"Ma quale censura su Report...". Il consigliere racconta la verità

Il consigliere d'amministrazione Giampaolo Rossi nella bufera perché ha chiesto all'ad Rai di verificare se Report ha violato la par condicio. Lui: "Voglio proteggere la Rai"

Report ha violato o no la par condicio? Se la puntata in questione - a pochi giorni da un importante voto - coinvolge Salvini, meglio non farsi questa domanda. O si scatena un putiferio, con la sinistra sulle barricate che accusa chi pone la questione di voler tappare la bocca a Sigfrido Ranucci e i suoi giornalisti sulle vicende che riguardano l'ex ministro.

"Ma quale censura", ci dice Giampaolo Rossi, il consigliere Rai che per primo ha chiesto all'ad Fabrizio Salini di verificare se ci fossero i presupposti per una violazione della par condicio, "Io ho semplicemente posto una domanda all'amministratore delegato. E cioè se l'ultima puntata di Report fatta a pochi giorni dalle elezioni in Umbria violasse le normative nazionali dell'Agcom e della commissione di Vigilanza sulla par condicio. Perché il servizio pubblico deve porsi questo problema".

Nella puntata andata in onda lunedì scorso, a meno di una settimana dalle Regionali in Umbria del 27 ottobre, la redazione di Report ha affrontato la questione dei presunti finanziamenti russi alla Lega di Salvini e in particolare dell'incontro tra Salvini e Konstantin Malofeev, l'oligarca russo che avrebbe fatto da tramite nella trattativa. Ma non è dei contenuti che si interrogano Rossi e Igor De Biasio - anche lui critico in consiglio di amministrazione -, quanto sull'opportunità di mandare in onda la puntata poco prima del voto: "Poteva essere trasmessa la settimana dopo la stessa puntata?", si chiede Rossi, "Perché c'è stata la necessità di trasmetterla a tre giorni dalle elezioni in Umbria?". Anche perché, ricorda, "la puntata è stata costruita con mesi di lavoro giornalistico" e sulla questione non ci sono novità eclatanti.

L'obiettivo, insomma, non era quello di evitare che Report parlasse di questa vicenda, ma di "proteggere la Rai da eventuali esposti che possono arrivare" e di proteggere "il pluralismo del servizio pubblico". "E spetterà all'ad verificare con gli elementi che gli verranno dati dall'ufficio legale se questa violazione c'è stata o meno", sottolinea, "Io non metto in discussione i contenuti: vada in onda, ma una settimana dopo. Che cosa cambiava se andava in onda la settimana dopo? Nulla, in termini giornalistici nulla. Allora viene il sospetto che si voglia condizionare l'opinione pubblica. E questo la Rai non se lo può permettere, ci sono i margini per la violazione della par condicio. Se non c'è stata meglio, ma se c'è stata l'ad dovrà intervenire".

Del resto come si fa a parlare di censura su un contenuto già andato in onda?

Commenti
Ritratto di ohm

ohm

Mer, 23/10/2019 - 21:09

VERGOGNATEVI ! E POI PARLATE DI STATO DI DIRITTO STATO LIBERO STATO DEMOCRATICO........TUTTO QUESTO E' UNA VERGOGNOSO ATTACCO ALLA DEMOCRAZIA ...IL POPOLO NON CONTA UN CAZ.O!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 23/10/2019 - 21:11

come vedete, correttezza! giampaolo rossi è una penna di questo giornale, quindi sa agire nel rispetto delle regole! e se intravvede una possibile violazione, fa benissimo a segnalare, come infatti ha fatto ! certo, è fin troppo sospetto che si voglia condizionare l'opinione pubblica, visto che è uno dei metodi della sinistra....

MOSTARDELLIS

Mer, 23/10/2019 - 21:49

Non solo è stata violata la par condicio, ma Salvini dovrebbe denunciare quegli pseudo giornalisti di radio kabul.

glasnost

Mer, 23/10/2019 - 22:06

Niente paura! La gente capisce più di quello che l'intellighenzia crede. Appare a tutti evidente che questa manovra dei sinistri è un tentativo di sviare l'attenzione dai problemi della gente che lavora verso trappole inventate ad hoc. Solo quelli della ZTL ci possono credere, ma tanto quelli erano già di sinistra.

killkoms

Mer, 23/10/2019 - 22:49

i com paneros sputt anano!

cuoco

Gio, 24/10/2019 - 00:20

Delirio: si parla della confezione e non del deflagrante contenuto. E' per questo che va abolito il suffragio universale: la maggiodanoranza dei cittadini è totalmente inconsapevole di ciò che succede nelle alte sfere. I giornalisti (escluso sparuti eroici casi) ben si guardano dal raccontarci qualcosa. Vergognosi

Gattagrigia

Gio, 24/10/2019 - 02:00

Niente da ridire di quando Salvini violava il silenzio elettorale, non da giornalista o cittadino, ma da ministro dell'interno? Perché le regole devono valere solo per i sinistri? I destraioli possono tutto? Mi ritorna in mente qualcosa....

