Come non pagare (legalmente) il canone Rai

L'escamotage a norma di legge per non pagare il balzello. Il ministero conferma: "Nulla è dovuto per i programmi visti in streaming"

C'è uno spiraglio per chi non vuole rassegnarsi a finanziare con 100 euro l'anno il carrozzone Rai. Il nuovo canone dal 2016 sarà infilato a rate nella bolletta elettrica, e sarà onere del contribuente dimostrare che non è tenuto a pagare, salvo multe e addirittura denunce penali. La condizione base per essere esentati dal balzello, ovviamente, è non possedere alcun televisore in casa, visto che il canone è una tassa di possesso e non una imposta d'uso (ragion per cui non è contemplata, come condizione per l'esenzione, l'oscuramento dei programmi Rai). Anche chi evita con cura i canali del servizio pubblico, ma tuttavia non vuole buttare via il televisore perché magari vede Sky, Mediaset o i film in dvd, dovrà comunque pagare dazio a Viale Mazzini. Ma c'è un'alternativa meno radicale rispetto a rottamare il televisore.

Il testo finora prodotto dal governo non contiene alcun riferimento specifico al possesso di un computer o di un tablet o smartphone, su cui si possono vedere in streaming, grazie alla connessione internet, tutti i canali della Rai e i tutti i principali network privati (anche SkyTg24). La legge di Stabilità modifica il vecchio Regio decreto sul finanziamento della tv pubblica, ma ne mantiene l'impianto, soprattutto sul presupposto della tassa, che resta la detenzione di «uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni». E qui sta il punto. Un computer, o un Ipad, o uno smartphone, dove posso vedere i programmi tv in streaming, vanno considerati «apparecchi atti a ricevere le radioaudizioni». Il testo della Stabilità, per com'è scritto nella bozza e salvo modifiche in corso d'opera, non ne parla e mantiene lo status quo su questo aspetto. Che significa una cosa: non si è tenuti a pagare. A spiegarlo è la stessa Rai, nella sezione «Abbonamenti» del suo sito. La domanda è: chi possiede solo un computer privo di sintonizzatore tv deve pagare il canone? Risposta della Rai: «NO. Perché solo apparecchi atti od adattabili a ricevere il segnale audio/video attraverso la piattaforma terrestre e/o satellitare sono assoggettabili a canone tv. Ne consegue che di per sé i computer, se consentono l'ascolto o la visione dei programmi radiotelevisivi via internet e non attraverso la ricezione del segnale digitale terrestre o satellitare, non sono assoggettabili a canone». Questa interpretazione della norma non è certo un'invenzione della Rai, ma viene dal ministero dello Sviluppo economico. Nel 2012 il Mise, dopo lo scoppio di una polemica sui bollettini Rai inviati ad aziende e uffici, diramò una circolare per risolvere i dubbi se un computer o un tablet fossero considerati al pari di un televisore. E la risposta, appunto, fu che non è così. A meno che un computer o uno smartphone non abbiano incorporati un sintonizzatore tv, cosa piuttosto rara, o un'antenna, il loro possesso non comporta alcun canone tv per la Rai.

Chi non ha intenzione di pagare la Rai, può organizzarsi in casa con uno schermo pc e guardare la tv attraverso quello, né l'Enel né l'Agenzia delle entrate potranno contestargli l'evasione del canone. A meno ovviamente che il governo, o il Parlamento, non specifichino nella legge che anche una connessione internet, su qualunque supporto digitale, comporta il pagamento del canone Rai. Ma contraddirebbe la circolare ministeriale del 2012. E sarebbe la premessa per poter chiedere il canone Rai anche a uffici e aziende che usano computer (tutti). Una mossa che provocherebbe rivolte. Già ci sono le rivolte, per il canone in bolletta. Il Codacons , che prepara l'impugnazione della legge, ha lanciato un Comitato «NO Rai in bolletta» che ha già raccolto migliaia di adesioni, mentre Altroconsumo è arrivata in pochi giorni a 41mila firme per abolire il canone in bolletta. La tassa più odiata d'Italia.

Commenti
Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 21/10/2015 - 11:48

Bravi, con questo articolo avete fornito loro la "dritta"...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 21/10/2015 - 11:51

La legge contraddirebbe la circolare ministeriale? Bracalini, che dice, ma non lo sa che le leggi prevalgono sugli atti amministrativi? E poi, una volta approvata la nuova legge, stia sicuro che le istruzioni della RAI e le circolari ministeriali, saranno prontamente aggiornate alle nuove disposizioni. E si, tempi duri per i troppo furbi ...

