Il Risiko delle poltrone Ue

Vicino l'accordo per un patto tra popolari, liberali, socialisti e verdi. Cambiano gli equilibri: ecco i nomi in corsa per le cariche

Entra nel vivo il Risiko per le nomine dei vertici Ue. All'orizzone c'è un altro Consiglio Europeo straordinario dopo quello che si terrà tra qualche giorno. Due appuntamenti tra il 20 e il 30 di giugno per fare il punto su alleanze, ruoli e poltrone per la nuova Ue dopo il voto delle Europee. Ma il primo appuntamento decisivo è quello di oggi. I mediatori di popolari, socialisti, verdi e liberali dovrebbero annunciare un accordo per sigalre il patto di maggioranza nell'Europarlamento che andrà a declinare la prossima legislatura. Un passo propedeutico questo per il Consiglio europeo di giovedì. Le forze politiche che dovrebbero andare a comporre la maggioranza in Parlamento fanno già segnare un record storico: non sarà più un accordo a due tra popolari e socialisti ma uno a quattro. E dunque con questo nuovo quadro necessariamente cambiano gli equilibri e le nomine per i vertici Ue dovranno tenere conto di queste diverse anime all'interno della maggioranza. Il punto principale dei popolari è il mantenimento della regola dello "Spitzenkandidat". In questo caso si tratterebbe di Manfred Weber, popolare. In questo gioco di poltrone i popolari con la presidenza della Commissione lascerebbero agli altri gruppi le altre cariche.

Nelle ultime ore però potrebbe riacquistare quota il nome del francese Michel Barnier, popolare e anche francese, che ha già avuto la benedizione di Emmanuel Macron, a scapito della candidatura della danese Margrethe Vestager. Poi sullo sfondo resta ancora l'ipotesi Merkel per la presidenza del Consiglio europeo. Ma difficilmente la cancelliera lascerà Berlino per Bruxelles. I liberali puntano invece sulla presidenza del Consiglio Ue e i nomi in pole sono quelli di Mark Rutte, del belga Charles Michel e della lituana Dalia Grybaskaite, ma nel nella partita potrebbe spuntare anche quello dell’attuale leader dell’Alde Guy Verhofstadt. Intanto i gruppi hanno trovato la quadra per i capigruppo in Parlamento: il Ppe che ha nominato Manfred Weber alla presidenza, i socialisti nomineranno la spagnola Iratxe Garcia Perez, mentre i liberali potrebbero indicare nelle prossime ora come capogruppo il romeno Duncan Ciolos, che con l’appoggio di Parigi dovrebbe prevalere sugli altri due candidati, l’olandese Sophie in’t Veld e lo svedese Fredrick Federley. Pure i gruppo sovranista ha fatto le sue scelte e la poltrona di capogruppo va al leghista Marco Zanni che guiderà "Identità e democrazia". I Cinque Stelle invece navigano nella tempesta. Non sono ancora riusciti a trovare un gruppo.

Commenti

schiacciarayban

Mar, 18/06/2019 - 10:26

Allora Salvini ha fatto bene a fare la voce grossa in Europa, un vero successone, vedo Italiani ovunque.

bernardo47

Mar, 18/06/2019 - 10:30

Naturalmente noi,con i nostri pifferi di montagna che fanno solo danni,non contiamo assolutamente nulla e per 5 lunghi anni! Ecco i salvini e i di Maio!

nerinaneri

Mar, 18/06/2019 - 10:36

...intanto, abbiamo isolato l'europa...

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 18/06/2019 - 10:40

Usciamo al più presto da questa gabbia che è l' unione "sovietica" europea gia preconizzata da bakunin, ulianov detto lenin, bronstein detto trotskj & compagni.

luigirossi

Mar, 18/06/2019 - 10:52

@SHIACCIARAYBAN Il successone consiste nello stare alla larga dall'Europa cosi' com'e'ora.Noi ne abbiamo bisogno come di un tumore alle gonadi

bernardo47

Mar, 18/06/2019 - 10:58

Fortuna che il 65% di italiani è per euro e ue......altrimenti,poveri noi così isolati in Europa e nel mondo con la liretta e quel debito saremmo divorati seduta stante!

nerinaneri

Mar, 18/06/2019 - 11:28

bernardo47: metti un pensionato, con casa in affitto e 1000 euri nel c/c: che gli frega a lui dell'euro?...prende il caffe e a pensa 2000 lire...

pinco_shi

Mar, 18/06/2019 - 11:47

Alla presidenza del Consiglio europeo invece di Letta i nostri preferiscono Merkel. Vedremo se il nostro commissario si occupera` della lunghezza degli stuzzicadenti o degli orsi sulle alpi. Intanto molti non sanno ancora dove sedersi nel parlamento...

Popi46

Mar, 18/06/2019 - 11:48

Calata la nebbia sulla Manica....il continente è isolato...(70 anni fa). Proposte le nomine europee.....l’Italia è isolata (oggi)

schiacciarayban

Mar, 18/06/2019 - 11:55

nerinaneri - Il tuo pensionato, se usciamo dall'euro, non avrà più neppure quelli!

schiacciarayban

Mar, 18/06/2019 - 12:02

luigirossi 10:52 - Quindi l'idea è di cambiare l'Europa standone fuori! Veramente geniale, sarà un successone!