Scade il permesso di Latorre: Renzi saprà imporsi sull'India?

Domenica prossima scade il permesso per restare in Italia. Se il governo non farà nulla, il marò dovrà rientrare in India

Per Massimiliano Latorre sarà una settimana davvero importante. Da settembre il Fuciliere di Marina segue in Puglia un programma di riabilitazione dopo l’ictus che lo ha colpito alla fine di agosto. Domenica prossima scede, però, il secondo permesso di tre mesi che gli è stato concesso dalla Corte Suprema indiana. Non ci sono indicazioni ufficiali su quanto si accinge a fare Matteo Renzi. Tuttavia, stando alle indiscrezioni che trapelano da Palazzo Chigi, il governo sarebbe dell'idea di avanzare un'altra proroga per consentire al marò di rimanere in Italia a curarsi.

La vicenda di Latorre è seguita con apprensione dall’ambasciata italiana a Nuova Delhi. Continuano senza interruzione di sorta i collegamenti con il team di legali che applicano le direttive definite dal governo italiano. Di fronte ai tempi stringenti, già nelle prossime ore, gli avvocati dovrebbero chiedere al massimo tribunale indiano di fissare un’udienza urgente sul caso. L’obiettivo è intuitivamente quello di presentare una nuova richiesta di proroga del permesso medico già accordato a Latorre. Il tipo di reazione che la Corte avrà davanti a questa istanza permetterà una valutazione, magari indiretta, dello stato di avanzamento di tutto il dossier che, è bene ricordarlo, è al centro di contatti top secret fra i governi di Roma e New Delhi. Le uniche conferme dell’esistenza di una proposta italiana, ma non del contenuto che resta misterioso, sono venute nei mesi scorsi da responsabili governativi indiani che hanno ammesso di "averla allo studio" e di essere impegnati a "verificarne la compatibilità giuridica".

Sulla base della passata esperienza, si può presumere che accogliendo la richiesta i giudici della Corte fissino l’udienza per mercoledì o giovedì prossimi. Giusto in tempo, quindi, per prendere una decisione prima della scadenza della proroga. Nel caso della concessione dell’estensione del permesso si creerà un altro spazio temporale che diplomazia e politica dovranno sfruttare al meglio. In un eventuale scenario di rigetto della richiesta, invece, il governo italiano deciderà sul da farsi, e ovviamente non si tratterà di una scelta fra le più semplici. Quanto succederà, peraltro, avrà un riflesso sul Salvatore Girone che continua a risiedere nell’ambasciata italiana e che, in occasione delle festività pasquali, ha ricevuto la visita della moglie e dei due figli.

Anche la situazione di Girone è all'esame dall’ambasciata e dalle autorità italiane "con la massima attenzione". Una richiesta di permesso per rientrare in Italia e ricongiungersi con la famiglia è già stata respinta a metà dicembre e questo ne ha fatto, secondo alcuni analisti, quasi un ostaggio nelle mani della giustizia indiana complicando una situazione di per sé già estremamente difficile. L’analisi del caso sembra essersi infatti arenata perché, dopo l’accettazione da parte della Corte Suprema indiana dell’esclusione della legge per la repressione della pirateria marittima, la polizia investigativa Nia non è in grado di presentare i capi di accusa perché solo quella legge poteva estendersi fuori dalle acque territoriali dell’India.

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Lun, 06/04/2015 - 20:10

basta che si prendano per il cu..lo gli indiani, no? tipo che lo "rimanderanno" ma per adesso sta facendo ulteriori esami..forse cosi renzino se la cava? o lo stato imbelle salva la faccia, no? prendete per il c..lo l'india..usate lo stesso modo..ma state pronti ad usare RITORSIONI ANCHE PESANTI SE SERVE..bisogna tenersi alla PARI Nella contrattazione..ma renzino..se la fara' addosso, sono tutte mezzecaghette al governo

19gig50

Lun, 06/04/2015 - 20:12

Mettete con la spillatrice, una maschera raffigurante Massimiliano a quel monti e spedite lui in India.

