Referendum propositivo nuovo fronte di scontro ​Salvini: "Serve quorum"

I 5 Stelle vogliono cancellare il quorum per il referendum propositivo. Salvini: "Così qua si alzano in dieci la mattina e decidono cosa fare"

Si apre un nuovo fronte all'interno del governo. E riguarda un'altra delle battaglie del Movimento 5 Stelle: il referendum propositivo. La riforma che porta la firma del ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, approderà in Aula alla Camera il 16 gennaio prossimo, ma solleva perplessità anche tra gli esponenti della Lega.

A spaccare le due anime dell'esecutivo è la questione del quorum, che nei sogni dei pentastellati dovrebbe essere abolito. Ma nelle questione ora interviene apertamente anche Matteo Salvini, che rende espliciti i malumori dei suoi. "Coinvolgere i cittadini è fondamentale e la Svizzera è un modello", ha spiegato il vicepremier e ministro dell'Interno al Tg3, "Ma un minimo di quorum bisogna metterlo, altrimenti qua si alzano in dieci la mattina e decidono cosa fare".

Ma Riccardo Fraccaro non ci sta e ricorda al segretario della lega che "in Svizzera c'è il quorum zero e che anche il contratto di governo prevede espressamente di cancellare il quorum, proprio per incentivare la partecipazione attiva". "Detto questo, sulle riforme costituzionali la centralità spetta al Parlamento e non al governo", sottolinea il grillino, "Saranno quindi le Camere, non il ministro Salvini né il ministro Fraccaro, a deliberare in merito al quorum per il referendum propositivo, con la consapevolezza che le riforme richiedono quanto meno il tentativo di costruire il maggior consenso possibile e di ascoltare tutti, soprattutto le opposizioni".

Contro l'idea di cancellare una quota minima di votanti per rendere valida la consultazione si schiera anche la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati: "Gli strumenti di democrazia diretta ci sono già nel nostro ordinamento e hanno rappresentato un arricchimento straordinario per le nostre istituzioni", ha spiegato la seconda carica dello Stato, "Penso alle stagioni referendarie e ai concreti 'passi in avanti' compiuti grazie alle scelte dei cittadini su grandi temi, a partire dai diritti civili. Ma un referendum senza quorum con la concorrenza tra proposte delle Camere e proposte d'iniziativa popolare, mi sembra possa mettere in discussione il futuro della stessa democrazia rappresentativa".

Commenti
Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 06/01/2019 - 18:23

salvini tieni acceso il cervello perchè i dementi della rete sono in aumento...

fjrt1

Dom, 06/01/2019 - 18:25

Ma questa democrazia rappresentativa in molte occasione ha dimostrato la sua incapacità di dare risposte esaurienti alle necessità dei cittadini e in molti casi si è andato contro la volontà della maggioranza degli italiani giocando sul quorum. Sinceramente, non mi sembra che i nostri parlamentari si siano sempre dimostrati così efficienti e pronti su quanto i cittadini chiedevano. Per me, ben venga il referendum propositivo e non mettermi troppi paletti.

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Dom, 06/01/2019 - 18:52

SAI DOVE DEVI MANDARLI... COSA ASPETTI?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 06/01/2019 - 18:52

Ha ragione Salvini, come al solito. Se poche persone decidono di fare un referendum, magari poi trombati dall'esito, ci portano centinaia di milioni di debito. Assurdo. Va bene il 50 % + 1.

VittorioMar

Dom, 06/01/2019 - 19:14

...tutto quello che si vota democraticamente deve superare almeno il 51% !!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 06/01/2019 - 19:24

SALVINI ANCHE SE IL NATALE E' PASSATO FACCI UN REGALO, MOLLALI QUESTI DILETTANTI SPROVVEDUTI, STANNO ROVINANDO L'ITALIA.

steacanessa

Dom, 06/01/2019 - 19:32

Con tutti belinoni che circolano, pd e 5s in testa, senza quorum saremmo alle urne a settimane alterne. Occorre far pagare ai promotori le spese della consultazione.

rudyger

Dom, 06/01/2019 - 19:34

questi sono pazzi. vanno fermati. Mattarella intervieni una buona volta. Non dormire. Già hai fatto un grande danno a fare questo governo. ravvediti. I referendum sono una farsa e vanno aboliti. Ritorniamo alle elezioni.

