Ma queste "sardine" possono tentare chi vota centrodestra?

Le abbiamo «pizzicate» perché davvero ci avevano incuriosito e, forse, perché temevamo quello che purtroppo è accaduto: la sardina come ultimo travestimento. A Mattia Santori, che del movimento è il leader, proprio Il Giornale aveva chiesto se si potesse nuotare libere come hanno fatto, a Bologna, appena erano emerse o se invece il rischio sarebbe stato di finire nella rete a strascico della sinistra spennacchiata, degli intellettuali in disarmo. Anche lui aveva compreso il pericolo e riconosciuto: «Il rischio c’è, ma io credo che riusciremo ad avere gli anticorpi». E infatti le prime sardine, che sono appunto Matteo, Giulia, Andrea, Roberto, fino a ieri, a Repubblica, hanno ripetuto che non hanno nessuna intenzione di candidarsi, ma più lo ripetono e più, a sinistra, li vogliono eleggere.

Romano Prodi se ne è appropriato. Ha detto: «Sono formidabili, ma nessuno le colonizzi» compiendo in pratica quello che negava. Paolo Gentiloni le ha accarezzate: «Mi sono piaciute moltissimo». Mario Monti ormai è una sardina al valore: «Le guardo con molto interesse. Scendere in piazza con loro? Perché no?». Riguardatevi la puntata dell’Aria che tira del 18 novembre e capireste che a minacciare questi ragazzi, per certi versi scanzonati e sicuramente dalla faccia giovane e senza ghigno, non è la destra che anzi li ha «svegliati e portati in piazza», ma il solito reparto di accademici, giornalisti, artisti, emeriti, insomma, i dottor Balanzone che vogliono insegnargli a fare le sardine.

La sardina Santori ha dovuto ascoltare le acrobazie sociologiche di Domenico De Masi, professore di reddito di cittadinanza, ma esodato da Luigi Di Maio: «Il vostro movimento è acefalo. Voi siete come dei cancellieri, dei servitori. Potete diventare un grande partito. Il M5s ha iniziato così». Lo blandiva perché spera di diventare ministro sardina del Lavoro. E allora, non è proprio in questo modo che si inquina il loro mare? Non sono proprio quelli che le «inforchettano» a volerle modificare geneticamente?

A Milano, in piazza Duomo, lo scrittore Roberto Saviano ha voluto soffocarle d’amore e perfino Santori, per rimanere sardina, ha dovuto prendere le distanze dalle sue frasi: «Salvini è un bandito politico. Il suo destino è il carcere». Un altro come Gad Lerner, che su Salvini ha le stesse idee liberali, le ha fotografate con l’ombrello perché «con la pioggia le sardine si trovano addirittura meglio». Non c’è ragione per non sforzarsi di credere a questi ragazzi che, anche sul loro gruppo, a oggi 227 mila iscritti, continuano a chiedere di non utilizzare un linguaggio violento, di smontare qualsiasi avversario con il sorriso.

A unirsi a loro, da pochi giorni, si è presentato Erri De Luca, «professionista delle cesoie», scrittore anti-Tav, che è per la nobiltà del verbo sabotare: «Verbo nobile e democratico». Noto per questi suoi pensieri, è stato processato per istigazione a delinquere e poi assolto. Al momento si è limitato alle suggestioni: «Le sardine si uniscono sulla superficie dell’acqua per dare le sembianze di un unico grande pesce e spaventare così il tonno». A dire il vero spaventa di più il futuro che per loro prepara: «Si è diffusa una febbre civile. Succede, con drammaticità diverse, da Teheran, Hong Kong al Cile».

Per fortuna anche le sardine sono consapevoli («Noi stiamo bene») che l’Italia non è il Sudamerica malgrado se la immaginano sempre come tale quelli che, venti anni fa, furono vecchie sarde. E infatti, ogni giorno, da un mese, un reduce dell’antiberlusconismo appare e due giovani sardine rischiano di scomparire. Insomma, si credeva completo l’elenco con Marco Revelli, Vauro e Paolo Flores d’Arcais, (di Silvio Berlusconi scriveva: «La sua libertà è un’indecenza. Deve andare in galera o in stringenti domiciliari»). E invece ci si è dovuti ricredere e registrare gli arrivi di due campioni, entrambi docenti, come Pancho Pardi e Paul Ginsborg. Il primo rivede, ça va sans dire, i suoi girotondi («Hanno la stessa speranza»). Il secondo, storico che considerava Berlusconi una minaccia per la democrazia, ha messo a disposizione la sua Libertàgiustizia, foglio web, per annunciare: «L’Italia si muove e nel profondo del mare si distinguono banchi interi di piccoli pesci italiani. Imperativo capirne il motivo. Benvenuti sardine».

