Quei due giorni di negoziati sotto il Duomo: Milano nuova capitale ora spaventa Roma

Il grido del Messaggero: "È sbagliato snobbare la sede istituzionale"

Milano - Che Milano sia un'importante capitale politica del governo che forse sarà, nessuno fa la fatica di nasconderlo. Ci sono fatti macroscopici, come le riunioni del fine settimana al Pirellone, lo scenografico grattacielo di Gio Ponti sede del consiglio regionale lombardo, dove si è materializzato lo storico scatto di Matteo Salvini e Luigi Di Maio, finalmente ripresi insieme dentro lo stesso teleobiettivo.

Ci sono eventi di minore impatto mediatico ma di forza economica anche più significativa. Martedì 8 maggio al Teatro Dal Verme, un altro dei luoghi simbolo della città, di quelli a cui si ricorre quando si vuole parlare all'anima culturale profonda di Milano, è toccato a Davide Casaleggio suggerire a chi vuole intendere. Presidente della Casaleggio Associati, erede dell'impero del papà Gianroberto, ha tenuto un'avveniristica conferenza su come la rivoluzione digitale sia tutt'altro che conclusa, perché dobbiamo aspettarci una terza rivoluzione industriale e Milano è il luogo giusto per annunciarla oltre che per finanziarla, come hanno prontamente compreso numerosi ricchi sponsor, arrivati in modo puntuale, pragmatico, verrebbe da dire ambrosiano. Milano capitale, capitolo due.

Anche il candidato premier di cui nulla si sa ha un curriculum sfornato da università milanesi. L'allusione qui è a Guido Tabellini, già rettore della Bocconi, che anche se non diventasse presidente del Consiglio, ha comunque conquistato recenti paginate di Repubblica. La scorsa settimana alla Bocconi erano seduti insieme Mario Monti ed Emma Bonino, perché non si sa mai che cosa può succedere se Salvini e Di Maio dovessero scivolare e allora i +Europa sempre pronti a entrare in scena si tengono all'erta, anche loro a Milano.

Senza dedicarsi all'arte della compilazione, è evidente che nei palazzi romani serpeggia il terrore che gli uomini che contano, intellettuali inclusi, saranno scelti a nord della linea gotica e non si sa nemmeno come. Persino a Milano gli azzurri si sono lamentati dell'occupazione del Pirellone. «Trovo che la scelta del luogo sia inopportuna» ha detto Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale lombardo. Il Messaggero ha affidato le proprie paure alla penna di Mario Ajello, che ha ridato vita ad Alberto da Giussano, guerriero bossiano della cui esistenza si sono quasi dimenticati anche i leghisti. Difficile credere siano gli effetti del leggendario spadone, ma oggi le trattative riprenderanno in Parlamento. A Roma.

Commenti

Reip

Lun, 14/05/2018 - 08:44

Tutte balle! Ma quale Milano nuova capitale? Milano non sarà mai la capitale di nulla, non ha la storia di Roma. Non basta la presenza di quattro idioti nevrotici in giacca e cravatta che ti strombazzano al semaforo smadonnando e bestemmiando. Milano rispetto a Roma è un paesuncolo da quattro soldi, di mentalità gretta e ristretta. Una città anonima, un luogo senza anima, senza identità, popolata prevalentemente da meridionali tristi, che se potessero se ne tornerebbero al sud troppo volentieri! Milano è diventata una cloaca nebbiosa intasata da una marea di migranti finti profughi clandestini delinquenti, rom e minorenni prostitute dell’est europa. Milano non è poi tanto meno sporca, disorganizzata, corrotta e pericolosa di Roma, i mali affari si fanno anche in lombardia e come se non bastasse e’ una città grigia piccola, triste e fredda rispetto alla Capitale. Per lo meno a Roma si vivono giornate di sole, il mare è vicino e due risate te le fai, a Milano neanche quello!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 14/05/2018 - 09:02

