Referendum in Grecia, Renzi: "Non è derby Tispras-Ue ma euro contro dracma"

Anche Renzi in campo al fianco degli euroburocrati. Ma la Merkel assicura: "Nessuno vuole influire sulle decisioni del popolo greco"

Il pressing degli euroburocrati è già iniziato. Il primo a esporsi senza troppi giri di parole è stato Jean Claude Juncler. "Votare 'no vorrebbe dire che la Grecia dice 'no' all’Europa", ha detto il presidente della Commissione Ue chiedendo al popolo greco di votare sì, "indipendentemente dal quesito che sarà posto" . E, per quanto la cancelliera Angela Merkel assicuri che "nessuno vuole influire sulle decisioni del referendum del popolo greco", dà il via a una serie di dichiarazioni violentissime per "pilotare" il voto. E nemmeno Matteo Renzi non si tira indietro.

Domenica prossima i greci voteranno se accettare il piano concordato con le istituzioni creditrici oppure rifiutarlo. Prenderanno, insomma, la decisione che il primo ministro Alexis Tsipras non ha avuto il coraggio di assumersi. "Chiederò al popolo greco di votare 'sì', indipendentemente dal quesito che sarà posto, che potrebbe cambiare nei prossimi giorni - commenta Juncker - è il momento della verità per il popolo greco e al governo greco deve prendersi la responsabilità di raccontare la verità al proprio popolo". Il presidente della Commissione Ue non è certo l'unico a voler dire la sua su cosa votare domenica prossima. Per quanto la Merkel dica che nessuno vuole influenzare i greci, proprio un suo ministro (Sigmar Gabriel) mette in chiaro che il "no" al referendum è "un voto contro la permanenza nell’Eurozona". Il presidente dell’Europarlamento, Martin Schulz, non è da meno: "Chiedo al popolo greco di votare sì al referendum: si tratta di un piano che pone basi serie per lo sviluppo". E, dicendfosi pronto a spendersi "perché la Grecia rimanga nell’Ue", chiede alla Troika di "fermare gli orologi" fra il momento in cui scade il programma di aiuti alla Grecia, domani sera, e il referendum di domenica prossima.

Dopo ore di silenzio, anche Renzi si è accodato al pensiero comune degli euroburocrati. "The point is: greek referendum won’t be a derby EU Commission vs Tsipras, but euro vs dracma - ha twittato in inglese - this is the choice". Ossia: "La questione è: il referendum greco non sarà un derby tra Commissione europea e Tsipras, ma euro contro dracma".

Commenti

Rossana Rossi

Lun, 29/06/2015 - 17:32

Spero che il baraccone dei misurazucchine crolli finalmente, altro che formaggi alla polvere di latte......queste sono le proposte 'sagge' di questa ue inutile,fallimentare, costosa e palesemente incapace.........

paolo b

Lun, 29/06/2015 - 17:36

spero che i greci dicano no a questa europa, forse sarebbe il grimaldello per una riforma profonda di questa unione europea che a parte un'assurda burocrazia non ha prodotto nulla di buono. a fine anno anche la spagna andrà alla urne ed una vittoria euroscettica potrebbe accelerare un cambiamento, per quanto riguarda noi ho avuto la speranza che renzi avesse le palle, quando è entrato nella politica nazionale ma purtroppo è stata una vana speranza

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/06/2015 - 17:39

ha straparlato ancora, questo ebetino comunista! e par di sentire parlare ERSOLA, TOTONNO58, XGERICO, GIORGIO1952, ecc.... :-)

aronne1956

Lun, 29/06/2015 - 17:57

Greci non mollate, mandateli aff.....o.

Ritratto di Opera13

Opera13

Lun, 29/06/2015 - 19:16

Prego Il Giornale di sostituire la parola "pressing" con "intimidation". Thank You.

LuPiFrance

Lun, 29/06/2015 - 19:47

Certo tra il pagliaccio italico e quelli greci è in corso un derby , a chi vince la palma dell'inutilità

gianni.g699

Lun, 29/06/2015 - 20:32

I'BOMBA ha parlato

Klotz1960

Lun, 29/06/2015 - 21:04

Renzi e' solo un utile idiota per gli interessi della Merkel e dell' Ue.

FRANCO1

Lun, 29/06/2015 - 23:59

da buon comunista prima ha letto gli ordini e poi ha parlato. hahahaha...ridere per non piangere.

roberto zanella

Mar, 30/06/2015 - 00:31

non hanno trovato un Napolitano greco e un Berlusconi ricattabile per le Aziende....altro che Monti...qwuesti hanno le palle se poi vincesse il SI hanno dimostrato di rispettare la democrazia contro l'eurosovietismo...

Holmert

Mar, 30/06/2015 - 07:31

Ma come fa uno con quella faccia da spaccone , tipo Gigi er bullo, a guidare una nazione? Se non lo levano di mezzo....Sì ma chi ci metti? Ormai uno vale l'altro. Meglio un nullo al governo che uno come Monti o Letta, che all'apparenza sembrano virtuosi ed intelligenti. Alla larga. Meglio lasciarci questo, potrebbe accadere di peggio. Berlusconi una vescica di chiacchiere,Prodi falso e bugiardo,Monti un saccente pericoloso,Letta una statua di sale, Renzi ,Gigi er bullo ..Grillo,Salvini ?..mah!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 30/06/2015 - 07:48

RENZI FA SEMPRE LE BATTUTINE INUTILI, TRA ISIS GRECIA IMMIGRATI E CRISI, SIAMO NELLA MxxxA E LUI FA LE BATTUTINE, E' PROPRIO UNO CHE VALE POCO, MOLTO POCO.

alfonso cucitro

Mar, 30/06/2015 - 08:31

spero,e con me penso tanti,che la Grecia,anche se con enormi sacrifici,esca dall'euro e dall'Europa.E spero anche che ci sia un effetto domino,visto che finora il parlamento europeo ha pensato solo di affossare alcuni stati a vantaggio di pochi (principalmente la Germania).Solo così si tornerà all'autonomia di ogni singolo stato e scompariranno migliaia di approfittatori inutili

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 30/06/2015 - 23:04

Il cagnolino della Merkel, governante abusivo dell'Italia, per continuare ad apparire sui giornali ed in TV HA DOVUTO FARE IL SUO PICCOLO BANALISSIMO LATRATO ACCOMPAGNATO DAL SOLITO SERVILE SCODINZOLIO.