Renzi ha partorito il figlio di una cultura illiberale

Quel Grande Innovatore che pretende di essere, a parole, Renzi ha riesumato un vecchio democristiano di sinistra

E così quel Grande Innovatore che pretende di essere, a parole, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha riesumato, come presidente della Repubblica, un vecchio democristiano di sinistra, quanto di più illiberale abbiano prodotto, da noi, la cultura politica egemone e il sistema politico.

L'elezione di Sergio Mattarella rivela, perciò, alcune anomalie. È stato detto, a questo proposito, che Renzi lo avrebbe proposto, e imposto, perché, una volta al Quirinale, Mattarella «non gli farà ombra», il che non è propriamente un complimento per il neopresidente ed è, allo stesso tempo, una inquietante indicazione delle ambizioni autoritarie del ragazzotto fiorentino. A sua volta, il sistema informativo ha celebrato Mattarella, prima ancora che fosse eletto, come persona di poche parole, «uomo discreto», e perciò stesso affidabile. Personalmente, ho sempre pensato che chi parla poco, in realtà, non direbbe nulla di rilevante, come credono molti, se parlasse e, probabilmente, è solo uno che non ha nulla da dire. Mattarella, nel corso della sua lunga milizia politica, ha peraltro parlato, e chiaramente, a sufficienza per aumentare, se mai, il sospetto che la sua elezione non sia un progresso, bensì una regressione sulla strada della modernizzazione del Paese. Come democristiano di sinistra ho già detto da quale piede zoppichi. Aggiungo che egli è anche tipicamente un uomo di quello stesso establishment conservatore che è solito cambiare qualcosa affinché nulla cambi.

Capisco chi, come Berlusconi, ha mostrato, come alleato di Renzi, il proprio disappunto di fronte alla designazione unilaterale di Mattarella nella convinzione che sia stata una violazione del Patto del Nazareno e una manifestazione di arroganza. In realtà, secondo me e secondo ogni evidenza, il Patto del Nazareno è solo la cornice entro la quale è nata l'anomala coalizione di governo fra due concezioni dell'Italia fra loro inconciliabili. In quanto tale esso è solo il dito dietro il quale si nascondono l'ambizione personale del presidente del Consiglio e la sua vocazione autoritaria.

La prima anomalia è, dunque, che il capo dello Stato è stato eletto con la maggioranza parlamentare di governo; la qual cosa contribuisce, così, oltre che a prefigurare un eccesso di potere da parte di Renzi, a perpetuare l'equivoco che l'inquilino del Quirinale - una sorta di monarca costituzionale - e quello di Palazzo Chigi, il capo del governo, siano le due facce di una stessa medaglia tendenzialmente assai poco liberale. Ma così, a soffrirne, è la stessa democrazia.

La seconda, e conseguente, anomalia è che Renzi ha mostrato, nella circostanza della designazione di Mattarella, di essere uno spirito autoritario. Lo aveva già mostrato quando si era liberato, nel Pd, con parola d'ordine «rottamazione» della vecchia guardia post-comunista; parola d'ordine che avrebbe dovuto mettere sull'avviso chiunque abbia cara la nostra democrazia, confermata poi una volta nominato presidente del Consiglio e ora ribadita con la designazione, e l'elezione, di Mattarella.

Dopo tutto quanto è accaduto finora non mi pare, perciò, ci si possano fare molte illusioni sulla volontà di Matteo Renzi di modernizzare il Paese. Se mai, è più il caso di parlare di operazioni che, via via, si sono connotate per la volontà, da parte del capo del governo, di accrescere il proprio potere personale non solo all'interno del Partito democratico ma, altresì, a scapito dei propri alleati e dell'opposizione in Parlamento. Ambizione di potere che non sarebbe in sé necessariamente negativa se fosse legittimata da una adeguata cultura politica, invece che sostenuta, come è, da un mare di parole senza gran costrutto. A monitorare tale tendenza dovrebbero essere, innanzi tutto, i media, come accade nelle democrazie più mature secondo la descrizione che ne ha fatto Tocqueville nella Democrazia in America . Ma, a parte le rare eccezioni, ciò non mi pare accada, o accada assai meno di quanto sarebbe opportuno accadesse.

 

Commenti
Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 01/02/2015 - 14:34

Renzi ha partorito il figlio di una cultura illiberale. Mentre noi che ci definiamo dei LIBERALI , abbiamo partorito un aborto , abbiamo spaccato il partito , continuiamo a perdere voti e credibilità e facciamo ridere tutti.

scipione

Dom, 01/02/2015 - 14:35

Innanzi tutto do' il benvenuto al grande liberale Piero Ostellini nella grande e gloriosa famiglia del Giornale.Le ultime parole famose degli stalinisti : NON MORIREMO DEMOCRISTANI.

michetta

Dom, 01/02/2015 - 14:37

E' LA NAZIONE, FORMATA DA QUESTI FIGLI E DA QUESTE FIGLIE, CHE PARTORISCE L'OBBROBRIO IN SERVIZIO PERMANENTE CONTINUO........ Il Diluvio Universale soltanto, risolverebbe qualcosa!

agosvac

Dom, 01/02/2015 - 14:39

Intanto un benvenuto a Piero Ostellino che è l'unico giornalista del Corriere che ho rimpianto quando ho lasciato scadere il mio abbonamento. Vorrei fare un solo appunto: non credo che ci sia mai stato un vecchio democristiano di sinistra, i democristiani aspiravano solo al potere e poco si curavano sia della destra che della sinistra cosa , tra l'altro, che continuano imperterriti a fare anche adesso!!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 01/02/2015 - 14:39

