La Romagna e il referendum per l'indipendenza amministrativa

La Romagna dunque sarebbe pronta a chiedere un referendum con la Lega Nord per ottenere un passo decisivo verso l'indipendenza dall'Emilia

"Oggi inizia il percorso che porterà l’Emilia e la Romagna a trattenere il proprio residuo fiscale, il secondo in Italia dopo la Lombardia e il Veneto, a favore dei propri territori": così Jacopo Morrone, segretario nazionale della Lega Nord Romagna, annuncia in una nota di aver dato l’autorizzazione, dopo le anticipazioni di ieri di Gianluca Pini, al deposito di un primo atto formale per la richiesta di referendum per l’autonomia fiscale regionale e di uno per l’indipendenza amministrativa della Romagna. "Oggi abbiamo recapitato un messaggio chiaro al Pd e al Presidente Bonaccini- conclude Morrone - o si faranno i referendum su una vera autonomia fiscale e sulla richiesta di indipendenza della Romagna o è pronto l’avviso di sfratto...". La Romagna dunque sarebbe pronta a chiedere un referendum con la Lega Nord per ottenere un passo decisivo verso l'indipendenza dall'Emilia. E a Morrone ha risposto Bonaccini, governatore dell'Emilia Romagna: "Se fossi un cittadino lombardo o veneto, il 22 ottobre voterei sì al referendum consultivo, perchè il quesito chiede di dire se si vuole più autonomia. Ma all’indomani bisognerebbe chiedersi quale autonomia". Bonaccini però ha ribadito la sua contrarietà all’aumento delle Regioni a statuto speciale e all’uso dello strumento referendario consultivo regionale: "Quei 20 milioni che costerebbe il referendum, che di per sè non cambia nulla, preferisco continuare a spenderli nelle politiche attive del lavoro e nell’attrattiva per le imprese. Più autonomia si può e si deve negoziare con il governo e il Parlamento nazionale, chiedere di istituire un fondo per investimenti per le Regioni che riusciranno a ottenere maggiore autonomia. E io sono fiducioso che ce la si possa fare".

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 25/08/2017 - 10:03

di regioni ce ne sono anche troppe. la Valle d'Aosta va riaggregata al Piemonte ed il Molise all'Abruzzo. come era in origine.

jaguar

Ven, 25/08/2017 - 10:26

Ma voi credete che nella rossa Romagna passi questo referendum proposto dalla Lega? Piuttosto preferiscono pagare il doppio di quel che pagano ora.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 25/08/2017 - 10:44

Una Regione "Rossa" chiede l'indipendenza amministrativa da un governo "Rosso", forse c'è qualcosa che non capisco o siamo alle comiche.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 25/08/2017 - 11:09

x tutti e dr.Strange Voi sapete di cosa si parla ???? Bologna la Dotta si tiene il 70% dei soldoni..Noi Romagnoli nn vogliamo solo l'indipendenza amministrativa (che sarebbe già tanto) ma la Regione stato libero di Romagna. In riferimento poi ai rossi posso assicurare che la stragrande maggioranza nn ne può più dei vari Bonacini ed Errani Bolognesi fino all'osso... e cmq Fateci votare Democraticamente...una volta tanto...

paolo b

Ven, 25/08/2017 - 11:15

quando si tratta di soldi anche i rossi sbiadiscono.....non sarei tanto sicuro del fallimento di un simile referendum!!!

VittorioMar

Ven, 25/08/2017 - 11:53

.....CHE BELLO FESTEGGIARE LA "DIVISIONE" DELL'ITALIA !!...A QUANDO LA "BORBONIA" ??

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 25/08/2017 - 12:06

Test di maturità per i rossi. Vedremo.

jaguar

Ven, 25/08/2017 - 12:10

Semperfideis, può anche darsi che molti romagnoli non ne possano più di certi personaggi, però a parte qualche eccezione, la sinistra continua a comandare. Spero e vi auguro che il prossimo anno dalle urne esca qualche gradita sorpresa.

