La sconfitta degli azzurri costa all'Italia 10 miliardi

È il calcolo dei mancati introiti da sponsor, spot televisivi, pubblicità e viaggi per seguire le partite

Russia 2018 addio. L'eliminazione degli azzurri battuti dalla Svezia costerà fino a 10 miliardi di euro. A 60 anni dall'ultima mancata qualificazione, questa Caporetto sportiva avrà infatti una serie non indifferente di ricadute economiche per l'Italia. Un Mondiale di calcio non è, infatti, solo un evento sportivo, ma una sorta di «Expo» per il Paese che vi partecipa. E, in «gioco» ci sono davvero tanti interessi. Certo fare calcoli esatti è difficile ma il calcio mondiale crea un enorme interesse, soprattutto televisivo. Quando c'è il Mondiale l'audience sale e il valore degli spot pubblicitari pure. L'audience tocca punte di 17-20 milioni di spettatori con ricadute milionarie su pubblicità e consumi. Per l'Italia, paese calciofilo per eccellenza, il Mondiale vale oro anche per la valorizzazione delle vendite nazionali all'estero, soprattutto del made in Italy. Fino a comprendere un giro d'affari fatto di viaggi e turismo.

Numeri che si moltiplicano in caso di vittoria. Secondo Coldiretti, infatti, una vittoria mondiale sarebbe vale l'1% del Pil, lo 0,7% per il Financial Times. Qualcosa, dunque, tra i 16 e gli 11 miliardi, considerando che il prodotto interno lordo si aggira sui 1600 miliardi. Certo la vittoria non sembrava tra le opzioni, ma una partecipazione con il passaggio di una parte dei gironi può valere almeno a 10 miliardi. Un calcolo in cui c'è dentro tutto: sponsor, pubblicità, diritti tv, vendite sportive, mancate scommesse, consumi, viaggi, effetto positivo per la Borsa e i titoli quotati, effetto positivo sul made in Italy all'estero. Insomma il calcio come sport e l'indotto ad esso collegato.

Goldman Sachs ricordò qualche mese fa come, nel luglio del 1982, e in quello del 2006 (il mese dei trionfi calcistici degli Azzurri), Piazza Affari garantì ritorni del 3% mese su mese. E si ebbero conseguenze proprio sul Pil: nel 1983 passò all'1,4% rispetto al +0,75 del 1982. Nel 2007 la crescita fu dell'1,9%. L'anno successivo alla vittoria degli azzurri nel campionato mondiale di calcio del 2006 in Germania, l'economia nazionale era cresciuta in modo sostenuto con un aumento record del 4,1% del Pil a valori correnti. «Guardando alle singole voci che impattano sul Pil - spiega un analista - l'effetto Mondiali sulle vendite all'estero avrebbe inciso per circa 2-3 miliardi potenziali. A beneficiarne maggiormente sarebbero stati i prodotti simbolo del Made in Italy nel mondo come i prodotti artistici e culturali, le automobili, cibi, bevande e moda. Quanto alla pubblicità, tra quella televisiva, cartacea e gli sponsor sono in gioco circa 4 miliardi». Altri 3 miliardi sono da attribuire a mancati consumi interni (nella ristorazione, nel settore media, ad esempio), e a meno scommesse.

Un Mondiale senza Italia peserà anche sulle casse dell'Erario: l'uscita anticipata può valere anche un milione di euro in meno per il Fisco a livello di giocate. Per le stime legate solo al business strettamente sportivo, si parla di almeno 100 milioni di euro. Quello russo, che guarderemo distrattamente da casa, è il Mondiale più ricco di sempre, con un montepremi destinato alle squadre che tocca i 400 milioni di dollari. La Figc avrebbe infatti potuto incassare un minimo di poco superiore agli 8 milioni di euro (qualificazioni). Arrivare ai quarti avrebbe garantito oltre 15 milioni per salire fino ai 24 milioni riservati alla finalista e ai 32,5 milioni in palio per chi conquista la coppa.

Quanto all'attività commerciale della Federcalcio, è in corso un contratto con Infront per la gestione di marketing e pubblicità legata all'attività delle nazionali con un minimo garantito da 14,2 milioni di euro. A questo andrebbero aggiunti 18,7 milioni della partnership con lo sponsor tecnico Puma che vanno integrati con gli introiti da vendita del materiale tecnico, magliette e gadgets. Sul fronte dei diritti tv, la Rai ha un contratto con la Figc da 24,7 milioni a stagione che ora è ovviamente a rischio.

