Reattivi, preparati e ovunque. Le armi segrete dei carabinieri

Nemmeno le teste di cuoio avrebbero fatto meglio dei nostri sei militari. Temprati da terrorismo e mafie

«Italians do it better». Gli italiani lo fanno meglio. Gli americani l'hanno capito in Afghanistan. Lì i militari italiani hanno dimostrato non solo di saper combattere, ma anche di saper fare quello che ad altri proprio non riesce. Ovvero reagire agli imprevisti agendo al di fuori di schemi e automatismi. Immaginate se Osseynou Sy fosse entrato in azione su una superstrada dell'Ohio, della California o dell'Illinois. La Guardia Nazionale avrebbe isolato i dintorni, sul posto sarebbero intervenute le Swat - le unità speciali con blindati e mezzi militari - e il signor Sy sarebbe stato ridotto ad un colabrodo. Ma probabilmente l'epilogo sarebbe stato assai più infausto. Da noi sei normalissimi carabinieri usciti da anonime stazioni di periferia a bordo di comuni utilitarie hanno fatto il miracolo.

Ma non è stato un caso. Come non lo fu quello del 23 dicembre 2017 quando due giovani poliziotti in servizio a Sesto San Giovanni, individuarono, fermarono ed eliminarono il terrorista Anis Amri sfuggito, in Germania, ai più rigorosi controlli e trasformatosi nell'uomo più ricercato d'Europa. Ma qual'è il segreto? Come mai carabinieri e poliziotti malpagati, spesso denigrati, costretti a pagarsi da se divise ed attrezzature o a risparmiar benzina per non intaccare i bilanci di Stato mettono a segno azioni degne delle migliori teste di cuoio straniere? Uno degli elementi fondamentali è la capillare presenza sul territorio. Solo l'Italia vanta oltre 4500 stazioni territoriali dei Carabinieri guidate da rodati marescialli capaci di abbinare la conoscenza dei luoghi alla forza dell'esperienza.

Solo i loro carabinieri possono contare su un addestramento che abbina competenze di pubblica sicurezza, capacità investigative e tecniche militari. Ma a garantire il controllo del territorio contribuisce anche una Polizia presente e vigile anche in piccoli centri come Sesto San Giovanni. Un altro atout delle forze dell'ordine italiane è l'addestramento di base, sintesi delle esperienze maturate nel corso di oltre quarant'anni di lotta a criminalità organizzata e terrorismo. Due eredità che permettono anche ad agenti e carabinieri più giovani di reagire con prontezza.

Ma la vera eccellenza è un'italianissima capacità d'iniziativa. Sulla Paullese, come nella notte di Sesto San Giovanni, non c'era il tempo di elaborare piani e tattiche. Bisognava decidere mentre si agiva. Così hanno fatto il maresciallo Roberto Manucci e i cinque uomini che con tre macchine uscite dalla stazione di Paullo e Segrate si son messi sul tracce del pullman individuandolo e creando un artificioso ingorgo indispensabile a rallentarlo e fermarlo. Al successo ha contribuito anche la capacità tutta italiana di ricorrere alle armi solo in casi estremi. Quei sei carabinieri potevano cedere alla tentazione, assai più semplice e meno rischiosa, d'infilare un proiettile nella fronte del senegalese. Ma se il colpo non fosse stato fatale Sy avrebbe potuto appiccare le fiamme. Così per non mettere a repentaglio la vita dei bambini i sei carabinieri hanno messo a rischio le proprie avvicinandosi, parlandoci e distraendo il senegalese quanto serviva per garantire una via di fuga a insegnanti e studenti. Per farlo non hanno potuto affidarsi a mosse o tattiche preconfezionate.

In quei minuti decisivi hanno potuto contare solo sulla propria esperienza, sulla propria inventiva e sulla propria capacità d'improvvisazione. Se vi chiedete come mai i terroristi non riescono a colpire l'Italia o perché paesi come l'Iraq cerchino i Carabinieri per addestrare le proprie polizie la risposta è semplice. Ricordatevi del maresciallo Manucci e dei suoi uomini.

Commenti

manfredog

Ven, 22/03/2019 - 13:58

ONORE AL MERITO, VIVA L'ITALIA DEI VERI ITALIANI.