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 06/04/2015 - 20:15

Fateci sapere almeno come la pensa Latorre. Resterebbe in Italia, lasciando Girone al suo destino, oppure tronerebbe, per affrontare la giustizia indiana e condividere la proria sorte col compagno d'armi?

Tarantasio.1111

Lun, 06/04/2015 - 20:29

Spero solo che i due marò un tempo non abbiano votato pure loro le sinistre italiane...se così fosse, devono solo farsi il mea culpa...

elio2

Lun, 06/04/2015 - 20:33

Sono convinto che questi decelebrati abusivi che abbiamo a Roma, lo rimanderanno dagli adoratori delle vacche, con la scusa, "ce lo chiede l'Europa"

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Lun, 06/04/2015 - 20:35

hahahahahahahahahahahahahahahahahaha! questa si che e' bella!! mi spiace per i nostri eroi ma credo che questo unsulso presidente insieme all'attuale pdr e compagni non siano in grado di imporre nulla oltre i confini di questo disastrato paese. qui riescono ad imporsi per ora.....

SCHIZZO

Lun, 06/04/2015 - 20:37

Non fatelo rientrare e a l'altro si becca l'ergastolo!

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 06/04/2015 - 20:46

Propongo una spedizione in India dei Rambo-da-Tastiera che affollano questo forum, per liberare il maro` rimasto, cosi` smettono di stracciarci le p.alle con le loro sparate del menga. Bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla

Royfree

Lun, 06/04/2015 - 21:00

E cosa mai potrebbe fare il buffone bullo Toscano che notoriamente nelle politiche estere non conta un fico secco? Qui la fortuna non c'entra e il povero La Torre lo si riaccompagnerà in India.

Ritratto di stock47

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 06/04/2015 - 21:38

non vorrei essere nei panni di Renzi!

imodium

Lun, 06/04/2015 - 21:44

Il colpevole silenzio degli alti gradi delle nostre FF AA (generali ammiragli)la dice lunga sulle loro' inutilità. Proteggono le loro poltrone a danno dei loro uomini e dell'onore delle FF AA. Papponi grassi capaci solo di chinarsi servili ai potenti di turno. Blocchiamo l'aeroporto se prendono la sciagurata decisione di rimandare il nostro Soldato in India.

VittorioMar

Lun, 06/04/2015 - 22:13

...purtroppo i magistrati indiani non vogliono ammettere la verità vera.Quei marinai partivano dal loro porto come pescatori arrivati in alto mare si davano alla piratera!Se in ITALIA ci sono indiani rimandiamoli nel loro Paese.L'INDIA oggi è un paese avanzato più ricco dell'ITALIA non avrebbero difficoltà a migliorare la propria posizione nella loro casta.Diciamo un centinaio basterebbero?

sardocampidanes...

Lun, 06/04/2015 - 22:18

Secondo mè il governo Renzo farà molto molto di più del governo Monte che li rimandò in India...organizzerà una bella fiaccolata di protesta...... Conosco l'india..è uno dei paesi più razzisti del mondo....avevo un portachiavi che girò il mondo a cui era appeso un bossolo spento e bucato ..un tubetto di ottone con la scritta 7,62 x39...e un blitz all'aeroporto di Medras me lo squestrò con mille foto.....ehhhhhh che spettacolo...la sicurezza indiana.. Se avessimo dei ministri meglio di Half ano....cacciare via immediatamente tutti gli indiani e sequestrare le proprietà.....li spedirebbero subito indietro.. ma haime solo quaquaraqquà attaccati alla scranno...mi vergogno del tricolore .....da 4 potenza mondiale a camerieri delle banche private che prestano soldi a strozzo al governo...e leccapiedi di brussell...che schifoooo

