"Rovinato dai pm per proteggere Delrio e il Pd"

Prosciolto l'ex assessore Pdl di Parma Bernini, accusato di avere chiesto voti alla 'ndrangheta: "Coperte le responsabilità dei democratici"

Giovanni Paolo Bernini, ex assessore Pdl di Parma

Quella che Renzi, qualche giorno fa, ha definito «barbarie giustizialista» lui, Giovanni Paolo Bernini, 53 anni, ex consigliere del ministro Pietro Lunardi, ex presidente del Consiglio comunale ed ex assessore Pdl a Parma nella giunta Vignali, la conosce bene. Prima, nel 2011, 21 giorni di carcere e due mesi di domiciliari per accuse poi smontate. A gennaio del 2015 la nuova richiesta d'arresto nell'inchiesta sulla ndrangheta in Emilia Romagna, sfociata nel processo Aemilia. Un anno e mezzo di calvario, con l'accusa di voto di scambio politico mafioso. Adesso il proscioglimento, col rito abbreviato: l'aggravante di aver preso i voti dei boss, già bocciata da due giudici e sulla quale il pm insisteva, per il Gup di Bologna non sussiste, e l'eventuale corruzione elettorale è ormai prescritta. «Ma la mia battaglia vera dice Bernini comincia adesso. Mi rivolgo al presidente della Repubblica e al Csm, con un esposto. Ci sono troppi dubbi e lacune in questa vicenda. Io voglio sapere perché, nonostante le intercettazioni che coinvolgono esponenti del Pd locali e nazionali come il ministro Delrio, questi non sono stati toccati neppure da un avviso di garanzia, mentre io e il collega consigliere di Forza Italia Pagliani (anche lui assolto, ndr) siamo stati arrestati».

È un fiume in piena, Bernini. Al sollievo per la fine di una vicenda giudiziaria che ha stroncato la sua carriera politica in ascesa, si accompagna la rabbia, tanta, per quello che definisce «accanimento giudiziario». «E cosa è - spiega - se non accanimento giudiziario un pm che nonostante la sonora bocciatura di due giudici insiste sull'aggravante mafiosa? Se poi aggiungiamo il fatto che il pm Marco Mescolini, era nel 2006 nell'ufficio di un viceministro del governo Prodi, ecco, credo che questo la dica lunga sull'andazzo di questa inchiesta. In un Paese civile un magistrato che ha avuto incarichi politici non dovrebbe svolgere indagini su politici della parte avversa e arrestarli, si dovrebbe astenere. La scelta del pm di non indagare amministratori locali o esponenti nazionali del Pd in questa inchiesta fa a pugni con le carte giudiziarie agli atti del processo. E il Csm deve dirmi perché è accaduto».

Non ci sta, Bernini. «Ho l'impressione - dice - che in questa vicenda si siano volute coprire responsabilità gravi degli amministratori Pd dell'Emilia. Ed è stato fatto con un teorema assurdo: se sono politici di Berlusconi a cercare voti tra i residenti di origine meridionale allora è mafia, mentre se sono del Pd è legittima ricerca del consenso. Non lo dico io, sono i fatti a parlare: Brescello sciolto adesso per mafia, la casa del sindaco di Reggio Emilia acquistata da uno poi coinvolto nell'inchiesta, le intercettazioni su Delrio. Ma è normale che, in questo quadro, contro il Pd non ci sia stato nemmeno un avviso di garanzia mentre noi di Forza Italia siamo stati arrestati?».

Non un attacco all'inchiesta: «Andava fatta - continua Bernini - i mafiosi vanno arrestati. Il mio non è un attacco alla magistratura. Avevo fiducia nei giudici e la sentenza mi dà ragione. La giustizia in Italia trionfa, nonostante la presenza di certi pm che preferiscono interviste e conferenze stampa, l'apparire invece della ricerca della verità e il rispetto delle persone. Sa che le dico? Renzi ha ragione. Sia pure in notevole ritardo e probabilmente perché si sente un possibile bersaglio, il premier si è accorto che i magistrati troppo spesso parlano prima delle sentenze». Oltre che l'esposto al Csm, Bernini prepara anche una querela a «Libera»: «Li denuncio per diffamazione, e chiedo i danni anche alla Regione Emilia che ha dato un contributo al loro dossier - quindi ha speso soldi dei contribuenti - che continua a circolare pur contenendo notizie gravi e false nei miei confronti». Voglia di tornare alla politica attiva? «La politica - conclude Bernini - è come un virus, è difficile guarire. Per ora comunque mi dedicherò alla battaglia civile contro la malagiustizia».

