Quei sospetti su Frattini e Tremonti che tramarono contro il governo Berlusconi

Dagli archivi dell'ambasciata Usa emerge che nel 2011 due membri dell'esecutivo misero in allarme Washington

Si aggiungono nuove tessere nel complesso mosaico che nel 2011 determinò la fine del governo Berlusconi, eletto democraticamente dagli italiani. Una spallata che venne orchestrata a livello internazionale anche attraverso la costruzione di un castello di timori e preoccupazioni. Un clima da ultima spiaggia al quale - in base alle nuove rivelazioni pubblicate da La Stampa - contribuirono forse anche due ministri dell'allora governo Berlusconi.

Dopo il «complotto» europeo» per far cadere il premier italiano di cui parlò l'ex segretario al Tesoro Usa Tim Geithner, dopo l'intervista in cui l'ex premier spagnolo Josè Luis Zapatero raccontò che al G20 di Cannes «l'obiettivo era l'Italia», arrivano ora le rivelazioni contenute nei «rapporti» che l'allora ambasciatore statunitense in Italia, David Thorne, inviava a Washington.

Il primo cable scrive La Stampa è classificato «sensitive» e parte il 31 agosto 2011. Il governo ha appena varato la manovra da 60 miliardi, ma una fonte anonima dell'esecutivo - nei report si parla di un «official» - avverte Thorne che «la seconda misura di austerity potrebbe rallentare la crescita economica italiana ancora di più. L'interlocutore ci ha detto che il governo ha messo insieme la nuova manovra in risposta a condizioni del mercato fuori dal controllo dell'Italia». La fonte italiana manifesta dubbi sui provvedimenti appena presi dal suo stesso esecutivo, confidando che «i numeri sulla crescita sono eccessivamente ottimistici».

Una seconda fonte governativa che parla con Thorne lo allarma ancora di più: «Ci ha detto che, senza una soluzione politica europea alla continua crisi dell'eurozona, l'Italia potrebbe avere bisogno di un'assistenza da Bruxelles nel giro di due o tre mesi», con un bail-out sul modello di quello della Grecia. Il ministro (o funzionario) italiano ritiene che le misure di austerity siano troppo blande e confidino troppo sulle entrate fiscali.

Il 7 novembre Thorne avverte Washington che il governo si trova vicino al collasso, poi invia un rapporto classificato «confidential» dal titolo «Il sole tramonta sull'era Berlusconi». Inizia a circolare il nome «dell'economista Mario Monti» indicato come opzione valutata dal presidente Napolitano (nel libro di Alan Friedman si racconta come «segnali» gli fossero arrivati dal Colle già a giugno). Il 12 novembre 2011 Berlusconi si dimette, arriva il professore della Bocconi. Impossibile naturalmente individuare i nomi dei ministri o membri del governo Berlusconi protagonisti dei dialoghi con l'ambasciatore Usa.

Tra i forzisti di allora si azzardano i nomi di Giulio Tremonti, in quel periodo in aperto conflitto con diversi ministri perché poco incline a coltivare la «collegialità» nelle sue scelte e in rapporti non facili con lo stesso Berlusconi (che pure non ha mai nascosto la grande stima nei suoi confronti). E quello di Franco Frattini (recentemente rilanciato proprio da Berlusconi per un ruolo in un futuro governo di centrodestra) per i buoni rapporti da lui intrattenuti con Giorgio Napolitano. Nessuno, però, è in grado di produrre prove.

Commenti

evuggio

Ven, 13/10/2017 - 14:28

C'è un bel proverbio che recita: dagli amici mi protegga Iddio che dai nemici mi proteggo io. Berlusconi ne dovrebbe, e avrebbe dovuto, farne tesoro. Per quanto riguarda il premier a cui con grande lungimiranza è stata affidata "la sedia", quello si che ha salvato l'Italia.

aredo

Ven, 13/10/2017 - 15:31

Ha messo in allarme Washington dove nel 2011 regnava il terrorista islamico Barack Hussein Obama della sinistra=mafia Democratici Clinton/Kennedy? Magari questi due traditori oltre agli altri lavoravano per la CIA agli ordini di Obama contro Berlusconi! Eh!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 13/10/2017 - 15:44

chi è che non sapeva che questi due "lanzichenecchi" erano nemici di berlusconi ?