Cheyenne

Ven, 25/08/2017 - 12:52

purtroppo per colpa dei sinistrati l'italia si sgretola. Che peccato con gente mediamente onesta saremmo il primo paese al mondo. Invece siamo derisi, diventati la discarica del mondo, umiliaati e per giunta abbiamo un papocchio che parla come guevara

ilpassatore

Ven, 25/08/2017 - 12:58

Bossi aveva ragione, ma non era il momento giusto. Adesso e'arrivato e probabilmente e' l'unica strada per uscire civilmente da questo marasma generale.Spero che tutte le altre regioni si accodino ma mi chiedo quanto tempo ci vorra'.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 25/08/2017 - 14:32

Rivedetevi con che spirito, non ironizziamo sull'amore per i soldi, si amministrano le Provincie Autonome di Trento e di Bolzano e allora capirete cosa vuol dire Autonomia dal Potere Centralista.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 25/08/2017 - 14:43

Mi fa piacere che i Romagnoli,sentano questo bisogno!Da tanto tempo dico di applicare il concetto di "gabbia fiscale Regionale"(pur con qualche "aiutino",per qualche anno),eliminare TUTTE le Regioni a "Statuto Speciale"(greppie assistenziali privilegiate),mirare a BILANCI entrate-uscite IN PAREGGIO,secondo le risorse locali disponibili,con costi unitari secondo la Regione più "virtuosa",mandando a Roma,secondo una logica "pro-capite",SOLO le spese "statali",secondo la logica di spesa del Paese Europeo più "virtuoso",voce,per voce.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 25/08/2017 - 14:46

@jaguar:me lo auguro,anche perchè in Romagna,cominciano ad essere in tanti,al di là dell'"autonomia",ad averne le scatole piene dell'"accoglienza"!!!

dakia

Ven, 25/08/2017 - 14:55

Magari vincesse così si toglierebbero dai cosidetti, magneranno il loro parmigiano mortadelle e cotechini, tanto gli islamici non gustano di ciò.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 25/08/2017 - 16:24

Zagovian lo puoi dire forte..il problema guarda caso sono i sindaci tutti schierati x l'accoglienza e tutti nelle coop...a domanda : quanti sono nel territorio del Cesenate...?? Risposta...nessuna...poi dopo due mesi...hanno dato un numero che solo chi è un asino può crederci... Ho guardato il centro di Cesena che ha 95.000 abitanti passano solo Loro in bicicletta tutti bardati cappellini e magliette sgargianti...voglio vedere quando arriva la neve se gli passano la pelliccia..e intanto alle feste dell'umidità fanno il lavaggio del cervello...sono 10 anni che una famiglia (forse) Rom stà sotto un ponte...ma invece di mandarli via il comune gli ha DONATO una camper....ma di cosa parliamo....e non voglio parlarti dei mussulmani...Il nostro sindaco gli ha dato il permesso di farsi una bella casa di preghiera in una zona Artigianale...contro qualsiasi legge Italiana....e gli artigiano hanno pagato col sudore facendo mutui...

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 25/08/2017 - 17:19

Zagovian pienamente d'accordo con lei. E lo dico da Romagnolo purosangue. La Lega qui da noi ha da un pezzo raggiunto percentuali a due cifre... e Pontida non è in Romagna!

Chiara Mente

Ven, 25/08/2017 - 17:31

Se Salvini vuole estendere la Lega a tutto il territorio nazionale non è che deve organizzare i Referendum di autonomia fiscale in tutte le Regioni. Dovrebbe organizzare, invece, solo un Referendum nazionale per accorpare le Regioni in MacroRegioni. Sa benissimo che così si risparmia tantissimo, aumentandole si spreca moltissimo.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Ven, 25/08/2017 - 17:45

@semperfideis (non sarebbe meglio semperfideLis?)...Lei afferma che "...Bologna la Dotta si tiene il 70% dei soldoni... ". Sarà ma da bolognese e abbastanza conoscitore dei conti regionali, a me non risulterebbe proprio, anzi. Sarebbe così gentile da fornirci la fonte contabile dell'informazione? Detto ciò, magari così fosse, e magari si arrivasse a trattenere sul territorio quanto vi è stato prodotto in termini tributari. A proposito, sig.Luca Romano: lei scrive ".. il proprio residuo fiscale, il secondo in Italia dopo la Lombardia e il Veneto..."; semmai sarebbe il terzo. Secondo i calcoli della CGIA è' il terzo in termini assoluti, ma il secondo pro-capite, dietro l'inarrivabile Lomberdia. Quindi, caro semperfideis, procedete pure, vi auguro di cuore di riuscirci...fa gioco ANCHE a noi Emiliani....grazie in anticipo.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 28/08/2017 - 17:22

caspita ! una mera questione(furbacchiona)per far raddoppiare le poltrone in una regione italiana(emiliaromagna)la volete far passare per filosofia politica territoriale e di libertà , mentre si tratta di un semplice "magnamagna" con l'aggiunta di una "E" da "emiliaromagna" a "emilia" e "romagna"