CULTURA ILLEBERALE !!!!!!!!!!!!!Devo dire che questo "giornale" le azzecca sempre tutte, prima parlava di franchi tiratori, e in effetti ci sono stati. Ha solamente sbagliato il partito di appartenenza. 60 voti da FORZA ITALIA più liberali di cosi

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 01/02/2015 - 14:49

Mattarella è figlio di quella sinistra Dc confluita nel PD dopo la tempesta (perfetta) giudiziaria che ha permesso l'eliminazione politica dell'unico partito,la DC appunto,che si poteva frapporre fra il PCI-PDS-DS-PD ed il potere perpetuo, la dittatura politica,in Italia,per mano di Magistratura naturalmente Democratica.Berlusconi è stato ostacolo a questo disegno ed ha pagato e pagherà ancora per questo.I comunisti hanno ricevuto la vittoria di Pirro:Un presidente della repubblica ex Dc,un presidente del consiglio ex dc.Cosa abbiano da festeggiare quelli falce& martello del PD non è dato sapere. Sbeffeggiare Berlusconi,il quale non doveva più dialogare con Alf alf-ano, la loro unica,risibile,consolazione. Intanto l'Italia lentisssimamente affonda.

Vero_liberista

Dom, 01/02/2015 - 14:50

Leggo sul giornale cartaceo che con questo editoriale Piero Ostellino inizia la sua collaborazione con il Giornale. Ne sono veramente felice e do il benvenuto nella sua vera casa liberale ad Ostellino, uno dei pochissimi giornalisti coraggiosamente e sinceramente liberali, liberi, non proni al conformismo della sinistra e per questo finora tenuti dal sistema imperante ben lontani dai posti e le cariche che contano per il potere in Italia. Nel merito dell'articolo, analisi lucidissima e che alla fine rivela, nell'ottica di un vero liberale, quanto inconciliabili in qualsiasi contesto siano le alleanze tra caste rosse di sinistra (PD-Renzi-Bersani-Napolitano) e bianche catto popolar-comuniste e utili idioti vari opportunisti e poltronisti(Mattarella, Alfano, Casini, Follini, Cesa, Monti, Fini ecc. ) rispetto al modo liberale. Mediti Berlusconi mediti...

cespugliando

Dom, 01/02/2015 - 14:52

CARO GIORNALISTA NON CI SIAMO. Come fa a dare dell'illiberale al presidente Mattarella proprio non lo capisco. Alla fine del settennato forse cambierà idea. Che Renzi sia ambizioso, e possiamo aggiungere anche scaltro, sono d'accordo. Non tanto invece sulla modernizzazione del paese, che secondo me sta cercando di fare proprio col " patto del nazareno" . L'elezione poi non è stata fatta con una risicata maggioranza ma quasi coi due terzi del parlamento. E tante teste non hanno potuto sbagliare!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 01/02/2015 - 14:53

Ostellino,innanzi tutto benvenuto!Il fatto che Napolitano abbia "benedetto" la candidatura di Mattarella, A PRESCINDERE,la dice lunga,sulla continuità di questa posizione politico-culturale.Del resto,la maggioranza dei rappresentanti dei partiti,votati dalla maggioranza degli italiani,ha deciso per questa "continuità",fin che la barca,"democraticamente",accumunerà nella tragedia del collasso,tutti coloro che prendono dal SISTEMA,molto di più di quello che danno(la maggioranza),e quelli che versano al SISTEMA,molto di più di quello che prendono(minoranza)

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Dom, 01/02/2015 - 14:54

Complimenti ad Ostellino. E' partito con il piede giusto, in particolare quando, intervistato, ha detto che Mattarella non è intelligente. Cosa non si fa per trenta denari o per tornare a galla!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/02/2015 - 15:02

C'è riuscito!!! Ci ha riportato INDIETRO di 25 anni al VECCHIO compromesso storico, ovvero l'INCIUCIO tra Democristiani e Comunisti riuscendo laddove tanti prima di lui avevano fallito.Pres della Rep,Pres del cons,Pres della Cam e Pres del Sen, TUTTI DI LORO!!!e cosi fino al 2018 continueranno TUTTI INSIEME appassionatamente a SPREMERE per BUTTARE. Per buttare i soldi delle tasse degli Italiani per CREARE con lo JUS SOLIS (che si approveranno tra loro) la piu grande SALA PARTO d'Europa che SFORNERÀ migliaia di bambini AFRO/ISLAMICI. FINE PRIMA PARTE

Triatec

Dom, 01/02/2015 - 15:04

E' stato ministro con i governi Goria, De Mita, Andreotti, D'Alema, Amato... è passato da "Bianco fior" a "Bella ciao" cantata con Diliberto... mi preoccupa che abbia detto di pensare alle famiglie disagiate... chissà, essendo tanti i poveri, anche una piccola somma a loro estorta potrebbe aiutare a pagare le pensioni d'oro da lui difese. I diritti acquisiti sono sacri, alcune volte e per loro stessi e per amici.

elpaso21

Dom, 01/02/2015 - 15:10

Ma perchè il centro-destra non comincia a dire qualcosa di destra, invece di lamentarsi di tutto e di tutti dalla mattina alla sera? Quando comincerà a produrre figure politiche serie e con gli attributi?