MOSTARDELLIS

Ven, 13/10/2017 - 15:47

Certo, se fosse vero, saremmo proprio alla frutta.

Cheyenne

Ven, 13/10/2017 - 15:48

mi meraviglio grandemente sono due personaggi che stimavo

dakia

Ven, 13/10/2017 - 15:52

Per quanto rivolto il premier è un tuo parente il lungimirante? perché gente così in giro io non ne vedo.

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Ven, 13/10/2017 - 15:52

Quelli che hanno compiuto queste azioni sono degli infami che hanno dissacrato l'italia. Il fatto stesso che non si dichiarino la dice lunga. Hanno agito nell'ombra e tuttora si acquattano vili nell'ombra. Non si palesano come i malfattori, i manigoldi, i traditori infingardi che colpiscono alle spalle. I auguro che i due raffigurati non siano arrivati a tanto.

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Ven, 13/10/2017 - 15:53

Quelli che hanno compiuto queste azioni sono degli infami che hanno dissacrato l'italia. Il fatto stesso che non si dichiarino la dice lunga. Hanno agito nell'ombra e tuttora si acquattano vili nell'ombra. Non si palesano come i malfattori, i manigoldi, i traditori infingardi che colpiscono alle spalle. Mi auguro che i due raffigurati non siano arrivati a tanto.

Ernestinho

Ven, 13/10/2017 - 15:53

E basta con queste sciocchezze!

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 13/10/2017 - 15:57

"Ci sono due modi per conquistare e sottomettere un Paese avversario : il primo è mediante LA SPADA; il secondo è CONTROLLANDO IL SUO DEBITO." (cit. J.Adams pres.USA) - Da molti anni fino a GIU2011 lo spread ITA rispetto al bund tedesco era a livelli di assoluta normalità (136pb); nel mese di Luglio2011 stranamente ci fu QUALCOSA che lo fece impennare come un razzo SaturnoV; quella manovra architettata dietro le quinte (dalla Germania con gli USA a dirigere) fu la responsabile della caduta del governo Berlusconi, l'ultimo votato dagli italiani. L'UE -con l'appoggio di napolitano- fece insediare in Italia il braccio armato della Troika, ovvero m.monti che fece ciò che sappiamo. La sua opera è stata continuata da padoan, altro personaggio gradito sia a UE che a BRI e FMI. La STRETTA potrebbe NON essere finita : ce ne accorgeremo con l'esito delle prossime politiche 2018, se dovesse uscire dalle urne un governo NON gradito alle istituzioni citate prima.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 13/10/2017 - 16:01

-continua dal commento precedente- : questo è il PREZZO da pagare per la perdita di SOVRANITÀ ITALIANA, quando qualcuno decise per 60 milioni di italiani che aderire al progetto UE (e €uro) era negli interessi stessi degli Italiani; il corso della Storia ha rivelato per CHI era il vero interesse di fare entrare il ns paese in quel progetto : "Ci sono due modi per conquistare e sottomettere un Paese avversario : il primo è mediante LA SPADA; il secondo è CONTROLLANDO IL SUO DEBITO." (cit. J.Adams pres.USA)

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 13/10/2017 - 16:02

Mai piaciuti, né l'uno, né l'altro. Uno socialista, l' altro, mi pare, ebreo.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 13/10/2017 - 16:03

-continua da commento precedente- : questo è il PREZZO da pagare per la perdita di SOVRANITÀ, quando qualcuno decise per 60 milioni di italiani che aderire al progetto UE (e €uro) era negli interessi stessi degli Italiani; il corso della Storia ha rivelato per CHI era il vero interesse di fare entrare il ns paese in quel progetto : "Ci sono due modi per conquistare e sottomettere un Paese avversario : il primo è mediante LA SPADA; il secondo è CONTROLLANDO IL SUO DEBITO."

