Rai, Anzaldi (Pd): "Ancora una volta in ritardo su crollo cavalcavia"

Il deputato del Pd, Michele Anzaldi, attacca di nuovo la Rai per i ritardi nel collegarsi dai luoghi di crisi. Giorni fa il terremoto nel Centro Italia e ieri il crollo del cavalcavia in Brianza

"Succede di nuovo! Crollo di un cavalcavia sulla Ss36 in Brianza. Una nuova tragedia funesta, purtroppo, il nostro Paese. Sky, Corriere della Sera e Repubblica Tv arrivano sul luogo del crollo un’ora prima della Rai". Il renziano Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai, sul suo profilo Facebook, attacca di nuovo la tivù pubblica dopo averlo già fatto per i ritardi dei collegamenti dai luoghi del sisma.

"La notizia dell’incidente viene diffusa dalle agenzie di stampa alle 18.28 (Ansa). Gli operatori di Sky arrivano sul posto alle 19. E la Rai? Come segnalato da alcuni cittadini (vedi email sotto), alle 19.40 il Tgr Lombardia non aveva ancora immagini in diretta dal luogo”, ha precisato Anzaldi che ha annunciato la presentazione di un’interrogazione in commissione “per chiedere conto di questo ennesimo disservizio pubblico".

"Ecco l’email firmata - prosegue il parlamentare del Pd - che ho ricevuto: Gentile deputato, Io abito in Lombardia, precisamente a Lodi e Le scrivo per segnalarLe che stasera alle 19:40 guardando il TG regionale apprendevo che nessun inviato della RAI aveva ancora raggiunto il luogo della tragedia (S.S. n. 36 vicino Lecco - crollo cavalcavia con vittime), inviato che era ancora in viaggio!!! Ma come? Il sinistro era avvenuto poco dopo le 17:00!!! Metto su Sky tg 24 e vedo invece le immagini dal vivo!!!. Non le scrivo altro, spero intervenga nei confronti di questa RAI inefficiente e spendacciona, il servizio pubblico lo fanno le reti private".