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/02/2015 - 15:14

SECONDA PARTE.Con le modifiche Costituzionali che si voteranno tra di LORO,tipo quella dell'eliminazione delle provincie!!! SIGH (e chiamala modifica). Poi quando FINALMENTE gli Italiani APRIRANNO GLI OCCHI,se ci faranno andare al voto nel 2018(perchè nel frattempo potrebbero anche INVENTARSI qualcosa per evitarlo SONO CAPACI DI TUTTO)tutto FINALMENTE cambierà. Andremo Noi al governo con gente VERAMENTE NUOVA come il Nostro Matteo e la Giorgia,faremo FINALMENTE le VERE modifice Costituzionali (IVI COMPRESA L'ETA di 45 ANNI per la PDR) e quando nel 2022 questo presidente di nessun Italiano se ne andrà, potremo eleggere la prima DONNA PDR D'ITALIA la Meloni!!! FANTAPOLITICA scrivera qualcuno!!! Aspetta e vedrai, Noi siamo gia seduti sulla sponda del fiume. Buenas tardes dal Leghista Monzese. PS Per favore pubblicare possibilmente subito dopo la PRIMA PARTE. Grazie

J.J.R

Dom, 01/02/2015 - 15:16

Bell'ossimoro...un democristiano di sinistra. Mah..

INGVDI

Dom, 01/02/2015 - 15:18

Non accade purtroppo neanche ne Il Giornale. Benvenuto Piero Ostellino, concordo con la sua analisi e spero che la sua presenza sia di stimolo per una svolta nella linea del giornale, attualmente favorevole al patto, contro natura, detto del Nazareno.

Giovy99

Dom, 01/02/2015 - 15:22

Il paradosso Mattarella Il 4 dicembre 2013, Mattarella e i membri della Corte Costituzionale hanno sancito l’incostituzionalità del Porcellum. Ieri il Parlamento, eletto grazie al Premio di maggioranza a favore del PD previsto dal Porcellum, lo ha nominato Presidente della Repubblica. Serve aggiungere altro?

glasnost

Dom, 01/02/2015 - 15:30

Va bene amici italiani, è ancora il vecchio sistema cattocomunista che comanda. Ma cosa vi aspettavate? che la sinistra al potere accettasse un liberale come Martino? O magari che un interlocutore di sinistra fosse uomo affidabile e uomo con onore? Allora siete scemi!!! Io spero solo che non sia peggiore di Scalfaro (medesima estrazione, purtroppo) o di Napolitano. Spero troppo????? Comunque non è il mio presidente della repubblica

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 01/02/2015 - 15:42

Era molto meglio un aborto piuttosto che il parto di un rottame democristiano dell'altro secolo!

vince50

Dom, 01/02/2015 - 15:54

Più che altro ex Dc ma da tempo molto Pc,come volevasi dimostrare e come ho sempre sostenuto senza alcun bisogno di essere Nostradamus.

fisis

Dom, 01/02/2015 - 15:54

Sembra proprio che il pendolo d'Italia sia destinato ad oscillare tra cultura ex comunista e cultura cattolica di sinistra, entrambe agli antipodi della cultura liberale. La politica è una conseguenza, tra le altre, di questo humus di base.

Perlina

Dom, 01/02/2015 - 15:55

Questo ciarlatano vuol far credere che non c'era nessun accordo sul quirinale con Berlusconi?! Educato, onesto, generoso si, ma non uno sprovveduto. Comunque c'è solo d'aver un pò di pazienza perché di sicuro quel grand'uomo di vendolino e compani verranno a presentarti il conto.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 01/02/2015 - 15:56

Per fortuna Renzi non è stato illuminato totalmente perchè se avesse presentato con la stessa determinazione la Bindi oggi avremmo la prima Presidente della repubblica anch'essa pluridecorata e partorita dalla rediviva balena bianca!

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Dom, 01/02/2015 - 15:59

Tutti quelli di sinistra e i giornali collusi con la sinistra plaudono alla furbizia messa in atto da Renzi definendola VITTORIA di Renzi...e sconfitta degli altri... Io la definisco una scorrettezza etico/politica, una porcata,e Renziun traditore,un bugiardo e,pertanto,una pessima persona biasimabile sino alla fucilazione politica e ,'coram populo', sfiduciarlo ... Ci sarebbe tant'altro da dire su questa pagina nera della vittoria dei furbi e dei bugiardi sul valore della lealtà... quale pessimo esempio ai giovani!...spero che Renzi venga depennato dall'elenco degli ex-scout...per comportamento indegno del regolamento 'scautistico' dove i bugiardi non sono tollerati!!!

Efesto

Dom, 01/02/2015 - 16:03

Concordo in toto con speranze diverse. Nella antica polis quando la democrazia degenerava sopraggiungeva il tiranno con il preciso compito di azzerare le mafie radicate. Oggi spero in un Renzi Tiranno!

m.nanni

Dom, 01/02/2015 - 16:09

molto bene, completamente d'accordo. spero che Il Giornale anche con Ostellino e con il direttore Sallusti triplichi le vendite e si espanda anche nei paesini più "remoti" dello Stivale. penso che quello che è accaduto in questi giorni in Italia lasci il segno negativo, un "non mi piace" nel percorso delle riforme che contano e dell'ammodernamento del sistema democratico. e non per colpa di Mattarella ma del sistema adottato per la sua nomina; minacciare un ministro di perdere la poltrona ove non votasse per l'imposizione del premier non è un atto di un aspirante "dittatorello" ma di un dittatore puro. la stampa libera di questo deve trattare non della "mattarellata" sulla testa di Berlusconi. come stiamo vedendo l'antiberlusconismo è entrato sino al midollo di troppi e adesso l'esercizio "purificatore" appare operazione assai difficile. Forza Piero Ostellino. la battaglia in corso d'opera ha bisogno, come delle nostre, anche di menti libere e qualificate come le sue.