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 13/10/2017 - 16:06

-continua dal commento precedente- : questo è il PREZZO da pagare per la perdita di SOVRANITÀ, quando qualcuno decise per 60 milioni di italiani che aderire al progetto UE (e €uro) era negli interessi stessi degli Italiani; il corso della Storia ha rivelato per CHI era il vero interesse di fare entrare il ns paese in quel progetto : "Ci sono due modi per conquistare e sottomettere un Paese avversario : il primo è mediante LA SPADA; il secondo è CONTROLLANDO IL SUO DEBITO." - Fratini e Tremonti non c'entrano nulla; il complotto fu architettato in altri luoghi e in altre stanze, napolitano fu interpellato a dare il suo avvallo quale ricoprente carica dell'istituzione italiana più autorevole.

Libertà75

Ven, 13/10/2017 - 16:09

Va bene tutto, ma pure l'impossibile NO. L'unico motivo per cui Berlusconi era inviso al resto del mondo era la presenza di Tremonti. Soltanto gli scarsamente intelligenti possono credere che Berlusconi stesse antipatico per il suo amore verso la gnocca. In realtà, Tremonti non voleva applicare l'agenda di Bruxelles (agenda applicata poi da Monti, e ben vista anche da Brunetta). Quindi figuratevi se Tremonti ha ordito alle spalle di Silvio. Non c'è nessun senso logico.

accanove

Ven, 13/10/2017 - 16:23

trame o no lo spionaggio americano ha sempre tratto informazioni dall'interno dei governi

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Ven, 13/10/2017 - 16:27

Io però mi chiedo cosa facessero i servizi segreti e le forze armate, entrambi super magnificati perchè tutori del sacro suolo. Mi sa che gli uni hanno un'impostazione da goderecci e si fanno la bella vita in lussi e bagordi e gli altri, porelli, sono manichini ben tiratoi a lustro (con quel che costano)ma senza capacità, dignità e orgoglio.

moichiodi

Ven, 13/10/2017 - 16:37

Ancora! Berlusconi si dimise! Nessuno parlò allora.

Giorgio Rubiu

Ven, 13/10/2017 - 16:38

Bruto e Cassio! Come Fini, Casini, Alfano, tutti ambiziosi che credevano di poter scalzare Berlusconi e prenderne il posto; ma Berlusconi è ancora presente (anche se non potrà candidarsi) mentre loro sono spariti nel nulla al quale appartengono.

Popi46

Ven, 13/10/2017 - 16:40

Che il Cav sia stato colpito anche da "fuoco amico", si trattasse di Tizio,Caio o Sempronio, è ormai noto a tutti. Il bello è che costoro sono rimasti sotto le macerie, Berlusconi è ancora in piedi.... Questione di classe, chi non ce l'ha non se la può dare, può solo rosicare

silvano45

Ven, 13/10/2017 - 16:47

ogni giorno le cronache riportano di scandali corruzione di processi condanne e condannati di cambi di casacche clamorose il tutto riferito ai politici nostrani evidentemente morale onore onestà verità correttezza sono parole difficile da digerire da chi dovrebbe rappresentarci

venco

Ven, 13/10/2017 - 16:53

Ottimo, Berlusconi in politica tornerà a far vincere il PD.

Atlantico

Ven, 13/10/2017 - 17:16

Ma 'sti due non li aveva scelti Berlusconi ?

Atlantico

Ven, 13/10/2017 - 17:19

Un fatto è certo: nel 2011 siamo andati ad un passo dal default tanto che lo stesso Berlusconi, con senso di responsabilità, fece un passo indietro nell'interesse del Paese.

kallen1

Ven, 13/10/2017 - 17:22

Mah, secondo me Thorne si è inventato tutto forse perchè "imbeccato" da G.N.....o no?

