Scalfari: "Berlusconi o Di Maio? Politica diversa da morale"

Il fondatore di Repubblica conferma: "Tra Berlusconi e Di Maio è un fatto di governabilità, questa è lapolitica"

"Silvio Berlusconi meglio di Luigi Di Maio? Questa è la politica". A ribadirlo a Di Martedì è Eugenio Scalfari, sotto accusa da giorni perché ha sostenuto che in caso di ballottaggio tra il leader di Forza Italia e il capo politico del Movimento Cinque Stelle preferirebbe il primo.

"La politica è una cosa diversa dalla morale", ha spiegato stasera il fondatore di Repubblica a Giovanni Floris, "La politica non è un fatto morale, è un fatto di governabilità, questa è la politica. Non lo dico io, l'ha detto Aristotele e prima ancora di Aristotele l'ha detto Platone. Per Platone quelli che facevano la politica di una città, di un Paese erano i filosofi, che cosa poi i filosofi fossero moralmente era un problema che né Platone né Aristotele prendevano in considerazione. Aristotele fu insegnante della politica sapete di chi? Di Alessandro Magno. Il quale Alessandro Magno della morale se ne fotteva nel più totale dei modi".

Commenti
Ritratto di manasse

manasse

Mar, 28/11/2017 - 21:52

quelle di scalfari sono parole di un erudito che i sinistri ex suoi sodali non capiranno MAI e quello che dispiace che abbia sciupato una vita per demolire BERLUSCONI per riabilitarlo solo ora

zibby

Mar, 28/11/2017 - 23:28

Eugenio Scalfari vira a destra, dopo aver dato del traditore a Giampaolo Pansa per "Il sangue dei vinti" ...

manfredog

Mer, 29/11/2017 - 00:16

Ha perfettamente ragione, però, poi, il governo deve prevedere anche la morale, dato che c'è governo e governo, e lui, anche se non lo ammetterà mai, ne sa qualcosa. mg.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 29/11/2017 - 00:53

Incredibile: tocca essere d'accordo con barbapapá! E.A.

Popi46

Mer, 29/11/2017 - 06:30

Infatti Platone ed Aristotele sono immortali,mica come Marx e Stalin che dopo appena un secolo sono finiti nella spazzatura della Storia!

Ritratto di orailgo38383838

orailgo38383838

Mer, 29/11/2017 - 06:36

le poche sane parole che ho sentito da quest'uomo. La vecchiaia dona saggezza evidentemente

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mer, 29/11/2017 - 08:24

Adesso Berlusconi deve tornare a Merano, che ad ascoltare Scalfari è ingrassato di cinque chili. Nel merito delle dichiarazioni di Scalfari (del cui endorsement non vi è peraltro - scaramanticamente - da rallegrarsi), è senz'altro vero che la politica non riguarda la morale ma il governo, sempreché, però, il governo sia esercitato nell'interesse della nazione e non di singoli individui. La politica è visione complessiva, è bilanciamento di interessi per il bene comune.

ilbarzo

Mer, 29/11/2017 - 08:53

Per quanto mi riguarda non guarderò mai più la TV Sette di Cairo,fin quando lo stesso non si avvarrà di conduttori non faziosi e di parte come lo è Floris.

btg.barbarigo

Mer, 29/11/2017 - 09:53

In contrasto col suo lontano passato, questa volta gli devo riconoscere una certa coerenza di comportamento.

demoral

Mer, 29/11/2017 - 10:11

Manasse, ha descritto perfettamente i fatti con poche parole.Tenga presente però che la "riabilitazione" di Berlusconi è auspicabile con l'allontanamento da Salvini. In sintesi non mi fido delle dichiarazioni di barbapapà.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 29/11/2017 - 10:14

Senti un po' chi parla di moralità !!!

nopolcorrect

Mer, 29/11/2017 - 11:22

Il vecchio Scalfari è il più intelligente fra i suoi amici. E mi pare che fra essi il meno intelligente sia Travaglio.

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 29/11/2017 - 11:35

Bé se non dicesse così negherebbe l'evidenza perché nell'attuale governo di sinistra con clandestini nel territorio, case rubate ai proprietari, gente che non paga le tasse e altri che arrivano al suicidio pagandole, ladri e violenti liberi e carcere per coloro che non hanno mai alzato un dito contro nessuno, legittimazione dei rimborsi ai ladri e violenze contro le forze dell'ordine, ecc... la moralità dove sarebbe? E' stato sicuramente più morale il governo Berlusconi, eletto legittimamente!!!

ex d.c.

Mer, 29/11/2017 - 11:38

Per superare Di Maio non occorre scomodare Berlusconi. In quanto alla moralità di cosa incolpiamo il Presidente? Di essere attratto dalle belle ragazze? Certo in un contesto dove le perversità vengono considerate normali Lui è fuori moda. Dalle altre accuse è stato scagionato, l'evasione fiscale contestata al più grande contribuente Italiano è quantomeno fuori luogo, soprattutto in una causa dove altri, più responsabili, sono stati assolti. Deprecabili le parola di Travaglio su LA7

Cheyenne

Mer, 29/11/2017 - 11:56

NON SI CAPISCE PERCHè DI MAIO SAREBBE MORALE E BERLUSCA NO

ohibò44

Mer, 29/11/2017 - 12:26

"La politica è una cosa diversa dalla morale" ma forse dovrebbe rispettare almeno i principi etici. Nel resto del mondo non mi risulta che i politici non abbiano vincoli di trasparenza e rispettabilità. ‘E’ la politica bellezza’ è un alibi solo per i politicanti italiani? Possiamo escludere che sia questa la vera palla al piede? Fare la cosa giusta in questo Paese è reputato, dagli opinionisti autorevoli, semplicemente superfluo. E vogliono ‘spiegarci’?

ohibò44

Mer, 29/11/2017 - 12:29

Se il rispetto dei princìpi etici viene ritenuto un’ingenuità con quale diritto possono giudicare chi ruba una volta ottenuti i voti per farlo? Non rubare è un principio etico ma se non porta voti per le belle menti è superfluo. Assumere statali inutili coi soldi delle tasse, per chi non se ne fosse accorto, è RUBARE per avere voti