ESILIATO

Lun, 06/04/2015 - 22:55

Non solo non rimandiamo La Torre in India, ma se loro non ci rimandano Girone in italia con le scuse ufficiali facciamo vedere loro che non scherziamo. Congeliamo tutte le partecipazioni di societa governative o para-governative indiane in Italia e solo dopo che ci avranno rimandato a casa Girone, ricompensato ambedue per i dammi morali e materiali ed inoltre dopo aver fatto onore al loro contratto per l'acquisto degli elicotteri italiani, rimuoveremmo il sequestro alle loro proprieta.

geronimo1

Lun, 06/04/2015 - 23:01

Facciamo una proroghina per ulteriori esami!!!!!! Mi pare veramente una soluzione democristiana!!!!!

Italianoinpanama

Mar, 07/04/2015 - 00:25

renzi manda la boldrina al posto di La Torre!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 07/04/2015 - 00:38

Siamo in attesa di vedere se siamo governati da gente seria o da pavidi senzapalle. LATORRE È IN SALVO. GIRONE È ANCORA DA SALVARE.

Raoul Pontalti

Mar, 07/04/2015 - 03:31

Promemoria per i bananas. Renzi non può "imporsi sull'India" , così come non avrebbero potuto farlo Craxi o Degasperi e prima ancora, in diversi contesto costituzionale, Mussolini o Cavour, perché l'Italia ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (art. 11 Cost.) e fare la guerra alla quarta potenza militare mondiale (l'Italia è decima secondo le classifiche più benigne) non è davvero ipotizzabile. Rimane dunque la diplomazia con l'adiuvante, ove occorra, degli organi di giustizia internazionale per risolvere il ginepraio in cui gli allucinati che scambiarono pescatori per pirati e mirando a loro dire in acqua centrarono scafo e pescatori accoppandone due hanno condotto l'Italia. Adire l'arbitrato richiederà almeno tre anni per risolvere la giurisdizione (con rischio che vinca l'India) e poi si dovrà ripartire daccapo, mentre la via della CIG per l'immunità dei militari è ancora più lunga.

dementina1

Mar, 07/04/2015 - 07:52

olre allo stato italiano ammasso di imbecilli .dove sta l onu?mi sembra che i nostri maro erano imbarcati x conto dell onu?questa e 1 delle vicende + vergognose dello stato italiano

Anita-

Mar, 07/04/2015 - 08:03

- cominciare il processo in Italia a Latorre (come ha sempre richiesto l'Italia...)? - mettere Latorre in prigione con un accusa qualsiasi? - boicottare i prodotti Made in India compresi i viaggi? - mettere in difficoltà - uno ad uno - i dipendenti dell'ambasciata indiana a Roma ? - Ignorare platealmente ambasciatore/consoli/politici.. dell'India, rifiutare di incontrali, chiedere alla comunità internazionale di metterli al bando, almeno in Italia ?

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 07/04/2015 - 08:46

Tarantasio cosa centra la sinistra qui? Se c'era la destra era uguale o la destra dchiarava guerra alla India? Renzi deve solamente insistere che si faccia un processo rapido o li ridiano indietro, certo che se prendono esempio dalla Italia che aspettano 10 anni per processare uno siamo apposto.Quei 2 marò sono una miniera d'oro per gli indiani e voi pagate pagate.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 07/04/2015 - 08:47

il governo italiano ha pagato 6 milioni di dollari per due stronzette ne può pagare anche 10 per i marò che poi alla fine siete voi a pagare.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 07/04/2015 - 09:47

pontalti ma come? fa sempre il saputello e qua mi cade dal pero? primo l'Italia puo' attuare dure ritorsioni senza dichiarare alcuna guerra...come bloccare diplomatici indiani con escamotage per trattare con l'india, secondo l'iTalia appartiene alla nato NATO, in caso remoto di conflitto, interverrebbe la nato, e non credo all'India convenga, e inoltre l'Italia e' in mezzo all'europa...