Quei grillini vip in ritirata dopo il no M5s allo ius soli

Dalla Ferilli a Venditti, i radical chic folgorati da Beppe si defilano. Mannoia attacca: «Fanno il pesce in barile»

H anno cambiato idea oppure hanno perso la parola. Sono attori, cantanti e personaggi dello spettacolo, tutti a vario titolo di sinistra. Alfieri del «pensiero» radical chic convertiti sulla via del grillismo. E ora che il Movimento Cinque Stelle ha compiuto l'ennesima giravolta su immigrazione, campi rom, sicurezza e soprattutto sullo ius soli, sono in preda alla confusione. I vip grillini tacciono, e se parlano lo fanno a mezza bocca. Antonello Venditti, Fiorella Mannoia, Sabrina Ferilli, Rosita Celentano, Riccardo Scamarcio, Claudio Santamaria, Claudio Gioè, Daniele Silvestri e il rapper tatuato Fedez. L'elenco dei famosi che hanno fatto outing per i grillini è abbastanza lungo. Antonello Venditti, di nota fede comunista, ha dedicato pure una canzone a Berlinguer dal titolo «Dolce Enrico». Il cantautore, intercettato a marzo da un Enrico Lucci travestito da Stalin, diceva: «Io come idea storica sono di sinistra, ma la mia strada è dove ci sono onestà, competenza e molte idee di sinistra come quella di futuro sostenibile, quindi guardo anche al Movimento Cinque Stelle». La battaglia contro lo ius soli dovrebbe essere meno in sintonia con il Venditti-pensiero. Ma, per il momento, lui resta in silenzio. A differenza di quando tuonava: «I romani coraggiosi sceglieranno la Raggi».

Nella categoria della romanità di sinistra rientra di sicuro Sabrina Ferilli: «C'è chi di sinistra ci diventa, io ci sono nata» spiegava l'attrice a giugno del 2015 dal palco di Servizio Pubblico di Michele Santoro. Poi l'innamoramento per la Raggi: «L'ho votata, fatela lavorà in pace, mi piace moltissimo». Cosa ne penserà dell'asse con la Lega di Salvini su immigrazione e cittadinanza? Rosita Celentano, presentatrice dell'ultima kermesse grillina «Italia 5 Stelle», su Twitter continua a parlare della sua passione per gli animali. E condivide un video sui maltrattamenti subiti dai maiali «rinchiusi negli allevamenti che poi forniranno il consorzio Prosciutto di Parma». Nulla da ridire sul no allo ius soli. A Palermo per la grande manifestazione del Movimento Cinque Stelle, c'era anche Claudio Gioè. L'attore diventato famoso con il ruolo di Totò Riina nella fiction Il capo dei capi, stavolta sceglie di non esprimersi. Il collega Claudio Santamaria, invece, aveva chiuso la campagna elettorale per Virginia Raggi con la «Notte dell'onestà». Già conduttore del concertone del primo maggio, da sempre «impegnato» nel sociale e col cuore a sinistra, non ha ancora parlato della svolta grillina. Come lui il cantautore Daniele Silvestri, testimonial del Movimento Cinque Stelle campano in un video del 2010, nel quale dichiarava: «Beppe Grillo è completamente pazzo e io lo amo per questo». Una simpatia proseguita negli anni, senza tentennamenti.

Il rapper Fedez, pure lui presente a più di un evento del M5s, piuttosto che parlare dello ius soli, si limita a condividere con i numerosi fan sui social la sua vita con la compagna Chiara Ferragni, fashion blogger milionaria. Lo stesso disimpegno del quale sono vittima gli altri vip grillini. Da Riccardo Scamarcio a Elio Germano fino al cantautore genovese Francesco Baccini, autore dell'inno del Movimento Cinque Stelle. L'unico sussulto arriva da Fiorella Mannoia, altra icona della sinistra radical chic. E, per lei, Grillo ha un po' ragione e un po' torto: «Questo non è uno ius soli. È un surrogato, questi fanno finta di interessarsi ai problemi degli immigrati per fare bella figura». Poi la critica: «Dico anche che francamente sono stufa di tutte queste astensioni dei Cinque Stelle, anche questo fare il pesce in barile è campagna elettorale per paura di scontentare qualche elettore».

Commenti

manfredog

Gio, 22/06/2017 - 13:10

Pur di dipingersi di buono, per guadagnare ancor più soldi, che li proteggono anche dai clandestini e delinquenti che 'difendono', stanno contribuendo a rovinare l'Italia degli italiani onesti che l'hanno veramente costruita. VERGOGNA. mg.

i-taglianibravagente

Gio, 22/06/2017 - 13:16

Questi giullari di corte stanno bene a casa PD e li devono rimanere.

salvatorepolenc...

Gio, 22/06/2017 - 13:55

Andate a lavorare"a ragione Salvini radical chic al prosciutto

Libertà75

Gio, 22/06/2017 - 14:21

In realtà lo ius soli non è un elemento fondante della cultura di sinistra, ma dell'ordoliberismo, del quale la sinistra europea è sostenitrice. Lo ius soli serve ad avere più poveri da sfruttare, più opportunità di business derivato e più possibilità di ridurre gli stipendi e quindi di diffondere la povertà. La sinistra di 50 anni fa sarebbe stata contraria perché avrebbe avuto più sensibilità verso il benessere delle classi meno abbienti. Oggi è il contrario, alla sinistra interessa solo diffondere povertà, miseria e insicurezza.

