Sardegna, in Iv entra Francesca Barracciu, condannata per i fondi sui gruppi

L’ex sottosegretaria del Pd Francesca Barracciu, condannata per peculato per i fondi in regione, ha aderito al nuovo partito Matteo Renzi

Colpita ma non affondata. Ritorna sula scena politica nazionale Francesca Barracciu, l'ex sottosegretaria del governo Renzi ed ex candidata alla presidenza della Regione Sardegna travolta nel 2013 dall'inchiesta sui fondi ai gruppi e sostituita in corsa dal professore Francesco Pigliaru, poi vincitore delle Regionali 2014 nell’isola.

Come riporta il Fatto Quotidiano, l’ex dem ha abbracciato il nuovo progetto di Matteo Renzi, aderendo ad Italia Viva tanto che ieri ha salutato calorosamente Teresa Bellanova giunta a Cagliari per il primo incontro ufficiale del neonato partito. Un cambio di orizzonti politici che ha segnato una svolta nella vita politica della Barracciu.

Ques’ultima ha lasciato il Pd da cui si è sentita abbandonata dopo lunghi anni di militanza che l’hanno portato a divenire una figura di primo piano anche a livello nazionale. Prima sindaco di Sorgono per due mandati, poi consigliera regionale, per un breve periodo segretaria del partito e successivamente candidata alle Regionali. Senza dimenticare la carica di eurodeputata e quella di sottosegretaria ai Beni Culturali con il ministro Dario Franceschini.

Una scalata interrotta dal rinvio a giudizio nell'ottobre 2015 che ha portato alla condanna in primo grado a quattro anni per peculato aggravato legato all'utilizzo dei cosiddetti fondi ai gruppi. La pena poi è stata ridotta a tre anni e tre mesi in appello lo scorso mese di maggio. Una vicenda non ancora terminata visto che l'ultimo capitolo si svolgerà in Cassazione.

Nonostante i guaii giudiziari, la Barracciu si è decisa di nuovo a impegnarsi in politica in prima persona aderendo ad Italia Viva senza ruoli definiti. Per ora. "Ho aderito con gioia", ha spiegato dal palco di Italia Viva in una sala di un albergo di Cagliari "perché per aderire ad un'iniziativa come questa bisogna avere la passione e la voglia di misurasi con la politica che guarda ai problemi delle persone e dei territori".

Poi lancia un attacco al Pd, anche se non lo cita in maniera diretta, dichiarando che ora si sente a casa in un partito "democratico, liberale e garantista", facendo riferimento alla sua vicenda. “Il garantismo è un valore della politica ed è un principio di civiltà, mentre il giustizialismo fa del nostro paese un luogo poco affidabile per l'economia, gli investimenti, e nell'applicazione dei principi della Costituzione. Spero ancora di potermi impegnare in questo nuovo contenitore per le pari opportunità fra le persone, nella politica, nei territori".

Quello della Barracciu non è l'unico nome di rilievo entrato a far parte del progetto di Matteo Renzi. A lasciare i dem è stato anche Giuseppe Luigi Cucca, unico parlamentare del Pd sardo ad aver aderito ad Iv ed ora divenuto coordinatore regionale del partito dell’ex premier. "Ho deciso di esserci con convinzione, sin dalla sera in cui Bonifazi mi ha annunciato per telefono che il giorno seguente Matteo avrebbe lasciato. Ho ritrovato il gusto di fare politica. E prima o poi molti altri ci verranno appresso".

Commenti

killkoms

Sab, 09/11/2019 - 12:28

per dare lustro?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/11/2019 - 12:35

allora è un partito di delinquenti? ah però, chissà perchè non mi sorprende, visto che il leader, renzi, si è reso colpevole di aver fatto fallire banca etruria e di aver fatto schizzare in alto il debito con l'air force renzi, e altre p.ut.tan.ate ai danni dei contribuenti.....

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 09/11/2019 - 13:30

bhè porta avanti l'esperienza pdiota!!

Giorgio Rubiu

Sab, 09/11/2019 - 13:46

A Renzi va bene così. Condannata per peculato? Chi se ne frega! In tempi di magra e di caccia al transfuga aperta, tutto fa brodo. Da noi si dice che se non si ha il cavallo, va bene anche il somaro!

savonarola.it

Sab, 09/11/2019 - 14:03

Se sono puliti non li vogliono

laval

Sab, 09/11/2019 - 16:32

Ragazzi non scherzate, Renzi non è nel PD, adesso è nel nuovo partito "italia viva" completamente rinnovato nella sua nuova veste linda e purificata. La Boschi, la Francesca Barracciu e tutti gli altri a seguire sono vergini e purificati, magari torna anche Gozi e speriamolo anche Conte. Secondo Renzi gli italiani sono talmente stupidi che lo lasceranno fare anche una seconda Bibbiano.

Calmapiatta

Sab, 09/11/2019 - 16:39

Il partito yogurt, senza idee, senza progetti e, soprattutto, senza alcuna capacità di fare. Il partito virtuale, nato dalla scaltrezza e la mancanza di etica renziana, che non ha alcun riscontro dell'elettorato, eppure è al governo. Questa non è una democrazia, è una barzelletta.

Capricorno29

Sab, 09/11/2019 - 16:48

Un partito basato sull’integrità’ e onestà delle persone i miei complimenti

krgferr

Sab, 09/11/2019 - 17:14

E adesso non manca che l'inno del partito e a dirla tutta è un vero peccato che il ben noto grido di battaglia: "Onestà! onestà!" sia già stato impegnato; un vero peccato. Saluti. Piero

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 09/11/2019 - 17:17

Destinazione coerente con il fondatore di IV

Jon

Sab, 09/11/2019 - 17:52

Italia Viva...Raccolta di Rifiuti tossici...!!

COSIMODEBARI

Sab, 09/11/2019 - 17:57

Solo il meglio passa con Itala Viva. Poco fa pare che la Carfagna abbia aperto al passaggio in Italia Viva, ad una condizione. La condizione pare sia quella che Renzi con la sua Italia Viva esca da questo governo,e pare abbia perfino detto quale dovrebbe essere la modifica della attuale ragione sociale. Da Italia Viva a Forza Italia Viva. Con questa ultima proposta si capisce bene che con la Carfagna da Forza Italia andrebbero via altri mangiapane a tradimento, sempre il meglio naturalmente. Tutto ok per Salvini!

anita_mueller

Sab, 09/11/2019 - 18:19

Mr. Bean buono a nulla Renzi colpisce ancora...

wania

Sab, 09/11/2019 - 18:26

....giusto che le questioni di soldi vengano associate alle questioni delle banche................................

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/11/2019 - 19:03

Strano, nessun sinsitro si lamenta per questo.

bernardo47

Sab, 09/11/2019 - 21:18

renzi prende la meglio gioventu'......e italia vede eccome!

pilandi

Sab, 09/11/2019 - 21:55

@ mortimermouse sei senza vergogna! Prima che eguaglino forza itslia ne devono mangiare di pagnotte!