Ma la scafista Boldrini fa naufragare la Camera

La presidente della Camera ha teorizzato che anche gli scafisti vanno tutelati perché "disperati senza un euro che si prestano a guidare i barconi pur non essendone capaci in cambio della traversata gratis"

C'è un Nazareno d'emergenza, tra Pd e Forza Italia, per affrontare la tragedia umanitaria in corso al largo delle nostre coste. Renzi oggi andrà a discutere con i suoi colleghi europei forte di un mandato bipartisan votato ieri alla Camera che non esclude più l'uso della forza per combattere le mafie che impestano le coste Nordafricane e il mar Mediterraneo. Ormai è chiaro a (quasi) tutti che il problema va risolto all'origine, per esempio affondando i barconi prima che imbarchino il loro carico umano. Su questo, maggioranza e opposizione ormai non hanno più dubbi, e non è la prima volta che su emergenze internazionali Forza Italia va in aiuto a un governo di sinistra che su temi del genere rischia di non avere i numeri necessari. Accadde, per esempio, ai tempi del governo Prodi per le missioni in Afghanistan e Irak.

Per capire che l'uso della forza per fermare gli scafisti non sia cosa da fascisti o invenzione di Salvini, basta sfogliare la raccolta dei giornali. La invocò Casini ai tempi dell'esodo dall'Albania, lo teorizza con forza Francesco Rutelli che se non erro fu candidato premier della sinistra.

A pensarla diversamente da questi due pericolosi estremisti restano in pochi, capitanati da Laura Boldrini. La presidente della Camera, ospite l'altra sera da Floris su La7, ha teorizzato che anche gli scafisti vanno tutelati perché «disperati senza un euro che si prestano a guidare i barconi pur non essendone capaci in cambio della traversata gratis». Come dire: se un disperato rapina una banca e mette a rischio la vita di clienti e dipendenti, lasciamolo fare. Poverino, va capito e se poi ci scappa il morto pazienza. Lei è sempre pronta a partecipare al funerale, tailleur e lacrima d'ordinanza, meglio se di Stato e in diretta tv.

Fa un certo effetto sentire parole simili da chi presiede il cuore della politica italiana. Noi la conosciamo e facciamo spallucce, ma all'estero potrebbero pensare che l'Italia ormai è un paese fuori controllo e senza più difese. A me la Boldrini sembra una scafista che sta portando coscientemente il suo equipaggio di seicento deputati, più o meno disperati, e la sua istituzione, ad affondare in mezzo al mare della vergogna. Meglio aggrapparsi alle parole che Renzi ieri ha affidato al New York Times : «Non tutti i passeggeri dei barconi sono persone innocenti». Figuriamoci chi li trasporta.

Commenti
Ritratto di nonmollare

nonmollare

Gio, 23/04/2015 - 16:08

VIVA la PIVETTI aridatecelaaaaaaaaaa

maelstrom

Gio, 23/04/2015 - 16:17

Lei, Direttore, e ciò che resta di questa ormai sbrindellata opposizione (inclusi i leghisti, tanto bravi a denunciare, un po' meno ad agire) è al corrente di quanto riportato oggi dal Corriere, ovvero che secondo dati ufficiali del Ministero della Difesa nel solo 2014 l'Italia ha restituito agli scafisti 800 (ottocento!) barconi e barchini? Che senso ha disquisire su come distruggere le barche degli scafisti sulle coste libiche, parlando a sproposito di droni (che non sono e non possono essere armati, almeno per il momento), quando siamo noi ad agevolare i trafficanti di carne umana rendendo loro la vita tanto facile? Basterebbe sequestrare e distruggere tutte le imbarcazioni che arrivano sulle nostre coste per ridurre di molto il problema. Ma, e qui casca l'asino, probabilmente chi di dovere non lo vuole fare.

glasnost

Gio, 23/04/2015 - 16:19

Mi sa che anche Renzi sotto sotto incoraggia le migrazioni. Propugnare lo ius soli che dà la cittadinanza ai figli degli immigrati (anche clandestini) è veramente una efficace azione di propaganda per le mafie e gli scafisti. Come dire : fate ora uno sforzo che poi sarete tutti felici in Italia...

Ritratto di kikina69

kikina69

Gio, 23/04/2015 - 17:00

"ma all'estero potrebbero pensare che l'Italia ormai è un paese fuori controllo e senza più difese" guardi direttore che non lo pensano solo all'estero..

macchiapam

Gio, 23/04/2015 - 17:26

Da un presidente della Camera ci si attenderebbe un comportamento del tutto diverso: certamente non indirizzi politici in un senso o nell'altro. Sarebbe necessaria (se possibile) una tirata d'orecchie da parte di Mattarella.

VittorioMar

Gio, 23/04/2015 - 17:27

In ogni situazione dice,pensa e assume la posizione "del bastian contrario"più per indispettire che essere presa in seria considerazione.La dittatora ci vorrebbe educare,con autorità ma non ha Carisma e personalità,si comporta da donnetta isterica!!

Zizzigo

Gio, 23/04/2015 - 18:05

Nemmeno avessimo un governo da operetta... almeno ci divertiremmo. Invece ci ride dietro non solo l'Europa, ma quasi tutto il mondo. Ma cercano di farlo di nascosto...

