Quei 750mila euro di sbilancio incassati dai coniugi Occhetto

Da Pieraccini all'ex pm Ayala ecco il tesoro portato a casa dai senatori. E la famiglia Occhetto è in attivo di 750mila euro

Giovanni Pieraccini, Mario Valiante e Karl Mitterdorfer sono nomi che, oggi, dicono poco al grande pubblico perché appartenenti a un'era politica ormai tramontata. Queste «colonne della Repubblica», ormai alla soglia dei novant'anni, fanno parte dell'elenco dei vitalizi assegnati dal Senato. Lontani dal Palazzo da più di trent'anni, hanno percepito l'assegno per tutto questo tempo e le erogazioni hanno superato di gran lunga il montante dei contributi versati durante una lunga e onorata carriera di parlamentari. Il risultato, però, è sconcertante. Lo sbilancio dell'ex ministro del Bilancio (perdonate il calembour, ma con Renzi ormai vanno di moda) Pieraccini - successore nel 1964 di Antonio Giolitti - è di oltre 2,5 milioni di euro, quello dell'ex dc Valiante di 2 milioni. Per l'altoatesino Mitterdorfer è superiore agli 1,75 milioni: niente male se si considera che il 95enne bolzanino da giovane optò per la Germania combattendo nella Luftwaffe e garantendosi una croce di ferro di seconda classe.

Il Giornale ha preso in esame l'elenco dei vitalizi in essere del Senato a fine 2014 e ha calcolato per cinquanta ex componenti dell'assise di Palazzo Madama la differenza tra il montante contributivo e le «pensioni» ricevute. Si è preso in esame un contributo medio annuo di 15.873 euro, la cifra grosso modo versata in media ogni anno dagli attuali senatori e comprensiva dell' addendum per ottenere la reversibilità a favore di coniugi e partner. Come erogazione si è considerata la cifra netta dell'assegno vitalizio mensile. A scopo prudenziale abbiamo considerato sospesa l'erogazione in caso di assunzione di altri incarichi pubblici (consigliere regionale, assessore, eurodeputato, componente di organi costituzionali) sebbene la riforma del regolamento sui vitalizi che ne prevede lo stop risalga al 2012.

Si possono così osservare alcuni casi specifici. Ad esempio, i coniugi Occhetto hanno ricevuto circa 750mila euro in più di quanto abbiano versato. L'ex segretario del Pds è «indietro» di 235mila euro circa, mentre la moglie Aureliana Alberici ha già ottenuto oltre 500mila euro in più delle trattenute. La loro somma è pur sempre inferiore allo «sbilancio» di altri noti esponenti dei Ds come l'ex presidente della commissione Stragi, l'avvocato Giovanni Pellegrino (-1,27 milioni) o come il politologo Gianfranco Pasquino (-800mila euro). Dietro i tre recordmen citati all'inizio figura un ex parlamentare comunista come Sergio Flamigni che, abbandonato il laticlavio nel 1987 si è dedicato a scrivere di «caso Moro» e loggia P2. Con un vitalizio di 6.227 euro mensili è stato sicuramente più facile: in questi 28 anni, però si sono prodotti circa 1,7 milioni di quello che per un normale pensionato si definirebbe «buco previdenziale». Che, poi, insomma è più difficile parlare di mancate perequazioni e sentenze della Consulta per chi riceve poco più di 1.500 euro al mese di assegno Inps quando per gli ex parlamentari, come detto, l'economia è cominciata solo tre anni fa. Vale anche per l'ex sottosegretario dc Riccardo Triglia (5.692 euro e una posizione in rosso per un milione).

Prima della riforma, infatti, con meno di trent'anni in Parlamento si riceveva l'85,5% dell'indennità. Se si aggiunge che anche le legislature concluse prima del quinquennio naturale venivano considerate come intere, si ottengono i superassegni di Mitterdorfer (6.868 euro) e dei democristiani Pietro Pala e Giuliano Zoso (6.227 euro entrambi) che hanno ricevuto oltre un milione in più di quanto abbiano versato. Lo stesso dicasi per l'ex ministro socialista Giorgio Ruffolo (4.581 euro di assegno e 861mila euro di ammanco). Così nell'elenco compaiono nomi noti come quelli dell'ex pm Giuseppe Ayala (-297mila), di Nando Dalla Chiesa (-256mila) e del sociologo Franco Debenedetti (-210mila). Il vecchio sistema, inoltre, consentiva di accedere al vitalizio anche con una breve presenza in Parlamento: è il caso di due esponenti di centrodestra come Jas Gawronski e il regista Pasquale Squitieri che hanno ottenuto un trattamento minimo secondo i vecchi parametri (2.381 euro). Avendo versato pochi contributi, però, le loro rispettive posizioni sono già in rosso per 320 mila e 434mila euro rispettivamente. Le regole attuali sono un po' più stringenti, ma non cambiano la sostanza della questione, ovvero se sia giusto ricevere un assegno «pensionistico» quando i contributi versati sono esauriti.