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 21/10/2015 - 12:10

Dunque l'unico modo per non pagare il canone Rai è vedere i programmi via internet in streaming su un monitor per PC e qui arriva la nota dolente: per esperienza posso dire che vedere un film su internet comporta un flusso dati esorbitante ( oltre 1GB) il che comporta avere un piano dati con operatore mobile da almeno 30 GB al mese. Ne conosco uno al costo di 10 euro al mese, totale 120 euro/anno.........forse conviene rassegnarsi a pagare il carrozzone?

Zizzigo

Mer, 21/10/2015 - 12:20

In nome dei diritti d'autore, bloccherebbero la diffusione dei programmi via Internet, così come hanno fatto per tutto ciò che si può acquistare, ma non vedere o udire, gratis.

cgf

Mer, 21/10/2015 - 12:46

è tassa di possesso, il televisore non è mio, l'ho trovato vicino ai bidoni, ho testimoni, può andare bene?

michetta

Mer, 21/10/2015 - 12:57

A parte il fatto, che adesso qualche furbacchione di quelli che percepiscono prebende lucrose oltre ogni limite, si fara' rodere il chiccherone e proporra' senza meno, di aggiungere a questa specie di legge furbastra, anche quanto segnalato nell'articolo, ma, scendere in piazza anche per ELIMINARE DEL TUTTO, questa specie di canone-monnezza-RAI, non si puo' proprio? Aderisco di buon grado a tutte le iniziative, atte a buttare dalla finestra i canoni Rai e tutti i balzelli, inventati dai ladri comunisti per piazzare lì le loro amiche, amanti, zoccole, finocchi di turno e quant'altro.

libertyfighter2

Mer, 21/10/2015 - 13:07

Faccio comunque prima ad emigrare: VANTAGGI. IRPEF pagata allo stato = 0 Euro IVA pagata allo stato = 0 Euro Canone pagato allo stato = 0 Euro Accise pagate allo stato = 0 Euro IMU pagata allo stato = 0 Euro SVANTAGGI. Non posso contribuire a pagare le pensioni ai vecchi sapendo di non averne nessuna per me. Ci starò male.... Non posso contribuire a far invadere l'Italia da migranti e sostenerli col mio reddito. Ci starò malissimo.... Non posso crepare in attese infinite in ospedale..... Dovrò parlare inglese che capisce tutto il mondo invece dell'Italiano che non capiscono neppure al sud italia....

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 21/10/2015 - 13:11

Secondo me la partita si giocherà tutta tra le differenze che esistono tra un pc/tablet/smartphon/ecc e una tv tradizionale. Ormai le due cose convergono sempre di più, dettaglio che sottolinea quanto questa tassa sia anche anacronistica oltre che infame: pago perchè possiedo una tv, ma i soldi li prende solo la Rai (nonostante pubblicità e messaggi promozionali vari) e non tutte le emittenti. Se le cose resteranno come sono basterà dichiarare di non possedere nessuna tv, e se non si possiede alcun abbonamento pay-tv, si potrà stare tranquilli per averla fatta franca.

UNITALIANOINUSA

Mer, 21/10/2015 - 14:02

Ripeto: pagate il canone, poi non seguite mai piu' tutto quanto e' della Rai.Quindi vediamo quanto perdera' la Rai in pubblicita',che,come si sa, scaturisce dal numero di persone che seguono i programmi. italiani in usa

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Mer, 21/10/2015 - 14:11

Libertyfighter2 tu sogni, io sono espatriate, registrato regolarmente all'AIRE e pago le tasse sulla casa come 2da + di 800 euro (provincia di Milano Cormano) e pago parzialmente anche la tassa rifiuti se non erro + di 160 euro. invece per altre tasse: IRPEF, ILOR ecc. anche negli altri paesi le paghi, altro che, Io in Olanda ho una pressione fiscal paritaria all'Italia. Differenze??? Che qui a Rotterdam I soldi li usano per gestire e manutenzionare la città, NON se lì CIULANO, o almeno ne ciulan pochi. come se dis a Milan Pora Italia....

luigi.muzzi

Mer, 21/10/2015 - 14:14

proponiamo di pagare il pizz... ehm il canone rai sulla tassa delle immondizie... almeno è più coerente...

francog.

Mer, 21/10/2015 - 14:18

La rai avrebbe un mezzo infallibile per individuare chi segue i propri programmi tramite internet: eseguire un login (esattamente come si fa in questa pagina). Perché non lo fa? Per non fare una pessima figura certificando che i propri programmi nessuno li vede. E per far cassa facendo pagare anche chi ha internet. Chi è il furbo?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 21/10/2015 - 14:48

Senza servizi "media" il PC diventerebbe uno scatolotto per scrivere sms o similari a parenti o "soci in affari". Basterebbe obbligare l'utente ad essere fornito di scheda prepagata per accedere ai servizi RAI, come fa SKYne altri, e chi vuol essere servito è servito. Ma si sa che quanti sarebbero i "fidati" ascoltatori di mamma RAI? Si sfascierebbero i mozzi del carrozzone di Saxa Rubra. Per cui non molleranno mai il mordacchio del canone per tutti e a tutti ... sarebbe una disfatta di Caporetto.

