Renzi rottama la vecchia sinistra e studia un rimpasto di governo

Le bordate del premier su Bersani, Boldrini e Landini Tentato dalla sostituzione di Lupi, Giannini e Pinotti

Renzi conta amici e nemici. I primi sono pochi, i secondi molti. Ma Supermatteo fin dai tempi della Ruota della Fortuna la pensa come un altro uomo forte della politica italica: molti nemici, molto onore.

Sono giorni di bilanci in casa Renzi. Il primo anno di governo è passato, bene o male, e un pensierino a un tagliando al suo esecutivo tormenta il premier. Ci sono almeno quattro o cinque ministri che non rispettano gli schemi, che non lo soddisfano, che manderebbe negli spogliatoi. Non può, non è il momento. Ma arriverà. Così Renzi si sfoga con tutti gli altri: l'opposizione che c'è, quella che non c'è, quella interna. Perché l'uomo e così: vorrebbe dettare le regole anche a chi gli è contro. Lo fa in un'intervista definitiva (fino a nuovo ordine) all' Espresso in edicola oggi.

Renzi liquida subito i giocatori con la casacca differente. Di Silvio Berlusconi si dice deluso «per come si è comportato nell'elezione di Mattarella. Io - aggiunge - sono stato leale con il Patto del Nazareno, lui no. Penso perché costretto da Brunetta». Il quale ha «remato contro le riforme e il Patto del Nazareno», lavorando «per far fuori le colombe». Al Cavaliere Renzi però riconosce il ruolo di unico leader riconoscibile dell'opposizione, dato che «Grillo si tira fuori da tutto, si marginalizza da solo».

Più succose le critiche ai compagni di partito come Pier Luigi Bersani, uno con il quale «non abbiamo mai trovato un canone di feeling personale». Poi l'affondo: «La battaglia di Bersani su dettagli della legge elettorale è incomprensibile. So che nel Pd c'e una parte che dice di no a tutto per principio. Faccio le riunioni? Troppo poco. Non faccio le riunioni? Vuol dire che decido da solo». E qui riesce la vena pop del premier, che ribattezza questa il modello Cara ti amo , dal titolo di una spassosa canzone di Elio e le Storie Tese su una donna sempre insoddisfatta del fidanzato.

E poi c'è la sinistra-sinistra, quella fastidiosa cosa che proprio non si rassegna a sopravvivere renziana. «A sinistra l'alternativa c'e già. Vedo che ci pensa Maurizio Landini. Non capirei certe contestazioni che ho ricevuto in alcune fabbriche da parte della Fiom se non in base a un disegno politico». Landini oppure Laura Boldrini, una che ultimamente è sovente uscita «dal suo perimetro di intervento istituzionale, con valutazioni di merito se fare o meno un decreto che non spettano al presidente di un ramo del Parlamento».

Altre cose notevoli dell'intervista. La difesa dell'elicottero di Stato («Continuerò a prenderlo tutte le volte che è necessario»). La sua idea della Rai («Mi piacerebbe che ogni rete avesse una identità culturale. E non voglio più andare in giro per il mondo con cinque microfoni della Rai a intervistarmi. Ne basta uno»). La lotta all'evasione fiscale («Non c'è solo la Svizzera, io spero di recuperare un po' di denari anche dal Vaticano. Credo che anche la Santa Sede sia interessata a fare un repulisti»). La riforma elettorale («Se mi avessero detto all'inizio che facevamo una legge elettorale così non ci avrei creduto nemmeno io!»). Le primarie («Se le fai devi accettare il risultato. Io ho lasciato libero il partito di fare come voleva, anche troppo, dicono i miei». E comunque lui ci si sottoporrà di nuovo, se servirà, perché «il candidato premier va scelto con le primarie». Come è umano lei).

Questo e il Renzi «in chiaro». Poi c'è quello che non può parlare pubblicamente ma che ne avrebbe di cose da dire ai suoi ministri. Secondo Dagospia ci sarebbero almeno tre bocciati e due rimandati nell'esecutivo. Pollice verso per Maurizio Lupi che paga l'insofferenza del premier per l'Ncd, il pasticcio dello Sblocca Italia e le sue mire sulla poltrona di sindaco di Milano. Per Stefania Giannini, pasticciona che ha rischiato di far respingere il decreto sulla riforma della scuola dal presidente Mattarella (uno che è stato ministro dell'Istruzione, poi) per avervi inserito misure non urgenti. E per Roberta Pinotti, capace di inimicarsi le forze dell'ordine in toto da ministro della Difesa. E sotto osservazione ci sarebbero anche Andrea Orlando, che non piace sulla gestione della riforma della giustizia, e Marianna Madia, a cui non viene perdonato lo scivolone sulle consulenze al ministero ad amici e professionisti con curricula inadeguati.

Commenti

macchiapam

Ven, 06/03/2015 - 08:41

Renzi sta facendo quello che era prevedibile ed è giusto: far fuori le vecchie cariatidi e occupare lo spazio di centro-sinistra che fu di Craxi ed è proprio di tutte le nazioni europee. Bravo.

glasnost

Ven, 06/03/2015 - 08:41

Solo chiacchiere e distintivo! Le tasse non si riducono. I costi dello Stato non si riducono,la spending review è sparita! Il paese va a fondo, con la delinquenza fuori controllo e questo pensa di tenere a galla il paese a forza di chiacchiere.

