Sardegna in tilt, sbarchi con il trucco

La polizia: "Qui nessuno interviene". Tutti gli stranieri danno la stessa identità

Il rischio attentati fa sempre più paura, i vertici delle forze dell'ordine e delle forze armate parlano di prevenzione e di attenzione all'immigrazione incontrollata, ma a Cagliari i clandestini continuano ad arrivare così numerosi che la situazione è fuori controllo. A segnalarlo Luca Agati, rappresentante provinciale del Sap (sindacato autonomo di polizia) il quale fa presente che i problemi registrati dalla polizia si fanno sempre più pesanti.

Ieri notte, tanto per far capire, ci sono stati due sbarchi di altri 31 migranti, 17 dei quali arrivati alle 21.50 a Cala Sapone, a Sant'Antioco e altri 14, di cui una donna, a Porto Pino intorno alla mezzanotte. Ieri pomeriggio la polizia ne aveva già recuperati 15, per un totale di 46.

«La Sardegna - spiega Agati - continua a essere meta di sbarchi di aitanti giovani che dicono di essere algerini, ma che non hanno dietro il documento e, quindi, potrebbero essere chiunque. Molti di questi si imbarcano al porto di Annaba, vicinissimo alla Tunisia, per cui il sospetto che siano tunisini è forte. Una volta ottenuto il foglio di via sono liberi di andare dove vogliono e di delinquere».

Difficile capire chi hai davanti quando qualcuno ti dice: «Mi chiamo Mohamed Aziz e sono nato il primo gennaio 1985 in Algeria». Hanno quasi tutti lo stesso nome «Mohammed» e sono molti simili l'uno all'altro. «Cosa certa - prosegue Agati - è che nulla hanno a che vedere con le dinamiche di guerra. Nessuno interviene per bloccare questo flusso, nonostante gli allarmi terroristici sempre più accesi». A che serve, quindi, proteggere le piazze con piloni di cemento e riempire le strade di militari se poi tolleriamo un flusso di persone che entrano con la massima facilità nel nostro paese? «Dopo i fatti di Milano - dice ancora il rappresentante - non si può sopportare in silenzio una situazione del genere frutto di una mala gestione delle politiche legate all'immigrazione che si trascina ormai da anni. Servono manovre urgenti per distruggere un ponte diretto che rischia di riempire la Sardegna e il resto d'Italia di persone che una volta ottenuto il foglio d'espulsione, saranno pronte ad andare libere in giro e delinquere creando concreti e preoccupanti problemi alla sicurezza». Tanto per far capire, il commissariato di Carbonia, competente per il tratto di costa su cui sbarcano migliaia di immigrati ogni anno, conta solo 20 addetti che da un anno non riescono a garantire il servizio volanti nelle ore notturne. I carabinieri versano anche in condizioni peggiori. Sono al collasso.

Commenti

steacanessa

Mer, 04/01/2017 - 09:25

Ad ogni sbarco di clandestini in Italia corrispondono fuochi di artificio nel nord africa che si libera di delinquenti.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 04/01/2017 - 09:59

Non siamo capaci di gestire il problema immigrazione, non si prendono drastici provvedimenti per respingere i clandestini. La politica è solo "bla..bla". Saremo in pericolo ogni volta che usciamo di casa. L'invasione in atto è responsabilità dei governi non eletti PD.

antares47

Mer, 04/01/2017 - 10:20

Che paese di. ...... viene da pensare.

Lucky52

Mer, 04/01/2017 - 10:21

Ma comunque in Algeria non c'è guerra quindi nessun diritto di asilo gli spetta. O ci mettiamo a sparare sui barconi come fanno gli australiani o per noi è finita.

marinaio

Mer, 04/01/2017 - 10:21

Finché le coop rosse continueranno ad ingrassarsi l' afflusso di delinquenti non avrà mai fine.

DuralexItalia

Mer, 04/01/2017 - 10:53

Povera Sardegna. Lo Stato italiano non riesce più neanche a difendere i suoi confini... Immaginate quale tranquillità possono avere gli abitanti della zona dove avvengono questi sbarchi (Sulcis), di questi tempi e con queste cronache sui fatti terribili che stanno accadendo in tutta Europa. Arrivano con dei ridicoli barchini in legno di pochi metri (ovvio siano stati trasportati da navi più grosse) e sbarcano perfino nei poligoni militari. Poi vagano nelle campagne in cerca di un bus... follia pura. Non mi sento protetto da questo Stato. No ed è per questo che sta nascendo la rabbia nel popolo: ci sentiamo abbandonati a noi stessi. La gente chiederà sempre di più una sola cosa: Sicurezza.

DuralexItalia

Mer, 04/01/2017 - 10:56

Comunque sia, Grazie alla Polizia di Stato ed ai Carabinieri, gli unici ai quali oramai, possiamo dire davvero un Grazie di riconoscenza. Grazie per il vostro lavoro.

mannix1960

Mer, 04/01/2017 - 11:33

Estendere il servizio di traghettamento anche a Tunisia / Algeria, sbarcare almeno 3000 clandestini al giorno sulle coste sarde, inneggiare all'integrazione, ridurre gli organici di polizia e carabinieri

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 04/01/2017 - 11:57

ultimamente ho girato la Spagna e giuro che non ho visto nelle varie città un solo emigrante,profugo o clandestino, ma uno che sia uno.Tutti qui. E con i soldi che spendiamo noi per i migranti, loro hanno abbellito le loro città e costruito superstrade. Non parliamo poi della pulizia, non un sacchetto lasciato a terra. I centri svuotate dalle auto, non come da noi auto parcheggiate e anche in doppia fila, non una da loro. Cos'è che da loro funziona e da noi no? Eppure fanno parte della UE come noi.

tonipier

Mer, 04/01/2017 - 12:00

"CHIACCHIERE SU CHIACCHIERE" la verità, in tutti questi anni sono stati messi sotto torchio solamente gli "ITALIANI" il sottoscritto ne ha le prove, la rimanente... oggi,divenuta nostra comunità, erano, sono ancora sotto protezione....le indagine, basta andare nei luoghi che soggiornano, per sapere tutto su tutto di questi signori.

