Scoperto il bluff del Def: vietato tappare il buco con la lotta all'evasione

Bankitalia, Corte dei conti e Upb: "Sbagliato includere i 7 miliardi, sono entrate incerte"

Tre giudizi negativi di fila su uno dei cardini della manovra, un capitolo che vale da solo la metà delle coperture necessarie a fare tornare i conti della prossima legge di Bilancio. Tre osservatori d'eccezione, concordi nel ritenere sbagliato mettere i proventi della lotta all'evasione tra le voci in entrata di una manovra che già si muove sul filo delle regole. Non è andato bene il secondo giorno di audizioni parlamentari sulla Nadef, la nota di aggiornamento al Def. Il documento di economia e finanza è stato approvato dalla commissione Bilancio del Senato, corredato da una risoluzione di maggioranza che conferma i contenuti e mette alcuni paletti. Ad esempio, il «no» al taglio delle detrazioni sugli immobili.

Ma alle audizioni, prima Bankitalia, poi la Corte dei conti ed infine l'Upb hanno preso di mira i 7 miliardi di lotta all'evasione messa dal governo tra le voci in entrata.

Bankitalia ha messo in evidenza i problemi di misurazione. Sulla quantificazione del recupero dell'evasione, ha spiegato il vice direttore generale Luigi Federico Signorini. serve «cautela», perché «i progressi nel contrasto all'evasione fiscale richiedono tempo». Il governo pensa di indirizzare i contribuenti verso metodi di pagamenti tracciabili? Bankitalia è d'accordo (con tutte le cautele), ma «l'evolversi dei comportamenti dei contribuenti» è «graduale».

Difficile misurare a priori. Quindi, «al fine di assicurare il rispetto dell'obiettivo, è auspicabile che siano definiti momenti di monitoraggio dei conti in corso d'anno e pronti meccanismi correttivi in caso di scostamenti».

Signorini in sostanza suggerisce al governo di monitorare le entrate da lotta all'evasione ed eventualmente intervenire. Gli strumenti a disposizione sono due: le clausole di salvaguardia o manovre correttive.

La Corte dei conti mette in risalto come la Nadef indichi un «ricorso massiccio» a coperture da reperire attraverso la lotta all'evasione fiscale. Considerate le dimensioni dell'evasione fiscale, stimata tra i 90 e oltre 100 miliardi, «sicuramente i margini d'intervento ci sono». Ma il governo, a parte la guerra al contante non ha indicato altro.

Infine l'Upb. Il giudizio dell'Ufficio parlamentare di bilancio è tra i più importanti nel determinare la bocciatura o la promozione da parte della Commissione europea. Il presidente Giuseppe Pisauro ha definito «piuttosto ambizioso» l'obiettivo di ricavare sette miliardi dalla lotta all'evasione fiscale e di porli come coperture nella manovra. Soprattutto «se confrontato con i risultati tradizionalmente ottenuti su tale fronte e difficilmente conseguibile solo attraverso strumenti per favorire il conflitto d'interessi».

Le perplessità di Upb, Corte dei Conti e Banca d'Italia non potranno che riflettersi sul giudizio che la Commissione europea darà del bilancio italiano 2020. Ieri il premier Giuseppe Conte e il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri si sono visti per preparare l'Eurogruppo e l'Ecofin che iniziano oggi al Lussemburgo.

Gualtieri, dopo avere smentito lunedì la cancellazione degli 80 euro di Matteo Renzi e l'obbligo per i datori delle colf di fare da sostituto d'imposta, ha smentito anche il daspo per i commercialisti e infine la tassa sul contante.

Il governo sta preparando il decreto fiscale che conterrà la stretta su contante e il rafforzamento di altre misure come la fatturazione elettronica. Ma è sempre più probabile anche una stretta sulla flat tax, comprese penalizzazoni per i redditi fino a 65mila euro.

Sul fronte degli incentivi alla moneta elettronica, ieri l'Agenzia delle entrate ha annunciato che il sistema di pagamenti pagoPa sostituirà gradualmente il bollettino RAV.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 09/10/2019 - 09:09

Mr. fiscal compact con la chitarra classica si inventi altri "accordi" per essere credibile. Rimodulare, rimodulare, coraggio compagno .. ahahaha ..