Benny_Ito

Gio, 24/10/2019 - 06:00

Domandona, ma il giornale negli stessi giorni, ha smesso di pubblicare notizie che riguardassero politici di parte opposta alla lega? Se si tratta di informazioni, come quelle che si leggono qui, si puo' parlare di par codicio?

salmodiante

Gio, 24/10/2019 - 07:50

Mi chiedo se sia casuale questa fretta di Fazio e di Report in concomitanza con l' audizione di Conte al Copasir e dell' elezioni nella rossa Umbria? CAGOTTO ? Paura di perdere il posto in caso di ribaltone, amore odio nel governo giallorosso? Commissione di inchiesta sugli incarichi generosamente distribuiti a conduttori RAI, comunque non sarebe ina novità!

VittorioMar

Gio, 24/10/2019 - 08:00

..se la PROCURA di MILANO ritiene VERITIERA la narrazione di "REPORT"....magari con altri Elementi Utili...REQUISISCA le REGISTRAZIONI e CONVOCHI IL Giornalista e Tecnici responsabili in PROCURA....E' OPPORTUNO CONOSCERE LA VERITA' e non ILLAZIONI GIORNALISTICHE e FORSE "CALUNNIATRICI"...VOGLIAMO IL PROCESSO e una PRIMA SENTENZA !!!

MarioNanni

Gio, 24/10/2019 - 08:03

Il magnate russo portato irresponsabilmente alla ribalta da Report, ha offeso milioni di elettori della Lega che Salvini deve tutelare e perciò querelare per diffamazione il diffamatore; art 595 e segg, del cp. Il conduttore della trasmissione si è reso corresponsabile nella fattispecie penale del concorso. mentre l'art 57 cp espone il direttore responsabile o il suo sostituto alla sanzione di legge per omissione di controllo, ed impedire che si commettano reati, come la diffamazione. com'è possibile che la Rai non abbia difeso e tutelato milioni di cittadini italiani che votano Lega, trattati da razza inferiore, e senza un minimo di contraddittorio dal cd magnate russo? e il direttore generale e il presidente della Rai non intervengono su questa storia a dir poco grottesca?

maxmado

Gio, 24/10/2019 - 08:11

Viene il sospetto che si voglia condizionare l'opinione pubblica? Il sospetto? Ma che pinzerlacchere dite, è certo che la Rai, La7, Sky e tante altre tv minori da sempre cercano di tirare l'acqua al mulino della sinistra. Pseudo giornalisti alla Botteri, alla Gruber, alla … (migliaia di altri nomi) non fanno altro che condurre i loro porgrammi con livore contro il nemico di turno: Berlusconi fino a qualche tempo fa, Salvini ora. Le loro colpe? Avere anche solo la possibilità di mettersi tra il PD e la conquista del potere. E allora giù con ingiurie, con lo spiare dal buco della serratura della camera da letto, dal cercare disperatamente la minima cosa per montarci un caso, poi si sgonfierà, chi se ne frega, ma l'importante è sputtanare l'avversario a pochi giorni da un'elezione. Se ciò non è accettabile per le tv private, figuriamoci se lo sia per la Rai che fa tutto ciò coi ns. soldi.

Sempreverde

Gio, 24/10/2019 - 08:41

Ma chi l'ha vista?

Ritratto di tangarone

tangarone

Gio, 24/10/2019 - 08:44

Bene adesso voglio che prima delle elezioni in emilia si parli di bibbiano.

Ritratto di mailaico

mailaico

Gio, 24/10/2019 - 08:59

che grandi questioni. A zappare l'orto sotto la pioggia!

Ritratto di Roybean

Roybean

Gio, 24/10/2019 - 09:14

In quali altre nazioni del mondo la tv pubblica si occupa di fare campagne elettorali contro l'opposizione ? Cina, Eritrea, Zimbabwe, Venezuela?

