Rai, il centrodestra su Conte: "Un'intervista inganno"

Il centrodestra chiede equilibrio e rispetto della par condicio alla commissione Vigilanza della Rai dopo la messa in onda della intervista al premier Conte

Il centrodestra non è per nulla soddisfatto di come, in piena campagna elettorale per le regionali umbre, la Rai abbia intervistato il premier Giuseppe Conte, ponendo peraltro il servizio in questione in una fascia oraria centrale: quella della prima serata.

Il tema della par condicio continua ad essere chiamato in causa anche in relazione alle scelte fatte dall'azienda televisiva di Stato, cui la coalizione fondata da Silvio Berlusconi nel 1994 ha domandato, in maniera formale e certosina, il ripristino di un "equilibrio" che tenga conto di tutte le anime politiche presenti sulla scacchiera partitica italiana. E proprio questo del pluralismo, stando pure a quanto si legge sull'Agi, è il problema principale tra quelli posti da Lega, Fi e Fdi in commissione Vigilanza. Vale la pena mettere in evidenza anche la rete televisiva in cui Conte è andato in onda, ossia Raiuno.

La nota diffusa dai membri della commissione sopracitata è densa di considerazioni rilevanti. Intanto c'è l'attesa su un "segnale di giustizia elettorale", che non sarebbe arrivato dalla Rai nonostante la richiesta inoltrata e le rilevazioni già presentate, mentre l'intervista in sè viene etichettata come un "atto di genuflessione". Ma il centrodestra, che ha parlato per mezzo di suoi tre esponenti, cioè Massimiliano Capitanio della Lega, Giorgio Mulè di Forza Italia e Daniela Santanchè di Fratelli d'Italia, ha definito il tutto pure come una "intervista - inganno". Trattasi di evidente insoddisfazione per quanto accaduto, insomma. Ma c'è anche dell'altro.

Perché il fatto che la Rai abbia preferito mostrare in video il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, piuttosto che optare per un servizio giornalistico di altra tipologia, potrebbe aver influito sulle dinamiche della serata legate agli ascolti. Per non parlare, ancora, delle modalità selezionate: "Oltre alla curiosa scelta giornalistica di aprire uno speciale sull'azione militare di Erdogan, stravolgendo il palinsesto di prima serata della rete ammiraglia, e in colpevole ritardo rispetto all'inizio del conflitto in Siria - hanno fatto presente i tre -, il Presidente Conte è stato intervistato senza alcun tipo di contradditorio, contravvenendo ai principi basilari del pluralismo dell'informazione pubblica". Una sorta di monologo, dunque, che non può di certo trovare il placet dell'opposizione.

Sono state poi elencate una serie di fattispecie, che la Rai potrebbe non aver tenuto in considerazione come si deve. Viene specificato come la Rai "la Rai avrebbe palesemente violato il principio di imparzialità e di parità di accesso, rispetto a tutti i soggetti politici, ai mezzi di informazione per la comunicazione politica, così come stabilito dalla legge 22 febbraio 2000, n. 28 in materia di par condicio." La palla, adesso, passa in commissione Vigilianza, che dovrà spiegare per mezzo di un'audizione quanto accaduto.

Commenti

agosvac

Lun, 21/10/2019 - 12:50

Non vedo come le trasmissioni RAI possano in alcun modo favorire Conte. Ormai non le guarda più nessuno o, comunque, una stretta minoranza. L'informazione è multipla ed ognuno può scegliersi i propri canali. Per quanto mi riguarda non mi sintonizzo sulla RAI da decenni!!! Pago il canone, perché obbligatorio, ma nient'altro.

MOSTARDELLIS

Lun, 21/10/2019 - 12:55

la RAI è quanto di peggio ci sia in termini di comunicazione pubblica. Tutti i canali sono apertamente schierati sulla sinistra. Basti vedere un qualunque servizio sull'immigrazione: sono servizi scandalosi, sempre a favore dell'invasione clandestina. Sembrano i giornali del Vaticano.

paolo1944

Lun, 21/10/2019 - 12:57

I PD sempre padroni, al governo o all'opposizione. Quando sono al governo diventa vero regime, degno di Erdogan. Uno schifo tollerato dai media e dagli italiani, sempre più beoti. In Cile per 30 cent di aumento dell'autobus scoppia la rivoluzione, qui arrestano il capo dell'opposizione, fanno fallire le aziende, e tutti se ne sbattono.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 21/10/2019 - 13:04

Se si fosse vista l'intervista da costoro avrebbero applaudito per come Gramellini con molta eleganza abbia preso per i fondelli Conte che faceva fatica a trattenere la stizza soprattutto quando lo si e' comparato a Trump. Ben vengano simili interviste, non faranno che fare del bene a DX.

marinaio

Lun, 21/10/2019 - 13:19

Ieri su Rai3, la Annunziata ha invitato la Meloni a 1/2 ora. La Meloni non è riuscita a completare alcun discorso in quanto la Annunziata la interrompeva in continuazione. Poi lei, quando in studio ci sono i suoi compagni sinistri, allora sta in religioso silenzio.

carlo dinelli

Lun, 21/10/2019 - 13:19

Salvini ha ragione perchè questo dimostra, ancora una volta, che la Tv di stato è di "Regime" (cattokomunista, naturalmente). Comunque, non si dovrebbe preoccupare per le elezioni in Umbria: non saranno certo le chiacchiere del cialtrone Conte a far cambiare idea ai votanti umbri.

gonggong

Lun, 21/10/2019 - 13:20

la RAI e morta..non la vede piu nessuno...anzi RIDATECI INDIETRO I SOLDI DEL CANONE!

