Rampini attacca la "sinistra snob" che predica l'accoglienza: "Hanno dimenticato gli italiani"

La voce fuori dal coro del corrispondente di Repubblica: "A forza di occuparsi degli ultimi che attraversano il Mediterraneo, la sinistra ha dimenticato gli italiani"

La sinistra? A forza di difendere i migranti si è dimenticata degli italiani. A dirlo non è il leader della Lega ma un’icona progressista come Federico Rampini. Lo storico corrispondente di Repubblica affida ad un libro il suo personale j’accuse verso uno schieramento politico reo di avere abbandonato le classi operaie per fare da “cassa di risonanza alle agenzie di rating”.

La notte della sinistra, edito da Mondadori elenca tutti gli errori che hanno condotto alle ultime batoste elettorali. Dalla difesa a tutti i costi delle frontiere aperte all’allerta per il ritorno del fascismo. “È il vezzo di una sinistra intellettualmente pigra – dice il giornalista intervistato da La Verità - non avendo idee forti da proporre, ci si rifugia in automatico nella vecchia retorica”. Certo, la battaglia dei porti chiusi di Matteo Salvini non la condivide. Non foss’altro perché, come quella combattuta Oltreoceano per il muro al confine con il Messico, la considera “marginale rispetto al problema”.

L’Italia multietnica per Rampini è una “banalità”. “Ogni Paese ha il diritto di stabilire le regole di accesso e di appartenenza alla propria comunità nazionale”, pena la diffusione di un senso di smarrimento e insicurezza. Sono i migranti stessi a sconfessare “l’ideologia no border”, sostiene il giornalista che rivendica l’eredità nazional popolare del Partito Comunista Italiano e ricorda come “nella storia sono sempre stati gli industriali, i ricchi, a volere frontiere aperte, sia per gli scambi commerciali, sia per la manodopera a basso costo”.

L’accoglienza indiscriminata, precisa, non è mai stata un’idea di sinistra e gli immigrati non ci pagheranno le pensioni. Anzi, un giorno le “consumeranno” pure loro, prevede l’editorialista che critica Juncker e dà del sovranista a Macron. Insomma, non sono gli elettori leghisti ad essere ignoranti, ma i politici di sinistra ad essersi trincerati sotto gli ombrelloni a Capalbio dimenticando le periferie.

Sì perché, passi Greta Thunberg, ma se l’eroina del nuovo femminismo diventa Asia Argento, allora siamo alla “perversione del politicamente corretto”.

Commenti

steacanessa

Lun, 10/06/2019 - 19:27

Allora è vero che anche i sinistri possono migliorare invecchiando.

Divoll

Lun, 10/06/2019 - 19:35

Bravo Rampini, non me lo aspettavo. Ben venga la critica da sinistra, nella scia di Fusaro. Solo, arriva fuori tempo massimo.

rudyger

Lun, 10/06/2019 - 19:36

Rampini fa piacere che si sta quasi convertendo ma come suo dna la nomenKlatura di sinistra ora cercherà di distruggerlo.

killkoms

Lun, 10/06/2019 - 19:37

almeno uno!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/06/2019 - 19:40

Ma è una dimenticanza voluta. Non vedi come blaterano in tv?

ClioBer

Lun, 10/06/2019 - 19:54

Sono rari, ma qualche sinistro che non ha portato il cervello all'ammasso, cara grazia, c'è ancora. Rampini è uno di questi, quindi merita rispetto. Mi auguro che non succeda, ma sono convita che i suoi ex gli rovesceranno addosso così tanti strali e invettive, che lo faranno pentire.

VittorioMar

Lun, 10/06/2019 - 19:54

...per la SINISTRA PIU' RAMPINI MENO CACCIARI...!!

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 10/06/2019 - 20:17

Come mi piace quest'uomo

carlottacharlie

Lun, 10/06/2019 - 20:44

Beh, Rampini è intelligente e non sembra uno di sinistra. Riflette su quel che accade, vede le incongruenze ed il disfacimento italiano, nota il degrado e capisce quale male affligge la sinistra e quale stanchezza abbiamo noi italiani. Ho in uggia la sinistra però quando ne incontro uno intelligente sono colta da pura gioia e, se scrive, non mi lascio scappare il minimo scritto.

manfredog

Lun, 10/06/2019 - 21:17

...forse è sincero, ma forse è anche possibile che tenti di far cambiare rotta, almeno un po', alla sinistra, per non farla scomparire del tutto.mg.

hectorre

Lun, 10/06/2019 - 21:58

solo ora se ne rende conto??????.....i sinistri ci arrivano sempre con un tantino di ritardo....quando capiscono che gli italiani non credono più alle loro fesserie iniziano a criticare quel che è stato fatto....senza vergogna!!!!!

giovanni951

Lun, 10/06/2019 - 22:07

“la notte della sinistra”, ovvero l’ultimo libro di Rampini lo farei leggere in tutte le scuole da tanto é interessante. Rampini...l’unico uomo di sinistra con tanto sale in zucca e onesto intellettualmente.

