Saviano è il vero intoccabile Vietato fare satira su di lui

Chi ha provato a scherzare sullo scrittore, da Zalone ai comici Luca e Paolo, è stato subito messo a tacere

Scherza con i santi, ma lascia stare Saviano. Giù le mani da Roberto. E poco importa se la mano è quella - innocua - che potresti mettere davanti alla bocca, magari solo per soffocare un inizio di risata. Perché in Italia si può fare ironia su tutti (compresi Papa e presidente della Repubblica), eccetto che sullo scrittore di Gomorra.

Chi si è cimentato con la sua parodia, ha subito avvertito la stessa piacevole sensazione di mettere le dita in una presa di corrente. Insomma, Saviano come i fili dell'alta tensione. E una bella scossa, nel corso degli anni, se la sono presa i pochi coraggiosi che hanno tentato di imitarlo comicamente.

Niente di pesante, per carità: appena una bonaria presa in giro del suo eloquio da santone in perenne trance sciamanica; del suo incedere messianico sulle acque procellose dell'antimafia; delle sue pause meditative da salvatore della patria in servizio h24; del suo grattarsi la pelata come se pensieri e preoccupazioni fossero solo una sua esclusiva; del suo sapiente gesticolare ostentando più anelli di J-Ax e Fedez messi insieme. Un minimo sindacale satirico che, tuttavia, si è rivelato più che sufficiente per far scendere il «guitto» di turno a più miti consigli. Lo sa bene il grande Checco Zalone che, in uno show televisivo, vestì i panni di uno sfigatissimo Saviano cui tutte le ragazze davano il due di picche «perché la camorra ha il monopolio della f...». Saviano (personaggio che notoriamente non brilla per autoironia), invece di riderci su, si risentì. E con lui si attapirarono tutti i suoi fan secondo i quali «ironizzare su Saviano equivale a fare un favore ai camorristi». Risultato: Checco Zalone, da quella volta, non si «permise» mai più di imitare lo scrittore più scortato del mondo.

Stessa parabola censoria anche per il duo comico Luca e Paolo che, addirittura dal palco del Festival di Sanremo, si azzardarono a punzecchiare Roberto, ricordandogli come alcune delle sue denunce equivalessero un po' alla scoperta dell'acqua calda. Apriti cielo. I due artisti furono immediatamente redarguiti dal rigoroso «funzionario Rai» che suggerì loro di «occuparsi d'altro».

Meno clamorosa, ma altrettanto deciso il consiglio a «non insistere sull'argomento» indirizzato al cabarettista Sergio Friscia, «reo» di animare un Saviano un po' troppo bozzettistico.

La stessa «colpa» attribuita pure ad altri due colleghi di Friscia: Cristian Calabrese, autore di uno sketch dal titolo dissacratorio, Zero Zero Zero ed Enzo Costanza protagonisti di una serie di video esilaranti, ma ritenuti non propriamente savianolly correct.

In questi casi non risulta un intervento diretto del giornalista finalizzato a zittire i suoi epigoni parodistici, ma alcune sue dichiarazioni esprimono bene il concetto che Saviano ha rispetto alla creatività umoristica: «La creatività fa, non commenta. E i The Jackal ne sono un esempio». Ma perché mai ai comici dovrebbe essere precluso il diritto al «commento»? e, poi, chi sono «The Jackal»? Al primo quesito Saviano non ha mai risposto; facile invece la risposta al secondo: si tratta di un gruppo di brillanti filmaker che devono il successo a video-parodie cliccatissime su youtube, la più celebre delle quali è Gli effetti di Gomorra sulla gente. In questo caso, per non correre rischi, Saviano ha voluto prendere parte direttamente ad alcuni ciak. Motivo? I maligni dicono: «Per accertarsi di non essere preso in giro».

Intanto lui, un giorno sì e l'altro pure, dà del «buffone», «razzista» e «codardo» al ministro dell'Interno. A offese invertite, Salvini sarebbe già stato costretto alle dimissioni.

Commenti
Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 23/06/2018 - 12:38

Politicamente chi sei, Saviano? pensi che i cittadini, che danno il loro consenso a Salvini, siano degli imbecilli? ti ho visto spiegare con sussiego che la falsa-Europa della globalità ha concesso benevolmente all'Italia di "spendere" 5 miliardi per veri e falsi profughi, senza addebbiti. Pensi che abbiamo l'anello al naso? da dove vengono quei soldi? invece di insultare Salvini, vai a sbraitare contro Minniti che ha realizzato in Libia i suoi "campi di concentramento. Blateri contro l'integrità di frontiera e di cultura di un popolo: quello che dovrebbe essere "anche" il "tuo" popolo. Quanto guadagni facendo il "buono" alla Bergoglio? La vergogna non ti è nota?