(1 - continua)

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 18/05/2015 - 08:43

E questi sarebbero gli ONOREVOLI?? Qualsiasi ditta gestita in questo modo dopo un po' è obbligata a fallire.E li chiamano onorevoli,e si offendono se vengono chiamati signore o SIGNORINA.

swiller

Lun, 18/05/2015 - 08:45

Ladri criminali.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 18/05/2015 - 08:47

VERGOGNATEVI !!!!!!!!

torodamonta

Lun, 18/05/2015 - 09:34

Questi sono i veri PARASSITI d'Italia , non i cittadini evasori , quelli che evadono per sopravvivere.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 18/05/2015 - 09:36

Miracolati? Questo termine indica chi ha ricevuto un beneficio da un ente supremo o terreno. Codesti signori (si fa per dire) non hanno "ricevuto" questi benefici: se li son inventati, autorizzati e versati. Tale sistema ha da esser definito "furto" e non "miracolo". Furto con destrezza, con raggiro, con inganno, in associazione, continuato, eccetera! La più completa ed astuta banda di malviventi che ha tuttora il coraggio di far chiamare i suoi componenti con il titolo di "onorevole". Stomachevoli!

magnum357

Lun, 18/05/2015 - 09:54

Questi SI SONO DATI DA FARE unicamente per ricevere laute prebende una volta lasciato l'incarico !!!! VERGOGNA, COMINCINO A TOGLIERE A QUESTI PARASSITI

Ernestinho

Lun, 18/05/2015 - 10:00

Alla faccia degli onesti pensionati che si sono visti defraudare migliaia di euro per il mancato pieno adeguamento di una modesta pensione. Ma Occhetto ed altri "compari di merenda" non erano comunisti? Forse sì, ma di nome, non di fatto!

Ernestinho

Lun, 18/05/2015 - 10:03

Ma il renzi perché non accenna mai a questi privilegi dei suoi "santi protettori"?

little hawks

Lun, 18/05/2015 - 10:05

Prima ci hanno rovinato con scelte errate nella gestione del paese, a cominciare dall'entrata nell'euro senza avere i conti a posto e con un cambio che ci ha impoverito e reso le nostre industrie meno competitive, poi si sono fatte delle leggi che gli permettono di vivere nella ricchezza succhiando le risorse che vengono dal sudore della fronte dei lavoratori. Credo che ce ne sia abbastanza per pretendere una pesante riduzione dei loro immeritati proventi. A chi devo dare il mio voto alle prossime elezioni?

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 18/05/2015 - 10:11

Parlare di contributi "versati", nel caso di gente comune, mi sta bene. Ma la "casta", non ha versato contributi: dal maltolto han fatto dirottare qualcosina per poter poi pretendere con maggior veemenza.

Ernestinho

Lun, 18/05/2015 - 10:28

E tra le tante differenze tra i pensionati normali e quelli privilegiati c'è anche quella che i figli ed il parentado di questi ultimi hanno un posto "privilegiato" assicurato (bugiardo chi sostiene che non è vero!) mentre i primi devono badare anche a figli e nipoti disoccupati!

MarcoE

Lun, 18/05/2015 - 10:30

Signori di che cosa ci stupiamo: questi hanno finto di difendere operai e ceti deboli e poi hanno incassato il premio e girano per le feste romane ... Sarà sempre così. Rimedi: NON ANDARE A VOTARE!

Rossana Rossi

Lun, 18/05/2015 - 10:46

E' UN VERO SCHIFO che i contribuenti vengano tartassati per mantenere questi signorotti in stile medioevale che spellano la plebe per mantenere i loro immeritati privilegi di fancazzisti parolai......italioti svegliatevi......

Giorgio1952

Lun, 18/05/2015 - 10:51

VERGOGNATEVI a cominciare dal perdente di successo Occhetto, quello della gioiosa macchina da guerra, uno che di nome fa Achille Leone ma dell'eroe dell'Iliade non ha proprio nulla, come non ha nulla del coraggio leonino. Se avesse un minimo di pudore il compagno dovrebbe rinunciare non ai diritti acquisiti ma ai privilegi requisiti! Tutti gli altri a seguire.

