Renzi perde altri alleati. "Riforme ponte verso il nulla"

Il "Financial Times" boccia il referendum: meglio il No. E Renzi apre ai confronti, da D'Alema a Berlusconi

«Italicum? Per ora siamo tutti impegnati a fare movimento sul posto»: la battuta di un parlamentare Pd descrive bene lo stato dell’arte sulla legge elettorale. Di qui al referendum del 4 dicembre se ne parlerà molto, ma non succederà nulla. Il presidente del Consiglio pensa solo a come vincere la consultazione sulla riforma costituzionale, recuperando una campagna iniziata, ammette lui stesso, con un errore di impostazione: «È giusto ammettere quando si sbaglia, e io ho sbagliato approccio, e me ne sono scusato. Il referendum non è sul mio futuro, ma sono gli avversari del Sì ora a trasformarlo in una consultazione sulla mia persona». Il premier si dice pronto a confrontarsi con D’Alema o con Grillo, «e anche con il prode combattente Silvio Berlusconi». Ma aggiunge: «La mia priorità è governare». Si augura «una Woodstock del No», con Brunetta e Di Maio al microfono: «Faremmo il pieno di Sì se la trasmettessero in diretta».

Intanto il Fondo monetario internazionale, che si era schierato contro la Brexit, spiega che non lo farà sul referendum italiano, che è «una consultazione politica » e non su temi economici. Mentre il Financial Times definisce il referendum italiano «un ponte verso il nulla» e spiega: «All’Italia non servono più leggi da approvare più in fretta, ma meno leggi e migliori ». Se per abbassare i toni della polemica contro di lui e recuperare consensi è utile dimostrarsi disponibile a rivedere la legge elettorale, Renzi è pronto a dimostrarsi disponibilissimo: «Non ci sottraiamo al confronto». Tanto da dedicare una riunione della Direzione del Pd, lunedì prossimo, all’argomento. E dunque ben vengano le proposte di nuovi e complicatissimi sistemi elettorali che vengono buttati sul tavolo fuori e dentro il Pd: quella dei centristi di Ap che prevede il premio di coalizione, quella dei Giovani Turchi Matteo Orfini e Andrea Orlando che si ispira al modello greco con premio ma senza ballottaggio, l’astruso Bersanellum proposto dalla minoranza Pd che dà premi a tutte le liste per evitare che qualcuno vinca. Va bene anche che la Commissione Affari costituzionali della Camera incardini il dibattito sulla eventuale revisione dell’Italicum.

Per dimostrare la disponibilità del governo a discutere del tema, da martedì una delegazione Pd incontrerà le altre forze politiche e ne ascolterà le idee. In Direzione il premier ribadirà la propria apertura, e costringerà la minoranza Pd a venire allo scoperto. «Ora l’alibi Italicum è caduto e dovranno spiegare perché votano No comunque, come hanno deciso da mesi con l’unico obiettivo di far fuori Renzi», dice un dirigente Pd. Ma nessuna delle proposte in campo ha chance di coagulare una maggioranza in Parlamento nei prossimi mesi, che peraltro saranno impegnati per la sessione di bilancio. Tanto più che anche Forza Italia rinvia ogni discussione a dopo il 4 dicembre. E fino al referendum Renzi e il Pd non si sbilanceranno sulle possibili modifiche a quello che resta, secondo il premier, il migliore dei sistemi possibili, ossia l’Italicum. Se vinceranno i Sì, Renzi sarà ben saldo in sella e aspetterà la pronuncia della Corte Costituzionale per introdurre eventuali variazioni all’impianto in vigore: togliere le preferenze multiple o spostare il premio dalla lista alla coalizione. Se invece vincessero i No, il pallino non sarebbe più nelle sue mani e diventerebbe assai probabile una deriva verso il proporzionale puro, e i governi ballerini di coalizione parlamentare.

Commenti

dalo49

Mer, 05/10/2016 - 10:17

NONOSTANTE LE CRITICHE IL BULLETTO DI RIGNANO NON PERDE LA SUA ARROGANZA E SOPRATUTTO SPENDE E SPANDE CxxxxxE VERBALI E SOLDI DEI CONTRIBUENTI .. CON LUI TUTTI I SUOI COMPAGNI DI MERENDE SPERO VIVAMENTE CHE AL REFERENDUM PRENDANO UNA BELLA BASTONATA NELLA SPERANZA CHE , NEL CASO CI FOSSE PER LORO UN FUTURO IN ITALIA NON ME LO AUGURO , ABBASSINO I TONI E LA CRESTA IN PARTICOLARE RENZI E BOSCHI UN AMBO DA NON GIOCARE IN NESSUNA RUOTA ....

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 05/10/2016 - 10:29

E questi che se la ridono alla nostra faccia e sulla nostra pelle. Rivotateli se in passato l'avete pure fatto. Così avranno modo in futuro di farsi non una, ma una doppia risata soprattutto alla facciaccia vostra.

maurizio50

Mer, 05/10/2016 - 10:32

Il buffone è finito!! A casa lui ed i suoi compari di merende!! E a casa pure il parroco Argentino!!!!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 05/10/2016 - 10:39

CIAONE Renzi...

Ritratto di wciano

wciano

Mer, 05/10/2016 - 12:05

Quindi quando il FT era per il sì era un'intollerabile ingerenza estera, ora che per il no (da verificare questo cambio di rotta...) allora è tutto ok. Sti destri soffrono veramente di doppia personalità

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 05/10/2016 - 12:12

Renzi ... tutto tempo perso!

zeffiroblu

Mer, 05/10/2016 - 12:57

Il citrullo toscano ormai cerca in ogni modo di salvare la poltrona. Sa benissimo che in caso di sconfitta la sua carriera politica sarà finita ecco perché è ancora più pericoloso. Ogni giorno promette qualcosa che sa bene non potrà mai mantenere. Mi ricorda Lauro che prima delle elezioni dava una scarpa e dopo se eletto l'altra. Peccato che usi i nostri soldi

hectorre

Mer, 05/10/2016 - 13:37

wciano....il FT ha semplicemente capito che renzi ormai è a fine corsa e inizia a prendere le distanze dal premier farlocco, nelle prossime settimane lo faranno altre testate italiane e non.....in politica i perdenti non sono cavalli si cui puntare e chi vota no non ha bisogno del FT per conferme....siamo solo felici che giorno dopo giorno il castello di sabbia del pinocchio toscano si stia sgretolando.

Lugar

Mer, 05/10/2016 - 14:09

Perderà gli alleati, ma aumenta la base. La base l'aumenta trasformando i ceti medi(base del centrodestra) in ceti medio bassi, come? Aumentando le tasse per ristribuirli a coloro che non hanno mai lavorato. Ecco come sposta l'elettorato senza alcuna fatica ma con una semplice mandracata. E la destra che fa?

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mer, 05/10/2016 - 16:34

Sarà una gioia quando Renzi terrà fede alla sua parola (sic!) se vincerà il no e si leverà di torno. Naturalmente il "sereno" però non ne ha una sola di "parola"....Meditate, meditate......