Klotz1960

Dom, 01/02/2015 - 16:13

Non capisco come si fa a criticare Renzi, in questo caso. Ha proposto il candidato piu' di destra che il Pd poteva accettare. SB non aveva proposto nessuno, e che si aspettava, un candidato di destra da Renzi? Mattarella e' un dc vecchia scuola che inoltre parla pochissimo, fatto strano per un politico, e sembra ed e' infido. Ma se SB non ha piu' una linea politica, e dall'altra c'e' un buffone come Grillo, Renzi governera ' per altri 10 anni.

Roberto Casnati

Dom, 01/02/2015 - 16:14

Ma Renzi non doveva essere il "nuovo", quello che avrebbe cambiato tutto? E questo bamboccione non ha trovato nulla di meglio che un vecchio DC in odor di mafia?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 01/02/2015 - 16:27

@cespugliando:certo è il presidente della maggioranza degli italiani,quelli che "per ora",non sbagliano a votare per lo "status quo",ovvero laddove la maggioranza vota per Mattarella,e la minoranza,per ora, rema la barca,fin che la barca va...

kayak65

Dom, 01/02/2015 - 16:29

la goduria e' vedere la dc uccisa dal vecchio pci e fatta rinascere dal pd. gli ordini di napolitano (pci) e i voti controllati da renzi e pd hanno fatto proprio il miracolo della rinascita della balena bianca e della sua vendetta.votano pd e si ritrovano democristiani fino alla morte!

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 01/02/2015 - 16:31

Di solito i tizi fatti secchi dalla Mafia sono 'picciotti' che sgarrano. E' raro che siano individui totalemte innocenti.

volp

Dom, 01/02/2015 - 16:32

Ostellino ci mancava ed è' arrivato. Il circo Togni e' al completo..... Mattarella illiberale? Certo si dimise contro lla legge Mammi lui e gli altri della sinistra DC i cui esponenti venivano chiamati quando c'era da far ripartire il paese dopo qualche scandalo o nefandezza varia, vedi Moro, Zaccagnini De Mita. Gradiremmo sapere quale sarebbe stato il vero Presidente liberale.....Sallusti o Feltri? Da ridere....

Annaritaspad

Dom, 01/02/2015 - 16:45

E' vero che Renzi l'ha proposto, ma i parlamentari lo hanno votato

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 01/02/2015 - 16:45

@fisis:certo...non dimentichiamoci che l'Italia è uscita dalla guerra con due partiti,uno "cattolico",l'altro "comunista",i piu rappresentati in Europa...L'humus di base è questo.All''inizio erano separati,ora sono fusi assieme.Di vero "liberalismo" in italia,non se ne parlerà mai.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Dom, 01/02/2015 - 16:51

Il mago Zurlì per un po' è riuscito ad incantare le sue platee, ora ha scoperto i propri trucchi esaurendo ogni linea di credito a sua disposizione. Ammetto di essere rimasto incantato dalle sue iniziali magie, una visione prospettica tridimensionale sulle riforme necessarie al sistema Italia. Scomparso il fumo di scena ci si è resi conto di essere davanti ad un volgare trompe l'oeil bidimensionale su carton gesso, fatto da un infimo garzone di bottega. Ora è caduta la maschera dell'innovatore ed è rimasto il volto cadaverico dell'antiquariato d'epoca, mi sembra l'archeologo Zahi Hawass, bravissimo nel togliere dalle piramidi le mummie dei faraoni, niente di più. Va rimandato subito a casa perchè è solo un impiastro da triadesivo.

Mario Mauro

Dom, 01/02/2015 - 16:52

Caro cespuglio, quando Lei dice che "tante teste messe insieme non possono sbagliare" fa dell'ironia immagino. Non vuole cancellare ciò che è accaduto da qualche millenio a questa parte, vero? Infine, per Lei il curriculum di Mattarella non è da illiberale? E si precipita a sostenerlo? Buon pro Le faccia. Quanto a noi non possiamo che sperare che faccia meno danni possibili. I danni già provocati dalle politiche di sinistra, compresa la distruzione (la magistratura e le acciaierie di Taranto ultimo episodio)della nostra industria, grande, media e piccola, per non citare che questo, sono già abbastanza.

Ritratto di federalhst

federalhst

Dom, 01/02/2015 - 16:52

Ottima redazione che non pubblica i miei commenti. Veri liberali.

Ultima chance

Dom, 01/02/2015 - 16:53

sono in totale accordo con Lei, Dr Ostellino. Mattarella è perfettamente coerente con tutti gli eventi dominanti culturali, storici, giuridici, amministrativi del nostro paese dalla Controriforma in poi. Continua la decadenza da più di quattrocento anni e non saranno certo i personaggi politici attuali che possano invertire la tendenza ed avviare la modernizzazione della cultura italiana.

ilbarzo

Dom, 01/02/2015 - 17:08

Mattauccio Renzi l'ebetino di Firenze ,che pur avendo solo 40 anni, ne dimostra 60 per le rughe e zampe di gallina che gli avvolgano la faccia, sfoggia un sorrisetto da deficente ,mentre attento e compiaciuto ad ammirare la sua creatura Mattarella, eletto al Colle,con l'appoggio dei ricattati devoti,leccaculo ed obbiedienti Alfaniano.Angelino in primis,il quale si è calato pure le brache.Vergogna marcia.