Ritratto di Florentia1963

Florentia1963

Ven, 22/03/2019 - 14:03

Non ci sono dubbi che i nostri sono (non dico i migliori) ma fra i migliori al mondo. Basta pensare cosa succederebbe se il Vaticano fosse in Francia o negli USA, in che stato sarebbe la citta` con polizie che non sanno fare il loro lavoro. La capacita` di coordinamento dello Forze sul territorio e` inarrivabile. La duttilita` degl'italiani e` unica e lo sporco lavoro del senegalese lo ha dimostrato. Come ben dice Micalessin, in altri paesi sarebbe stata strage. Senza dubbio. Chi come me viaggia di continuo e dappertutto, vede le differenze. Sono orgogliosissimo dei Carabinieri, dei ragazzini e di chi ha aiutato. C'e` da fare un grande repulisti. Leggi oscene, magistratura oscena, politici degli ultimi vent'anno osceni hanno trascinato il nostro Paese nella melma. Salvini vai avanti senza riguardo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 22/03/2019 - 14:05

oh si i militari italiani sono i migliori del mondo, nessun altro soldato può fare di meglio in situazioni disperate. ad esempio la 34° batteria gruppo udine sul fronte russo durante una ritirata, oppure la folgore nel deserto africano, oppure, la nembo in italia durante lo sbarco di anzio. è un fatto genetico, piu che di improvvisazione. siamo predisposti ad essere eroi in questi momenti drammatici. purtroppo ci sono anche dei vigliacchi , non dimentichiamolo, che sono quelli che insultano e deridono la memoria dei militari..... sono forse babbei comunisti ? :-)

Luigi Farinelli

Ven, 22/03/2019 - 14:11

Mi associo ai complimenti espressi nell'articolo.

necken

Ven, 22/03/2019 - 14:16

fa piacere leggere queste notizie alla faccia dei detrattori nostrani! comunque mai abbasare la guardia perche sempre nuove sfide sono in agguato

Pierluigi64

Ven, 22/03/2019 - 14:20

Grazie ragazzi, siete i nostri angeli custodi in forma umana.

Angelo664

Ven, 22/03/2019 - 14:21

Per quanto riguarda i Carabinieri e la Polizia, onore al merito. Sinceramente tanto di cappello per come hanno agito. In pochissimo tempo, con grande senso pratico. SI, negli USA avrebbero fatto una cosa pazzesca e sarebbero volati proiettili in tutte le direzioni e magari avrebbe fatto a tempo a dar fuoco al mezzo. Non dimentichiamo pero' le teste di cuoi russe, ricordate il teatro Dubrovka a Mosca dove usarono gas mortale senza antidoti in mano facendo fuori tutti, terroristi e spettatori o il caso della scuola di Beslan in Ossezia dove in una scuola spararono ad alzo zero con i carri armati facendo fuori terroristi e bambini a decine. Per non dimenticare l'intervento delle truppe speciali Algerine nel campo petrolifico preso in ostaggio . Anche lo conosco chi c'era dentro e posso garantirvi che essere ostaggio o terrorista era la stessa cosa.

TitoPullo

Ven, 22/03/2019 - 14:32

ONORE ALL'ARMA ED AI SUOI UOMINI!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 22/03/2019 - 14:57

Penso anche I Carabinieri meritino tutta la stima degli Italiani ; naturalmente non la pensano così Lerner,Saviano,Casarini,Strada e compagnia cantante .

dagoleo

Ven, 22/03/2019 - 15:34

Grandi, grandissimi.

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Ven, 22/03/2019 - 15:45

Aggiugerei anche che i ragazzi sul bus si sono dimostrati veramente in gamba. Anche loro sopra il livello dei coetanei dell'Ohio (o tedeschi, per fare un esempio che mi viene naturale). E' un mio parere, ma sono convintissimo che nel fare fronte agli imprevisti noi tutti siamo meglio di tanti altri che operano bene solo nelle situazioni consolidate e prevdibili.

maxfan74

Ven, 22/03/2019 - 15:58

Spero che Leggi giuste vengano applicate alla lettera, per questa specie di umano, e che non si vanifichi il grande lavoro di tutte le nostre Forze dell'Ordine.

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 22/03/2019 - 16:00

l'Agiografia lasciamola ai santi, sono stati comunque bravi e rapidi nell'intervento, su questo non c'é dubbio ...

VittorioMar

Ven, 22/03/2019 - 16:25

..il loro SEGRETO ?? la CONOSCENZA DEL TERRITORIO PALMO A PALMO e dei suoi ABITANTI ,VAGLIANDO GLI ONESTI DAI DELINQUENTI !!..questa loro SPECIFICITA' GRADITA AGLI ONESTI e ODIATA DAI DISONESTI !!..e SEMPRE ONORE ALL'ARMA e a tutte le nostre FORZE dell'ORDINE !!!

manfredog

Ven, 22/03/2019 - 18:51

...un certo ahummm di sicuro non potrà mai fare il carabiniere!! mg.