Reato di omicidio stradale, si rischiano fino a 18 anni

Chi non prfesterà soccorso alle vittime, sarà considerato alla stregua di un assassino. Ecco le nuove soglie per alcol e droghe

L'articolo 589 bis, quello che regola l'omicidio stradale, sta per fare il suo ingresso nei tribunali. Entro la fine dell'anno, infatti, sarà approvata dal parlamento l'introduzione del reato di omicidio stradale. Chi causerà un incidente mortale e non presterà un primo soccorso alle vittime, sarà considerato alla stregua di un assassino. Tanto che l'aggravante potrà farlo sbattere in galera per 18 anni, proprio come per un "omicidio volontario".

Come spiega il Messaggero, la riforma del codice della strada mira a punire pesantemente chi causa un incidente mortale perché si è messo alla guida "sotto l'effetto dell'alcool o in condizione di alterazione per l'uso di sostanze stupefacenti". La nuova legge introduce anche il reato di lesioni stradali. Che prevede: "pena da otto a dodici anni per l'omicidio stradale con ubriachezza e tasso alcolemico superiore a 1,5 mg e per stupefacenti" e pena "da quattro a dieci anni per ubriachezza tra 0,8 e 1,5 mg". Tanto per capirci: 0,8 mg equivalgono a circa 3 bicchieri e mezzo di vino oppure un paio di boccali di birra. "Il pezzo potrebbe uscire dall'Aula con alcune modifiche - si legge sul Messaggero - la più probabile è l'innalzamento del minimo della pena da quattro a cinque anni per la seconda fascia di omicidio stradale".

Commenti

xgerico

Lun, 26/10/2015 - 11:00

BENE!

vince50_19

Lun, 26/10/2015 - 11:02

Quello che interessa è SOPRATUTTO la certezza della pena senza sconti. Per cui, "egregio governo", aumenta i "posti detenzione" fino a 100mila - minimo, togli gli sconti di pena facendo pagare per intero la condanna subita. Se l'omicida è un irregolare, lo rispedisci a casa sua DOPO aver scontato la condanna e con l'interdizione perpetua di rientro in Italia. Se sgarra in galera senza pietà per congruo numero di anni e senza sconti. Al limite, se c'è un accordo fra stati, può scontare la pena nella sua terra. Il buonismo genera mostri, come sempre.

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 26/10/2015 - 11:02

E QUANDO INASPRIREMO I REATI SOLTANTO PER I CLANDESTINI E STRANIERI?

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 26/10/2015 - 11:08

ma vale solo per gli italiani o anche per zingari, stranieri irregolari e clandestini africani?????

paolonardi

Lun, 26/10/2015 - 11:11

Dopo l'appoggio esterno in associazione mafiosa, il femminiciodio, l'omofobia, lo stalking esso un altro obbrobio giuridico. Tutte i nuovi delitti elencati, tranne il primo, erano gia' previsti dal C.P. come aggravanti; e' solo la poca voglia di lavorare della magistratura che ha reso necessarie nuove fattispecie di reati alla barba della semplificazione delle strutture pubbliche.

MEFEL68

Lun, 26/10/2015 - 11:28

...però se l'incidente lo dovesse provocare un ROM che fugge a 150 Km orari, .....puntini sospensivi...della pena.

Libertà75

Lun, 26/10/2015 - 11:31

@giangol, se una persona nella sua cultura non concepisce il reato, allora non può essere punito

MEFEL68

Lun, 26/10/2015 - 11:33

Uno stato che depenalizza reati per non spendere i soldi per altre carceri, non fa che incrementare la malavita. Agli italiani, quelli onesti, farebbe piacere che se uno viene condannato, dopo tutte le attenuanti già inventate in sede di processo, a 10 anni, esca di prigione alla mezzanotte del decimo anno. La buona condotta deve averla prima, non in carcere. Senza questi principi, inutile fare proclami ad effetto.

gneo58

Lun, 26/10/2015 - 12:03

per MEFEL68 - guardi che non servono altre carceri - se i detenuti lavorassero fuori tutto il giorno e rientrassero in galera solo per dormire sa quanti posti letto in più ci sarebbero ? Va da sé che lavorerebbero fuori 365 giorni all'anno senza se e senza ma, estate ed inverno, pioggia o sole, vento o no e dovrebbero produrre per se stessi e per chi purtroppo a vario titolo non puo' farlo e i soliti "clandestini" via subito a casa loro !

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 26/10/2015 - 12:13

io ho procurato un incidente e non ho prestato soccorso, solo perchè ero svenuto, ed in questa legge non è precisato che se uno è impossibilitato non è riconosciuto colpevole. In verità erano loro che non hanno rispettato lo Stop ed io gli sono entrato dentro, come un ariete.ps non avevo bevuto alcool e nè ero drogato perchè non ne faccio uso, ma li hanno dato la colpa al 33% per la velocità, (80 km/h) su una statale.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 26/10/2015 - 12:18

e che c'entrano gli zingari, loro sono un mondo a parte. Volete una prova? Per caso avete visto uno zingaro pagare i servizi? Avete mai visto la GdF chiedersi come fanno a mantenere le auto di grossa cilindrata? Mai contestato sempre dalle GdF per gli scontrini fiscali non emessi visto che giustificano che fanno commercio? Dicono che lavorano, e dove sono i cedolini? Mai, sono di un mondo a parte!

alan1903

Lun, 26/10/2015 - 12:25

continuiamo pure a essere giustizialisti finche non ci riguarda... dopo vedi i piagnistei....