Ritratto di nordest

nordest

Gio, 24/10/2019 - 09:16

Voi raccontate la verità che a voi. Comunisti fa comodo ; perché non parlare dei vostri illeciti CON LA RUSSIA.?.che per 50 anni Avete Manipolato?

Viewty

Gio, 24/10/2019 - 09:17

Ma non è sui contenuti che si interrogano Rossi e Igor De Biasio... Appunto, non è dei contenuti che dobbiamo occuparci, giusto? Evitiamo di farci la vera domanda: cosa ci facevano Salvini e Savoini con gli 007 russi? Prima i russi (e le aziende del Nordest amiche dei russi) o prima gli italiani?

guy

Gio, 24/10/2019 - 09:31

mi sembrano tutti ''beati candidi'' come se fossero una novità le porcate che fanno da sempre i comunisti contro chi non è dalla loro parte......la più grande,comunque, resta quella fatta sfruttando le miserie dei migranti con il falso buonismo per poter avere un domani i loro voti.

Cosean

Gio, 24/10/2019 - 09:55

Se il servizio pubblico viola la Par Condicio, lo viola anche una TV privata quando fa servizio pubblico! Cacchio credete di Prendere in giro? Se la TV di stato, ovvero quello che accomuna tutti i cittadini, non è libera di fare questo significa che in uno stato (ovvero il Popolo), è sottomesso alle scelte di pochi individui che fanno servizio Pubblico. State toccando un tasto troppo delicato.

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Gio, 24/10/2019 - 10:27

Ma quando arriva un referendum per eliminare la tassa RAI?? ai non comunisti?????

EliSerena

Gio, 24/10/2019 - 10:37

Invece di scrivere enormi cavolate informatevi. Non esiste par condicio per una elezione regionale , ma solo per le elezioni nazionali. E' dovere non opportunità della ai infirmare i cittadini e fare inchieste . Questo è umo scandalo che avrà conseguenze giudiziarie e politiche. Una persona che ha mentito da ministro degli interni, che ha cercato di svendere l'Italia alla Russia pe r4 denari. ( non conosco Savoini quando è stato il suo portavoce e lui praticamente è una sua creatura), deve sparire dalla politica. Lui fa battute ma non risponde nel merito perché non ha argomenti. Vergogna!!!!

PassatorCorteseFVG

Gio, 24/10/2019 - 10:41

il problema e uno solo:ci sono delle prove inconfutabili su questa vicenda? se si esibitele, vi saremo grati, se si fa una inchiesta su delle congetture e situazioni non chiare, come da questa vicenda si puo dedurre, visti i protagonisti poco credibili, la cosa cambia. poi mi chiedo: voi credete che il sig. putin, gia colonnello del K.G.B.SIA UNO SPROVVEDUTO? voi credete se la cosa e reale sia di dominio pubblico? non offendo nessuno, ma nessuno offenda quel poco di intelligenza che mi é rimasta.

Homunculus

Gio, 24/10/2019 - 10:45

Lo sputtanamento ad orologeria è sempre stato una prerogativa del sistema giudiziario mediatico che fa riferimento alla sinistra: niente di nuovo, ma nessun problema perché in Umbria perdono lo stesso, ed è solo un ultimo disperato tentativo di capovolgere sorti già scritte. Comunque, è pur vero che Report poteva anche fare un'inchiesta sulla gestione della sanità in Umbria o sulle società di Bianconi. Sarebbe stato anche più pertinente!

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 24/10/2019 - 11:11

Ma non penso che questo servizio di REPORT possa creare danni a Salvini...mi auguro che gli italiani ragionino con la propria testa!!!!

Una-mattina-mi-...

Gio, 24/10/2019 - 11:22

SERVE URGENTEMENTE UN REPORT SU... REPORT

VittorioMar

Gio, 24/10/2019 - 11:26

...ma siete così "TESTICOLI SINISTRI" da non capire che state RAFFORZANDO LEGA e FdI ??...oltre a Sprecare il nostro "CANONE" quotidiano...TEMPO e credibilità (in verità mai avuta !)....!!!

ST6

Gio, 24/10/2019 - 11:29

VittorioMar: "VOGLIAMO IL PROCESSO e una PRIMA SENTENZA !!!" Salvini non lo vuole. Adesso che fai?