Ritratto di 654321

654321

Lun, 18/05/2015 - 10:55

Colui che invento' la macchina da guerra, ora si gode il suo villone nella Scansano rossissima , li regnano le sagre, la caccia al " cignale", tutto il resto non esiste. Come da foto, puo' permettersi anche il saluto da imperatore perpetuo.

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 18/05/2015 - 11:00

Cosa potrebbero dire i parrucconi della Consulta al riguardo? Non avendo argomenti potrebbero nel retrobottega del loro ricco palazzo allestire una stamperia dove prestarsi a stampare banconote per tutti, tra una sentenza e l'altra. Il loro verdetto non è stato unanime, parità perfetta ma grazie al voto del presidente che vale doppio ha prevalso il parere di chi condanna lo stato a restituire il maltolto. Bisognerebbe restituire tutto a tutti però. Cominciando a togliere ai politici che hanno già ricevuto da sette a dieci volte l'importo dei contributi versati e sono ancora vivi sulla nota spese di Pantalone.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 18/05/2015 - 11:27

CHI HA FATTO QUESTA LEGGE CHE REGALA VITALIZI D'ORO A GENTE CHE NON LI MERITA? L'INPS NON POTREBBE ANNULLARE QUESTI SCANDALOSI BENEFIT?

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Lun, 18/05/2015 - 11:46

E' una vergogna senza fine. E la vergogna diventa rabbia quando leggiamo i nomi di persone che biascicano sempre del loro impegno per i più poveri, i meno abbienti e via discorrendo. Ma non si guarderanno mai allo specchio della coscienza?

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 18/05/2015 - 11:47

Invidiosi, con tutto il bene che hanno fatto all'italieta, le quattro palanche che percepiscono mensilmente sono più che meritate e dovute...Chiedo scusa, lo spritz al prosecco che ho appena bevuto mi è andato sulla capoccia.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 18/05/2015 - 12:05

La rete è stata gettata ma noto con piacere che pochi pesci stanno abboccando. Sarà anche perchè oramai Occhetto è una mummia inesorabilmente caduta nel dimenticatoio e non rappresenta il classico personaggio "riempi-pista" ma, a parte pochi disperati casi, l'indignazione più che legittima è rivolta in generale verso quella classe politica che si è auto-concessa tali privilegi. Ora la mia domanda è la seguente: all'interno dell'articolo o degli articoli che verranno dobbiamo attenderci ancora l'elenco di altre vecchie mummie privilegiate oppure (magari) uno straccio di proposta finalizzata a contenere tali iniquità???

Imbry

Lun, 18/05/2015 - 12:05

Ma mi spiegate che caxxo hanno combinato questi "signori" nella loro vita per poter godere di tanti privilegi? sempre pasciuti ed incravattati con all'attivo zero ore di Lavoro (notare la L maiuscola). Hanno ridotto l'Italia ad un paese del terzo mondo alle ns spalle e percepiscono pure lauti compensi!!!! ma che schifo caxxo!!!!!!

maurizio50

Lun, 18/05/2015 - 12:11

Questi sono i frutti della democrazia in Italia, tanto decantata in tutte le occasioni dal Napoletano e compari! Gente mantenuta a vita!!! So bene che in questo Paese le riforme si potranno fare solo in danno dei poveracci!!!!!!

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 18/05/2015 - 15:18

Due domande facili facili: oltre ad Occhetto, ci raccontate quanti personaggi di destra prendono il vitalizio? Secondo: ci raccontate anche quante volte i precedenti governi di destra si sono adoperati per eliminare i vitalizi? Non ne ho memoria......

cgf

Lun, 18/05/2015 - 16:14

miracolati anche coloro ai quali risultano FIGURATIVI contributi quando avevano nemmeno 10 anni.

pgbassan

Mar, 19/05/2015 - 11:17

Essere di sinistra rende. rende molto.

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Mer, 20/05/2015 - 13:41

Achille caro.. ma lo sai che se stava Stalin e se avesse sgamato sto vitalizio, ti avrebbe spedito, con la zappa in mano, ai confini con la siberia, in nome del socialismo universale?.. mi sa che l'hai scordato.. e io sono qui apposta per infrescarti la memoria (che a voi di sinistra si offusca spesso)

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Ven, 22/05/2015 - 17:12

Faremo una colletta! Ma l'URSS non portava pace e ricchezza meglio farsi mantenere come Marx dall'amico Kompagnuzzo? E questi Valori? Pensaci Giacomino!

Duka

Gio, 30/07/2015 - 09:43

SONO TUTTI LADRI - e pagate pure la tessera e quando si inventano le "primarie" esclusivamente per fare cassa pagate pure per votare. Incredibile!!!!!