james baker

Dom, 01/02/2015 - 17:08

Ho letto con attenzione l'articolo, e dico alla mia maniera : il pifferaio magico, il ciufolaio, il venditore di pentole taroccate, colui che ha scritto la canzone di Mina ... parole, parole, parole ..., ha in questo momento 3 (tre) maggioranze. Ditemi voi, come debbo fare io a capire, che costui é un liberale. Io non ci riesco, in quanto prima del 1994 non sono mai riuscito a votare il mio partito perché il simbolo del mio partito non c'era sulla scheda elettorale ... ed adesso invece non posso votare un personaggio che possa rappresentarmi perché qui a votare non ci mandano ... dunque, l'incantatore di serpenti, a me, state certi, non mi ha e non m'incanterà di sicuro. -james baker-.

tormalinaner

Dom, 01/02/2015 - 17:13

Benvenuto Ostellino tra noi lettori del Giornale e complimenti per l'articolo per la lucida e sottile analisi politica.

Atlantico

Dom, 01/02/2015 - 17:15

il 'lucido' Ostellino dice che Renzi è un 'ragazzotto' mentre Mattarella sarebbe quanto di più 'illiberale' si sia mai visto in Italia o qualcosa del genere. Questo spiega perchè ho sempre considerato Ostellino una persona ottusa, a cominciare dalla faccia che lo denuncia chiaramente. Se Renzi è un ragazzotto, come definisce Ostellino quelli che sono stati distrutti tra venerdì e sabato da Renzi ? Se Mattarella è illiberale, uno che si è dimesso da ministro per protestare contro una legge da lui considerata contraria ad una direttiva comunitaria, che concetto ha Ostellino del 'liberalismo' ? Mi pare che l'esordio di Ostellino al Giornale non avrebbe potuto essere migliore. Un tonfo clamoroso.

vittoriomazzucato

Dom, 01/02/2015 - 17:21

Sono Luca. Renzi ha partorito il topolino a dire una verità. Ancora se fossi stato Mattarella non avrei accettato l'incarico in nome del suo passato nella DC. Ancora, ma giudice della Corte Costituzionale in base a quali meriti e se i giudici della Consulta hanno questi connotati come posso fidarmi dei loro verdetti. GRAZIE.

ilbarzo

Dom, 01/02/2015 - 17:21

L'ebetino di Firenze Fonzariello,compiaciuto e sorridente guarda il cotonato Mattarella sua creatura,eletto alla presidenza del Colle.Entrambi si scambieranno favori,come avvenuto con Re Giorgio.

vittoriomazzucato

Dom, 01/02/2015 - 17:30

Sono Luca. Val la pena tenersi Renzi per arrivare alle riforme costituzionali e poi basta. Con l'elezione di Mattarella abbiamo capito di che pasta è fatto. Bisogna dargli atto che a presidente della Repubblica non ha portato Bindi-D'Alema-Bersani-Rodotà-Fassino-Veltroni-Zagrebelsky, ma non basta. GRAZIE.

Ritratto di Maurizio Brollo

Maurizio Brollo

Dom, 01/02/2015 - 17:39

@cespugliando Beati i semplici ! (chissà se la capisce)

Ritratto di Loudness

Loudness

Dom, 01/02/2015 - 17:40

Se vogliamo che tutto rimanga com'è, bisogna che tutto cambi. Noi fummo i gattopardi, i leoni. Chi ci sostituirà saranno gli sciacalli, le iene. E tutti quanti, gattopardi, leoni, sciacalli o pecore, continueremo a crederci il sale della terra.

mifra77

Dom, 01/02/2015 - 17:40

Resto ancora più fermo sulle mie convinzioni che Mattarella per Renzi e PD annesso, sia stata una imposizione e non una scelta. Chi lo ha imposto? L'imput è arrivato da Napolitano; di chi sia stata la decisione, ce lo dirà la storia. Napolitano ha avvertito Renzi e Renzi ha obbedito. Forse lo stesso neopresidente eletto, avrebbe preferito rimanere fuori ma si sa, anche lui c'ha famiglia e se rifiuta chi protegge la "famiglia?" Un passato trentennale fatto di incarichi istituzionali alla luce del sole, fa in modo che se anche qualche giornalista voglia pescare nel torbido, troverà sicuramente un collega di opposte tendenze che lo ostacolerà. E poi si sa, nel PD ed a sinistra, tutto è legale ed i debiti non si pagano.

Gioa

Dom, 01/02/2015 - 17:43

SE TU MATTARELLA IN RICORDO DI TUO FRATELLO UCCISO DALLA MAFIA VUOI RITORNARE AD ESSERE UN UOMO LIBERO....BEH!! NON ACCETTARE L'INCARICO. ANCHE TU NON HAI PIU' VENT'ANNI MEGLIO RITORNARE PER IL RESTO DELLA VITA UOMINI LIBERI...UNA LIBERTA' CHE TU HAI SEMPRE SOGNATO E MAI AVUTO... QUESTA E' L'OCCASIONE BUONA PER RIPRENDERTI LA TUA LIBERTA'.... LA LIBERTA' NON HA PREZZO.....LA "PRIGIONIA MENTALE" HA UN FORTE PREZZO DA PAGARE!!. SIAMO LIBERI O CAPORALI?...SIAMO CAPORALI SEMPRE LIBERI!!.

buri

Dom, 01/02/2015 - 17:50

Perché vi stupite? è nella logica delle cose. la cultura di sinistra è illiberale di per sé, non è una novità, ed il piccolo duce fiorentino ha gettato la maschera