Ritratto di Dobermann

Anonimo (non verificato)

surfararu

Gio, 23/04/2015 - 19:52

Ma l'Italia E' un paese fuori controllo e senza più difese!

nopolcorrect

Gio, 23/04/2015 - 20:17

Per me la Patria Italiana, la salvezza della Nazione Italiana da un'invasione di africani e medio-orientali deve essere la priorità assoluta di un Italiano degno di questo nome (non lo è ovviamente la Boldrini che è solo una terzomondista). Faccio appello ai milioni di votanti oggi indecisi o astenuti perché votino alle prossime elezioni per partiti di destra anti-immigrazione clandestina.Per la salvezza della nostra Patria. Coraggio.

JOJO1964

Ven, 24/04/2015 - 06:40

La presidente Boldrini dovrebbe andare a convivere con la Kyenge ed ospitare a casa sua i "migranti", che fino a qualche anno fa venivano chiamati CLANDESTINI, salvo poi essere dichiarati RIFUGIATI... La distinta sig.ra in tailleur e falsa lacrima è l'ennesimo schiaffo alla realtà, faziosa e non imparziale come dovrebbe. Purtroppo, se non ricordo male, era portavoce e paladina dei rifugiati prima di rivestire indegnamente la carica istituzionale... e continua ad essere maleinformata su tutto. Sarebbe molto meglio la De Filippi su quello scranno.

maxime

Ven, 24/04/2015 - 09:01

Vedere, sentire la Boldrini, con l'incarico appioppato da un Governo abusivo...non c'è molto da dire, è tutto da fare...e rifare. Ma il popolo...dov'è finito?

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 24/04/2015 - 10:19

caro Sallusti mettiti il cuor in pace...costei è pagata per dire queste stupidaggini

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 24/04/2015 - 10:26

ho letto di quello studente islamico che ha offerto 10 cammelli per una donna....beh io i cammelli offro a chiunque si prenda questa campionessa di altruismo a spese nostre, però senza la clausola della restituzione, per carità...!

nonna.mi

Ven, 24/04/2015 - 11:07

Ieri sera seguendo "Virus" ho provato un vero senso di condivisione verso Sgarbi (anche se ci poteva evitare un'assimilazione visiva molto audace con la Gioconda)per come ha stroncato ,signorilmente, il proposito di eliminare il ricordo del periodo fascista,divenuto ormai parte passata della nostra Storia, che la Boldrini sostiene con grande vigore, non avendone alcun diritto e dimostrando la sua ignoranza su come si può considerare il Valore della Storia ! Grande Vittorio: completamente pieno di Cultura ed anche un po' pazzo come in genere lo sono i veri Artisti: inutile, quindi, consigliargli un po' di moderazione quando scatta il suo"capra, capra" ! Myriam

Zizzigo

Ven, 24/04/2015 - 11:14

Come ho affermato ieri... tutto il mondo ci ride dietro (adesso apertamente) e noi stiamo tutti buoni buoni e continuiamo a farci prendere in giro anche dalla Boldrina (e da Renzi, Padoan, Alfano, eccetera).

andrea da grosseto

Ven, 24/04/2015 - 11:53

maelstrom tutto giusto e condivisile ma mi sfugge l'invettiva contro l'opposizione. Non è l'opposizione che governa, al massimo può fare proposte diverse da quelle del governo e contestare il suo operato. Per i risultati disastrosi di tutto quello che riguarda la politica dell'immigrazione rivolgersi a Renzi e ai suoi compagni di merende. Tra l'altro la Lega è l'unica che ha attuato nei fatti e non a parole i respingimenti, interrotti solo perché costretti dall'Europa, spalleggiata anche dalla sinistra nostrana che se ne frega di collaborare quando è all'opposizione, altro che strumentalizzare. E comunque con la Lega non arrivavano certo 200.000 immigrati all'anno.

michele lascaro

Ven, 24/04/2015 - 12:01

Sarei ultrafelice se gli scafisti fossero ospitati nell'appartamento di questo essere di sesso femminile!

damicodatri

Ven, 24/04/2015 - 12:40

Questi personaggi , grazie a questa politica schifosa, dovrebbero pensare prima di parlare di cose al di sopra del loro intelletto!Ma chi ve l'ha messa a dirigere la Camera dei deputati?Ci sono decine e decine di uomini di elevata cultura, preparazione tecnica che meriterebbero quello scranno!Solo che non appartengono a questa politica vergognosa,buona solo a intascare soldi che altri si sognano.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 24/04/2015 - 12:57

Boldrini Vendola Bindi PC (partito comunista) PC (politicamente corretto) sono i simboli della nostra malattia. Grave perché è la nostra cultura. Questi poveracci son vittime come tutti noi della ideologia fascista e comunista che coi partiti di Lenin e Mussolini si è fatta politica ed ha governato l'Italia nell'ultimo secolo in forma di fascismo e di antifascismo. E si deve al coraggio di B. se questo regime del dopoguerra non è diventato la Cuba del Mediterraneo. E' naturale che i nodi vengano al pettine, tutti. Scafisti clandestini terroristi non sono che alcuni dei problemi che la nostra cultura impedisce di cogliere. Siamo incapaci e servili. In Europa ci considerano dei pizzaioli. Loro non sono migliori ma su di noi han visto giusto.

quapropter

Ven, 24/04/2015 - 13:10

scema più scema

Blueray

Ven, 24/04/2015 - 17:28

La Boldrini non ha attenuanti. Se si spinge a giustificare e chiedere di tutelare perfino gli scafisti notoriamente fiancheggiatori delle mafie che organizzano i viaggi dei migranti è, a mio avviso, incompatibile ed incongruente con il ruolo che occupa e va sanzionata per le esternazioni non coerenti con la carica ricoperta. Il problema non è nemmeno politico, ma squisitamente istituzionale!