Accademico

Ven, 06/03/2015 - 09:00

Beh... se mi rottama Lupi, Pinotti e Giannini - tre nullità assolute - questa volta ci ha preso. Ma ha fatto bene anche con la scelta di un Galantuomo a presidente della Repubblica.

vittoriomazzucato

Ven, 06/03/2015 - 09:06

Sono Luca. Ha ragione Renzi: Bersani, Boldrini, Landini sono il "vecchiume" della prima Repubblica e della sinistra di Napolitano. La Boldrini è lì perché nominata da un Parlamento 2013 dove i rottamati ancora contavano. GRAZIE.

magnum357

Ven, 06/03/2015 - 09:27

'@macchiapam: bravo de che frenzino ? Si è dimostrato una nullità in tutto !!!!!! E tu pensi che una nullità come lui con un rimpasto risolva qualcosa ? Non è cambiato nulla in questo paese e quando decine di migliaia di giovani lasciano il paese, i più fortunati, per lavorare all'estero perchè in Italia non c'è lavoro nè per loro nè per ultraquarantenni come me, vuol dire che siamo in un paese allo sbando che non vuole cambiare !!!! gli unici, a sguazzare, come fanno renzi e i suoi accoliti, sono proprio i politici non eletti dal popolo che continuano a rubare il futuro sempre che ne esista uno!!!!!!!

gonggong

Ven, 06/03/2015 - 09:38

SIG. GLASNOST IL SUO COMMENTO NON FA UNA GRINZA, E L'UNICO COMMENTO CHE DOVREBBE ESSERE FATTO, MA INVECE LEGGO ANCORA COMMENTI CHE PARLANO FUORI DALLO STATO ATTUALE E REALE DELL'ITALIA, C'E' ANCORA GENTE CHE CREDE NELLA POLITICA, RENZI STA FACENDO I CxxxI SUOI E DEI SUOI AMICI (BOSCHI CON LA BANCA ETRURIA,LA SUA MAMMA CON LE SOCIETA,LA MADIA CHE ASSUME AMICI,SOLDI CHE ARRIVANO ALLE COOP, ECC ECC) E ANCORA PARLIAMO DI POLITICA?

gonggong

Ven, 06/03/2015 - 09:41

NOI BARCOLLIAMA NELLA DISPERAZIONE E RENZI SE LA GODE. qualche giorno fa ha fatto scalpore l'atterraggio di fortuna del #Renzicottero che doveva portare l'ebetino da Roma a Firenze, la stessa tratta che il Presidente Mattarella ha fatto comodamente in treno. Il generale Tricarico ha spiegato che Renzie e i suoi ministri hanno accumulato 6.000 ore di volo nel 2014 e ha rivelato QUANTO CI COSTANO. Altro che ragioni di sicurezza! Qua si tratta solo di ostentazione del potere, alla faccia dei 10 milioni di italiani che vivono in condizioni di povertà.

nonna.mi

Ven, 06/03/2015 - 10:27

Da non pubblicare: non ho capito la vostra stroncatura al mio ultimo post di pochi minuti fa: se non volete più la mia collaborazione ditelo, ne avete tutti i diritti ed io tacerò. Myriam

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 06/03/2015 - 10:28

Leggo che il furbetto difende l'elicottero di Stato:«Continuerò a prenderlo tutte le volte che è necessario». Anche per andare a sciare?

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 06/03/2015 - 10:47

Non mi interessa chi come e perché. Fermiamo questo cacciaballe e buttiamolo giù.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 06/03/2015 - 10:48

Nei giorni pari Renzi è un fedifrago in concludente cui bisogna fare opposizione dura e pura. In quelli dispari un vero genio della politica al cui confronto Machiavelli viene ridimensionato al ruolo di povera belina. Che cosa si fuma , al mattino, la redazione del Giornale?

Ritratto di sognoitag£iano

sognoitag£iano

Ven, 06/03/2015 - 10:59

a casa gianni e pinotto, nessuno si accorgerà di nulla

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 06/03/2015 - 11:57

Ti prego renzie ,non toglierci la giannini era troppo bello il vederla colle txtte al vento.!!!

vince50_19

Ven, 06/03/2015 - 12:00

Cerca di mantenersi a "galla" (non è complicato per lui)... Già, perché nei guai ci stiamo noi cittadini e lui non fa niente per renderci la vita meno opprimente. Tutt'altro: fedele agli ordini della Troika che vuole depauperarci ad ogni piè sospinto!

angelomaria

Ven, 06/03/2015 - 12:06

edinuvo uno dei suoirimpasti ancora non capice che da rimpastare c'e'lui in prima filafinora non e'stato meglio edico meglio del prodi o delvendola e berdani enza affondare troppo nei kompagni!!!!!!

maurizio50

Ven, 06/03/2015 - 12:08

Guarda guarda! Il chiacchierone si è accorto dell'assoluta inconsistenza di fenomeni quale Madama Giannini, buona giusto a spogliarsi come una vecchia cariatide, nonchè della Pinotti, personaggio totalmente priva di capacità per il ruolo di Ministro della Difesa. Ma il peggiore incapace, tale Alfano, proprio ce lo vuol far godere fino in fondo?

Ritratto di iovotosalvini

iovotosalvini

Ven, 06/03/2015 - 22:58

Ma basta! Siete gli unici che vorrebbero farci ingoiare miscugli di insalata rossa, svenduta e masticata! E sarete i soli perchè alle prossime votazioni l'insalata c'è la mangeremo lo stesso! Ma VERDE! aaahahahah GRAZIE LEGA NORD E GRAZIE SALVINI