Referendum, D'Alema polemizza con il vertice Pd e stronca Renzi: "È diventato un politico normale"

L'ex presidente del Consiglio, Massimo D'Alema, polemizza con il capo del governo: "Renzi negli ultimi due anni è diventato un politico normale direi con tutti i peggiori difetti di un politico normale"

Non ha perso il gusto della polemica Massimo D'Alema. L'ex presidente del Consiglio sceglie la festa dell'Unità di Catania per tornare a far sentire la sua voce di dissenso in materia di referendum. "Mi sembra difficile - osserva - l'idea di fare un girotondo con il professor De Siervo, con il professor Casavola, con il professor Onida, con il professor Cheli. Forse Orfini dovrebbe essere più rispettoso verso queste personalità che rappresentano tanta parte della cultura italiana". D'Alema ha risposto in questo modo piccato al presidente del Pd Matteo Orfini che lo aveva definito un "girotondino".

"Renzi - prosegue D'Alema - negli ultimi due anni è diventato un politico normale direi con tutti i peggiori difetti di un politico normale". Per l'ex leader dei Ds "in Europa la spinta innovatrice di Renzi si è affievolita, sta diventando un politico come gli altri. Anche nel nostro paese è così e il dato dei ballottaggi è incontrovertibile". Per l'ex premier, inoltre, il Partito democratico è percepito come "forza politica tradizionale, che ha gli stessi problemi degli altri" partiti.

Poi, dopo essersi tolto i sassolini dale scarpe D'Alema ribadisce che non gli interessa il Pd quanto la riforma della Costituzione. "Ho deciso di impegnarmi nella campagna per il referendum perché ritengo questa riforma all'esame dei cittadini una riforma sbagliata e controproducente. E siccome io sono un uomo di Stato, ritengo doveroso partecipare ad un impegno civile e
cercare di evitare al Paese, una cattiva riforma e semmai proporre soluzioni che possano essere utili come fare nei prossimi giorni". "Renzi - prosegue - a me non interessa, a me interessa
il testo della Riforma costituzionale. Non esiste un partito del no, né un partito del sì. Esiste il si e in no. Trovo sbagliato avere spaccato in due il paese sulla Costituzione che dovrebbe essere condivisa. Il mio modello - evidenzia infine D'Alema - è la Costituente, in cui comunisti e democristiani che pure si combattevano, al tempo della guerra fredda scrissero insieme la Costituzione".

A chi gli domanda se c'è "spazio per il "no" D'Alema risponde in questo modo: "C'è un grande spazio per il no tra i cittadini. C'è ne è di meno nell'informazione, che è veramente controllata dopo l'occupazione brutale della Rai da parte del Governo e la cacciata dei dissidenti, cosa che mi ha francamente colpito. Solo Berlusconi era arrivato a tanto. C'è poco spazio nell'informazione ma molto tra i cittadini. Vado in giro per l'Italia e raccolgo tanti consensi per il no tra i cittadini".

Ma il dibattito, inevitabilmente, torna sulla vita interna al Pd. "Chi ha portato nella vita del nostro partito lo spirito della frattura è stato proprio il leader del nostro partito. Nessuno mai - prosegue D'Alema - ha teorizzato la rottamazione delle persone, noi abbiamo sempre discusso e avuto dissensi. L'unità partito nasce dal rispetto. questa violenza nei confronti delle persone nel partito non c'è mai stata".

"D'Alema non ha intenzione a candidarsi alla guida del Pd". Lo spiega lui stesso nel corso del dibattito alla festa dell'Unità di Catania. "Questa impostazione della campagna del referendum, me o D' Alema, l'ha data il presidente del Consiglio ed è completamente sbagliata -ha spiegato l'ex premier-. Di tutto posso essere accusato ma non di cercare o difendere poltrone: io mi sono dimesso da presidente del Consiglio dopo aver perso elezioni in modo assai meno catastrofico di come le ha perse Renzi l'altro mese, non mi sono ricandidato in parlamento, mi sono trovato un lavoro per conto mio e sono un uomo libero. Non ho nulla da chiedere, non voglio nessun incarico ma pretendo di battermi nelle cose in cui credo".

Commenti

lorenzovan

Mar, 30/08/2016 - 22:13

ha nostalgia del patto della crostata...lololol

VittorioMar

Mar, 30/08/2016 - 22:18

..rispetto il politico e l'uomo D'ALEMA e mi conforta che sul Referendum ci sia unicità di vedute!!....NO!

ambrogiomau

Mar, 30/08/2016 - 22:21

Noi del NO abbiamo tutti contro. Abbiamo la Merkel, l'America, la confindustria, Marchionne l'istrione, etc. E tutti stanno lavorando ai fianchi dei loro dipendenti per farli votare come automi su una riforma che nessuno ha studiato e voluto.D'Alema diventa quasi un vecchio nonno, un attrezzo superato dal superbaby, ma noi del NO dobbiamo sperare in una "moria di agnelli pasquali".