E «benvenuta» è stata Francesca Pascale che, in un’intervista all’Huffington Post, le ha salutate con entusiasmo e attenzione, a conferma che a destra si è liberi: anche di parlare bene delle sardine. Ma si può dire altrettanto di uno che voleva chiudere il Salone del Libro di Torino a tutti gli autori ritenuti di destra? Celebre per la sua lista di autori maledetti da inseguire e zittire, a dare alle sardine (cattivi) consigli si è fatto avanti Christian Raimo, scrittore e docente, che chiede in un tweet: «Una battaglia durissima per l’abolizione dei decreti sicurezza». Più composta la cantante Fiorella Mannoia. Ha postato una foto con l’invito un po’ sovranista: «L’Italia chiamò». La verità? L’ha detta Santori: «In passato abbiamo chiamato tanta gente della cultura e dello spettacolo. Ci hanno detto tanti no. Non avevano il coraggio di esporsi». Oggi hanno tutti voglia di esibirsi.

Commenti

investigator13

Mar, 10/12/2019 - 20:06

quanto spazio per sxxxxxxxe del genere. le sardine, mai una parola sul sovranismo per il ritorno alla sovranità monetaria l'unica soluzione di tutti quanti i ns problemi.Rinsavite

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 10/12/2019 - 20:07

No, portano voti alla Destra e li tolgono ai partiti di sinistra. I sondaggi dimostrano che stanno erodendo consenso sia al PD che all'M5S. In poche settimane hanno portato via il 7% di consensi al PD e poco meno all'M5S, oggi appaiati al 13%, mentre la Destra vola vicina al 50% .

d'annunzianof

Mar, 10/12/2019 - 20:15

Non sanno piu` a che santo attaccasse, sembra de sta` a guarda` le macchinette a scontro del luna-park; e come le macchinette a scontro c'e`solo un numero finito de trottoline rosse con le faccette scarabbicchiate

tremendo2

Mar, 10/12/2019 - 20:16

queste sardine sono universitari fuori corso mantenuti dai loro genitori e che si divertono a fare manifestazioni non avendo nulla da fare, magari sperando un bel reddito di cittadinanza.

caren

Mar, 10/12/2019 - 20:19

Secondo me, sarebbe un altro salto nel buio. Aumenterebbero caos e confusione, in un ambiente politico, ed anche sociale, già di per sé traballanti e fortemente ondivaghi. L'Italia invece, ha bisogno di uomini esperti, con idee ed attributi, e che riescano a rimettere ordine, per far uscire il Paese dalle sabbie mobili, per dirla in parole povere.

jaguar

Mar, 10/12/2019 - 20:21

Questi scorfani possono solo tentare chi vota sinistra.

anita_mueller

Mar, 10/12/2019 - 20:26

A me le sardine non mi fregheranno mai per due motivi: il primo è che questi sono una massa di buoni a nulla che cercano solamente un po' di notorietà (e che magari sperano un giorno di salire alla ribalta dei riflettori o nel mondo politico, ovvero una comoda poltrona in parlamento), e in secondo luogo l'unico pesce che ha me ha fatto sempre schifo (come gusto e come odore) è sempre stata la sardina, l'unico pesce che trovo pesante (e disgustoso) e che ti rimane sullo stomaco.

glasnost

Mar, 10/12/2019 - 20:29

Cari Prodi-boys dovete capire che i personaggi dello spettacolo sono esseri che si mettono al seguito di chi può dare loro business. A me non piacete affatto, ma i personaggi della cultura a cachet mi piacciono molto meno di voi.

ARGO92

Mar, 10/12/2019 - 20:42

La sera la gente comune vuol sedersi a tavola per mangiare in armonia con la famiglia ora se per disgrazia uno tiene acceso il tablet vedendo la foto di questi mostri corre il rischio di vomitare e far passare la fame a tutti i commensali per favore non mettete piu questo schifo

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 10/12/2019 - 20:50

Tra le facce esposte vedo solo politici di sinistra, che ben poco hanno da fare con il centro destra. Non conosco la signora che prega con le mani giunte, ma non mi desta alcuna fiducia per la cristianità in fase di forte calo, a cui partecipo, ma con dolore. Un rifiuto imposto dalla politica papale, direi "argentina" .

dot-benito

Mar, 10/12/2019 - 21:09

Ho letto l'articolo ma la cosa che mi ha colpito di più e le tre facce da schiaffi dalla foto se uno le guarda mentre mangia vomita

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 10/12/2019 - 21:34

Gli Italiani iniziano ad essere stufi di odio e razzismo e si rivolgono a chi parla di amore e pace

leopard73

Mar, 10/12/2019 - 21:34

Personaggi che sono il male DELL'ITALIA che hanno contribuito al degrado della POLITICA parassitaria e MARCIA!!!!