Alfio Carini

Mer, 21/10/2015 - 15:20

Vorrei avere conferma pubblica dal nostro amato governo, che nella bolletta, il nuovo canone non compaia sotto la voce "imponibile". Perchè è vero che il canone sarà inferiore di 13 €, ma non vorrei che poi aggiungessero l' IVA, magari del 10%.......

COSIMODEBARI

Mer, 21/10/2015 - 15:27

Ho sempre pagato l'odiato canone, poche volte utilizzando la suddivisione in tre rate. Di certo non ho più rinnovato con la paytv, le partite di calcio, le guardo gratis su internet. Adesso Renzuccio il belluccio vuole farmelo pagare scontato di 13 euro e diviso in sei rate. Anzi vuole farlo pagare pure ai furbi che mai l'hanno pagato. A me sta stra bene!. Quello che non concepisco è il comportamento di Codacons ed Altroconsumo, che mai hanno fatto azioni, come arrivare a dei referendum, per eliminare il canone, ovvero non fare uscire soldi ai cittadini, oggi le intraprendono per fare in modo che il cittadino non risparmi 13 euro, paghi tutti i 113 euro e che chi non ha mai pagato, continui a non pagare, danneggiando la collettività. Siamo proprio in un Paese dove i matti sono quanto i santi. Assai!

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 21/10/2015 - 15:48

Ci si lambicca il cervello per cercare una scappatoia meno pericolosa ma il punto debole della questione è, appunto, la norma su cui poggia. E' infatti, secondo me, incostituzionale che, solo per il possesso, si possa pretendere il pagamento di un servizio che, come tale, dovrebbe essere pagato solo se utilizzato. Mi sembra impossibile che in Italia non esista un avvocato con le p..lle che percorra questa strada. Se à previsto dalla legge, che si cambi la legge. Ancora una volta una tirata d'orecchi al PDL per non aver messo mano alla cancellazione di questa enormità quando ne aveva la possibilità...

libertyfighter2

Mer, 21/10/2015 - 15:56

Mauro Santinelli. Non sogno. Semplicemente mi vendo tutto prima di espatriare e poi non pago alcuna tassa su 2da casa... E una volta venduto tutto ed espatriato, pure se iscritto all'AIRE, neanche un euro verso allo stato italiano. Tanto non hanno più un patrimonio sul quale rivalersi e tanto non è mia intenzione tornare.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 21/10/2015 - 15:57

Ma quelli dell'opposizione stanno tutti zitti su questa cosa? Quindi a loro va bene? Perché non cominciano a programmare fin da subito un referendum per l'abrogazione della norma indigesta? Io non ho nessuna intenzione di finanziare con i miei soldi la Rai ben sapendo l'uso che ne fa!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 21/10/2015 - 16:36

Dunque l'unico modo per non pagare il carrozzone Rai rimane vedere i programmi in streaming su PC. Peccato che vedere un film via internet comporti un flusso dati notevole (almeno 1GB) .Ciò significa avere un piano dati sui 30 GB/mese. Il più economico costa 10 euro che fanno 120 euro/anno.....Dov'è il risparmio? Temo che ci siano poche scappatoie. Se poi si possiede un impianto home theatre con amplificatore, quasi tutti hanno sintonizzatore frequenze AM/FM......ci disfiamo pure di quello?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 21/10/2015 - 16:46

@cgf. Purtroppo per lei non va bene. Il possesso prescinde dal diritto di proprietà che scaturisce da un acquisto. Se lei trova nei bidoni o in discarica un TV funzionante e se lo porta a casa, questo è già "possesso" quindi soggetto a canone. @Pajasu 75 .Non dimentichi radioline e,purtroppo, amplificatori AV per impianti home theatre quasi tutti dotati di sintonizzatore AM/FM quindi apparecchi adatti a ricevere radioaudizioni e quindi soggetti a canone. Il problema semmai è: l'agenzia delle entrateppuò entrare in casa a verificare la presenza o meno di questi apparecchi? Che io sappia si può entrare solo con mandato del giudice. Significa che in virtù di questo si è evasori a prescindere?