HARIES

Mer, 09/10/2019 - 09:17

Quindi? Lotta alla evasione fiscale bisogna farla come si fa in America. E comunque ci vuole la Flat Tax. E, se proprio volessimo fare il massimo per la popolazione e dunque migliorare lo status quo dell'economia del nostro paese, sarebbe fantastico ristabilire la famosa DECIMA! per tutti.

roberto del stabile

Mer, 09/10/2019 - 09:41

OGNI ANNO SI VANTANO DI AVER COMBATTUTO L'EVASIONE CON RISULTATI SORPRENDENTI IN TERMINI DI RECUPERI .. MA SE E' COSI PERCHE' IL DEBITO CONTINUA A CRESCERE? PERCHE' QUESTI GOVERNANTI PIU PRENDONO E PIU' SPENDONO PER COMPERARSI I VOTI.QUINDI MEGLIO LASCIARE I SOLDI IN TASCA DEI CITTADINI CHE SE LI SPENDANO COME PREFERISCONO...

titina

Mer, 09/10/2019 - 09:49

Lo sanno che l'evasione resterà perchè le misure antievasione sono ridicole

hectorre

Mer, 09/10/2019 - 09:51

veramente?????....non serviva un genio per capirlo, è sufficiente un briciolo di onestà intellettuale e politica, qualità che mancano ad un governo di incapaci e maneggioni!!!....come si possono mettere a preventivo 7 miliardi su una previsione e per di più ottimistica???...si mettono a consuntivo!!!...una volta incassati!!!....ma non ditelo ai sinistri che scrivono fesserie su questo giornale!!!!...

Happy1937

Mer, 09/10/2019 - 09:53

Una persona seria si guarderebbe bene dall'andare ad assumere la responsabilità dell'economia in un governo sciagurato come l'attuale.

jenab

Mer, 09/10/2019 - 10:06

è una storia ridicola, lo sanno tutti che non si può fare la lotta all'evasione, si perderebbero troppi voti. E nel nostro dna ormai.

Ritratto di Artù007

Artù007

Mer, 09/10/2019 - 10:25

Secondo me sta cercando di comporre una nuova canzone...ma sarà la solita canzonetta !!!

steacanessa

Mer, 09/10/2019 - 10:29

La fisionomica del soggetto mi inquieta.

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 10:53

Innescando conflitto di interessi tra committente e prestatore di operai,il recupero e sicuro!

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 11:11

Innescare conflitto di interesse tra prestattore di opera e committente,con un vantaggio in irpef per il committente a seguito di fattura, fa cessare immediatamente il giochetto del nero tra autonomi, professionisti,piccola e media impresa ecc. come la lotteria scontrini, riduce enormemente evasione nel commercio unitamente a uso della carta bancomat e simili. E’ questione di volontà politica e italiani sono arcistufi di pagare tasse su tasse per mantenere i 132 miliardi di evasione fiscale. Pagare tutti per pagare meno.

ILSAGGIATORE

Mer, 09/10/2019 - 11:20

Ecco la manovra più realistica e sensata:prima di tutto abolire le inutili Comunità Montane(risparmio di circa 25 Mld); poi ridurre il cuneo fiscale per le imprese a non più del 20-30%; abbassare subito l'IVA ad almeno il 18%;se necessario emettere dei nuovi titoli di stato ad un tasso fino ad un punto superiore a quelli attuali di mercato(per invogliarne l'acquisto). Questa manovra farà ripartire la ns/ economia che se non riparte saremo ancora nella..palta,come ora.Ciao

graffio2018

Mer, 09/10/2019 - 11:24

più ci sono misure restrittive e più l'evasione aaumenta, è dimostrato. Vogliono tassare il prelievo dei contanti? ok, i contanti non verranno più messi in banca per non essere tassati, e ne gireranno molti di più. CHi verrà tassato, alla fine? i dipendenti e i pensionati che hanno l'accredito automatico sul conto e devono per forza prelevarli; quindi i soldi gli verranno tassati 2 volte, accreditandoli in banca e poi ritirandoli.

Calmapiatta

Mer, 09/10/2019 - 11:54

Ogni governo che si è succeduto in questi tristi anni, ha messo come caposaldo della propria manovra il recupero dell'aevasione. Cifre stimate, dicevano, in realtà di fantasia, che servivano a giustificare spese per le quali non c'erano coperture reali. Invece di tagliare i parlamentari (necessario ma superfluo) potrebbero decurtarne il ricco stipendio, o potrebbero tagliare i benefici pensionistici. Potrebbero allineare gli stipendi dei dipendenti di Camera a Senato ai paritetici livelli statali. Altro che risparmiare 100 mln anno...Ma non si può.