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 01/02/2015 - 17:53

Mi unisco anch'io, dr. Ostellino, ai saluti di benvenuto tra le pagine del Giornale, che si onora, così, di una firma qualificata (alla faccia dei 'perfettini' di Repubblica & c.). Riguardo al Suo intervento direi che Renzi è nient'altro che un 'intrattenitore' tra avanspettacolo e tragedia. La tradizione farsesca e feroce del destino dell'Italia. Ma è l'età 'pop' della politica: un 'giovane' come Capo del governo, agile, cinico e parolaio. Al di là dei fatti (che stiamo ancora aspettando) mi pare che la 'tragedia' che si sta svolgendo aspettasse i suoi interpreti: il 'buffone' Renzi cercava la figura 'tragica' per creare dialettica e avere significazione; il 'fool' cercava 'Re Lear'! (o Arlecchino cercava Pulcinella?) Comunque un Re Lear che sarà ben lungi dall'impazzire: perchè la tempesta la farà affrontare a noi poveri str@@@i!

anna.53

Dom, 01/02/2015 - 17:56

Concordo completamente; purtroppo però, di liberali veraci e onesti ormai ve ne sono proprio pochi, sembrano in estinzione; e il potere clerical sinistro si metastatizza , senza riposo. E resta anche amaramente il tradimento del B del 1994 , ridotto a stampella di qualcuno per sopravvivere.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 01/02/2015 - 18:00

Siamo arrivati al punto che si eleggono le mummie...

m.nanni

Dom, 01/02/2015 - 18:06

per annarita spad. Renzi non ha proposto un bel niente; ha imposto Mattarella anche con le minacce!

libertà38

Dom, 01/02/2015 - 18:16

SBALORDITIVO, sentire parlare di ILLIBERALE, da Ostellino il più grande sostenitore dal 1994 di Berlusconi un MONOPOLISTA. E tutti i commentatori. Ma per carità leggetevi qualcosa su EINAUDI quello si un liberale. Siete patetici , Mattarella si dimise quando approvarono la legge MAMMI'. E VOI TUTTI CHE PARLATE DI LIBERISMO NON VI è MAI PASSATO PER LA MENTE CHE UN CAPO DI GOVERNO POSSA ESSERE PROPRIETARIO DI RETI TELEVISIVE? In Inghilterra e USA ancora ridono, che pena, che tristezza, leggete e studiate non è mai troppo tardi.

giottin

Dom, 01/02/2015 - 18:25

Dopo aver letto questo articolo mi domando come facesse Piero Ostellino a scrivere per il il corriere della serva!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 01/02/2015 - 18:25

Mattarella è uguale ai predecessori... Napolitano, Ciampi.... sono dei servi del regime atlantico... l'avranno nominato a New York...il solito copione

monitor

Dom, 01/02/2015 - 18:25

Sono un suo vecchio amico anche se non ci siamo conosciuti personalmente. Per anni siamo stati in contatto via e-mail. Mi dispiace per il modo in cui è stato costretto a lasciare il Corriere, ma sono felice di poter continuare a leggere i suoi articoli sul Giornale. Penso che con il suo articolo di oggi abbia, come al solito, illustrato alla perfezione fatti e personaggi.

rosa52

Dom, 01/02/2015 - 18:26

elpaso21'daccordissimo con te,e'inutile piangersi sempre addosso,cominciamo a proporre invece di stare sempre a drammatizzare!!

pinux3

Dom, 01/02/2015 - 18:36

@elebor0..."Sedotto e abbandonato" pure tu? Eheh...

Antonio43

Dom, 01/02/2015 - 18:46

Ma volete o no considerare che l'alternativa era una rancida mortadella? Lo fate o no entrare al Quirinale? I presupposti sono quello che sono, ma c'è una minima, dico minima, possibilità di qualche sorpresa. Ormai è stato eletto. Se pensate che Renzi possa fare quello che vuole, aspettiamo, per Pasqua avremo molte cose di cui parlare.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Dom, 01/02/2015 - 18:50

D'accordo con P. Ostellino, l'attuale classe dirigente in realtà non ha alcuna voglia di modernizzare il paese in quanto per costoro significherebbe rinunciare allo stato di privilegio e di ricchezza raggiunti. L'elezione di Matarella a PDR dimostra la volontà di procedere senza modificare nulla, Costituzione in primis.

Atlantico

Dom, 01/02/2015 - 19:09

@ libertà38, non sono in grado, il 99% di chi scrive su queste colonne, di comprendere il reale significato della parola 'liberale'. Il suo è fiato sprecato. Saluti

tangocav

Dom, 01/02/2015 - 19:30

Sergio Mattarella è l'ultimo dei "morotei", un Democristiano doc. Io nella mia vita, appassionato di politica, ho sempre seguito la vita politica Italiana. Pur essendo stato sempre contro la D.C. devo riconoscere che la caratura di molti di questi personaggi era notevolissima, niente a che vedere con la pochezza imbarcata nel bastimento berlusconiano, che ci ha regalato vent'anni di stallo e deterioramento, senza contare certi personaggi che hanno ricoperto posizioni chiave, che ci siamo dovuti sorbire. In loro confronto Mattarella è un gigante.