Anticomunista75

Lun, 25/06/2018 - 20:42

non serve fare satira su questo ignorante idolatrato dai media di distrazione, è lui stesso che fa satira su di se, vi invito ad andare sui suoi spazi social, constaterete che la gente comune lo odia.

Una-mattina-mi-...

Lun, 25/06/2018 - 21:14

SAVIANO E' UNA TOTALE NULLITA', UN NIENTE, UN BUFFONE, UNA SORTA DI KYENGE ALBINA, INSOMMA... FORSE E' PER QUESTO CHE NESSUNO CAPISCE CHE COSA FACCIA E PERCHE' SE NE PARLI. IN EFFETTI E' NIENTE E CONTA NIENTE: COME DIRE, ARIA FRITTA, STANTIA, FLATULENZA...

manfredog

Lun, 25/06/2018 - 22:42

..di sicuro io non lo toccherei nemmeno con una canna aguzza, come si dice da noi nelle Marche..!! mg.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Lun, 25/06/2018 - 23:12

Non commento l'articolo, non commenterò mai più una notizia di questo personaggio, per me non esiste.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 25/06/2018 - 23:26

Ma isinistri quando insultavano Berlusconi e mille altri di cdx non continuavano a dire che c'è il diritto di satira? Ah, vale solo per loro, nella loro falsa democrazia, ossia il komunismo, la peggior dittatura mai esistita al mondo.

manente

Mar, 26/06/2018 - 01:32

Saviano è un "ologramma mediatico" confezionato nei laboratori di Soros come le Pussy Riot, la Bonino, Renzie e Macron. E’ evidente che per trasformare un mediocre plagiatore di manoscritti in una “icona” della lotta alla camorra, la presenza di una “scorta” diventa un elemento scenografico essenziale, anche in vista del passaggio successivo che è quello di spendere il personaggio sul piano politico in favore delle sinistre mondialiste e del loro “guru” indiscusso, il pluri-pregiudicato internazionale George Soros, massimo sponsor di Saviano, del gender, della droga libera e del traffico di clandestini, supportato in questa "rispettabile attività" proprio da quella stessa camorra che Saviano è così impegnato a combattere “a rischio della propria incolumità" !!! (sic...).

Popi46

Mar, 26/06/2018 - 05:44

È nota la ferocia brutale della camorra ( pari,se non superiore a quella della mafia, che si è da sempre espressa in termini malavitosi più raffinati. Saviano ha scritto un libro di successo contro la camorra, di certo non tenero. Nessuno ha toccato Saviano. Se la logica esiste, potrebbe essere che lui stesso è accettato da quelle parti... E che non si dica che è protetto dalla scorta....anche Falcone e Borsellino l’avevano.

sgarbistefano

Mar, 26/06/2018 - 06:42

Il vigliacco è Saviano, che fa politica senza assumersene le responsabilità. Una volta lo ammiravo....oggi lo disprezzo.

Duka

Mar, 26/06/2018 - 07:26

Ma guardatelo bene con attenzione . E' SOLO UN GASATO MEGALOMANE.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 26/06/2018 - 08:18

L'ho visto sul palco nel casertano a parlare di camorra per la prima volta,non sapeva cosa dire e farfugliava senza senso.Il fatto che ha copiato molto da altri quindi non è una sorpresa,non avendo le basi per scivere un libro.I comunisti in lui hanno visto l'ignoranza e se ne sono subito innamorati e lo proteggono ancora.Ci è costato tantissimo e non lo caga nessuno.Perche' ha ancora la scorta pagata da noi?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 26/06/2018 - 08:51

saviano ha almeno 4 scorte, quella dei carabinieri, quella del pd quella di rai3 e quella di repubblica, poi ci sono una ventina di "vedette" che sorvegliano il percorso delle scorte: "che tempo che fa" , santoro, travaglio, lerner, vauro, formigli, augias, berlinguer e altri gli. se il "poliziotto vero" vittorio pisani(non allineato a sinistra per fini carrieristici) dice che la scorta dei carabinieri a saviano non ci vuole, è la pura verità, gli bastano le altre sorte degli amici politici!

roberto del stabile

Mar, 26/06/2018 - 09:47

ma perche' si insiste a parlare di questo ominicchio

zadina

Mar, 26/06/2018 - 11:05

Un libro scritto da Saviano non lo comprerò mai è una persona che non mi da nessuna considerazione lo vedo arrogante prepotente sbruffone si sente superiore a chiunque in realtà è un comune essere umano coi suoi pochi pregi e con molti difetti è un cittadino comune a tutti niente altro.

pierk

Mar, 26/06/2018 - 12:24

giovinap...questa volta sono con te!!!

routier

Mar, 26/06/2018 - 12:28

L'intelligenza di un VIP è provata dalla sua autoironia. Traete voi le conclusioni...!