HARIES

Lun, 21/10/2019 - 13:24

Diciamo che la RAI dovrebbe fare molta più attenzione ad essere imparziale e soprattutto molto più accurata nel gestire i soldi che il Popolo Italiano gli elargisce.

Maura S.

Lun, 21/10/2019 - 13:29

Ormai sono in pochi che guardano la Rai sapendo come agevolano i cattocomunisti. Anzi è un bene che continuino a farlo, più voti per la destra. Purtroppo il canone si paga poiché costretti, se fosse una scelta la rai da tempo avrebbe chiuso i battenti.

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Lun, 21/10/2019 - 13:32

Lucio Flaiano. I giornalisti italiani sono quasi tutti Di sinistra: BASTA VEDERE la FNSI. I giornalisti Rai in gran parte sono di sinistra (con omonimi..): BASTA VEDERE IL SINDACATO USIGRAI. Rai3 già TeleKabul kurziana è da semprini comunista al 100%. RaiNews24 e TGR sono appendici di Rai3

hectorre

Lun, 21/10/2019 - 13:33

questo avvocatucolo ha capito che stare col pd paga!!!....il partito più corrotto e maneggione della storia, lui solo l'ennesimo premier farlocco nelle mani della sinistra!!!!!!....in Umbria il primo avviso di sfratto!!!!....mancano pochi giorni!!!!!

19gig50

Lun, 21/10/2019 - 14:03

Dovranno saltare molte teste in rai.

maurizio-macold

Lun, 21/10/2019 - 14:05

Ma maggior parte dei forumisti, per non dire tutti, dichiara di non vedere MAI i canali RAI. Ma stranamente questa intervista a Conte l'hanno vista TUTTI. Cialtroni? Bugiardi? Entrambe le cose? Io aggiungerei intellettualmente disonesti.

aldoroma

Lun, 21/10/2019 - 14:22

Ma ha votato costui????

moichiodi

Lun, 21/10/2019 - 14:27

Siamo alla frutta. Il giornale impasta a modo suo. Da ché mondo è mondo le interviste sono criticate dagli oppositori. Ma vale anche per gli altri. Solo se l'intervistato è salvini il giornale non impasta nulla.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Lun, 21/10/2019 - 14:45

brucia parecchio non rivedere il ministro della paura sempre in tv, vero? ma la colpa è solo sua. che la RAI fosse sempre stata spudoratamente filo governativa lo sanno tutti, quindi non fate le vergini vestali perché è stata berlusconiana, dalemiana, prodiana e recentemente salviniana. se ora è un po' zingarettiana la colpa non è della RAI ma di tutti i politici che si sono alternati ai quali fa comodo averla così com'è (cioè simile alla pravda).

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Lun, 21/10/2019 - 14:59

Se non vi sta bene la RAI guardatevi Notizie Oggi su Canale Italia l'emittente nazionale che la sinistra vuol chiudere. Parlano dalle 6:00 alle 9:00 di politica con gente davvero in gamba dando voce a tutto il popolo senza filtri. Ogni giorno si impara qualcosa di interessante..... e' pure in streaming.

batpas

Lun, 21/10/2019 - 15:48

canna del gas? alla frutta ? disperati ? come si dice ?

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Lun, 21/10/2019 - 16:23

Da quando Giuseppi si è nominato bisconte non ho sentito più nessuno che dicesse un minimo di bene, di lui... più insiste e più la gente lo considererà per quello che è. E certi programmi della RAI vengono seguiti solo nelle case di cura. Chi vorrà un dirigente equivoco, lo segnalerà nelle future elezioni.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 21/10/2019 - 16:40

Spero che col prossimo governo di centro destra il canone Rai venga abolito, per par condicio ovviamente.

agosvac

Lun, 21/10/2019 - 16:54

Egregio macold(h.14,05) intellettualmente disonesto è lei. Io sto commentando un articolo pur non avendo seguito l'intervista della RAI. O le risulta troppo difficile capirlo???

