È la Stabilità dei dietrofront. Lo spettro resta l'aumento Iva

Scomparse o annacquate tutte le misure più drastiche annunciate dal governo. Ma se non si riduce la spesa scatta la clausola con l'impennata di aliquote e prezzi

Roma - È il maxi emendamento dei tanti dietrofront. Dei ripensamenti rispetto alla prima versione della legge di Stabilità. Quasi tutte le misure più drastiche, quelle che avevano regalato diversi titoli ai giornali, sono uscite annacquate dall'esame del Senato. Il depotenziamento, anche se è partito dalle pressioni dei parlamentari, porta la firma del governo visto che è contenuto nell'emendamento unico presentato venerdì notte al Senato.

Ci sono meno tagli e sacrifici per la pubblica amministrazione, per la politica e per il sindacati. Sulle Province abolite si circoscrive il sacrificio degli ex dipendenti, le società partecipate dagli enti locali vengono messe all'indice, ma non si dà alla norma la forza di una sanzione forte contro quei sindaci che tenteranno (perché non c'è dubbio che lo faranno) di tenere in vita i tanti rimasugli di capitalismo municipale.

Tra le modifiche introdotte al Senato e confermate dal maxi emendamento, particolarmente positiva la conferma del tetto sulle aliquote Tasi e Imu, ma si tratta di un atto dovuto, una norma per evitare un ulteriore inasprimento dei fisco sul mattone che si sarebbe tradotto in una emergenza sociale. Scontata anche l'attenuazione della stangata fiscale per le casse previdenziali private e i fondi pensione e la «toppa» sull'Irap, che servirà ad evitare, parzialmente, un salasso ingiusto nei confronti dei lavoratori autonomi.

Non mancano rimodulazioni fiscali, come quelle che riguardano l'Iva. I giornali online saranno tassati come beni di lusso, a differenza degli e-book che sono stati graziati nei precedenti passaggi della legge. Il pellet, alternativa economica al gasolio, paga la sua popolarità con un raddoppio dell'imposta: dal 10 al 22%. Il voto finale è previsto per martedì alle 18 alla Camera. Il tutto in attesa che scattino le clausole di salvaguardia, che faranno aumentare le aliquote dell'Iva per tutti. A meno che non si taglino le spese. Quindi, che il prossimo anno si vari una manovra molto diversa da questa.

Commenti

acam

Dom, 21/12/2014 - 10:43

IL COMMENTO É ROMA MILAN 0-0 VINCHE LA JUVENTUS E I NUMERI A 12 CIFRE ANCHE PER IL BISCHERO SONO TROPPO OSTICI

Ritratto di falso96

falso96

Dom, 21/12/2014 - 10:57

Il nostro attuale governo ci insegna a viviere. es:hanno aumentato l'iva sul pellet, meno inquinante di altri combustibili, bene dove la recupero? dal canone rai.. o dal non farsi fatturare un lavoro. Visto che è piu importatnte scaldarmi che le cag..e prodotte in rai ... fan...o la rai o f...ul. le fatture. Se è questo che ci insegnano , questo avranno . loro predicano bene ma insegnano male.

cast49

Dom, 21/12/2014 - 11:01

allora tagliate le spese, porco cane...

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Dom, 21/12/2014 - 11:12

Creatività 100%, la cosa piú semplice aumentare l'IVA. Buon Natale

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 21/12/2014 - 11:18

Prova generale di IMMATURITA' politica e CONNIVENZA GRAVE con quanto accade a ROMA come nel resto D'ITALIA. Urge un'alternativa politica,seza gente come Alf Alf-ano e la sua banda di pirati che raccoglie consensi a colpi di "mare nostrum" e relative COOPERATIVE SOCIALI ed ALBERGHI pieni che fanno ingrassare le MAFIE,ma che portano VOTI e LEGITTIMAZIONE POLITICA.

Cobra71

Dom, 21/12/2014 - 11:23

Tanto l'Europa vuole e comanda che l'Italietta porti l'iva al 25% e state sicuri che sarà così, presto o tardi. Continuiamo pure a subire con pieno masochismo il volere di questi tecnocrati del cxxxo che siamo tutti felici,contenti e soprattutto SCHIAVIZZATI... FUORI DALL'EUROPA!!! SUBITO!

vince50_19

Dom, 21/12/2014 - 11:40

cast49 - Scusi, ha mai visto uno che si è tagliato i coglioni per fare dispetto alla moglie? Caso più unico che raro, quindi fuori da ogni casistica.. Questi non taglieranno mai la spesa, ancorché in certa spesa rientra quel loro bacino di voti che noi tutti paghiamo. Aumenteranno le tasse, la gente di incazzerà, li manderà a ... ma poi non cambierà niente lo stesso perché gli infiltrati dei massoni, di chi vuole comandare in casa nostra, stanno a destra come a sinistra. Ci vorrebbe solo "qualcosa" che non auspico se non come extrema ratio.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Dom, 21/12/2014 - 11:43

