Roma, blitz contro centro sociale di destra

Attaccato con bombe molotov il centro sociale ‘Officine Italia’

Raid contro un centro sociale di destra a Roma. "Questa notte qualche mano infame ha tirato bombe molotov contro il nostro centro sociale ‘Officine Italia’, in via Luigi Bartolucci, a Portuense. Bombe, che hanno bruciato tavoli e sedie nel giardino della struttura e annerito i muri esterni, ma che hanno come intento quello di bruciare i nostri sogni”, ha raccontato Giuliano Castellino, portavoce del centro.

“Ma - prosegue Castellino - a chi nelle ombre della notte colpisce in maniera vile non possiamo che rispondere che la nostra lotta non si ferma. Non solo, se i servi del sistema credono di farci cadere nella logica degli opposti estremismi e degli "anti" si sbagliano di grosso. Noi conosciamo solo un "anti", quello contro il sistema che arma la mano delle sue marionette e vuole avvelenare e dividere il popolo”. Officine Italia nasce “per restituire uno spazio abbandonato da 30 anni alla cittadinanza” e “per offrire socialità, cultura, sport e partecipazione”, spiega ancora Castellino che ammonisce: “i tempi di Caradonna e Lama sono passati. Oggi sappiamo contro chi combattere. I nostri nemici sono austerità, tagli, sfratti, disoccupazione. Sono degrado, mala politica, partitocrazia".