Accademico

Dom, 01/02/2015 - 19:39

E così... prendo atto che la locuzione "semel in anno licet insanire" vale anche per il giornalista Ostellino. Ringrazio infatti l'Altissimo di aver illuminato un bischero di premier nella scelta di un liberale di specchiata onestà, quale Capo dello Stato.

scipione

Dom, 01/02/2015 - 19:39

liberta'38,stia sereno e non si sbalordisca.Se non erro la legge Mammi',tra l'altro,ROMPEVA E SUPERAVA il monopolio della TV di Stato,e introduceva il pluralismo radiotelevisivo,che caratterizza un PAESE LIBERALE.E allora Berlusconi mom era ne' " UN CAPO DI GOVERNO" ,ne'unpolitico,ma solo un imprenditore.Un ministro che si dimette per una legge simile evidentemente e' per uno Stato totalitario padrone unico della informazione ( oltre che della vita dei suoi sudditi).UNO STATO STALINISTA ,INSOMMA.

scipione

Dom, 01/02/2015 - 19:55

liberta'38,la legge Mammi'introduceva in Italia il PLURALISMO radiotelevisivo,superando il MONOPOLIO Statale della RAI,LIBERALIZZANDO ( piu' LIBERALE di cosi') il settore.Solo uno stalinista puo' non essere d'accordo.

g-perri

Dom, 01/02/2015 - 19:55

Mi auguro che il Presidente Mattarella non faccia passare quella riforma costituzionale obbrobriosa che stanno preparando. Se proprio volessero fare una riforma che garantisca democrazia, potrebbero dimezzare i componenti della Camera e lasciare un Senato Elettivo ma federale. Con non più di 10 Senatori (compresi quelli a vita) e gli altri eletti regione per regione alle elezioni regionali, in numero proporzionale agli abitanti ed al risultato delle urne. Il senato federale dovrebbe esercitare un controllo alle leggi approvate dalla Camera ed in caso di contrasti potrebbe indire un Referendum Consultivo (come in Svizzera). Questa sarebbe Vera Democrazia.

paolonardi

Dom, 01/02/2015 - 20:01

Il ragazzotto NON E' FIORENTINO!!!! E' nato a Rignano sull'Arno nelle campagne della riva destra, quella meno nobile. Del campagnolo ha tutte le stigmate: chiaccere inconcludenti, furbizia (non intelligenza) e scarsa cultura, Dargli del fiorentino e' come concedergli una nobilta' che non ha, basta vedere come indossa gli abiti: come un contadino quando, la domenica, si mette il "vestito bono".

Totonno58

Dom, 01/02/2015 - 20:09

Guarda che cosa ci si inventa per non ammettere che Renzi, a differenza di Berlusconi, non è solo un po'buffoncello... ma anche coerente, costruttivo e furbo, eh?!?:)

moshe

Dom, 01/02/2015 - 20:28

Dire figlio di una cultura illiberale, è ancora poco. Vorrei ricordare a coloro che sarebbero dovuti andare in pensione se non ci fosse stata la riforma della piagnona fornero, che il signor mattarella, il 20 gennaio, 11 giorni prima della sua elezione a presidente della repubblica, ci ha "rubato" le pensioni, facendo allora parte della stessa corte costituzionale che ha respinto la proposta referendaria di Matteo Salvini per abrogare la riforma fornero e restituire la pensione a chi, di punto in bianco, se l'era vista scippata. E lo vorrei ricordare in particolar modo a coloro che colpiti da questo sopruso, sono altretutto arcicontenti della sua elezione!

Pincopallinocurioso

Dom, 01/02/2015 - 20:31

A me sembra un becchino.

piero calca

Dom, 01/02/2015 - 21:50

Ma di quale autoritarismo va farneticando , egregio Ostellino ? Magari ! Forse lei non si è accorto che qui i governi vengono messi sotto dall'ultima delle lobby , vedi avvocati , tassisti e compagnia bella.

Tergestinus.

Dom, 01/02/2015 - 21:57

libertà38: dov'è il problema se un capo del governo è proprietario di reti televisive? Vi sono libere elezioni, uno si presenta, la gente sa che è proprietario di reti televisive però liberamente lo vota. Dove diavolo sta il problema? E poi perché la proprietà di reti televisive dovrebbe essere un problema, mentre quella di reti radiofoniche (guarda un po' il PD ne possiede una) o di testate giornalistiche (guarda un po' un imprenditore vicinissimo al PD detiene di fatto il monopolio della stampa quotidiana locale, le cui vendite sommate sono assai superiori rispetto a quelle dei giornali nazionale) non fa difficoltà alcuna? Quanto alle supposte risate di inglesi e americani, sai che m'importa... quelli si credono i migliori del mondo solo perché han vinto una guerra...

Tergestinus.

Dom, 01/02/2015 - 21:59

libertà38: dov'è il problema se un capo del governo è proprietario di reti televisive? Vi sono libere elezioni, uno si presenta, la gente sa che è proprietario di reti televisive però liberamente lo vota. Dove diavolo sta il problema? E poi perché la proprietà di reti televisive dovrebbe essere un problema, mentre quella di reti radiofoniche (guarda un po' il PD ne possiede una) o di testate giornalistiche (guarda un po' un imprenditore vicinissimo al PD detiene di fatto il monopolio della stampa quotidiana locale, le cui vendite sommate sono assai superiori rispetto a quelle dei giornali nazionale) non fa difficoltà alcuna? Quanto alle supposte risate di inglesi e americani, sai che m'importa... quelli si credono i migliori del mondo solo perché han vinto una guerra...

Tergestinus.

Dom, 01/02/2015 - 21:59

libertà38: dov'è il problema se un capo del governo è proprietario di reti televisive? Vi sono libere elezioni, uno si presenta, la gente sa che è proprietario di reti televisive però liberamente lo vota. Dove diavolo sta il problema? E poi perché la proprietà di reti televisive dovrebbe essere un problema, mentre quella di reti radiofoniche (guarda un po' il PD ne possiede una) o di testate giornalistiche (guarda un po' un imprenditore vicinissimo al PD detiene di fatto il monopolio della stampa quotidiana locale, le cui vendite sommate sono assai superiori rispetto a quelle dei giornali nazionale) non fa difficoltà alcuna?

