Si iscrive a CasaPound: il sindacato la espelle

La sezione provinciale di Bolzano della Uil ha cacciato la delegata Caterina Foti rea di aver annunciato il proprio passaggio al movimento fondato da Gianluca Iannone

La militanza in un movimento di destra è incompatibile con l'iscrizione a un sindacato? A quanto pare sì.

Questo è quello che sembra emergere dalle dichiarazioni del segretario provinciale della Uil di Bolzano, Toni Serafini, che lo ha dichiarato nero su bianco dopo il caso di una delegata della funzione pubblica che ha annunciato di essersi iscritta a Casa Pound.

Caterina Foti, trentasettenne operatrice di una casa di riposo e delegata Uil con un passato politico nel centrodestra moderato, nei giorni scorsi aveva anticipato il proprio passaggio al movimento fondato da Gianluca Iannone e in crescita di popolarità in tutta Italia.

Un annuncio esplicito accolto malissimo dalla sezione provinciale del sindacato, che ha reagito espellendo immediatamente la Foti: "Una cosa è certa - spiega Serafini -: con i fascisti non vogliamo avere nulla a che fare. Uno dei nostri padri nobili è il martire della Resistenza Bruno Bozzi, trucidato dalle bande nere nel 1944. Su queste cose non si scherza. Non si tratta di una ritorsione verso la Foti, ma di una questione di coerenza e buon senso. È lei che ha fatto cortocircuito: non si può stare dentro la Uil e CasaPound".

In un'intervista ad Alto Adige, la Foti aveva chiarito che "la gente vuole risposte chiare e Casa Pound è in mezzo a loro, senza fare grandi discorsi astratti." Molto scalpore hanno suscitato poi le dichiarazioni secondo cui "Mussolini ha fatto molte cose positive". Una posizione netta, intollerabile per la Uil.

Commenti

vince50

Lun, 02/11/2015 - 13:03

I miei complimenti alla signora Caterina Foti,ha saputo darsi una bella "ripulita" e se venisse definita Fascista non se la prenda tanto di guadagnato.

ilbelga

Lun, 02/11/2015 - 13:08

la foti ha ragione, Mussolini ha fatto tante cose buone per l'italia solo che poi ha fatto una grande fregnaccia; la guerra accanto a adolfo.

rugoso

Lun, 02/11/2015 - 13:32

Ha tutta la mia solidarieta'. La liberta di opinione deve essere totale senza discriminazioni. La si puo' accettare o combattere ma non la si puo impedire e questa poi mi sembra anacronistica. Fra poco andremo a cercare chi propone idee guelfe o ghibelline..sic!!

Libertà75

Lun, 02/11/2015 - 13:51

La solita destrafobia... che vergogna!!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 02/11/2015 - 13:53

eppure ai Camerati di Casa Pound non e' importato nulla se la neo iscritta aveva la tesserae della UIL, dunque, chi sono I potenziali dittatori?

Ritratto di orcocan

orcocan

Lun, 02/11/2015 - 14:13

Non mi piacciono gli estremismi sia di destra che di sinistra. Mi piace ancor meno l'ormai universale "politicamente corretto" che sia rappresentato da una sola parte.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 02/11/2015 - 14:38

"....Non si tratta di una ritorsione verso la Foti, ma di una questione di coerenza e buon senso. È lei che ha fatto cortocircuito: non si può stare dentro la Uil e CasaPound.... " Tutte chiacchiere; la verità è che cominciano ad avere una paura matta della Destra che (finalmente) avanza.

gbuzziferraris

Lun, 02/11/2015 - 14:40

E'incredibile, proprio i sindacati dovrebbero ricordare tutte le riforme che il Governo Fascista a fatto a favore dei lavoratori. Prima fra tutte e' l'istituzione della pensione e dell'assistenza sanitaria per tutti i dipendenti, cosa che prima non c'era. Ma quando capiranno che se un regime rimane al potere per 21 anni con un tasso di approvazione superiore al 90% almeno fino al 1940 e' perche' deve avere fatto tante cose buone.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 02/11/2015 - 15:04

Sono tendenzialmente di destra, ma ignoro i "Casapound". Non so chi siano e cosa facciano. So solo che, mentre pochi mesi fa Milano veniva messa a fuoco da "bravi ragazzi" armati di razzi e quant'altro (si è letto anche di pistole), qualche pericoloso "casapound" ha addirittura rubato una bandiera della UE in qualche luogo sacro all’amministrazione dell’Unione Europea, quella dominata dalla Merkel e dai venditori di autovetture mortifere. Certo che l’espulsione dal sindacato è un atto grave, adeguato alla gravità del misfatto. Se i sindacati non esistessero bisognerebbe inventarli. Del resto io ho molto sofferto per non averne mai fatto parte.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Lun, 02/11/2015 - 15:08

Tranquilla non ha perso niente.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 02/11/2015 - 15:14

Hanno fatto solo bene.

DIAPASON

Lun, 02/11/2015 - 15:36

Signora, si rinfranchi pensando a quando saremo noi a espellere questi parassiti cialtroni.

baio57

Lun, 02/11/2015 - 15:55

Si iscriva alla Ugl !

MEFEL68

Lun, 02/11/2015 - 16:01

@@@ marino.biroccio - Perchè hanno fatto bene? Ce lo sai spiegare con parole tue?

pinosan

Lun, 02/11/2015 - 17:42

Sicuramente l'altro padre nobile della uil è giuseppe stalin.

Ritratto di gian td5

gian td5

Lun, 02/11/2015 - 19:17

Beh, poteva andarle peggio, se invece di fascista le davano della comunista quella sì che era un'offesa! Quanto a Bruno Buozzi, Serafini si documenti, i fascisti non gli torsero un capello, si limitarono a metterlo al confino a Montefalco nel 1942, luogo dove visse fino al momento della fuga, finì quindi nella mani dei tedeschi che se ne sbarazzarono durante la fuga, uccidendolo con un colpo alla nuca.