tenma

Mer, 21/10/2015 - 17:12

Scusate, ma non ho ben compreso,ci si ostina a non voler pagare il balzello, non sarebbe più semplice creare un movimento di opinione in relazione al livello sotto colturale dei programmi del servizio pubblico che come tale dovrebbe essere super partes? Il nascondersi dietro il possesso come ben sappiamo è una truffa, facciamoci spiegare come intendono spenderli questi milioni di euro? Io propongo un fondo, dove versare il balzello che potrà produrre interessi e un class action!!!!! Troppi soldi sprecati per il NULLA!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 21/10/2015 - 17:38

Io chiuderei la rai, e il problema e' risolto, tanto e' solo un baraccone inutile pieno di fancazzisti politicizzati.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 21/10/2015 - 19:02

Mantenere un carrozzone pubblico richiede risorse, per chi non lo sapesse montagne di €uri, e chi è il buon samaritano che sostiene le strutture e i poveri cristi che operano nella confraternita RAITV? Leggasi il codice fiscale.

aldopastore

Mer, 21/10/2015 - 19:12

Quello che non capisco ( o meglio l'ho capito molto bene) è il perchè non criptino il segnale de i canali Rai. Realizzassero cosi come Premium e Sky, la smart-Card -.Rai e chi vuole vomitare con i loro programmi se la compera. Il fatto è che sanno benissimo ( ed è cio che ho capito) che la smart-Card-Rai non l'acquisterebbe nessuno

ernst.brn

Mer, 21/10/2015 - 21:57

Il canone RAI è la tassa più odiata dagli Italiani. Il governo deve farsene una ragione e toglierci dalle scatole questo carrozzone ingordo che, poi, prende anche i soldi della pubblicità. In ogni caso, per raccattare questi odiosissimi soldi del canone il Governo non può trasformare l'esazione in un campo di "concentramento fiscale", minacciando i cittadini oltre ogni limite di decenza, prospettando multe esorbitanti e misure penali fino al carcere. Ma stiamo scherzando. Come può il Parlamento consentire questa spropositata aggressione? Ma chi si credono di essere questi politicanti? Il Servizio Pubblico RAI non serve a niente. La RAI si finanzi sul mercato come le altre aziende televisive e la smetta di infastidire i cittadini.

peter46

Mer, 21/10/2015 - 22:11

Bracalini...articolo che più 'comprensibile' non si può,neanche le 'istruzioni' del ministero o dalla rai sarebbero potute essere così 'comprensibili'.E certi commenti...lasciamo perdere,va!Complimenti,veramente.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 22/10/2015 - 09:15

Invece di stare a fare inutili chiacchiere che lasciano il tempo che trovano,perchè non disdire in MASSA il canone seguendo le procedure dell'Urar?Prima che vengano a fare i controlli passamo anni.se li fanno.Controllare 1000 persone è facile.60.000.000 lo è un po meno.Nel frattempo vi potete guardare la televisione a scrocco.Non dovete pagare nulla.Voi avete dato la disdetta.Pertanto siete in regola.E se vi chiedono o vi minacciano che dovete pagare potete denunciare lo stato per estorsione.Avete le palle per farlo?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 22/10/2015 - 10:29

pensionesoavis, perchè per te vedere la televisone a scrocco è giusto? Voi convincere i cittadini a comportarsi come il PD?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 22/10/2015 - 10:29

pensionesoavis, perchè per te vedere la televisone a scrocco è giusto? Voi convincere i cittadini a comportarsi come il PD?,

Cineromano

Gio, 29/10/2015 - 15:35

Anche per me è una tassa assurda , lascia un canale libero per una funzione publica e gli altri falli pagare a chi si vuole abbonare . Voi mi direte e chi si abbona , faranno diventare la loro offerta più interessante e uno si abbona , negli ultimi anni hanno perso tutto lo sport che conta vedi formula uno MotoGP ecc.ecc. .io sono un appassionato di cinema ed ho un impianto di videoproezione se voglio vedere un film mi compro un blu ray ,ho un dvd altrimenti me lo noleggio online . A quanto leggo non si limiterà al pagamento del canone per il 2016 che includerà nella bolletta elettrica , ma pagando il canone e sei un evasore confermerai che non l'hai mai pagato e l'agenzia delle entrate potrà esigere gli ultimi dieci anni moltiplicato per cinque , facendo due conti ogni evasore dovra versare circa 6000€ , quindi il sig. Renzi se le fatti bene i conti e noi come pecore pagheremo .

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 18/01/2016 - 18:29

Che sia una tassa assurda non c'è nulla da ridire, ma che chi paga debba pagare anche per chi non paga facendo il furbo e mantenere mamma rai questo non mi va bene. Come tante volte è stato detto da tanti basterebbe oscurare le reti rai e chi le vuol vedere paghi come per vedere Mediaset o sky. Mi sembrerebbe giusto e più democratico anche se il governo attuale di democrazia non capisce nulla.