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 10/12/2019 - 22:48

Nemmeno se fosse caviale, in compagnia di quelli/e ritratti, figuriamoci sardine......

Ritratto di Gius1

Gius1

Mar, 10/12/2019 - 23:07

Ma di cosa si occupano queste sardine ? vorreste dare l´italia a questi ragazzini disocupati e figli di papa´ ? mi sembra di ritornare indietro prima di formale le 5 stelle

AjejeBrazow

Mar, 10/12/2019 - 23:13

Rispetto alla questione che pone il titolo dell'articolo,se forse poteva esserci qualche remotissima speranza (per le acciughe),ora che sono scese in campo quelle facce di polipropilene che si vedono in foto,direi che sono ormai pescetti in decomposizione per avvelenamento da mercurio.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 11/12/2019 - 00:57

Il messaggio è lo stesso dei grillini della prima ora, che poi hanno fallito miseramente una volta messi alla prova del governo. Molti delusi grillini si rivolgeranno lì, e ci vorrà un po', ma capiranno... forse... che il risultato sarà lo stesso, se non peggio.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 11/12/2019 - 00:58

Se qualcuno dalla Destra dovesse passare alle sardine... e non lo credo... quel qualcuno è meglio perderlo che trovarlo, perché evidentemente non ha le idee molto chiare.

mich123

Mer, 11/12/2019 - 02:21

Le sardine attirano anche le falene, i vecchi tromboni della retorica di sinistra ai quali non sembra vero che ci siano ancora posti liberi. Sono quasi più divertenti di Grillo, quasi.

Albius50

Mer, 11/12/2019 - 07:10

Il PD E ASSOCIATI sono solo maghi dei travestimenti, ora sono SARDINE, in passato abbiamo visto altri viola, arcobaleno ecc...

Ritratto di massacrato

massacrato

Mer, 11/12/2019 - 07:37

Ma non scherziamo! Semmai un motivo in più per andare a votare e votare a destra.

Iacobellig

Mer, 11/12/2019 - 08:05

Non credo proprio. Accostarsi a questi soggetti è solo osceno, ci si perde di dignità.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 11/12/2019 - 08:25

Ora che si sono dimostrati komunisti NON PIù

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 11/12/2019 - 09:00

Il 27 gennaio si vedrà la fine che avranno fatto le sardine: nella pattumiera.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mer, 11/12/2019 - 09:14

dot-benito - Credo tu sia una persona buona ed ottimista. A me viene un risultato diverso.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 11/12/2019 - 09:37

questi in foto non sono sardine ma pesce "pangasio" sfilettato proveniente dal mekong e spacciato dai comunisti come filetti di cernia!

dagoleo

Mer, 11/12/2019 - 09:40

è vero. hanno tutti voglia di esibirsi.

VittorioMar

Mer, 11/12/2019 - 09:45

..personaggi che mettono PAURA...e le Sardine li SCANSANO....e non solo loro...!!

Arslan

Mer, 11/12/2019 - 09:53

Bè...visto gli innumerevoli articoli che gli dedicate ogni giorno e la demonizzazione costante che ne fate...penso che riteniate questa vostra paura molto concreta.

Giorgio Colomba

Mer, 11/12/2019 - 10:24

Un accesso di follia potrebbe colpire chiunque.

ex d.c.

Mer, 11/12/2019 - 10:29

Per logica dovrebbero essere gli stessi elettori del M5S. Ma purtroppo la logica nell'elettorato italiano non esiste.

gpetricich

Mer, 11/12/2019 - 10:46

Non è questione di centrodestra o centrosinistra, la domanda giusta è "ma questa accozzaglia di disperati e sprovveduti possono davvero trovare chi li voti"?. La risposta è: sì, purtroppo, se c'è chi ha votato per Grillo e prima ancora per Bossi.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 11/12/2019 - 13:07

@gpetricich: e prima ancora per il PCI e per la DC per cui.....