Fate schifo per come state trattando Salvino VOSTRO ALLEATO CON IL QUALE,INSERENDO UN PREMIO DI MAGGIORANZA (NON VOLUTO DA RENZI E BERLUSCONI PER FRENARE IL M5S), AD OGGI NON TROVEREMMO SORA ITALIA COL PIATTINO IN MANO.nopecoroni

carpa1

Lun, 14/05/2018 - 09:23

Fatemi capire: che c'è di tanto strano e stravagante, quasi da stracciarsi le vesti, se Milano si è ritrovata alla ribalta per delle riunioni tra coloro che stanno cercando di formare un governo "a livello nazionale"? Forse che Milano, la Lombardia, il nord Italia quello che sta sopra la linea gotica per intenderci, va bene solo se deve cacciar quattrini per mantenere (come avviene ormai da oltre settant'anni) tutta una pletora di mantenuti nullafacenti? Sarebbe anche ora che l'Italia TUTTA si svegli, si dia una mossa e pensi a come partecipare ATTIVAMENTE a resuscitare un paese che sta ormai più di là che di qua. Le parole a questo punto stanno a zero; ci vogliono i fatti, e questo vale per tutti, dal pdr al più infimo dei cittadini.

cabass

Lun, 14/05/2018 - 09:35

@Reip: un consiglio: provi almeno a mettere piede a Milano, prima di blaterare...

Enricolatalpa

Lun, 14/05/2018 - 09:57

Reip: non sei commentabile, mi fai tenerezza; sei semplicemente patetico!

Giorgio Rubiu

Lun, 14/05/2018 - 10:39

#Reip- Guardi che si ride benissimo anche a Milano e la storia della Roma dei Cesari non ha nulla a che fare con il "diritto" di Roma di essere la capitale d'Italia.Dopo il risorgimento vi furono altre due capitali prima che la scelta definitiva cadesse (probabilmente per comodità geografica) su Roma.In altri Paesi più moderni,le capitali sono state costruite di sana pianta fori dai campanilismi e dai desideri di città preesistenti. Washington D.C. negli USA, Canberra in Australia, Wellington in Nuova Zelanda, Ottawa in Canada, Pretoria in Sudafrica, Brasilia in Brasile sono le prime che mi vengono in mente e sono certo che ve ne sono altre.

qwewqww

Lun, 14/05/2018 - 10:52

Milano è una città fondamentale per il Nuovo Ordine Mondiale,città economico/finanziaria lungo le vie della seta europee,fa parte del backbone del NWO, con Los Angeles,New York,Londra,Parigi,Francoforte,Zurigo,Tel Aviv/Gerusalemme.A Milano si sta indicando la via,è giusto che le decisioni che contano vengano prese qui,basta con le vecchie capitali e ministeri, vanno depotenziati perchè sono una zavorra allo sviluppo dell'umanità in quanto autoreferenziali e divoratori di risorse pubbliche.Roma come capitale è un'anomalia storica,voluta dalle potenze straniere per depotenziare l'Italia,una città sovradimensionata rispetto alla sua reale posizione geografica,lontana dal mondo che conta,ossia il cuore dell'Europa,e che necessità per funzionare di enormi risorse pubbliche a fondo perduto.Sta poi all'NWO supportare questo processo di trasformazione globale e non farsi sopraffarre, come spesso avviene, dalle forze nazionaliste che bloccano il processo di sviluppo dell'umanità.

brasello

Lun, 14/05/2018 - 11:58

REIP: come dici tu, Roma è storia. finita.

schiacciarayban

Lun, 14/05/2018 - 11:58

Praticamente in tutta Europa la città più importante coincide con la capitale. Londra, Parigi, Madrid... In Italia la situazione è anomala perchè Roma, ormai da decenni, non è più il centro di nulla, se non dei ministeri o di svariati enti inutili. Roma è una città meravigliosa in piena decadenza se qualcuno non si decide a fare qualcosa.

Libertà75

Lun, 14/05/2018 - 12:06

@reip, Milano fu capitale dell'Impero Romano d'occidente dal 286 al 402. Giusto per farti capire quanto l'ignoranza pervada le menti dei deboli. Saluti

carpa1

Lun, 14/05/2018 - 12:13

@Reip. Il suo commento mi evoca le parole di una canzonetta che suonano di una verità incontrovertibile: "Ogne scarrafone è bell' a mamma soja".

lavieenrose

Lun, 14/05/2018 - 13:40

reip ma lei l'ha mai vista Milano? Basta il Duomo per farla emergere come gemma preziosa. E' una città da sempre ospitale e internazionale alla quale manca la strafottenza e volgarità romana. Si studi la storia e si vergogni di se stesso

Lucio_Valerio

Lun, 14/05/2018 - 13:48

Certo che voi de ilgiornale quando vi ci mettete ne sparate di grosse, suvvia, date notizie più serie. Salvini e Di Maio "il patto" lo possono fare anche sulla torre di Pisa, ai cittadini interessa il risultato. Roma è Roma, non esiste città al mondo che potrà mai sognare di avvicinarsi alla sua importanza presente, passata e futura. Però non escludo che si possa anche spostare la Capitale, Roma e i romani ci guadagnerebbero, un mucchio di problemi in meno che causano solo disagi.

titina

Lun, 14/05/2018 - 13:59

Roma è la culla della civiltà italiana, non si tocca.