Razdecaz

Mar, 26/06/2018 - 13:22

saviano quello che ha combattuto la mafia a parole e scrivendo libri? saviano chi??? GRANDE SALVINI, continua così, siamo tutti con TE.

Giorgio5819

Mar, 26/06/2018 - 13:36

molto intoccabile...! se lo tocchi ti resta addosso l'odore dell'ignoranza...

Abit

Mar, 26/06/2018 - 18:24

Non so se sia davvero intoccabile...Gli articoli "plagiati" oggetto di multa possono essere considerati un inizio... E' certo che quando parla è di un'arroganza incommensurabile visto che è difeso da tutta la sinistra in blocco. Verrà anche il suo momento di "minor gloria".

manente

Mar, 26/06/2018 - 18:26

Il nemico di Dio, nemico degli uomini, ladro della parola e padre della menzogna non sopporta la satira come non la sopportano i suoi "seguaci" e Saviano non è da meno!

Ritratto di eleinad

eleinad

Mar, 26/06/2018 - 20:14

Il signor copia/incolla con scorta da presidente della repubblica tutto a spese dei contribuenti anche di quelli che lo ascoltano.

Duka

Mer, 27/06/2018 - 07:38

VIA LA SCORTA DI STATO A TUTTI ex presidenti compresi. CHI LA VUOLE SE LA PAGA.

KaterinaB

Mer, 27/06/2018 - 09:33

Non ci si può stupire vista l'alta considerazione (di comodo)di cui il personaggio gode da una certa parte politica. Un esponente della sinistra alcuni giorni fa in una trasmissione televisiva si è espresso in questi termini: "Saviano è stato un INTELLETTUALE di punta del nostro Paese".

tonipier

Mer, 27/06/2018 - 10:09

" SI ATTACCANO ALL'ULTIMA RUOTA DEL CAMPO" Sono allo sbaraglio.

silvano45

Mer, 27/06/2018 - 10:17

Un personaggio dall'arrogaza ineguagliabile il cui senso della democrazia tipico di una sinistra radical scic è quella dall'alto di una presunta e non credibile superiorità morale di delegittimare in tutti i modi gli oppositori.

clickexange

Mer, 27/06/2018 - 10:41

Come ha intontito bene l'oligofrenico popolo italiano Salvini: i problemi sono Saviano ed i profughi, mica la mafia, la camorra, l'ndragheta, la sacra corono unita, i politici, i corruttori, gli evasori fiscali, i vagabondi ecc.....

APG

Mer, 27/06/2018 - 11:15

Va tolta la scorta a questo Tarocco copia e incolla! Che circoli liberamente fra un mercato e un suk a Milano o a Roma, perché non perda il "contatto" con la gente, la sua "gente":

jim74

Mer, 27/06/2018 - 11:18

Se la rai continua a propinarcelo è logico che questo personaggio si sente potente e ammirato. Iniziassero a cambiare la tv pubblica e poi vediamo che sono Vauro, Berlinguer, Fazio, Saviano etc...... La Rai unica responsabile con il nostro contributo economico, di aizzare gli animi pacati della destra contro i loro beniamini sinistroidi in modo tale da poter propinare a noi le loro inutili Tribune Politiche con questi loschi personaggi. Basta!!!

sparviero51

Mer, 27/06/2018 - 11:40

CON QUELLA FACCIA,SECONDO ME, PORTA PURE SFIGA A TONNELLATE !!!

Giorgio5819

Mer, 27/06/2018 - 12:31

Torna a studiare pagliaccio, il "caso Dreyfus nella prima guerra mondiale !..." buffone !! sto giro hai ciccato il copia-incolla?

stedo54

Mer, 27/06/2018 - 12:33

Non si può dare spazio a questa nullità, che vive grazie alle mie tasse. Che la scorta, se la vuole, se la paghi da solo,con tutti i soldi rubacchiati con le porcherie che ha scritto, tutte inventate.