sono comunque soli nella loro proposta. Anche il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, che ha definito anacronistico il canone televisivo in un’epoca digitale. Stesso discorso per Michele Anzaldi, deputato di Italia Viva e membro della commissione di vigilanza Rai, il quale ha avviato una petizione sulla piattaforma Change.org per la riduzione del canone.

Commenti

batteintesta

Lun, 18/11/2019 - 12:45

Strano che non accettino di rimpicciolire la mangiatoia... Allora o canone congruo e ZERO pubblicità o SOLO pubblicità come le TV private

VittorioMar

Lun, 18/11/2019 - 12:48

..recuperate il CANONE di RENZI ed usatelo per ABBASSARE LE TASSE e sarebbe già una tassa in meno...!!...PRIVATIZZATE LA RAI !!

kyser

Lun, 18/11/2019 - 12:56

tutte le televisioni camminano con le loro gambe, la Rai ha bisogno del canone...perché? ok ci desse garanzie di avere una televisione imparziale e non controllata ne varrebbe la pena, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti: la rai non riesce a essere diversa dagli altri canali.

fjrt1

Lun, 18/11/2019 - 13:04

La Rai venga messa in competizione con le televisioni private e soprattutto eliminato il canone. Finalmente i 5s fanno una proposta decente. Personalmente pago 3 canoni rai e nessuno guarda mai i programmi rai.

agosvac

Lun, 18/11/2019 - 13:08

Il canone Rai è una vera e propria prevaricazione anche perché non è una tassa sui servizi Rai ma sul possesso del televisore. Per quanto mi riguarda ormai non mi sintonizzo sulla Rai da decenni, eppure devo ancora pagare questa tassa balorda perché in possesso di un televisore tramite il quale vedo tutto tranne che la Rai.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 18/11/2019 - 13:15

RAI é un furto di stato. Ritornerò da SKY e disdirò il rapporto con RAI, comunista e inguardabile!

Ritratto di .repvbbliQetta.

.repvbbliQetta.

Lun, 18/11/2019 - 13:24

la (onorata) società è contraria al PIZZOcanone di mammamafiorai, e come poteva essere altrimenti?

maxfan74

Lun, 18/11/2019 - 13:50

Il servizio pubblico dovrebbe farsi pagare dalla pubblicità ed evitare ingaggi costosi per tenere i conti in ordine. La tv privata non ha costi e funziona grazie alla massa pubblicitaria, lo stesso deve avvenire con quella pubblica, se non ci riesce può pensare a licenziare i propri dipendenti.

Garganella

Lun, 18/11/2019 - 13:52

Strano che una grillina ragioni in questo modo. Comunque da appoggiare pienamente.

Giorgio5819

Lun, 18/11/2019 - 13:52

Il canone rai é un furto comunista.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Lun, 18/11/2019 - 14:11

Bello vivere a sbafo degli italiani vero RAI ???? PRIVATIZZATELA SUBITO !!! Cacciate i papponi in mezzo alla strada.

polonio210

Lun, 18/11/2019 - 14:32

Il consigliere Laganà,forse provenendo da Marte,non si è ancora reso conto che la RAI è la cassa di risonanza dei comunisti,o PD come si fanno chiamare oggi,e dei radical-shit in varie tinte pseudoecologiste e non.La RAI deve essere privata della famigerata estorsione,che comunemente viene chiamata canone,vivendo,sempre che ne sia capace,esclusivamente con la pubblicità.I M5S sono lontani anni luce dal mio pensiero politico ma,quanto proposto dalla Deputata Maria Laura Paxia,mi trova assolutamente concorde.Se dovesse dovesse passare la Sua proposta,gli italiani le innalzerebbero un monumento in ogni piazza della Nazione ad imperituro ricordo e riconoscimento.

baronemanfredri...

Lun, 18/11/2019 - 14:32

PIU' CHE ABOLIRE IL CANONE, SONO CONTRARIO AL CANONE MA NON CANCELLARLO ORA, IO ABOLIREI LA SINISTRA ALLA RAI QUELLA E' LA METASTASI MALIGNA DI UNA NAZIONE MORENTE.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 18/11/2019 - 15:00

non va cancellato il canone, va cancellata la Rai, carrozzone mangiasoldi.

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 18/11/2019 - 15:01

Certo che sia impraticabile rinunciare a 1 miliardo e 600 milioni di euro. Quelli che non pretendono Mediaset e le altre emittenti televisive, con programmi spesso migliori e spot televisivi di pari quantità.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 18/11/2019 - 15:08

Il canone RAI non ha più alcun senso, programmi di scarso interesse e pubblicità eccessiva non giustificano il canone.Dovranno cambiare totalmente cominciando a liberarsi dalle "morsa politica" e dedicarsi all'informazione "senza filtri".

ROUTE66

Lun, 18/11/2019 - 15:22

UNA VERA PROPOSTA SAREBBE UNA TESSERA RAI DA ACQUISTARE PER CHI VOGLIA VEDERE I CANALI RAI. COSì SI STA NEL MERCATO LIBERO. NON LO FARANNO MAI TROPPO GROSSO IL RISCHIO DI FARE FALLIMENTO. MOLTO MEGLIO DIRE SIAMO SERVIZIO PUBBLICO

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 18/11/2019 - 15:25

Non lo faranno mai: c'è troppa mangiatoia da tenere a galla..

venco

Lun, 18/11/2019 - 15:31

La Rai puo vivere con la pubblicità inutile che fa dei vari ministeri

titina

Lun, 18/11/2019 - 16:14

Allora aboliscano la pubblicità.

mareblu30

Lun, 18/11/2019 - 16:22

CERTO...., NON SI POSSONO AFFACCIARE AL PICCOLO SCHERMO, E PRENDERE PER IL C...O IL POPOLO ITALIANO PERSONE CHE GUADAGNANO MENO DEI CINQUEMILA AL MESE

lupo1963

Lun, 18/11/2019 - 16:25

Chiudere il carrozzone sinistroso .

01Claude45

Lun, 18/11/2019 - 16:56

CON CANONE ZERO PUBBLICITÀ. SENZA CANONE PUBBLICITÀ UGUALE ALLE TV PRIVATE.

Jon

Lun, 18/11/2019 - 17:09

ALLORA CHIUDIAMOLA LA RAI..!! SPACCIATORI DI FAKE NEWS, e non solo.. Sono piu' le notizie che nascondono per far spazio a programmi vergognosi, per rimbecillire il popolo,,

Valvo Vittorio

Lun, 18/11/2019 - 18:54

La RAI va privatizzata. Non esistono argomentazioni contrarie valide che asseriscono il contrario. La democrazia si difende con la pluralità di pensiero. Le scelte si fanno sulla convenienza e pluralità. Il pensiero unico è da regimi illiberali. Se un cittadino fa, una scelta sbagliata non compromette la libertà di opinione. In altri termini abolire il canone RAI non inficia la libertà di scelta. La RAI si trova in difficoltà economiche! E' facile spendere quattrini quando sono gli altri a finanziare con metodi coercitivi.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 18/11/2019 - 20:28

Proposta da appoggiare all'unanimità:tassa ingiusta che gonfia le tasche degli amministratori e giù di li...