Libertà75

Mer, 09/10/2019 - 11:55

Cerchiamo di essere persone intelligenti, cerchiamo! Tria disse che aveva 6/7 miliardi di risparmi di maggiori entrate, più una decina possibili relativi a risparmi di spesa e che ne mancavano solo 7 da trovare. Hanno cambiato governo e in pompa magna hanno segnato 7 miliardi dalla lotta all'evasione (lotta che sia chiaro, ad oggi con tutti gli strumenti in atto non può andare oltre a quello raggiunto nel 2019, in buona parte grazie agli strumenti elettronici introdotti da Renzi)

Mborsa

Mer, 09/10/2019 - 12:01

Come ha spiegato Brambilla sul Corriere, ormai non ci sono più margini per tergiversare con le chiacchiere: l'anno scorso il governo "populista" mandava in rovina l'Italia secondo l'opinione main stream, oggi il governo dell'opinione comune continua a mandare in rovina il paese, ma nel silenzio assordante dei giornaloni. I giovani scappano, gli anziano trasferiscono la residenza e i soldi in altri paese, alla fine in Italia resteranno solo gli "assistiti"a subire la cura greca. che

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 12:22

tagliare e di brutto il reddito e le pensioni di cittadinanza...sta emergendo da guardia di finanza, che il 70% sono erogate sulla base di false dichiarazioni! una truffa del di maio legalizzata! stanno incassando a sbafo da aprile senza avere fatto assolutamente nulla di lavoro e ora,chiamati a integrare le domande, il 40% non risponde nemmeno alla chiamata....pare abbiano dato indirizzi fasulli e numeri di telefono e mail modificate! nemmeno uno di costoro e' al lavoro! stiamo mantenendo centinaia di migliaia di persone che non vogliono lavorare, salvo il nero e incassare la nullafacenza a sbafo pagata con le nostre tasse! ecco dove tagliare caro ministro! e vale anche per quota cento...norma assurda che fa perdere pezzettoni di pensioni, che chiedono in pochi ma che affonda INPS e le pensioni in pagamento ai nostri anziani! Rivedere le due leggi flop!

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 12:31

recuperare il ladrocinio legalizzato dal reddito e pensione di cittadinanza a sbafo e al 70% truffaldino e spostare finestre di uscita di quota cento! Gia' da li' grossi e sicuri recuperi! oltre a evasione fiscale! SVEGLIATEVI VOI AL GOVERNO!

Ritratto di Artù007

Artù007

Mer, 09/10/2019 - 12:37

Ma perché tutti i governi si dimenticano di chiedere alla Chiesa di pagare l'IMU??? Risolveremmo buona parte dei problemi!!!

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 12:58

stiamo buttando via miliardi su miliardi in redditi e pensioni di nullafacenza e in quota cento che non molti gradiscono ma che affonda inps! mettano mano quelli al governo perbacco! gran parte dei risparmi vanno cercati li', assieme a recupero da evasione fiscale vergognosa a 132 miliardi annui!

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 09/10/2019 - 13:21

Glievarosi, quelli veri, ( milionari) sono una specie protetta e nessun partito/movimento ha fatto proposte serie, credibili e applicabili per contrastare realmente l'evasione, sono qualche manovrina per i solito allocchi.

carpa1

Mer, 09/10/2019 - 14:09

bernardo47 - 12:58. Guarda che hai dimenticato le migliaia di miliardi buttati nel cesso per mantenere (si fa per dire) una pletora di fncazzisti clandestini e molti altri sono in arrivo con questo governo dei deficienti. Dicevo mantenerli o "accoglienza" tanto per utilizzare un termine in voga: pensa se così si può definire "accogliere in casa tua degli estranei che oltre a mantenerli, ti distruggono mobili, appartamento e quant'altro" aggiungendovi pure la sporcizia ed eventuali malattie che trasmettono a te ed ai tuoi famigliari oltre ad usufruire della sanità da te pagata e di cui non puoi più godere in termini decenti dal momento che, con i medesimi dipendenti e le medesima già scdenti strutture, il nostro sistema sanitario deve far fronte ad un aumento indiscriminato di lavoro.

bernardo47

Mer, 09/10/2019 - 15:32

Carpa 1 non ho dimenticato e convengo......ma la voragine deriva da redditi e pensioni di nullafacenza,da quota cento affonda inps a dai 132 miliardi di evasione fiscale.