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 22/06/2017 - 14:22

La massa analfabeta che sostiene la sinistra è uno dei mali peggiori, secondo solo alla base analfabeta su cui da sempre la sinistra cresce.

brasello

Gio, 22/06/2017 - 14:26

E' il destino di un partito trasversale come i 5 stelle. quando il leader dice o fa qualcosa di destra, i grillini comunisti si lamentano, mentre quando fa qualcosa di sinistra, si lamentano gli altri. accontentare tutti non si può.

veromario

Gio, 22/06/2017 - 14:31

bel branco di mangiapane a tradimento.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Gio, 22/06/2017 - 14:36

miei cari signori invece di defilarvi, offritevi per ospitarne qualche centinaio presso le vostre case e manteneteli voi. è sempre facile parlare dall'alto dei parioli o da qualche posto esotico.

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 22/06/2017 - 14:40

E cosa si aspettano dai nigeriani o dai senegalesi, di fare il sold out ai loro concerti per minus habens ?

nopolcorrect

Gio, 22/06/2017 - 14:43

I mascalzoni comunisti, terzomondisti, anti-italiani, collaborazionisti, traditori, quinte colonne dell'invasione africana e bangldesha...

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 22/06/2017 - 15:14

Questa e' quella che accusava NOI OCCIDENTALI di aver provocato il terrorismo musulmano e l'ISIS...canta Fiorella, non sei una intellettuale ne' tu ne' Gas-Man..

angelo1951

Gio, 22/06/2017 - 15:45

Vuoi vedere che stanno tremando. poichè la maggior parte quello che intascano deriva a vario titolo da soldi pubblici gestiti dai politicanti, solamente perchè le loro strimpellature e spettacolini degni delle animazioni dei villaggi turistici che con i sinistrati hanno gabbato per "cultura" se torneranno a decidere menti pesanti liberali e probabilmente di destra dovranno smettere di lavorare, atteggiarsi a maître à penser ed accontentarsi a campare con i denari fin qui arraffati a rai, e/o fonti per la "cultura", pagarsi stadi, sicurezza per le loro esibizioni, trovarsi i soldi per i filmini, ecc.

florio

Gio, 22/06/2017 - 15:48

La peggiore sinistra radical chic italiana. Fate proprio SCHIFO!

tziubakis

Gio, 22/06/2017 - 15:57

Ma impari a cantare, sempre che ci riesca

dondomenico

Gio, 22/06/2017 - 15:59

Io posso capire, pur non condividendo, appartenenza alla sinistra degli operai dei cantieri edili, gli operai che stendono l'asfalto sulle strade, gli operai che timbrano il cartellino tutti i giorni nelle varie fabbriche.....ma non capisco la ferilli e tutti gli altri "radical shic" che, dall'alto delle loro posizioni socio-economiche conquistate non emettendo mai una goccia di sudore, salgono sui palchi e ci vengono a parlare delle "qualità" della sinistra. EHIII..attori e cantanti vari, fate una bella cosa...andate a lavorare o, almeno, abbiate la compiacenza di chiudere la bocca.

liberoromano

Gio, 22/06/2017 - 16:25

SALVATOREPOLENC..., ma il verbo avere con l'apostrofo invece dell'acca è un tuo neologismo o lo aveva già usato Gadda?

liberoromano

Gio, 22/06/2017 - 16:28

AULIN: (e te ne servirebbe un bel po'), io sono di sinistra, però quel "da sempre" che hai scritto nel tuo post, essendo un inciso, lo avrei messo tra due virgole. Oddio, sono analfabeta, magari hai fatto bene tu...

baio57

Gio, 22/06/2017 - 16:28

Fiorella che noia !

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 22/06/2017 - 17:02

traditori della Patria.

Lucky52

Gio, 22/06/2017 - 17:20

Comunisti pieni solo di soldi e poco cervello. Ma la loro solidarietà come la manifestano oltre alle parole?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/06/2017 - 18:07

Idem, stesso comportamento dei comunisti radical chic, di capalbiana memoria. Tutto il mondo è paese, i comunisti ancor di più.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 22/06/2017 - 18:29

Non c'era bisogno che lo dichiaravi nel tuo POST delle 16e28 che sei di sinistra carissimo liberoromano, si era gia sufficentemente capito dal tuo POST delle 16e25, che sei uno di quei maestrini dalla penna ROSSA!!!lol lol.

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 22/06/2017 - 19:09

@Libertà75; la prima parte del tuo commento é corretta, non la seconda. Da quando conosco i comunisti, e rientro nei 50 anni a cui fai riferimento, la sinistra, cioé i comunisti, hanno sempre combattuto la ricchezza dando il miraggio al proletariato di arricchirsi; in verità ha solo distribuito miseria ed i paesi governati da loro ne sono la valida dimostrazione: urss, cina, cuba, corea del nord, cambogia, vietnam, brasile, venezuela e paesi comunisti cantando.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 22/06/2017 - 19:17

nani e ballerine in servizio permanente effettivo al NWO ed al politicamente corretto. ovviamente vivono in dimore ben protette dall'incontro con le risorse...

Libertà75

Ven, 23/06/2017 - 10:23

@orione50, si hai ragione, mi riferivo alla sinistra europea (anche nel seconda parte). Sottolineo l'approssimazione di "sinistra europea" come definizione in voga prima della caduta del muro di Berlino. Cioè quell'estrema sinistra occidentale che sognava il comunismo. Quella sinistra doveva per forza di cose farsi promotrice di un aumento di benessere per le classi povere (sosteneva per esempio le rivendicazioni salariali, oggi vediamo moltissimi non normodotati che invece sostengono la riduzione)... In pratica, quella sinistra, che fallendo il sogno comunista, perseguiva gli interessi della classe operaia. Vero è che nell'odio di classe sognavano un riequilibrio al ribasso (delle classi alte verso quella operaia), ma è anche vero che oggi tentano di ricondurci al livello dei migranti, quindi molto peggio.