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 30/08/2016 - 22:34

Verrebbe quasi da dire che INVECCHIANDO sta diventando quasi SAGGIO!!!!lol lol MAHHH!!! Hasta mañana.

carpa1

Mar, 30/08/2016 - 22:38

Anche D'Alema eviti per favore di sparare cag...e. "Renzi avrebbe occupato tutta la RAI che neanche Berlusconi era arrivato a tanto"!!?? Posso rpcordargli, se non se n'era accorto oppure lo ha dimenticato, che mentre ora TUTTI i programmi di TUTTE le TV (anche quelle non di stato come la RAI) parlano solo Renzismo (Renzi qui, Renzi là, Renzi è dappertutto; lui e gli altri istituzionale al top, pur di apparire, sperperano più denaro in spostamenti di quanto non ne spendano 60 milioni di italiani per andare a lavorare per produrre quel PIL che loro loro sfruttano "a fià d'oca"), al tempo di Berlusconi non solo non aveva occupato la RAI (forse anche perchè la commissione incaricata di vigilare, essendo di sx come sempre, faceva il suo dovere, cosa che oggi non fà), ma anche le TV del Berlusca davano più spazio alle opposizioni che non al governo.

edo1969

Mar, 30/08/2016 - 22:43

D'Alema chi?

edo1969

Mar, 30/08/2016 - 22:44

Renzi politico normale... ma non era lui che voleva un paese normale?

Libero1

Mar, 30/08/2016 - 23:38

Quando i mugnai komunisti fanno finta di litigare e' quando il costo della farina aumenta.Che baffino sia un vecchio volpone komunista secondo solo a giorgo non lo scopriamo oggi. Che il clown toscano gli sta' sulle pal...se ne avuta conferna a Catania quando lo accusato di essere un politico normale,come dire che vale quattro soldi,non bisognva che lo dicesse lui agli italiani.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 30/08/2016 - 23:57

CHE CULO sono risultato ANONIMO!!!!lol lol RIPROVOOO!!! Forse invecchiando ha iniziato a diventare SAGGIOOO????MAHHHH!!! Hasta mañana. PS x Lorenzone ,ha nostalgia del SEGGIOLONE CARO LORENZONE!!!lol lol

hellas

Mer, 31/08/2016 - 00:08

D'Alema, dal quale sono lontano da sempre anni luce, ha uno spessore che Renzi se lo sogna ! Ed ha da tempo capito che Renzi, per là sinistra e per il Paese tutto, è quanto di peggio ci potesse capitare. Sulla Rai, D'Alema ha ragione a dire che è stata brutalmente occupata da Renzi e dai suoi tirapiedi, ma sbaglia di grosso quando paragona la situazione attuale a quella dell'epoca di Berlusconi presidente del Consiglio : allora di spazio per voci critiche c'è n'era parecchio, molto più di oggi !

magnum357

Mer, 31/08/2016 - 00:17

Carpa1: al referendum voto un bel NO secco !!!!!!!!!!!!!!!!!

brunicione

Mer, 31/08/2016 - 00:22

E' giusto far parlare le persone, però devono essere persone normali, ascoltare D'Alema è al di fuori di ogni logica, il tipo ha capito che non conta un fallo, ed allora deve apparire

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 31/08/2016 - 01:08

Tò, chi sirivede! Il baffetto da sparviero che per non farsi rottamare si è autorottamato! Ma che fine avevi fatto quando Pinocchietto si pavoneggiava giornalmente in parlamento ad ogni fiducia ottenuta accanto alla sua amazzone? Ora piangi come un bambino a cui hanno rubato la merendina! Tieniti pure il tuo no, lo capiscono pure i muri che si tratta di una ripicca...i veri no sono quelli di chi è stufo del PD e della sua arroganza fattene una ragione!

Popi46

Mer, 31/08/2016 - 06:25

Ah,Ah,ah, si parla di "brutale occupazione" da parte di uno che è stato tra i massimi esponenti di quel PCI che seguendo le indicazioni di Gramsci (o chi per lui) auspicava la presa del potere tramite l'occupazione delle casematte (giustizia,istruzione,informazione)del potere medesimo! Cosa realmente avvenuta nel secolo scorso. Ma mi faccia il piacere! Il classico bue che dà del cornuto all'asino! Renzi non sta facendo altro che seguire le stesse regole...Popi46

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 31/08/2016 - 07:09

In Italia un autoritarismo inalienabile conseguenza di un modo di essere que pregna tutto il paese sozza patria della mafia e del fascismo nel mondo.

un_infiltrato

Mer, 31/08/2016 - 07:58

D'Alema, che non ho mai amato, da quando si è messo a umiliare Renzi, come sta facendo da un pezzo, mi provoca un qualcosa di orgasmico.

un_infiltrato

Mer, 31/08/2016 - 07:59

"Renzi negli ultimi due anni è diventato un politico normale direi con tutti i peggiori difetti di un politico normale" - Wow, senza pietà!

Canaglia

Mer, 31/08/2016 - 08:02

Ricordiamo che fine ha fatto la bicamerale di D'Alema... affondata. In Italia ci sono troppo fini pensatori e non si fara' mai nulla...

linoalo1

Mer, 31/08/2016 - 08:15

Ogni REGIMR che si rispetti,deve essere Psdrone della TV di Stato!!!Non vedo perché,questo SINISTRO REDIME di Renzi,debba essere diverso!!!Ricordatevi che,in un Regime,la Regola è una sola:il REGIME HA SEMPRE RAGIONE,e guai a contrastarlo!!!Infatti,grazie anche a NAPOLITANO,la PAR CONDICIO è sparita!!

edo1969

Mer, 31/08/2016 - 18:08

Silvio Berlusconi rispettava il pensiero di tutti in rai, e lasciava esprimere tutti, da vero liberal qual era

Ritratto di pinox

pinox

Mer, 31/08/2016 - 23:14

i comunisti quando vanno al potere diventano i padroni del paese....gia' visto niente di nuovo.