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 10/06/2019 - 22:29

finalmente uno che non ha bisogno degli occhiali ma per gli altri ci vorrà un trapianto di cervello.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Lun, 10/06/2019 - 22:40

Troppo tardi, bello mio. Queste parole avresti potuto dirle già anni fa, quando si iniziava a capire chiaramente quale sciagura, fatta di immigrazione illegale a tutto spiano, si stava abbattendo sull'Italia, e la sinistra batteva le mani alle ong come una scimmia ammaestrata. Oggi suonano come un ravvedimento tardivo, pronunciate solo perchè la realtà dei fatti si impone anche ai vostri occhi di comunisti imbevuti di demagogia. La tua è una saggezza cialtrona.

Sciltian

Lun, 10/06/2019 - 22:53

Se la sinistra deve essere dalla parte dei diseredati e degli emarginati, va da sé che deve anzitutto difendere gli esseri umani che cercano di emigrare da noi. Accoglierli, integrarli, istruirli e farli diventare cittadini italiani, anche passando un esame di cittadinanza in lingua e cultura italiana. Sono i migranti i nuovi proletari, ma finché non gli si dà passaporto e diritti civili e politici, sono sottoproletari. La sinistra di Rampini è una sinistra nazionalista, ma occhio, che di nazional-socialismo sono morti in decine di milioni 80 anni fa.

Ritratto di tox-23

tox-23

Lun, 10/06/2019 - 23:06

Alla sinistra degli Italiani non gliene frega niente, ma nemmeno dei migranti diventati Italiani. L'obiettivo è africanizzare l'Italia prima possibile.

me.so.rotto....

Mar, 11/06/2019 - 00:09

Finalmente qualcuno, che da dentro, le canta chiare a questi pseudoumanitari sinistrati, che tutto sono, fuorche` difensori dei diritti umani. Solo gli allocchi e il papa credono ai sinistrati e ai musulmani.

GPTalamo

Mar, 11/06/2019 - 02:07

A me sembra che la sinistra italiana sia un po' ritornata alle radici storiche marxiste, quando la promozione del proletariato (inteso come popolo in generale) era internazionale e travalicava i confini. In effetti anche fascismo e nazismo avevano uno stampo socialista, ma privilegiavano l'identita' nazionale (nazismo = nazional-socialismo). Sarebbe utile se il PD chiarisse nel suo programma se il suo obiettivo rimane l'Italia o abbia una visione globalista (come favorire gli sbarchi degli africani, per esempio).

Yossi0

Mar, 11/06/2019 - 06:42

Sig. Rampini, non credo che i suoi amici sinistroidi si siano dimenticati degli italiani, sono persuaso che gli italiani si siano dimenticati della sinistra ed ai suoi amici per mantenere le poltrone non resta altro che fare nuovi proseliti, regalando cittadinanza e predicando buonismo ipocrita sperando di recuperare voti; questo fare a dir poco irresponsabile avrà serie conseguenze.

kennedy99

Mar, 11/06/2019 - 07:53

bravo rampini anche gli italiani adesso lo hanno capito.

GeoGio

Mar, 11/06/2019 - 08:17

Quelli di sinistra indossano il loro vestito come se l'etichetta sia il loro motivo di vita. Leggono tanti libri, (spesso lavorano poco) poi nemmeno li capiscono se li interroghi e pensano di essere superiori. Se Rampini la pensa cosi' esca dal club ed entri in un mondo dove li idee non sono brand.

oracolodidelfo

Mar, 11/06/2019 - 08:33

Bravo Rampini! E brava Cristina Verdi. Articolo obiettivo, conciso, chiaro e...udite, udite......solo due vocaboli stranieri: rating e border. Brava! Spero di leggerla spesso.