Le lobby istituzionalizzate che dirigono direttamente o indirettamente la PA, influiscono sempre in modo determinante sulle proposte di legge e riescono a imporre le modifiche per non perdere i propri privilegi. Sono pure consapevoli che costituiscono il freno maggiore per la rinascita economica del paese, però arraffano finché possono, tanto paga la collettività. Senza ridurre gli sprechi di tutta la PA non si andrà da nessuna parte, per contro la pressione fiscale aumenterà sempre di più. Pensare che aumenterà l'IVA sul pellet, una delle attuali fonti di riscaldamento (dopo aver imposto la rinuncia all'energia a basso costo in modo strumentale per giochi di potere), lascia proprio perplessi. Di questo passo la ripresa economica sarà impossibile.

Ritratto di ilmax

ilmax

Dom, 21/12/2014 - 11:45

sarà così! avremo un IVA al 23/24% con Gennaio 2015 e un IVA al 27% nel Gennaio 2016!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 21/12/2014 - 11:50

e che avevo detto io? padoan diceva che era tutto a posto .... :-)

titina

Dom, 21/12/2014 - 11:53

Non hanno ancora capito che devono tagliare gli sprechi. Quando si aumenta l'iva si compra di meno, è ovvio. Alla fine andremmo a comprare solo l'iva, e chi se la compra?

Ritratto di maurofe

maurofe

Dom, 21/12/2014 - 12:00

Ci manca solo che il pagliaccio toscano aumenti ancora l'IVA e andiamo tutti a picco come un ferro da stiro.....AHHH SCUSATE DIMENTICAVO GLI 80 EURO....BUFFONE!

marcomasiero

Dom, 21/12/2014 - 12:07

questa gentaglia merita che del Parlamento si faccia un bivacco per i manipoli !!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 21/12/2014 - 12:24

Renato Brunetta ha smascherato la stangata del bimbominkia : tasse, tasse, tasse, confusione, sudditanza alla Merkel, ignoranza dei principi basilari dell'economia. In altre parole: una manovra fatta da idioti, ignoranti e incompetenti, e, quello che è peggio, pure in malafede (la sinistra non si smentisce MAI e mente SEMPRE). Data l'autorevolezza della fonte - Brunetta è il più grande economista vivente, tutto il mondo ce lo invidia, le sue parole, da sempre, determinano e condizionano lo sviluppo del pensiero economico mondiale - non è lecito dubitare della validità dell'analisi. Come se non bastasse, anche il grandissimo Salvini la condivide, e questo stronca definitivamente la manovra dell'ebetino. Adesso SILVIO deve chiamarci al voto per mandarlo a casa!

Zizzigo

Dom, 21/12/2014 - 12:27

È in costante esecuzione la sentenza di morte per l'economia italiana... questa è l'unica stabilità fornita da questo governo!

Ritratto di gangelini

gangelini

Dom, 21/12/2014 - 12:48

La situazione è grave: lo sanno i dipendenti pubblici, lo sanno i pensionati, lo sanno gli imprenditori che stanno dilapidando i patrimoni aziendali, lo sanno i dipendenti privati. Tutti sono consapevoli che è necessario fare sacrifici. Però il PD ed i sindacati dicono di NO, sulla base di un'ideologia morta nel 1989 con la caduta del muro di Berlino. Questa è la Politica Consapevole che la SINISTRA ITALIANA ci impone; alle prossime elezioni saranno puniti; devono sparire hanno fatto troppi danni, altro che il Berlusca.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 21/12/2014 - 12:49

Se l'aliquota IVA dovesse salire al 25%, come pare Renzi abbia concordato con Merkel&Co ove non tornino i conti, sarà bene che il furbetto espatri e non si faccia più vedere.

fer 44

Dom, 21/12/2014 - 13:43

BASTA! NON SE NE PUO? PIU' RIVOLTA FISCALE!!!!! PAGHIAMO LE TASSE, MA SOLO 1/4 !!!! Il resto, quando avremo più soldi e meno furti dal governo e da tutti si politicanti di m....!

daniperri

Dom, 21/12/2014 - 13:45

Che pastrocchio incomprensibile! Questi non sanno più dove sbattere la testa...se ancora ce l'hanno.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 21/12/2014 - 15:42

Abbiamo l 'iva molto piu cara della Germania.Ma il peggior governo al mondo , veniamo subito dopo Corea, Venezuela e Cuba.Ma li hanno la scusa , sono dittature.