Da noi "libera espressione" per le previsioni

Premessa. In Italia l'informazione meteorologica non è regolamentata, ed è pertanto disciplinata dalle leggi sull'esercizio del diritto della libera espressione. Questo per capire meglio come vano le cose da noi. Dunque si può fare liberamente informazione meteorologica. Per gli albergatori questa libertà si è trasformata in meteoterrorismo. Soprattutto di questi tempi che si spende in maniera più oculata il denaro.

In ballo, dicono loro, c'è la gestione del tempo libero degli italiani condizionata dalle previsioni meteorologiche e le conseguenti ricadute sulle attività economiche. Mica bruscolini. Non a caso l'Aeronautica Militare sul proprio sito internet presenta previsioni fino a tre giorni, ed una tendenza – senza pittogrammi – fino a cinque giorni. Non si va oltre. I siti più noti (Ilmeteo.it, 3BMeteo.it) invece mandano in rete previsioni del tempo e informazioni sui prossimi 15 giorni, addirittura su base oraria. Non solo. Fino a qualche mese fa il Meteo.it rischiava previsioni su base mensile. Ma quando sbagli (del resto solo quando toppi ti fai notare...) sono dolori. Lo scorso 20 giugno la pagina Facebook di Ilmeteo.it era stata oggetto di critiche feroci da parte degli utenti, delusi dalle previsioni meteo. E pensare che sbagliava pure Bernacca.