Commenti

01Claude45

Dom, 24/04/2016 - 08:56

Giovanni Paolo Bernini, at come politico di FI, agli imprenditori come PRODUTTORI DI REDDITO che DEVE ESSERE LORO RUBATO. La magistratura italiana è STRABICA ed INCOMPETENTE. i MAGISTRATI sono la categoria di "laureati" più ignoranti(che ignorano) d'Italia: hanno SEMPRE BISOGNO DI UN CONSULENTE, altrimenti sentenziano "alieno".

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 24/04/2016 - 09:24

Che la magistratura distrugga sistematicamente il cdx e' ormai scontato. Potrebbe chiedere a piercamillo qual'e' il loro metro di legalita', se e' legato al colore politico.

Iacobellig

Dom, 24/04/2016 - 09:35

SPERIAMO CHE FACCIA VENIRE FUORI LA VERITÀ. POCA SPERANZA INVECE NEL PRESIDENTE DI POCHI CHE NON SEMBRA ESSERE UN FALCO.

Ocram59

Dom, 24/04/2016 - 09:35

Dividiamo il paese. Diamone il centro nord, centro sud e sud al pd, La lombardia e il veneto alla germania, il trentino alto adige e il friuli all'austria, la valle d'aosta, piemonte, liguria e sardegna alla francia, la sicilia agli Usa... ognuno per se dio per tutti...

semprecontrario

Dom, 24/04/2016 - 09:45

eh caro bernini tutti gli Italiani conoscono le miopie della giustizia quando si parla dei piddini

unosolo

Dom, 24/04/2016 - 09:49

ora sono al governo e si inc,,,no se i PM iniziano a fare domande a loro , domande non avvisi di accertamenti, capito ? quali scheletri e chi muove per fermare quei fili che li tengono uniti al comando , poi dicono di Davigo che forse è l'unico ad esternare quello che noi ITALIANI tutti pensiamo meno che i Komunisti e chi li sostiene per convenienza o per baratto. pensiamo un poco male forse ci salviamo prima di dichiarare bancarotta,. fortunatamente ci sono PM e giudici leali ed equi nel giudicare oggi,

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 24/04/2016 - 10:10

Appena ieri, facevo notare che i Magistrati ed i PM in particolare, non sono i possessori assoluti della verità. Sono uomini e, in quanto tali, spesso soggetti a sbagliare. Apriti cielo, qualche imbe.ci.lle si è sentito in dovere di ergersi a paladino tout court della categoria. Ecco invece un altro fulgido esempio di "infallibilità". Vero pravda99, principe dei pirla in servizio permanente effettivo? Dalton Russell.

cicero08

Dom, 24/04/2016 - 10:18

già proprio a Parma dove nemmeno l'eclatante fallimento della squadra di calcio è sfociate nelle prevedibili azioni giudiziarie...

pastiglia

Dom, 24/04/2016 - 10:35

Al pd tutto è permesso.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 24/04/2016 - 10:53

Attendiamo commenti da parte del nuovo presidente anm. Da parte dell'uomo del colle invece non attendiamo nulla! L'ultimo uomo del colle con le palle é stato Cossiga, dopo il nulla!

roberto.morici

Dom, 24/04/2016 - 11:35

Mi pacerebbe conoscere l'opinione dell'insigne Magistrato Davigo in merito a questa vicenda.

Ritratto di kopenscott47

kopenscott47

Dom, 24/04/2016 - 11:43

Questa è la magistratura che ha il pieno sostegno dei grillini e di

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 24/04/2016 - 11:53

É; ADESSO NOI CI ASPETTIAMO I COMMENTI DEI "SOTTUTTOIO" PRAWDA99 É PONTALTI CHE COMNICERANNO A DIRE "SI QUESTO SIGNORE É STATO MESSO IN PRIGIONE INGIUSTAMENTE MA I GIUDICI HANNO SEMPRE RAGIONE QUANDO FANNO METTERE IN GALERA UNO DI DX" MENTRE PER I SX LA FORMULA "IN DUBBIO PRO REO" É SEMPRE IN VIGORE!É INFATTI UN PARTITO COME IL PDPCI CHE HA 414 INDAGATI IN TUTTA L;ITALIA É SEMPRE IN "DUBBIO PRO REO"!!!.

alfa2000

Dom, 24/04/2016 - 12:18

w silvio berlusconi x tutta la vita, questi poveracci, (noi poveracci) solo perchè la pensiamo così, avversati dalle istituzioni pubbliche e puniti col carcere, roba da stalinismo puro

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Dom, 24/04/2016 - 12:30

magistratura politicizzata??? da non credere!! beh, in fondo, anche in UNIONE SOVIETICA era così... e il "bello" che "a capo" della magistratura c'è il presidente della Repubblica: dal golpista re Giorgio all'attivissimo Mortisio, il succo non cambia!!!

rudyger

Dom, 24/04/2016 - 13:04

Condivido Ocram. a Roma si dice: se Garibaldi si fosse fatto i cazzetti sua ora staremmo meglio.