Luigi Farinelli

Mer, 04/01/2017 - 13:22

L'Algeria (dove ho vissuto cinque anni), grande quanto l'Europa Occ. è un Paese dalle potenzialità notevoli in tutti i campi, tenuto con mano ferma dall'attuale Governo. E' un Paese che potrebbe attirare, offrire possibilità, almeno in certi campi, a chi cerca lavoro (comprese le imprese italiane), non certamente sorgente di altri flussi migratori. Tra l'altro ha una notevole esperienza di contrasto al terrorismo dovuta alla sua storia recente. Una collaborazione Italia-Algeria in materia di contrasto a questa nuova potenziale via all'invasione non credo possa avere difficoltà di attuazione. Ma al, solito, una cosa bisogna prima volerla per realizzarla. L'epoca dei "ni", "si ma...", e dell'accoglienza illimitata doveva già essere abbattuta anni fa: continuare significa autolesionismo VOLUTO; un vero tradimento contro gli Italiani.

killkoms

Mer, 04/01/2017 - 13:52

ma intanto i politicanti sinistri locali,votati dagli imbelli,dicono che "..grazie a loro ",(i finti migranti),"..ripopoleremo la sardegna.."!come se i dardi non fossero sufficientemente prolifici..!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 04/01/2017 - 14:52

Quando la pazienza sarà colma i sardi si libereranno degli immigrati fasulli e li ributteranno a mare unitamente agli imbonitori sinistroidi e comunisti isolani che hanno permesso questa invasione ormai sfuggita di mano anche a loro. Il rammarico maggiore è che troppi, coop comprese, continuano a ingrassare e a svuotare le casse dello Stato che poi è costretto ad aumentare i prelievi dalle tasche dei cittadini. La pazienza però è quasi colma ...

Demetrio.Reale

Mer, 04/01/2017 - 15:58

ancora ieri la "valorosa" marina italiota ha caricato centinaia di clandestini dell'africa nera in acque libiche. I telegiornali hanno detto "300 (dico per dire) RIFUGIATI SALVATI". Salvati, capito? Un'invasione di stato, per gentile contributo dell'esercito da barzelletta (si è visto 70'anni fa) stipendiati da chi lavora per farci invadere.

eternoamore

Mer, 04/01/2017 - 16:10

SIAMO GOVERNATI DA INCOMPETENTI E CIALTRONI.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 04/01/2017 - 16:54

CAPALBIO sarà piena di questi"signori",amici.

PaoloPan

Mer, 04/01/2017 - 17:14

Il PD è responsabile di tutto questo .... amano tanto la gente colorata e se ne fottono dei 5 milioni di italiani poveri .... vergogna PD ... vergogna chi vota PD ... vergogna!

giusto1910

Mer, 04/01/2017 - 17:32

Diciamolo chiaramente: Ministro dell'Interno, Prefetti, Questori, Procuratori della Repubblica ed anche Magistrati hanno responsabilità primarie alle quali non possono sottrarsi.

Cianna

Mer, 04/01/2017 - 17:55

com'è difficile riportare chi non ha documenti da dove è partito! per tutti i paesi del mondo è così meno che in italia

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 04/01/2017 - 18:46

Non suscitate con i vostri commenti l'ira funesta di@Tzilighelta, perché per lui la Sardinia è sempre più felix.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 04/01/2017 - 18:47

@PaoloPan17:14: e vergogna per quei elettori cittadini italiani, l'ultima tornata del 2013 sono "scappati" il 30% dell'elettorato, che non vanno a votare convinti che così "castigheranno la moglie tagliandosi i zebedei". Se avessero votato una lista in "palio" avrebbero sbarazzato tutti. Ossequi.

leo_polemico

Mer, 04/01/2017 - 19:32

Ripeto quanto già scritto. Un aspirante "richiedente asilo" che rifiuta di essere identificato è, a mio parere, a prescindere, un aspirante deliquente e, di conseguenza, DEVE essere allontanato. Se è immigrato fuggito dalla guerra (e ne dubito, viste le percentuali dei rifugiati riconosciuti tali) o un bravo ragazzo perchè non vuole essre identificato? Che cosa teme? Di esssere riconosciuto quando sarà "arruolato" dalla delinquenza?

Ritratto di Bisanzio2

Bisanzio2

Mer, 04/01/2017 - 20:12

Siamo ritornati ai tempi dell'invasione dei barbari

Ritratto di llull

llull

Mer, 04/01/2017 - 21:19

Credo che i vertici della Marina Militare (compreso il Ministro della Difesa) dovrebbero essere denunciati per ALTO TRADIMENTO. Invece di difendere il suolo patrio ne agevolano l'invasione. Non è tradimento questo?