Italiano-

Ven, 13/10/2017 - 17:22

Arieccoce con le trame, oscure per dipiù. Una sana, gentile e onesta autocritica sarebbe il top del meglio. Farebbe pure un gran bel figurone, il Presidente Berlusconi. Grazie

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 13/10/2017 - 17:33

Mister B maestro a circondarsi di traditori e di chi lo frega.

Michele Calò

Ven, 13/10/2017 - 17:35

SGUUUUUUBBB! Ma a Roma lo sapevano pure i sassi che Frattini e Tremonti, tanto graditi e di casa all'Aspen Institute quanto alla Trilaterale, erano "grembiulinamente" attivi e di casa a Villa Taverna, residenza romana dell'ambasciatore USA! come Grillo e Casaleggio padre del resto. Regards

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 13/10/2017 - 17:41

Come sempre gli USA stanno sempre in mezzo... del resto, l'italietta partigiana è la loro colonia nel mediterraneo.

aredo

Ven, 13/10/2017 - 17:53

@Atlantico: ma che default? Il passo indietro con senso di responsabilità ? Colpa di Berlusconi ? Nel 2011 la sinistra=mafia ha fatto un colpo di stato in Italia con supporto CIA di Barack Hussein Obama e la Merlel comunista Stasi. Il resto sono solo balle del regime della sinistra=mafia che tutto controlla. Gli zombie di sinistra che ripetono le balle del regime ...

frabelli1

Ven, 13/10/2017 - 17:56

Come dice un antico e saggio proverbio: " Che Dio mi guardi dagli amici che dai nemici mi guardo io"

ilbarzo

Ven, 13/10/2017 - 18:12

Non è da escludere che siano stati questi due cialtroni a complottare contro Berlusconi ed il suo governo. Se cosi fosse spero che ad entrambi venga effettuato il taglio netto della testa,issata su di un palo dove ogni cittadino possa avere la possibilità di sputargli in bocca. Gentaccia del genere non merita di stare nella società.

lavieenrose

Ven, 13/10/2017 - 18:13

atlantico se fossimo stati veramente vicini al default ci saremmo caduti, di sicuro Monti non bastava a salvare l'Italia. Ha però salvato dal defaulkt numerose banche tedesche

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 13/10/2017 - 18:16

Troppa acqua dovrà passare sotto i ponti, prima che si sappia cosa davvero avvenne nel 2011 e dintorni! Dovremo aspettare che non ci siano più gli attori, le comparse, i nani e le ballerine che parteciparono a quei fatti, né i loro fan. Quello che mi dispiace, è che non riuscirò a sapere se l'idea che mi sono fatta è quella giusta!

ghichi54

Ven, 13/10/2017 - 18:19

Se è stato così, tanto di cappello ai due, che ci hanno risparmiato la troika. So che non piacerà ai lettori del Giornale, ma la verità è che nel 2011 Berlusconi e la Lega ci stavano portando fuori strada.

ilbarzo

Ven, 13/10/2017 - 18:21

Due facce di mxxxa non potevano non mancare pure nel centrodestra.Entrambi avrebbero dovuto fare il prete non i politici.

Libertà75

Ven, 13/10/2017 - 18:23

@atlantico, converrai anche che purtroppo, e ripeto purtroppo, i 6 anni (quasi 7) a seguire sono stati governati molto peggio.

ilbarzo

Ven, 13/10/2017 - 18:25

L'inferno sdarebbe un posto iderale per entrambi.Purtroppo la gentaccia è sempre l'ultima ad andarsene.

ilbarzo

Ven, 13/10/2017 - 18:34

E' da chiedersi come habbia fatto Berlusconi persona assai attenta e precisa, a circondarsi di politici delinquenti ladri traditori e vigliacchi, che non hanno esistato un istante a tradirlo.E ,c'e ne sono stati pure tanti.