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Dom, 01/02/2015 - 23:46

Non trovo alcun riscontro nell'articolo di Ostellino (giornalista che apprezzo molto) su un dubbio che mi attanaglia, ovvero che il vero regista di questa nomina sia stato il vecchio presidente! Non so motivare questa mia impressione, ma sento che sia stato così. Condivido comunque pienamente il giudizio espresso da Ostellino su Mattarella. D'ora in poi leggerò più volentieri il giornale.

mastra.20

Dom, 01/02/2015 - 23:49

pensavo che ci eravamo liberati da Scalfaro e ne hanno eletto uno come Lui,,siamo tornati indietro di 20 anni .

Atlantico

Dom, 01/02/2015 - 23:51

Tergestinus, lei ha ragione a dire che la gente Sto arrivando! se un candidato possiede mesi di comunicazione ma, veda, le sfugge che quei mezzi di comunicazione, nella fase prima del voto, influiscono sulla formazione dell'opinione della gente che poi va a votare. Lei capisce chr questo non è del tutto equo, vero ? E infatti si informi come questi fatti sono regolamentati in un paese non certo comunista come gli USA, per esempio.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 02/02/2015 - 00:09

Il citrullo fiorentino ci ha servito per sette anni un dinosauro della vecchia DC. Uno di quei grigi burocrati che sono arrivati ad inventare l'assurdità della "par condicio". UNA IDIOZIA CHE POTEVA NASCERE SOLO NEL NOSTRO PAESE E CHE NON ESISTE IN NESSUN'ALTRA PARTE DEL MONDO. Vedremo cosa combinerà questo Mattarella dopo che i giornali avranno finito di leccargli i piedi.

giubbe1967

Lun, 02/02/2015 - 07:10

un esame perfetto: un articolo superlativo.

cicero08

Lun, 02/02/2015 - 07:10

Certo solo chi, servo molto sciocco, è preposto a censurare il 100% dei commenti può parlare con disinvoltura di cultura liberale....

Vero_liberista

Lun, 02/02/2015 - 09:07

Beh, certo che sentire le lezioni di liberalismo da Atlantico & Co. è come sentire dissertare Rosi Bindi sulla fisica dei quanti. Che risate, continuate vi prego, siete irresistibili. Discutete il liberalismo di Ostellino (immagino avrete letto tutti i suoi scritti) e giurate sul liberalismo di Mattarella, sinistra DC, quella che nei decenni ha prodotto i grandi liberali La Pira, Saragat, Fanfani, Moro, De Mita, Donat Cattin, Andreatta, Prodi, Renzi e lo stesso Mattarella vero? tutti ferventi discepoli dei suddetti Giolitti, Croce ed Einaudi, di Friedman e di Von Hayeck, vero? E immagino che tale conclusione l'abbiate raggiunta dopo esservi letti, voi che date sempre lezioni di cultura a noi bananiotas, tutti i saggi di Giolitti, Croce ed Einaudi, oltre ai succitati Friedman e di Von Hayeck, vero? Bene, candidatevi al Nobel per la controstoria allora, ne avete tutte le stigmate...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 02/02/2015 - 09:26

@Vero_liberista:...ha letto il mio post di ieri 16:45?...Cosa vuole che capiscano di liberismo,...li lasci perdere!!

mifra77

Lun, 02/02/2015 - 10:04

Quindi se ho ben capito, chi è liberale non può fare il capo di governo se possiede beni al sole e fa lavorare per le sue aziende migliaia di addetti. Al contrario è liberale chi vive a sbafo sulle spalle di tutti e si fa sburattinare da un Debenedetti che in quanto ad onestà e correttezza mi pare quantomeno possa mettersi in fila subito davanti a Berlusconi. E' ancora più liberale chi riceve di nascosto, sovvenzioni da MPS che poi viene risarcito con i soldi dell'IMU pagata da tutti noi. In quanto agli inglesi che ridono,io mi sganascio dalle risate, quando vedo che pagano per mantenere la Regina ed i suoi rampolli e per lucidare il cocchio dorato. Che strano modo di pensare!

monitor

Lun, 02/02/2015 - 11:08

Accademico,, Mattarella sarà di "specchiata onestà ", ma ignora completamente il vero significato della parola "libertà".

angelomaria

Dom, 08/02/2015 - 16:35

SOLO ABORTI HA DATO IL MISERABILE MONTI I FIGLI LI VEDI SCHIZZARE NEI VICOLI VICINO E DENTRO LE FOGNATURE NOSTRANE LI VEDI LA BNOTTE GL'I FA'BRILLARE GL'OCCHI ROSSO FUOCO !!!!

angelomaria

Dom, 08/02/2015 - 16:37

ILPRIMO GRANDE TRADITORE COL NAPO EC...ECCO COSA HA FATTO A PORTATO ALLA LUCE I GIOCHI SPORCHI DI PALAZZO I VERMI RIUNITI O CHIAMATELI PURE I TRADITORI DELLA PATRIA PERFAVORE CENSURATELI NON MERITANO VISIBILITA'!!!

angelomaria

Dom, 08/02/2015 - 16:41

FUORI CORSO AMMAZZA TRE PAPPINE AL MILAN GRANDE YUVE! RITORNANDO AI MAIALI ........