Commenti

MariannaE

Mar, 14/11/2017 - 22:45

Magari questi soldi i tifosi spenderanno in Italia per altre cose !... ogni cosa ha il suo lato positivo. Mica si può sempre vincere ! A volte vincono GLI ALTRI !!!...e ieri hanno festeggiato in Svezia !!!

georgi

Mar, 14/11/2017 - 22:54

il titolo di questa notizia spiega perche il calcio non è piu sport, ma solo business.

Celcap

Mar, 14/11/2017 - 23:04

Però Buffon é andato in tv a piangere. Coccodrilli. Prima fanno i clan e non permettono ad alcuni giocatori di tornare o continuare in Nazionale perché gli danno fastidio e poi fanno i piagnistei. Ventura e Tavrcchio sono loro complici e la dimostrazione é stata ieri sera quanto il Ct voleva far entrare De Rossi (altro componente del clan) e lui ha deciso che i cambi dovevano essere altri. Un’ultima cosa : quando abbiamo avuto negli anni ‘60 i cosiddetti oriundi la nazionale si é disfatta e adesso la situazione é la stessa: Thiago Motta, Candreva,Eder, adesso pure Jorginho (forse ne dimentico qualcuno) sembra che senza di loro crolla l’Italia è che siano indispensabili ma non di capisce per che cosa.

Alessio2012

Mar, 14/11/2017 - 23:27

Tanto ci sono gli italiani che ci pagheranno le pensioni...

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 14/11/2017 - 23:33

Beh, e dov'è il problema. Aumenteranno le tasse e l'emissione di debito pubblico per compensare il mancato gettito. Con la scusa che lo fanno per evitare il MES.

pardinant

Mar, 14/11/2017 - 23:34

Uno sport gonfiato a dismisura dal denaro si trasforma in una droga per il Popolo, subdolamente indotto a seguirlo. Questi sono i risultati, si gioca per interesse e non per passione.

Ritratto di Evam

Evam

Mar, 14/11/2017 - 23:40

Una bella secchiata sopra il multietnico a favore della razza pura, tutta italiana e che sarebbe anche più logico perché a rappresentare una nazione soprattutto nello sport non può essere una accozzaglia di razze e nazionalità che l'Italia la vivono come un datore di lavoro che paga bene sino al prossimo che offrirà condizioni ancora migliori. E' risaputo che i tifosi sono stupidi quasi come gli elettori i quali non guardano a cosa votano basta sentire nell'aria le parole che a loro fanno piacere. Ormai tutto è business, quindi l'etica e la morale hanno abdicato di fronte al denaro. Un altro ottimo colpo sferrato come sempre con chirurgica maestria dal capo dei capi, il Maligno.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 14/11/2017 - 23:57

anche a me che ho tralasciato gli studi, costa parecchi milioni, bastava che studiassi da magistrato.....mi costa!!!!!!

jaguar

Mer, 15/11/2017 - 00:06

Ci sono sconfitte in altri settori dell'economia italiana che ci costano molto di più, inutile arrabbiarsi per uno sport che è diventato solo business, con giocatori(e non solo)brocchi strapagati.

Euge

Mer, 15/11/2017 - 00:17

ma COSTERA' .......... A CHI ?? gli Italiani risparmieranno su tv ed elettricità ... sono le nostre ben note sanguisughe che piangono

idleproc

Mer, 15/11/2017 - 00:24

Anche il marketing, quando è finto, comunque dura poco. Una nazionale di calcio, come il resto, senza Italia, non sta in piedi. Come per la Ferrari, in Italia e fuori ci baderanno saranno sempre meno. Come le squadre di calcio locali create su stranieri. Non è solo importante vincere, si può anche perdere onorevolmente. Il passato, anche remoto ma reale non terrà in piedi il marchio tarocco dell'oggi. Svenduta la baracca e la cosa con modalità multipartsanan è ormai fatta, l'incasso sarà un bel chissenefrega.

cir

Mer, 15/11/2017 - 00:46

itaglia sconfitta !!! AHHHH .... OHHH ... AHHH , ancora .... OHHHH ...ancora.. OHHHHHHHHH!!!!!!!!! che goduria !!!