maria angela gobbi

Ven, 13/10/2017 - 18:35

purtroppo Berlusconi è un ingenuo e si fida di cosidetti amici,dai quali dovrebbe guardarlo Iddio-poi coi nemici è fin troppo buono,non si vendica... facendo il confronto con certi pagliacci odierni molti ex critici dovrebbero ricredersi

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 13/10/2017 - 18:42

Uno statalista e un magistrato.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 13/10/2017 - 19:08

@cheyenne - idem con patatine. Anch'io. Abbiamo la stessa visione delle cose.

Ernestinho

Ven, 13/10/2017 - 19:52

Ricordo soltanto che Tremonti cercava di frenare le irruenze e le promesse irresponsabili di Berlusconi! Lui si che aveva la testa sulle spalle!

Happy1937

Ven, 13/10/2017 - 21:55

Non posso proprio credere che Tremonti e Frattini si siano dati da fare per spianare la strada a Monti. Piu’ facile che le soffiate venissero da area Napolitano.

Italiano-

Ven, 13/10/2017 - 22:23

E il finale? "Nessuno, però, è in grado di produrre prove". Ma come si fa a fare delle affermazioni tanto pesanti senza alcuna prova? Siate corretti, per favore.

elpaso21

Sab, 14/10/2017 - 00:02

Ma anche Silvio era in buoni rapporti con Giorgio, tanto che ne votò la rielezione nel 2013.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 14/10/2017 - 00:48

Ma qualcuno di voi giornalisti del giornale, che dovreste essere abbastanza in confidenza con Silvio, mi sa spiegare perché, dopo aver "subito" il colpo di stato, il Cav. (allora lo era ancora) si prestò ad appoggiare non uno ma due governi targati pd? E perché continuò con quel vomitorio del patto del nazareno? Provate a chiederglielo, per cortesia! E' facile saltar fuori adesso gridando al complotto, sei anni dopo! Ma allora, perché se ne stette buono buono e si piegò ai voleri del suo più grande nemico, appoggiando proprio il governo di chi aveva maggiormente tramato contro di lui e contro l'Italia intera?

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 14/10/2017 - 06:29

Non conosco personalmente ne' Frattini ne' Tremonti, e tantomeno so se portino o meno il grembiulino. Di entrambi, ascoltandoli in qualche dibattito dell'epoca e vedendo come e per quali argomenti si battevano, mi sono fatto l'idea di due persone oneste e preparate. Per contro,so che e` abitudine della politica americana tentare con qualunque mezzo di dirigere a suo vantaggio le opinioni degli altri, non disdegnando la calunnia o peggio. Non mi sembra dunque fuori luogo considerare, in attesa di piu` precise indicazioni (senza dimenticare che possono pure VENIR COSTRUITE) queste "notizie" come il tentativo, a basso costo, di delegittimare in anticipo due persone capaci che potrebbero intralciare in futuro qualche losca manovra atta a mantenere l'Italia sotto scacco. Troppe volte abbiamo sentito gli "Amerikani" parlare "con lingua biforcuta".

cicero08

Sab, 14/10/2017 - 06:54

comblotti...sempre comblotti. Ma il gigante (si fa per dire) aveva i piedi di argilla di molto scadente.

Pigi

Sab, 14/10/2017 - 08:08

Berlusconi non è capace di valutare i collaboratori politici, ormai è chiaro. Indipendentemente dal tradimento, se c'è stato o no, questi due appartengono alla peggior categoria degli statalisti: quelli che vivono e prosperano grazie alla ferraginosità della normativa italiana. Ci vuol poco a capire che, chi ha fatto carriera e denaro grazie alle inefficienze pubbliche, non vuole certo cambiarle.

Ernestinho

Sab, 14/10/2017 - 12:29

Secondo me Berlusconi non vedeva l'ora di uscirsene dando la colpa agli altri!