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 24/04/2016 - 13:11

caro Bernini, se tu avresti seguito il SEMINARIO sulla Giurisprudenza a Koln, avresti capito cosa pensano della giustizia Italiana. In poche parole, dopo una mia domanda al Relatore, mi disse : Da voi, qualche volta, la vera GIUSTIZIA, è QUELLA FATTA IN CASA. Perciò, qualcuno una volta diceva, (Armatevi e partite).

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Chichi

Chichi

Dom, 24/04/2016 - 13:57

«Mani (sinistre) pulite» è tuttora viva ed operante. Quando si dice DNA…

Antonio43

Dom, 24/04/2016 - 14:22

Ocram59 col cavolo il sud al pd. Bastano i guai che ha già. L'unica parte da escludere è dall'Emilia fino al Lazio e se ci fai caso corrisponde più o meno al vecchio stato pontificio. Come sia stato possibile che dal governo dei preti siano passati sotto quello degli eredi di baffone può essere spiegato solo dal fatto che non potendo prevalere come comunisti si sono tramutati nel peggio del peggio: cattocomunisti. E se per caso provi schifo, non posso darti torto.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Dom, 24/04/2016 - 15:35

"Rovinato dai pm per proteggere Delrio e il Pd" *********************************************** Mamma mia che squallida immagine della magistratura ci viene prospettata... Egregio assessore sono con Lei , ma si può andare aventi con pm che hanno superato i pm di mani pulite...ed è quanto dire !!! Prosciolto ex assessore Pdl: «Contro di noi accanimento» . Il deputato azzurro assolto dopo sei anni di calvario. "Massacrato da pm e tv" . Altri due giudici puniti per lo scandalo Saguto . Trema la procura di Palermo: alterati i nastri di Napolitano

buri

Dom, 24/04/2016 - 16:03

è vergognoso non degno di un paese civile che poi si vanta anche di essere la patria del diritto

tonipier

Dom, 24/04/2016 - 16:18

" FINALMENTE L'INIZIO DI UNO SCONTRO FRONTALE DELLA MELMA ITALIANA"

diesonne

Dom, 24/04/2016 - 16:42

diesonne pesce grosso mangia pesce piccolo

scala A int. 7

Dom, 24/04/2016 - 17:40

Stessa VERGOGNA successe qua in Campania dove imperava il potere di bassolino a livello cittadino , provinciale e regionale , ebbene certi pm si catapulatavano sui politici del centrodx che erano all'opposizione per cui mi chiedevo : ma come la camorra cerca affari coninterlocutori della opposizione e non con quelli che detengono il potere ??........Vergogna Schifosa

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Dom, 24/04/2016 - 18:00

e davigo continua a pontificare mentre il CSM si distrae leggendo TOPOLINO

Ritratto di saròfranco

Anonimo (non verificato)

routier

Dom, 24/04/2016 - 20:40

Quando sento qualcuno dire: "Ho fiducia nella magistratura", perdo la fiducia nel buon senso degli umani.

Cheyenne

Dom, 24/04/2016 - 22:47

PD= MAFIA SI SA MA NON SI DICE

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 24/04/2016 - 23:19

Chissá quanti casi come questo di Giovanni Paolo Bernini. E poi c'é qualcuno che si ostina a dire che non é vero che sia persecuzione nei confronti dei politici del cdx. Naturalmente di questo proscioglimento gli organi di stampa del collettivo giorna...lai tace. Prima li condannano, poi quando vedono che le accuse sono fasulle, tacciono. Ma tanto quelli hanno la faccia come il loro cuxxlo.

Algenor

Lun, 25/04/2016 - 04:32

Se il centrodestra vince le prossime elezioni potrebbe sfruttare l'ampia maggioranza garantita dall'italicum per riformare la costituzione e sostituire i magistrati nominati per concorso con magistrati (inquirenti e giudicanti) eletti democraticamente dal popolo come gli amministratori locali: in questo modo verrebbe spezzato il semi-monopolio giudiziario di sinistra, con un consistente rappresentanza di magistrati di destra.

Algenor

Lun, 25/04/2016 - 04:35

Permettere al popolo di eleggere localmente i propri magistrati, renderebbe anche quest'ultimi soggetti al giudizio democratico dei cittadini che alle successive elezioni potrebbero scegliere se ricandidarli oppure no.