Vincenzo122

Lun, 26/10/2015 - 13:17

Era ora.Comunque 18 anni sono pochissimi,almeno 50 e con la certezza della pena e senza alcun indulto o premi di buona condotta.

giovanni951

Lun, 26/10/2015 - 13:51

entro fine anno? di quale?

Mapagolio

Lun, 26/10/2015 - 14:44

Non uscira una gran legge come al solito e sara' interpretativa,cosi' ogni magistrato la applicara' come cavolo gli pare.Il solito paese delle vie di mezzo mai qualcosa chiaro e definitivo.

sesterzio

Lun, 26/10/2015 - 16:53

MAGARI! Vuoi scommettere che dopo centinaia di morti innocenti ci si decide ad inasprire le pene? Specialmente se chi commette tali reati è ubriaco o drogato.E' giusto che paghi pesantemente con condanne esemplari e senza sconti.E SARA' SEMPRE TARDI!

Ritratto di duliano

duliano

Lun, 26/10/2015 - 16:58

Se solo poi i magistrati applicassero le leggi e non solo le attenuanti!! In effetti il titolo dell'articolo è giusto :"rischiano" ma poi se li faranno sti 18 anni?

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 26/10/2015 - 17:42

Questi politicanti per caso sono convinti che basta inasprire le pene per far diminuire gli incidenti. Già, infatti dopo l'approvazione del reato di femminicidio non ci sono più donne ammazzate dai compagni. O no? Non si sa chi sia più idiota, chi propone le leggi o chi crede a questa gente. Emanuele Fiano, quello che fa a pugni con l'estetica, ieri da Giletti, a chi gli chiedeva cosa fa il governo per garantire la sicurezza degli italiani, sempre più minacciati, ha detto che hanno incrementato di 2.500 il numero degli agenti. Non una parola su leggi che sembrano fatte apposta per favorire chi delinque, su ladri e scippatori arrestati e subito scarcerati da giudici dal cuore tenero e sulla sinistra sempre a favore dei delinquenti e contro le forze dell’ordine e chi difende la propria vita.

linoalo1

Lun, 26/10/2015 - 18:05

Giusto punire ubriachi e drogati,ma i Pedoni,non hanno mai colpe????Filmate e giudicate i Passaggi Pedonali e sicuramente modificherete il Codice Stradale!!Non solo,come si conportano i Pedoni per strada,dove non c'è marciapiede???Stanno sulla Sinistra o,come spesso accade,stanno,a loro pericolo,sulla Destra????

piertrim

Lun, 26/10/2015 - 19:35

E' ora che questa legge venga approvata. Io personalmente l'aspettavo da 32 anni.

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 26/10/2015 - 20:33

Anche questa è una BUFFONATA. Omicidio con pistola, con coltello, con martello o manganello è sempre OMICIDIO. Si toglie la vita ad una persona e molte volte con superficialità e negligenza, perciò questi OMICIDI sono SEMPLICEMENTE REATI a VANNO PUNITI con la MASSIMA PENA. Solo che prima che sia varata la LEGGE qualcuno deve rompere la testa ad un GIUDICE.

ghepardo50

Lun, 26/10/2015 - 22:29

in questo periodo la sinistra si sbraccia, sbraita e invoca lo spettro del far west e della relativa licenza di uccidere di chi vuole difendersi dai ladri anche sparando, mentre invece è silente verso gli omicidi stradali che sono una vera licenza di uccidere rispetto ai pochi ladri morti sul "lavoro"

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Lun, 26/10/2015 - 23:19

Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare! Per come sono andate le cose fino ad oggi ho ancora molti dubbi che si trovi un accordo con quelli che contestano "a prescindere" e poi quel "entro la fine dell'anno" sa tanto di una promessa e - per quanto riguarda le promesse - l'esperienza insegna che .....

mariod6

Mar, 27/10/2015 - 03:49

In tutti i paesi del Nord Europa il tasso alcolico massimo è "0". Se guidi un veicolo con lo "0,01" ti arrestano subito e fai almeno 30 giorni di galera, non di arresti domiciliari. Per questo la gente va al ristorante in taxi!! E in Italia la legge, se mai verrà promulgata, avrà tante di quelle scappatoie che ne usciranno tutti assolti o con il minimo della pena da scontare all'oratorio.

roberto del stabile

Mar, 27/10/2015 - 10:10

MA COME?SINO A IERI SERA HO SENTITO DIRE CHE L'AUMENTO DELLE PENE NON HA MAI FUNZIONATO E MEI HA FATTO RIDURRE I REATI!!MA ALLORA IL PRINCIPIO VALE SOLO PER CHI FERISCE UN LADRO IN CASA SUA O PER I ROM CHE SCIPPANO E VIOLENTANO E RUBANO IN CASA D'ALTRI E VENGONO SEMPRE RILASCIATI E NON PAGANO MAI PER IL REATO COMMESSO!!PER TUTTI GLI ALRI CASI L'AUMENTO DELLE PENE SERVE ANCHE PER CHI NON PAGA IL CANONE RAI!!

roberto del stabile

Mar, 27/10/2015 - 10:14

L'AUMENTO DELLE PENE NON FRANA I REATI!!COSI' DICONO I COMUNISTI BUONISTI MA EVIDENTEMENTE VALE SOLO PER I REATI CHE DICONO LORO! PER ESEMPIO E' UN TOCCA SANA PER IL CANONE RAI VISTO CHE SARA' PENALE IL NON PAGARLO!!!RIDICOLI TIRAPIEDI POLITICANTI