Bingo1

Mar, 11/06/2019 - 08:35

Patetici questi commenti. La critica interna alla sinistra viene accolta con gli evviva da quelli di destra. E spesso anche viceversa. Mai che grattandosi la capa si scopra una furba critica dell'avversario alla propria parte. E questo vale per la destra come per la sinistra. Eppure quanti che votarono Renzi la volta scorsa adesso han messo la croce sulla Lega e alla prossima chissà su chi. Forse sulle bretelle di Rampini.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 11/06/2019 - 08:46

MA QUANDO É STATO CHE LA SINISTRA ITALIANA HA PENSATO AL PROPRIO POPOLO?!PERCHE SE FOSSE STATO COSI IO É MILIONI DI ITALIANI NON SAREMMO EMIGRATI IN GERMANIA!.

rino34

Mar, 11/06/2019 - 08:51

l'eccezione che conferma la regola

brob67

Mar, 11/06/2019 - 08:54

Classica retromarcia funzionale al raggiungimento di un obiettivo. Poco affidabile

roberto67

Mar, 11/06/2019 - 09:13

A volte l'illuminazione arriva anche a sinistra. Anche per loro a volte 2+2 può fare 4. I politici devono occuparsi del benessere e della sicurezza della propria Nazione, interessandosi in particolare degli ultimi. Un politico italiano si deve interessare degli ultimi tra gli Italiani: salvare il mondo non è suo compito. L'Italia ha confini ben definiti, per i quali i miei nonni hanno combattuto. Io ho svolto il servizio militare impegnandomi a difenderli in caso di necessità. Quindi la smettano i sinistri di proporre le solite baggianate dei "cittadini del mondo" o presto spariranno dalla scena politica.

lillo44

Mar, 11/06/2019 - 09:31

.......se un grande giornalista come Rampini attacca la sinistra, divenuta "SNOB" negli ultimi anni,tralasciando la classe operaia e dimenticandosi dei lavoratori Italiani, grandi elettori della vera Sinistra, sarà molto difficile che torni ad essere una Sinistra vincente!!!

omaha

Mar, 11/06/2019 - 09:57

Questa sinistra fa solo campagna di odio nei confronti di Salvini Odio perchè l'ha spesso sbeffeggia e derisa Errori macroscopici da parte della sinistra che non si arrende all'evidenza I conti non tornano non solo per questo governo, ma soprattutto per i precedenti Lo sforamento del debito è mano della sinistra Dire che l'economia va male, senza evidenziarne le ragioni Casse vuote e necessità di abbattere il debito Come si può fare crescita con le casse vuote e debiti esplosivi? Chi le ha lasciate così è stata la sinistra Anche se l'attuale governo ha fatto nulla per la crescita Fanno campagna di odio, ma loro non sono italiani? Zingaretti, Bersani e la pletora di saggi, quando ovviamente non si è al comando a dover risolvere i problemi, non sono italiani? Siamo Europei? Siamo italiani primo, poi siamo europei I francesi e i tedeschi se ne fregano dei nostri problemi e ogni giorno ce lo ricordano

Giorgio Colomba

Mar, 11/06/2019 - 10:01

Il callido Federico ha fiutato l'aria e si sta riposizionando in attesa del predellino giusto per salire sul carro vincente.

pedro10

Mar, 11/06/2019 - 10:28

Uno su cento c`è la fa.

savonarola.it

Mar, 11/06/2019 - 10:35

Quando la nave sta per affondare i topi iniziano ad abbandonarla. Per la serie: nel ventennio gli italiani erano tutti fascisti. Dal '68 in poi tutti comunisti. Speriamo che dal 2019 in poi diventino tutti leghisti.

titina

Mar, 11/06/2019 - 10:37

Lui sì che capisce gli italiani.

Ritratto di lurabo

lurabo

Mar, 11/06/2019 - 10:45

non li hanno dimenticati ma mai presi in considerazione!!!

apostata

Mar, 11/06/2019 - 11:04

Bravo! Non l'hanno ancora capito! Hanno fatto eutanasia!

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 11/06/2019 - 11:14

Oramai i pochi italiani rimasti hanno già il destino segnato.. E' la maledizione che ci portiamo da quando eravamo al G7. Troppo grandi e troppo irresponsabili.

Ritratto di nazionalista_sardo

nazionalista_sardo

Mar, 11/06/2019 - 11:52

grande rampini ma ormai è troppo tardi la neo sinistra oggi è diventata di destra dunque sono irrecuperabili per questo motivo oggi votiamo lega unico schieramento fuori da tutti gli schemi convenzionali global capitalisti migrazionisti

SPADINO

Mar, 11/06/2019 - 12:23

HA SCOPERTO L'ACQUA CALDA? STRANO CHE QUESTO COMUNISTA LA PENSI COME ME CHE SONO DI CENTRODESTRA. ALLA BUON'ORA

Ritratto di adl

adl

Mar, 11/06/2019 - 12:35

"non avendo idee forti da proporre, ci si rifugia in automatico nella vecchia retorica” ......tolga pure il "forti" dr. Rampini è pleonastico. Superelogio per il libro, avrei dovuto scriverlo io, visto che dice le cose che scrivo da diversi anni in questi spazi bianchi, ma va bene così. Una domanda sorge spontanea, che ci fa un repubblicomane dissidente in SINISTRATISSIMA SINISTRATIA ????!!!!!