Salvini lancia la sfida all'Ue: "Ridiscuteremo i vincoli"

Matteo Salvini è pronto per le elezioni Europee e per costruire una nuova Europa. Il leader del Carroccio, poi, avverte l'alleato di governo

In queste settimane non si respira una buona aria nel governo. Luigi Di Maio e Matteo Salvini sono sempre pronti a pungersi l'uno con l'altro. Prima Siri, poi i migranti e ora la flat tax. E se gli alleati di governo sono letteralmente in crisi, Silvio Berlusconi richiama la Lega e apre a "un governo di centrodestra". Ma nonostante tutto il caos, il leader del Carroccio conferma che il governo andrà avanti per altri quattro anni, "la mia parola vale. Ho firmato un contratto, ho dato una parola agli italiani. La mia parola vale, anche se non nascondo che mi dispiacciono i ripetuti insulti di Di Maio, di Grillo e dei 5 Stelle. I 'no' che fanno insieme al Pd, sulla flat tax, sul decreto Sicurezza, sulle riforme. Però la mia parola vale".

Ma intanto le elezioni Europee si avvicinano, il 26 maggio è vicino. E proprio a ridosso delle Elezioni tutti gli attacchi (e i nodi) vengono al pettine. "Stanno tentando gli ultimi colpi di coda perché hanno capito che per la prima volta l'Europa può cambiare", ha detto Matteo Salvini a San Severo, nel Foggiano. Poi Salvini lancia la sfida: "Con il voto del 26 maggio non solo in Italia, ma in Olanda, in Francia, in Austria, in Germania si può cambiare rimettendo al centro il lavoro, la famiglia, i diritti e non la finanza, il business. Quindi, usano lo spread per intimorire. Se gli Italiani ci fanno forza col voto del 26 maggio, sono convinto che riusciremo a ridiscutere i vincoli europei per abbassare le tasse e rilanciare il lavoro in Italia. Spero che gli amici dei 5Stelle, come previsto nel contratto, sostengano questa battaglia di giustizia fiscale".

E dopo le premesse, Salvini entra nel vivo e si rivolge direttamente all'alleato di governo: "Lo sto spiegando anche agli amici 5 Stelle. Abbassare le tasse a famiglie e imprese non è un capriccio di Salvini o della Lega. Dicono 'si può fare tra qualche mese', no: perché le imprese chiudono qui e aprono da un'altra parte". Salvini, quindi, non ha dubbi e vuole cambiare questa Europa. Un'Europa fatta di vincoli e di tasse. Ma anche in Italia c'è qualcosa da cambiare. E La Lega ha già pronta la proposta sulla riduzione delle tasse.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 16/05/2019 - 11:59

Lo proporrai a Manfred Weber. Quello sta nello stesso partito del tuo amico Seehofer, ma vedrai come ti manda a quel paese lo stesso.

VittorioMar

Gio, 16/05/2019 - 12:08

..se gli ITALIANI capissero che si potrebbe INCIDERE EFFICACEMENTE a modificare alcune NORME e contrastare l'ASSE FRANCO-TEDESCO ...sarebbe uno scatto di ORGOGLIO NAZIONALE e ...non pecoroni asserviti alla FINANZA-FINANZIERI..BANCHE e AGENZIE DI RATING ...!!...diamoci un CALCIO NEL SEDERE E ANDIAMO A VOTARE ...!!

agosvac

Gio, 16/05/2019 - 12:17

Egregio omar el fasano,a parte che Seehofer non è mai stato amico di Salvini, di sicuro non sarà Weber a poter "parlare" con Salvini, sarà qualche altro. Ancora non riesce a capirlo ma la Germania, dove si è rifugiato, con l'Europa ha finito.

Iena_Plinsky

Gio, 16/05/2019 - 12:48

Salvini racconta balle ...anche la grecia voleva ridiscutere le riforme e si e' visto come e' andata a finire... básta chiedere a varoufakis

nerinaneri

Gio, 16/05/2019 - 13:07

...se trovi alleati di un certo 'peso' può anche darsi...non certo orban...

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 16/05/2019 - 13:10

Salvini Mira allo spazio, se continuiamo così lo spread va in orbita e noi ci ritroviamo in grossi, enormi, guai ....

rino34

Gio, 16/05/2019 - 13:48

si è visto come ha ridiscusso il 2,4% la scorsa finanziaria, "non mi muovo di una virgola", poi è diventatoun 2,04%. Non è all'altezza.E'capace solo di lanciare slogan, ma quando devi trattare ci vuole classe, e quella non ce l'ha

poli

Gio, 16/05/2019 - 13:51

salvini avrai poco da discutere il 27 maggio,dopo la doccia fredda.

lappola

Gio, 16/05/2019 - 13:52

Ma che cavolo dici, Salvini, Continua così e non porti a casa nemmeno i voti di quel 17% da cui sei partito. Finiscila, smettila, la pazienza ha un limite, la tua parola di sottomissione con ci convince più, serve solo ad accettare il no del Di Maio alle tue richieste. Il porgi l'altra guancia non c'è più nemmeno nelle strampalate parole del papa. Il tuo bel contratto non vale più niente, strappalo, buttalo, Già io passo a Giorgia; quanti come me? Pensaci ma pensaci bene.

poli

Gio, 16/05/2019 - 18:19

ti seguo anch'io lappola!!!!!!!!!!!