Controcampo

Mer, 15/11/2017 - 00:50

Non che costa 10 miliardi di Euro, ma non incassa questi soldi per mancanza di sponsor, spot e pubblicità. Ossia: un mancato guadagno non vuol dire che costi qualcosa ma solo perdita di guadagno!

Controcampo

Mer, 15/11/2017 - 00:53

Non che costa 10 miliardi di Euro, ma non incassa questi soldi per mancanza di sponsor, spot e pubblicità. Ossia: un mancato guadagno non vuol dire che costi qualcosa ma solo perdita di guadagno!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 15/11/2017 - 01:21

Mandateli a zappare

LOUITALY

Mer, 15/11/2017 - 02:45

Ma non esagerate 10 miliardi! Una lezione al mondo degli arroganti super pagati vaa benissimo.

Euge

Mer, 15/11/2017 - 03:05

costa 10 miliardi a QUALE Italia ?? a quella degli Italiani o a quella che gl'Italiani li spenna ??

machimo

Mer, 15/11/2017 - 06:01

Perfetto, forse si svegliano adesso e limitano i numeri di stranieri nelle squadre di seria a e b. Assurdo come una rosa di 23 giocatori ce ne siano solo 2.

bundos

Mer, 15/11/2017 - 06:27

Certo..10 miliardi di spesa in meno,ovvero ci guadagniamo tutti!

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 15/11/2017 - 06:58

Veramente incredibile con questo calcio.Mettono il becco i politici,altri figuri sempre a legiferare. E che sarà mai su diamoci una mossa siamo allo sfascio in tutti i settori,basta con i piagnoni.Regards

ben39

Mer, 15/11/2017 - 07:10

Ho un vago sentore sulla vicenda calcio nazionale mondiali. Non riguarda solo lo sport ma anche l'attualità in modo particolare la geopolitica. Il torneo si svolge questa estate in Russia, un paese in guerra sia in Siria che con la Nato, senza dimenticare l'Isis. Vogglio dire che durante i mondiali di calcio 2018 può accadere di tutto, una guerra nucleare in Corea, per esempio. Forse non è un male che l'Italia non va ai mondiali( anche l'Olanda non ci va), un segno o una grazia ricevuta?

Cesare007

Mer, 15/11/2017 - 07:12

Non importa!!! Questi mancati guadagni (ma chi li avrebbe fatti ?) saranno sicuramente e ampiamente ripianati dalle nuove risorse che giornalmente andiamo a prendere ai confini delle acque territoriali libiche. Sunsum corda !!!

Popi46

Mer, 15/11/2017 - 07:14

Ennesima lettera di richiamo della commissione europea sui ns conti pubblici,economia che va come va,occupazione giovanile sotto zero,cervelli all'estero e potrei continuare.... E sul giornale 7 dei primi 10 titoli sono dedicati alla sconfitta calcistica (peraltro annunciata). Ma 'ndo vogliamo anda'?

Cesare007

Mer, 15/11/2017 - 07:16

Dimenticavo: quanto costa davvero aver bloccato le esportazioni in Russia dei nostri prodotti ? Perché quasi tutti i prodotti russi che arrivano in Italia passano attraverso la Germania ? Tutto questo ci costa ben più degli ipotetici miliardi che forse avrebbe mosso la qualificazione della squadretta italiana !!!

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 15/11/2017 - 07:55

Tavecchio e sventura se ne fregano : dicono sdolamente se volete pagateci e licenziateci: noi con tgutti i buffon-i che avevamo a dispoisizione abbiamo fatto quel che poteva essere fatto!

Duka

Mer, 15/11/2017 - 07:55

E CHI paga? Sempre Pantalone? CHI sbaglia , a tutti i livelli, non paga mai in questo paese?

FRATERRA

Mer, 15/11/2017 - 08:03

.....ma si risparmia; sulla frittatona di cipolle, birra ghiacciata e rutto libero......

Controcampo

Mer, 15/11/2017 - 09:27

Non che costa 10 miliardi di Euro, ma non incassa questi soldi per mancanza di sponsor, spot e pubblicità. Ossia: un mancato guadagno non vuol dire che costi qualcosa ma è solo perdita di guadagno e nulla viene a mancare dalle casse dello stato, almeno che non trovino una scusa per giustificare lo scarso andamento del patrimonio economico.

FRATERRA

Mer, 15/11/2017 - 10:36

........ci obbligheranno a vedere la corazzata Potëmkin ?????.......

cir

Mer, 15/11/2017 - 12:06

il calcio deve essere abolito !!