aleppiu

Dom, 06/01/2019 - 20:04

@lanzi maurizio, mollali questi sprovveduti stanno rovinando l'italia??? ahahahahahahahh guardi che gli sprovveduti sono appoggiati da salvini che fin'ora ha votato tutto quello che secondo lei rovina l'italia. Mi viene da sorridere a leggere questi commenti!!! ora non siamo piu' al colpa del pd o dei comunisti, ma la colpa di quello che vota questo governo e' di dimaio!!! ahahah siete fantastici!!!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 06/01/2019 - 20:06

La democrazia diretta non può prescindere dalla volontà del popolo espressa senza mediazioni, contratto o non contratto. L'obiezione che pochi votanti potrebbero decidere per tutti non ha senso, oggi decidono per tutti pochi eletti che spesso cambiano casacca trdendo gli elettori e prché "gli assenti hanno sempre torto" . Referendum su tasse, imposte, trattati internazionali (UE, NATO, Concordato,..)

ziobeppe1951

Dom, 06/01/2019 - 20:20

Facciamo che un sinistricolo non può votare..per mancanza di Q.I

Leonardo56

Dom, 06/01/2019 - 20:22

Questa volta mi tocca essere d'accordo con i 5s. Non mi sembra giusto accomunare il disinteresse di chi non si reca a votare con la volontà di esprimere un parere negativo. Chi vuole manifestare il suo voto contrario si rechi alle urne ad esprimere la propria volontà.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 06/01/2019 - 20:26

Secondo me un quorum zero alza la partecipazione. Col quorum zero uno non può dire :" Tanto non passa ".

ermejodermonno

Dom, 06/01/2019 - 20:30

PUNTA I PIEDI MATTEO E ALTRIMENTI"" TUTTI GIU' PER TERRA "" E .... VEDIAMO CHI SI RIALZA.

justic2015

Dom, 06/01/2019 - 20:38

La spina Matteo prima che si fa tardi.

rigampi51

Dom, 06/01/2019 - 20:46

Salvini questi sono pazzi, mollali intanto che sei in tempo

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Dom, 06/01/2019 - 20:55

E dagli con la scusa della democrazia che associata alla costituzione non sono mai state rispettate, facciamo un quorum del 6 % dei cittadini, e vai! Il referendum su renzi e passato, quindi dove sta il problema per salvini? Ah!si potrebbe chiedere togliamo le reti rubate/regalate da craxia Silvio B, e il popolo 10(come assinua Salvini) direbbero di si e a silvio viene il colpo decisivo che manco al S.raffaele lo riprendono.

diesonne

Dom, 06/01/2019 - 21:05

DIESONNE I GRILLINI CANTANO IN ATTESA DEI TACCHINI E TUTTO FINISCE

Gianni11

Dom, 06/01/2019 - 21:06

REFERENDUN PER USCIRE DALL'ue. Al piu' presto! SOVRANITA'!

stefi84

Dom, 06/01/2019 - 21:41

Sono favorevole ai referendum propositivi, come in Svizzera dove funzionano bene, un quorum al 33% andrebbe bene. L'attuale al 50% +1 no,permettere di farlo fallire disincentivando la gente ad andarci. Farlo a 0% presenta dei rischi.

Ritratto di gammasan

gammasan

Dom, 06/01/2019 - 22:22

In questo caso non sono d'accordo con Salvini: se rimane il quorum i non partecipanti non fanno che avvalorare la tesi dei NO. In pratica, chi vuole il NO non deve fare altro che restarsene a casa... e questo non è giusto. Paradossalmente, potrebbero esserci il 49% dei partecipanti, tutti SI, e il referendum non sarebbe valido; assurdo! Il quorum va eliminato o quanto meno ridotto, molto, molto ridotto.

cgf

Dom, 06/01/2019 - 22:54

Ad un referendum vince il 50,001% dei votanti... magari ha votato solo il 20%, il quorum deve esistere, non può essere diversamente, si parla della Nazione mica della Casaleggio! dove ha vinto le primarie chi ha ottenuto 7 voti.

Popi46

Lun, 07/01/2019 - 06:47

Un referendum propositivo senza quorum può funzionare in un diverso assetto costituzionale, tipo Repubblica Presidenziale, non in una Repubblica Parlamentare come la nostra dove, alla fine della fiera,è la maggioranza degli eletti che decide, magari a scrutinio segreto

brunog

Lun, 07/01/2019 - 08:08

Per lo stesso motivo bisognerebbe mettere il quorum anche alle elezioni. Io credo che se non c'e' il quorum la gente diventa piu' responsabile e va a votare. L'astensione e' anche una scelta liberamente fatta.