Reip

Lun, 14/05/2018 - 21:52

@lavienrose.. Lei è troppo ignorante non vale la pena risponderle. Milano lo ribadisco, oramai è solo la capitale dei rom e dei finti profughi clandestini. Un paesuncolo in declino.

Reip

Lun, 14/05/2018 - 21:54

@carpa1 ...Lei è solo un ignorante se crede di poter paragonare Roma con Milano... Lasci perdere che è meglio.

Reip

Lun, 14/05/2018 - 22:02

@Cabass... Stia zitto che è meglio. Purtroppo a Milano ci ho vissuto ed è una piccola città non una metropoli come ROMA. Inoltre a parte la mentalità gretta e provinciale, Milano è inquinatissima. La lombardia per chi non lo sapesse è una delle regioni più inquinate d’Europa. Milano è soltanto l’America dei finti profughi clandestini. Ma chi può e ci riesce da Milano scappa via!

Reip

Lun, 14/05/2018 - 22:05

@Liberta’75. Stia muto e non esprima giudizi arroganti, Mi sa che qui dentro l’ignorante e’ lei... Ma ha una idea, anche soltanto vaga della storia millenaria di Roma? Ma lei veramente osa mettere a confronto Roma con Milano? Ma si rende conto delle cretinate che scrive?

Reip

Lun, 14/05/2018 - 22:11

@Enricolatalpa... Dal suo nick si evince che la cosa migliore che lei possa fare è per l’appunto di sotterrarsi definitamente. Paragonare Roma con Milano non ha senso... Una questione storica... Roma è Roma e resterà la capitale dell’Italia sempre, indipendente dalla situazione economica politica o finanziara. All’estero per esempio l’Italia si identifica in Roma e Roma identifica l’Italia. Milano neanche si conosce.

Reip

Lun, 14/05/2018 - 22:20

@Giorgio Rubiu... Vero! Tuttavia, quale città in Europa ha influenzato gli usi, i costumi, la cultura, l’economia dell’Europa e degli Europei per più di 400 anni, senza considerare la nascita e il lungo periodo della decadenza? Milano? No! Fu Roma.... Roma addirittura potrebbe essere definita da un punto di vista soltanto storico e culturale, anche assieme ad Atene la capitale della cultura occidentale. Se parliamo di Finanza Milano è da anni sicuramente il polo economico più importante in Italia... Ma soltanto per quello però!

Reip

Lun, 14/05/2018 - 22:33

E comunque ribadisco, Milano è solo una città, importante dal punto di vista finanziario, ma Roma è una grande metropoli e anche se vive condizioni drammatiche, è l’unica vera metropoli italiana paragonabile alle grandi capitali d’Europa. Potete sbraitare quanto volete, anonimi sul “giornale dei poveri” ma voi piccoli milanesi nevrotici ed esauriti resterete tali, figli di una piccola realtà provinciale, terribilmente inquinata, nebbiosa, fredda e triste. E per voi la cosa più drammatica è che Roma resterà la capitale, sempre....Indipendente da tutto, il mondo identifica l’Italia in Roma non in Milano... Quindi, muti!

Libertà75

Mar, 15/05/2018 - 12:25

@reip, ho solo voluto dimostrarti l'importanza di Milano nella storia, ti chiedo scusa per aver osato ampliare la tua cultura. Buona vita a te.

Enricolatalpa

Mar, 22/05/2018 - 22:12

Giusto per completezza, caro Reip, il paragone tra Roma e Milano l’ha fatto lei, non io. E’ il suo approccio provinciale, pieno di stereotipi e ignorante che suona patetico. Ma mi rendo conto che non si possa cavare sangue dalle rape... Per sua informazione, Enrico la talpa è un personaggio del fumetto di Lupo Alberto, ironico, intelligente ed estremamente arguto. Mi unisco quindi a Libertà 75 nel tentativo di ampliare la sua cultura...