Ritratto di babbone

babbone

Lun, 21/10/2019 - 17:17

Togliere il canone e mandarli tutti in miniera che vanno riaperte per l'occasione.

maurizio-macold

Lun, 21/10/2019 - 17:29

Signor AGOSVAC (16:54), io non prendo per oro colato le dichiarazioni di un giornalista, sono scettico, e mi pronuncio solo quando assisto personalmente al fatto o alla trasmissione. Lei ovviamente puo' fare come gli pare ma non puo' criticare chi la pensa diversamente da lei.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 21/10/2019 - 17:47

maurizio-macold Lun, 21/10/2019 - 17:29 Signor macold lei è il primo a criticare gli altri pur pensando diversamente da lei.

maurizio.fiorelli

Lun, 21/10/2019 - 18:09

Signor "agosvac"lei ha probabilmente ragione riguardo il territorio nazionale ma per i residenti all'estero è quasi il contrario. Non tutti hanno la parabolica ed il "via cavo" è dominato in moltissimi casi da RAI 1 e 3. Non sono riuscito ancora a capire quale delle due sia più a sinistra ma non me ne curo troppo, cerco di ragionare con il mio di cervello. Ciò non impedisce che un certo impatto queste emissioni le hanno su molte persone che un giorno voteranno.Cosa ne pensa?

maurizio-macold

Lun, 21/10/2019 - 18:38

Signor GIU'ALNORD (17:47), mi scuso per essermi espresso male, ovviamente le critiche vanno accettate, ci mancherebbe altro. Purtroppo pero' quasi sempre le critiche che mi vengono rivolte sono "condite" da insulti e qualche volta anche da minacce alla mia persona ed alla mia famiglia, e questo e' inaccettabile.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 21/10/2019 - 20:00

maurizio-macold Lun, 21/10/2019 - 18:38 Le minacce personali e ai propri familiari sono penalmente condannabili,e su questo mi trova concorde;non mi trova d'accordo sul fatto che numerose volte interviene in modo critico,mi permetta di dirlo, e da cafone(sicuramente non lo è). Ecco,lavori un po' su questo aspetto facendo delle conversazioni più costruttive e non distruttive su chi la pensa diversamente da lei,vedrà che la gente si farà un altra opinione.

mozzafiato

Lun, 21/10/2019 - 20:23

MAURIZIO MACOLD 18,38 . Dunque noi CHE CONOSCIAMO BENE L ITALIANO siamo definiti da te "CIALTRONI, BUGIARDI ED INTELLETTUALMENTE DISONESTI" . Poi nel post citato grugnisci contro le camicie nere le quali, tu affermi testualmente CHE QUI TI SI INSULTA E CHE TU VIENI MINACCIATO ASSIEME ALLA TUA FAMIGLIA... Sinceramente io non trovo parole adatte per definire la tua persona dopo questa ennesima dimostrazione di quale pasta e' fatto un personaggio ... diciamo innominabile come te letteralmente fuori di cervello (letteralmente distrutto dall'ideale sovietico) . SPERO (MA DUBITO) CHE TU IMMAGINI GLI AGGETTIVI CHE VORREI APPIOPPARTI... E NON SOLO QUELLI, MA PUR ESSENDO UN BIECO FASSISTA, PROPRIO NON POSSO. Inutile chiederti se provi un minimo di vergogna: tu non hai nemmeno un' anima alla quale chiedere aiuto... altro che "minacce alla tua famiglia" ... Faresti meglio a sparire !

mozzafiato

Lun, 21/10/2019 - 20:51

MAURIZIO MACOLD, vorrei capire come si fa a sentirsi minacciati se tu MOLTO PROBABILMENTE usi il nick di prammatica per nasconderti in questo ambiente di manganellatori ignoranti e fassisti. Io penso che una persona normale di mente, DIFFICILMENTE SCEGLIE IL DURO MESTIERE DI PROVOCATORE IN COTANTO TERRIFICANTE AMBIENTE qualificandosi con tanto di nome d cognome. Dunque o tu hai qualche rotella bloccata o il tuo livello di mestierante della provocazione, ha raggiunto e superato quello del piu' incallito dei no global (tipo ER PELLICCIA per intenderci). Insomma MACOLD: Nessuno come te, da bravo black bloc, sa quali incommensurabili fatiche deve superare un provocatore professionista, per operare fra nerbuti, facinorosi in camicia nera, sempre pronti con randelli e carabine mod. 91 a farsi giustizia, con le buone, ma soprattutto con le cattive.

rokko

Lun, 21/10/2019 - 21:16

Ma se Salvini è sempre in tv a qualsiasi ora! In questo preciso istante a Rai Due c'è Salvini che parla (anzi, straparla, come del.resto anche Conte) per mezz'ora, indisturbato. Di cosa cianciamo? Piuttosto, facciamo una bella cosa: mai più politici in tv se non in caso di guerre o emergenze nazionali! Ah come sarebbe bello!

Libero 38

Lun, 21/10/2019 - 21:49

Che schifo.Costretti dall'accozzaglia Komunista-p-idiota a pagare il canone rai per poi vedere talk-show condotti da personaggi di fede komunista.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 21/10/2019 - 22:36

@maurizio-macold - stattene a casa invece di venire qui a fare il buffone.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 21/10/2019 - 23:57

mozzafiato Lun, 21/10/2019 - 20:51 Io al signor Macold gli ho fatto un discorso un po' più soft;spero che abbia capito lo stesso la lezione.

Destra Delusa

Mar, 22/10/2019 - 03:24

Quando Conte parla terrorizza l'opposizione. Che differenza di stile, cultura, intelligenza rispetto al burino incapace padano.